La Regione Lazio assume ginecologi non obiettori. E' giusto garantire l'aborto?

Toc toc. Posso darvi una notizia che a me ha messo il buonumore?? (poi, certo, c'è il solito intervento a corredo che apre il varco a polemiche e contrapposizioni, ma arriviamo anche a quello). Da donna, ecco perché la serata di oggi comincia nel migliore dei modi (spero finirà anche meglio, ma qui sfociamo in ambiti che sono assolutamente personali e privati:$). GOOD NEWS:

L'Ospedale San Camillo di Roma assumerà due ginecologi non obiettori, con un concorso finalizzato proprio al servizio di interruzione volontaria di gravidanza (ivg).

Ad annunciarlo è stato il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, il quale ha affermato che «E' questo un modo per attuare al meglio la legge 194 sulla ivg».

Dunque: Nelle prossime settimane due dirigenti-medici entreranno nell'équipe di interruzione volontaria di gravidanza dell'ospedale San Camillo-Forlanini, uno dei più grandi della Capitale, ma soprattutto punto di approdo (spesso ultimo) per migliaia di donne che arrivano da tutta la Regione.

Poi però....

Per la Cei l'obiezione di coscienza è un "diritto" e così "si snatura la legge 194". Poi è intervenuta anche il ministro della Salute Beatrice Lorezin. "E' evidente che abbiamo una legge che non prevede questo tipo di selezione. Prevede invece la possibilità, qualora una struttura abbia problemi di fabbisogno, per quanto riguarda singoli specifici servizi, di poter chiedere alla regione di attingere anche in mobilità da altro personale".

Non so.... siamo alle solite... intorno all'interruzione di gravidanza nasce sempre un putiferio... Ma perché? Per me, ripet, la notizia è ottima: lasciate che ciascuno possa decidere in maniera autonoma e consapevole le proprie necessità, i bisogni, le aspettative...

Che ne pensate? Secondo voi non è giusto garantire a una donna di poter abortire qualora se ne presentino le condizioni?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

20 messaggi in questa discussione

Per me è giusto garantire la libertà di ognuno, che è quella di abortire ma che è anche quella di rifiutare...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

credo che il problema nasca da come viene letta la notizia. probabilmente un gruppo di persone legge "Regione Lazio, assunti due Dottori Ginecologi con il vizio dell'aborto facile"

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

che tristezza, è chiaro che oramai siamo degli incivili e barbari, la vita a un valore. cavolo.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

l'obiezione di coscienza non ha senso (un dipendente pubblico che obietta??)! una buona notizia!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
6 minuti fa, zerograno ha scritto:

credo che il problema nasca da come viene letta la notizia. probabilmente un gruppo di persone legge "Regione Lazio, assunti due Dottori Ginecologi con il vizio dell'aborto facile"

 

zero hai centrato il punto!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Pienamente d'accordo con la scelta della Regione Lazio

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Non è compito del medico convincere la donna a fare una scelta piuttosto che ad un'altra. Per quello ci dovrebbero essere i consultori

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
26 minuti fa, mariallen ha scritto:

l'obiezione di coscienza non ha senso (un dipendente pubblico che obietta??)! una buona notizia!

Parole sante

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Io trovo che sia giustissimo, viene pagato in regola con le leggi, ma poi ti rifiuti di fare una cosa che è legge?......gli obiettori dottori devono andare a lavorare negli ospedali vaticani...l'ingiustizia verso le donne si protrae dall'età della pietra, passando per un tempo in cui i preti facevano...fanno..i loro comodi....

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

giustissimo, ma purtroppo c'è un vuoto legislativo.

e la cei dovrebbe farsi gli affari suoi... in fondo il concilio vaticano II sancisce una dicotomia tra stato e chiesa, perchè allora li stiamo ancora a sentire?

l'obiezione è un diritto, ma è un mio diritto abortire ed un diritto dei medici an che scegliere di non essere obiettori, in fondo non i hanno costretti, li hanno solo scelti tra i non obiettori.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Anche i signori medici devono rispettare la legge.>:( 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
In questo momento, primo-41 ha scritto:

Anche i signori medici devono rispettare la legge.>:( 

praticare aborti non è contro la legge.

Modificato da ameliadespell

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

fortunatam nn ho mai dovuto prendere sta terribile decisione ma ritengo ke ogni donna deve esser libera di decidere e trovare la miglior *** nel pubblico affinké nn abbia da riskiare la vita.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Va detto che l aborto -purtroppo-  c era anche quando mancava la legge.

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il 24/2/2017 in 05:30 , wronschi ha scritto:

Va detto che l aborto -purtroppo-  c era anche quando mancava la legge.

 

vero e tante donne ke nn potevano permettersi un intervento almeno in clinica, riskiavano sterilità o dissanguamento e anke se andava a buon fine, tutto senza anestesia...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Salve, sono una studentessa del corso di laurea in ostetricia e sto conducendo uno studio sull'interruzione volontaria di gravidanza.
Vi invito a rispondere in forma anonima al questionario necessario per la compilazione della mia tesi di laurea.
Vi ringrazio anticipatamente per la vostra disponibilità.

Gentile Signora,
Se Lei negli ultimi 12 mesi ha avuto un'interruzione volontaria di gravidanza, La invitiamo a partecipare allo Studio STOP & MTOP compilando uno dei seguenti questionari. Il Suo contributo è importante per Noi che con questo Studio ci siamo proposti di valutare le aspettative riguardo l’interruzione volontaria di gravidanza (IVG) attraverso il metodo di IVG scelto, i sintomi avuti con l’avvio del metodo e l’accettabilità del metodo scelto.
Il questionario è in forma anonima ed i dati verranno trattati solo per scopi scientifico-didattici.
La ringraziamo anticipatamente per la collaborazione e per il tempo che vorrà dedicare alla compilazione.

Link per il questionario:
- Se ha eseguito un'IVG con metodo farmacologico:
https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLSeJNTBnlZbYnceEykZL5-yoKDH9vreVuQIxcwjTUwZIsKOTFQ/viewform?usp=sf_link
- Se ha eseguito un'IVG con metodo chirurgico:
https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLSdPcpz1ee1O8RClph1jOldWRargdExC0D2L4mIu9Yxdo672bA/viewform?usp=sf_link

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
5 ore fa, sil012 ha scritto:

sono una studentessa del corso di laurea in ostetricia e sto conducendo uno studio...

probabilmente hai scelto o ti hanno fatto scegliere una tesi difficile  perché in base alle idee politiche di chi ti esaminerà potrai avere un buon  voto oppure un cattivo voto   se quello che scriverai sarà in linea o meno  con le idee politiche dei tuoi professori; l'argomento è  complesso e se ne parla  a  livello mondiale;   questo è uno dei tanti articoli che puoi trovare in rete  http://www.lanuovabq.it/it/onu-laborto-spacciato-per-diritto-alla-vita

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
5 ore fa, sil012 ha scritto:

Salve, sono una studentessa del corso di laurea in ostetricia e sto conducendo uno studio sull'interruzione volontaria di gravidanza.
Vi invito a rispondere etc etc...

l'aborto é una decisione dolorosissima le cui ragioni x ricorrervi, giuste o sbagliate ke siano, spettano soltanto alla donna ke dovrà esser aiutata ad affrontarlo nella maniera + serena possibile e senza giudizi negativi da parte di ipocriti e baciapile: politica, kiesa ed ideologie personali debbono rimanerne fuori.

- la politica é inaffidabile poiké cambia parere solo in base al costo dell'intervento nella pubblica Sanità;  - la kiesa, prima di giudicare dovrebbe guardare quanto avviene nelle sacrestie dove spesso si consumano delitti ben + gravi ai danni di bambini di cui hanno celebrato la nascita;  - i medici... sinceramente nn so se sia davvero la coscienza a rimordergli o la paura delle conseguenze se qualcosa va storto; x superare ciò basterebbe lavorare con la testa sul collo:  quando han fatto il giuramento di Ippocrate sapevano cosa li aspettava quindi aiutare in ogni modo possibile (nn viene kiamata in causa la loro coscienza) ki si rivolge a loro oppure, se la paura fa 90 ed anke 180, cambiare mestiere.

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
8 ore fa, uvabianca111 ha scritto:

l'aborto é una decisione dolorosissima le cui ragioni x ricorrervi, giuste o sbagliate ke siano, spettano soltanto alla donna ke dovrà esser aiutata ad affrontarlo nella maniera + serena possibile e senza giudizi negativi da parte di ipocriti e baciapile: politica, kiesa ed ideologie personali debbono rimanerne fuori.

- la politica é inaffidabile poiké cambia parere solo in base al costo dell'intervento nella pubblica Sanità;  - la kiesa, prima di giudicare dovrebbe guardare quanto avviene nelle sacrestie dove spesso si consumano delitti ben + gravi ai danni di bambini di cui hanno celebrato la nascita;  - i medici... sinceramente nn so se sia davvero la coscienza a rimordergli o la paura delle conseguenze se qualcosa va storto; x superare ciò basterebbe lavorare con la testa sul collo:  quando han fatto il giuramento di Ippocrate sapevano cosa li aspettava quindi aiutare in ogni modo possibile (nn viene kiamata in causa la loro coscienza) ki si rivolge a loro oppure, se la paura fa 90 ed anke 180, cambiare mestiere.

ti adoro! :)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
8 ore fa, uvabianca111 ha scritto:

l'aborto é una decisione dolorosissima le cui ragioni x ricorrervi, giuste o sbagliate ke siano, spettano soltanto alla donna ke dovrà esser aiutata ad affrontarlo nella maniera + serena possibile e senza giudizi negativi da parte di ipocriti e baciapile: politica, kiesa ed ideologie personali debbono rimanerne fuori.

- la politica é inaffidabile poiké cambia parere solo in base al costo dell'intervento nella pubblica Sanità;  - la kiesa, prima di giudicare dovrebbe guardare quanto avviene nelle sacrestie dove spesso si consumano delitti ben + gravi ai danni di bambini di cui hanno celebrato la nascita;  - i medici... sinceramente nn so se sia davvero la coscienza a rimordergli o la paura delle conseguenze se qualcosa va storto; x superare ciò basterebbe lavorare con la testa sul collo:  quando han fatto il giuramento di Ippocrate sapevano cosa li aspettava quindi aiutare in ogni modo possibile (nn viene kiamata in causa la loro coscienza) ki si rivolge a loro oppure, se la paura fa 90 ed anke 180, cambiare mestiere.

ti adoro! :)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963