QUALCHE TWEET DI SALVINI ?

La visita della Finanza nello stabile occupato abusivamente dai "fascisti del terzo millennio" si è conclusa con un nulla di fatto

https://roma.repubblica.it/cronaca/2018/10/23/news/prove_di_sfratto_per_casapound_a_roma_rischio_tensioni_blitz_rinviato-209721249/?ref=fbpr

Prove di sfratto per CasaPound a Roma, rischio tensioni: blitz rinviato

La finanza posticipa il sopralluogo ordinato dai magistrati della Corte dei Conti: "Se entrate sarà un bagno di sangue"

di LORENZO D'ALBERGO

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

13 messaggi in questa discussione

15 ore fa, pm610 ha scritto:

A proposito   di  sgomberi   la  Sig. Taverna   è  ancora   nelle  case  popolari ad  affitto  agevolato   come   quell'altro  parlamentare  g rillino  che  si  sarebbe   dimesso subito  dopo  le  elezioni ,  ma   che  è  ancora  nelle   fila   grillesche e  si  piglia  i nostri  soldi !!

Io conosco Tavernello da Treviso 😂 detto virus.ebete.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Alla Diaz il "bagno di sangue" ci fu. Con i fascisti di Casapound suonano al citofono, strette di mano e ciao

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Non troviamo  traccia  di  un  tweet  del salvini , già per primo  non  sono  neri  e  poi  questi  delinquenti o li difende o li porta  in  parlamento.

http://video.espresso.repubblica.it/attualita/esclusivo-magari-morisse-ecco-l-audio-shock-del-carabinieri-su-stefano-cucchi/12230/12327?ch_id=sfbk&src_id=8001&g_id=0&atier_id=00&ktgt=sfbk8001000&ref=fbbr

"Magari morisse" ecco l'audio shock del Carabiniere su Stefano Cucchi

"Magari morisse". Ecco l’audio registrato la notte dell’arresto di Stefano Cucchi. Si tratta delle comunicazioni tra sala operativa e uno dei carabinieri coinvolti nel fermo di Cucchi. Uno dei militari, identificato dalla procura di Roma, come Vincenzo Nicolardi, pronuncia la frase “Magari morisse, li mortacci sua”. Sei giorni dopo questa frase shock, il geometra romano morirà davvero. Il processo in corso a Roma vede imputati cinque carabinieri, tre per omicidio preterintenzionale. Nicolardi invece è accusato di calunnia

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

L’anno scorso, più di 100 donne sono morte a seguito di una violenza sessuale o dei maltrattamenti subiti dal partner, da un ex partner o da un parente stretto.

L’85% delle violenze sessuali ai danni delle donne italiane avviene per mano di un uomo italiano.

Gli stupri totali, in Italia, sono 11 al giorno.
UNDICI OGNI GIORNO.

E io non ricordo di aver visto il nostro ministro dell’Interno andare sul luogo dell’omicidio delle oltre 100 donne violentate e uccise lo scorso anno per esprimere sdegno contro i loro aguzzini.

Ricordo bene la San Lorenzo degli ultimi 20 anni, però, visto che ci ho passato buona parte della mia vita.
Mia madre si stupiva che andassi lì, perché ai suoi tempi San Lorenzo era una zona parecchio pericolosa da frequentare, dove la cosa più eccitante da fare la sera era farsi puntare un coltello alla gola durante una rapina.

Negli anni 90 e 2000, invece, complice la vicinanza con l’Università, era diventata una zona abitata in gran parte da studenti fuori sede ed avevano aperto un sacco di pub e locali di ogni genere.

Ricordo che, nei primi anni 2000, i ragazzi si incontravano tutti in un parchetto sulla via Tiburtina.
Ai tempi era aperto tutta la notte.
E già ai tempi, c’era chi spacciava.

Il parco fu chiuso quando, dopo l’ennesima rissa tra spacciatori nativi del luogo e spacciatori “esterni”, un tizio pensò bene di tirare fuori un’accetta e colpire un “collega” che aveva invaso il suo territorio.

Perché?
Perché San Lorenzo è una zona popolata perlopiù da studenti, come dicevo. 
Quindi, a San Lorenzo ci sono anche molti spacciatori.
È la legge della domanda e dell’offerta, in pratica.

Ma il nostro ministro dell’interno forse questo lo ignora, non saprei.
Forse qualcuno gli ha detto che la droga e la violenza, a San Lorenzo, le hanno portate gli africani.

Oppure, semplicemente, l’altroieri era lì per sciacallare sulla morte di una povera ragazza, fingendo che il problema delle violenze sessuali e della droga sia dovuto ai ne*ri.

A seguitare la sua campagna elettorale di odio permanente sul cadavere di una ragazzina che, se fosse stata viva, probabilmente avrebbe definito “tossica dei centri sociali”.

E come ogni sciacallo, anche lui arriva sempre a cadavere ancora caldo, sperando di nutrirsi in fretta e trarre il maggior profitto possibile dal corpo senza vita di una sedicenne.

Ditemi voi se riuscite ad immaginare qualcosa di più deplorevole e disgustoso.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
16 ore fa, pm610 ha scritto:

L’anno scorso, più di 100 donne sono morte a seguito di una violenza sessuale o dei maltrattamenti subiti dal partner, da un ex partner o da un parente stretto.

L’85% delle violenze sessuali ai danni delle donne italiane avviene per mano di un uomo italiano.

Gli stupri totali, in Italia, sono 11 al giorno.
UNDICI OGNI GIORNO.

E io non ricordo di aver visto il nostro ministro dell’Interno andare sul luogo dell’omicidio delle oltre 100 donne violentate e uccise lo scorso anno per esprimere sdegno contro i loro aguzzini.

Ricordo bene la San Lorenzo degli ultimi 20 anni, però, visto che ci ho passato buona parte della mia vita.
Mia madre si stupiva che andassi lì, perché ai suoi tempi San Lorenzo era una zona parecchio pericolosa da frequentare, dove la cosa più eccitante da fare la sera era farsi puntare un coltello alla gola durante una rapina.

Negli anni 90 e 2000, invece, complice la vicinanza con l’Università, era diventata una zona abitata in gran parte da studenti fuori sede ed avevano aperto un sacco di pub e locali di ogni genere.

Ricordo che, nei primi anni 2000, i ragazzi si incontravano tutti in un parchetto sulla via Tiburtina.
Ai tempi era aperto tutta la notte.
E già ai tempi, c’era chi spacciava.

Il parco fu chiuso quando, dopo l’ennesima rissa tra spacciatori nativi del luogo e spacciatori “esterni”, un tizio pensò bene di tirare fuori un’accetta e colpire un “collega” che aveva invaso il suo territorio.

Perché?
Perché San Lorenzo è una zona popolata perlopiù da studenti, come dicevo. 
Quindi, a San Lorenzo ci sono anche molti spacciatori.
È la legge della domanda e dell’offerta, in pratica.

Ma il nostro ministro dell’interno forse questo lo ignora, non saprei.
Forse qualcuno gli ha detto che la droga e la violenza, a San Lorenzo, le hanno portate gli africani.

Oppure, semplicemente, l’altroieri era lì per sciacallare sulla morte di una povera ragazza, fingendo che il problema delle violenze sessuali e della droga sia dovuto ai ne*ri.

A seguitare la sua campagna elettorale di odio permanente sul cadavere di una ragazzina che, se fosse stata viva, probabilmente avrebbe definito “tossica dei centri sociali”.

E come ogni sciacallo, anche lui arriva sempre a cadavere ancora caldo, sperando di nutrirsi in fretta e trarre il maggior profitto possibile dal corpo senza vita di una sedicenne.

Ditemi voi se riuscite ad immaginare qualcosa di più deplorevole e disgustoso.

Uno sciacallo ancora piu' disgustoso, perche' non porta fiori nei campi gelati della campagna bergamasca. 

Perché lì la violenza fu italica, ariana, lombarda.

bossetti e yara-6.jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

 Tranquillo  non   si vedrà mai  un tweet  come   tu  richiedi ,  cortomaltese ,  questi  gialloverdi  cavalcano  solo  il razzismo  per  opportunismo e  per  aizzare gli  animi  di  certi   maldestri analfabeti  funzionali

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Il trota al processo dice che non sapeva di essere laureato. L’alibi è corroborato dal fatto che a sentirlo parlare nessuno l’avrebbe sospettato. Ignoranti, bugiardi, ladri e corrotti. E più sono ignoranti, bugiardi, ladri e corrotti più li votano. Fatevi due domande.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

A proposito   di  sgomberi   la  Sig. Taverna   è  ancora   nelle  case  popolari ad  affitto  agevolato   come   quell'altro  parlamentare  g rillino  che  si  sarebbe   dimesso subito  dopo  le  elezioni ,  ma   che  è  ancora  nelle   fila   grillesche e  si  piglia  i nostri  soldi !!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Fuori   gli  abusivi  senza   se  e  senza  ma....

NIENTE RUSPA SU CASA POUND?

Caro Ministro dei Tweet,

sarebbe ora di sfrattare Casa Pound da questo palazzo del centro di Roma che occupa da anni illegalmente. Pare che ai militari della Guardia di Finanza che volevano effettuare lo sgombero sia stato detto «Se entrate sarà un bagno di sangue».

E mo’ che si fa?

Passare con la ruspa sulle baracche dei poveracci, lasciando in mezzo al fango e all' addiaccio anziani, donne e bambini è più facile, lo immagino. Ma tu, caro Ministro dei Tweet, devi garantire l’ordine pubblico, anche quando questo è minacciato da personaggi a te molto vicini, proprio come in questo caso.

Sai... sarebbe questo il tuo lavoro, non quello di far scrivere dal tuo staff ripetitivi tweet contro i migranti (lo so, fanno tanti like...) o fargli organizzare “simpatiche” dirette Facebook in giro per l’Italia.

Dai, fai sgombrare il palazzo occupato dai tuoi amichetti, ce la puoi fare.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Allora avviata  la  ruspa   per  Casapound ?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963