pronto soccorso:italiani in secondo piano:zitti e muti..passano loro

Noi italiani siamo un po’ passati in secondo piano su tutto, anche sulla sanità”: è così che si sfoga un uomo in attesa al pronto soccorso dell’Ospedale San Paolo di Milano alle telecamere nascoste di “Quarta Repubblica”, trasmissione su Rete 4.

L’altro giorno c’era una ragazza musulmana in stato di gravidanza, e il marito non ha assolutamente voluto che la visitasse un medico uomo. Sono dovute intervenire due dottoresse e quindi l’attesa si è prolungata per tutti”.

 

La fila può arrivare fino a due ore anche per un semplice codice verde: “Magari arrivano degli stranieri, con la scusa che non capiscono la lingua li fanno passare subito e così tutto rallenta”. Spesso sono i pazienti italiani che se ne accorgono, ma non protestano.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

1 messaggio in questa discussione

li hanno abituati le sinistre  afare cosi'...incivili!!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963