Chi è stato?

Di Maio: "Al colle é stato mandato un testo della manovra manipolato".

Come dire insomma che qualcuno, zitto zitto, quatto quatto, carpon carponi, ha fatto la faina. Non si sa chi é stato per cui necessita ovviamente procedere a indagini accurate al fine di scoprire il pierino della situazione. 

Trattandosi di "libere interpretazioni e aggiustamenti", ovviamente di poco conto, riguardanti soprattutto il condono, qui parte l'indovinello.

Potrebbe essere Tria? Potrebbero essere i tecnici del Ministero? Difficile che possano essere stati il Kompagno Director, Doc o Robby, chi potrebbe essere davvero questo malandrino scavezzacollo (Vabbè...so ragazzi...). 

Qualcuno parla anche del Capitano o di qualche suo soldato anche se, conoscendo il Capitano, la cosa parrebbe inverosimile per cui persiste ancora uno sconfinato mistero. 

Speriamo però che, con l'impegno e la buona volontà, se ne venga a capo anche perché Di Maio minaccia che, in questa veste, non verrà votato.

E sorge comunque spontanea una domanda. Possibile che non ci sia mai qualche controllo preventivo e soprattutto qualche controllo consultivo e sia sempre colpa della Segretaria (di solito *** ma distratta) o del disegnatore? 

In fondo non si tratta proprio di cosette.....

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

5 messaggi in questa discussione

Inviata (modificato)

Attendiamo gli sviluppi della vicenda, ma si vede già un bel segnale di DISCONTINUITÀ rispetto al passato. Una volta, se non ricordo male, una manina nascosta andò a infilare nelle pieghe di un provvedimento del governo Renzi una normetta fiscale molto utile per il delinquente Berlusconi. Alla fine il premier Renzi confessò che la manina era sua e la norma cosiddetta salva-Berlusconi fu bloccata. Ma questo SOLO DOPO che uno scoop del solito Fatto Quotidiano aveva denunciato il fattaccio, cioè il favore occulto al frodatore. Al momento non sappiamo ancora di chi sia la manina di oggi, però Di Maio ha già denunciato pubblicamente la manomissione  (in tv) e domani, in assenza di pubbliche confessioni, andrà a sporgere denuncia alla Procura della Repubblica. Così deve comportarsi, in casi del genere, un politico onesto, un ministro onesto. Anche a costo di portare un danno al governo di cui fa parte. Un bel segno di discontinuità rispetto all'omertà e all'impenetrabilità delle caste (tra loro contigue) dei politici e dei burocrati. I furbetti dei palazzi romani facciano più attenzione, le manine se le tengano in tasca. C'è un vicepremier giovane e sveglio, e napoletano. E come diciamo dalle nostre parti: Accà nisciuno è fesso!

Modificato da fosforo41

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
4 minuti fa, fosforo41 ha scritto:

Attendiamo gli sviluppi della vicenda, ma si vede già un bel segnale di DISCONTINUITÀ rispetto al passato. Una volta, se non ricordo male, una manina nascosta andò a infilare nelle pieghe di un provvedimento del governo Renzi una normetta fiscale molto utile per il delinquente Berlusconi. Alla fine il premier Renzi confessò che la manina era sua e la norma cosiddetta salva-Berlusconi fu bloccata. Ma questo SOLO DOPO che uno scoop del solito Fatto Quotidiano aveva denunciato il fattaccio, cioè il favore occulto al frodatore. Al momento non sappiamo ancora di chi sia la manina di oggi, però Di Maio ha già denunciato pubblicamente la manomissione  (in tv) e domani, in assenza di pubbliche confessioni, andrà a sporgere denuncia alla Procura della Repubblica. Così deve comportarsi, in casi del genere, un politico onesto, un ministro onesto. Anche a costo di portare un danno al governo di cui fa parte. Un bel segno di discontinuità rispetto all'omertà e all'impenetrabilità delle caste (tra loro contigue) dei politici e dei burocrati. I furbetti dei palazzi romani facciano più attenzione, le manine se le tengano in tasca. C'è un vicepremier giovane e sveglio, e napoletano. E come diciamo dalle nostre parti: Accà nisciuno è fesso!

Il discorso però è che bisogna vedere come andrà a finire davvero.

Saranno cannonate vere o sparate a salve? O magari alla fine ci si accorderà?sull'altare di una "giusta causa"? Vediamo.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
28 minuti fa, ildi_vino ha scritto:

Il discorso però è che bisogna vedere come andrà a finire davvero.

Saranno cannonate vere o sparate a salve? O magari alla fine ci si accorderà?sull'altare di una "giusta causa"? Vediamo.

Se si scoprisse che è stata una manina leghista sarebbe davvero un duro colpo per il governo e per Salvini. Ritengo che il responsabile dovrebbe scusarsi e dimettersi. Se poi fosse stata la manina o manona di Salvini in persona, allora potrebbe accadere di tutto. Ma probabilmente, dato che c'è una manovra in alto mare e uno spread a 300, non accadrà nulla. 

Saluti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, ildi_vino ha scritto:

Di Maio: "Al colle é stato mandato un testo della manovra manipolato".

Come dire insomma che qualcuno, zitto zitto, quatto quatto, carpon carponi, ha fatto la faina. Non si sa chi é stato per cui necessita ovviamente procedere a indagini accurate al fine di scoprire il pierino della situazione. 

Trattandosi di "libere interpretazioni e aggiustamenti", ovviamente di poco conto, riguardanti soprattutto il condono, qui parte l'indovinello.

Potrebbe essere Tria? Potrebbero essere i tecnici del Ministero? Difficile che possano essere stati il Kompagno Director, Doc o Robby, chi potrebbe essere davvero questo malandrino scavezzacollo (Vabbè...so ragazzi...). 

Qualcuno parla anche del Capitano o di qualche suo soldato anche se, conoscendo il Capitano, la cosa parrebbe inverosimile per cui persiste ancora uno sconfinato mistero. 

Speriamo però che, con l'impegno e la buona volontà, se ne venga a capo anche perché Di Maio minaccia che, in questa veste, non verrà votato.

E sorge comunque spontanea una domanda. Possibile che non ci sia mai qualche controllo preventivo e soprattutto qualche controllo consultivo e sia sempre colpa della Segretaria (di solito *** ma distratta) o del disegnatore? 

In fondo non si tratta proprio di cosette.....

 

 

 

Vuoi  vedere  che    zitto  zitto  c'è lo  zampino  di Renzi ma  non  ditelo a  Fosforo perchè  altrimenti.. come  fa   a  difenderlo   ?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
10 ore fa, ildi_vino ha scritto:

Di Maio: "Al colle é stato mandato un testo della manovra manipolato".

Come dire insomma che qualcuno, zitto zitto, quatto quatto, carpon carponi, ha fatto la faina. Non si sa chi é stato per cui necessita ovviamente procedere a indagini accurate al fine di scoprire il pierino della situazione. 

Trattandosi di "libere interpretazioni e aggiustamenti", ovviamente di poco conto, riguardanti soprattutto il condono, qui parte l'indovinello.

Potrebbe essere Tria? Potrebbero essere i tecnici del Ministero? Difficile che possano essere stati il Kompagno Director, Doc o Robby, chi potrebbe essere davvero questo malandrino scavezzacollo (Vabbè...so ragazzi...). 

Qualcuno parla anche del Capitano o di qualche suo soldato anche se, conoscendo il Capitano, la cosa parrebbe inverosimile per cui persiste ancora uno sconfinato mistero. 

Speriamo però che, con l'impegno e la buona volontà, se ne venga a capo anche perché Di Maio minaccia che, in questa veste, non verrà votato.

E sorge comunque spontanea una domanda. Possibile che non ci sia mai qualche controllo preventivo e soprattutto qualche controllo consultivo e sia sempre colpa della Segretaria (di solito *** ma distratta) o del disegnatore? 

In fondo non si tratta proprio di cosette.....

 

 

 

 

Se quello che dice Il Bibitaro è vero, è grave perchè vuol dire che c'è chi manomette i documenti prima che arrivino al Quirinale.
Se quello che dice il Bibitaro  è falso è grave perchè o è stato indotto a mentire o mente autonomamente.
Intanto il Quirinale smentisce che un qualsiasi testo sia mai arrivato.
In ogni caso si deve pretendere che sia fatta piena luce sull'intera vicenda a prescindere dalle tifoserie politiche e, soprattutto è ora che ci siano chiare conseguenze. Ad occhio, assumendo che dietro il movimento e la lega ci siano esperti comunicatori che orchestrano le dichiarazioni per ottenere il massimo in termini di consenso, questo episodio potrebbe inquadrarsi nella comunicazione post-fattuale tanto cara a Trump. Ovvero, a Di Maio non interessa assolutamente di esprimere un parere che sia assolutamente vero o falso, ma bensi' dichiarare qualcosa che sia considerato vero dai suoi sostenitori. Qualsiasi conseguenza, qualsiasi critica che i giornali gli riserveranno, verra' interpretata come un attacco, sempre ad uso e consumo dei suoi sostenitori, in modo da aumentare la sindrome da accerchiamento e di fidelizzarli sempre di  più .  Una cosa e’ certa , il Cazzaro ha già “assolto” il venditore di coca cola  del San Paolo e su questo , vista l’idiozia e la disonestà morale del personaggio non c’erano dubbi . Vedremo anche se non escludo che tra un po’ il Cazzaro di Napoli non incolpi il PD e la manina di Renzi . Sono pronto a scommettere. Saluti

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora