Erika si lamenta: non mi danno lavoro e gli altri condannati? Leggi qui

Erika De Nardo e Mauro, detto «Omar», Favaro. I due avevano rispettivamente 16 e 17 anni quando a Novi Ligure, nel 2001, uccisero la mamma di Erika, Susanna Cassini, e il fratellino undicenne, Gianluca. 16 anni di prigione furono inflitti alla ragazza e 14 al giovane. Nel 2010, Omar venne scarcerato grazie all'indulto e alla buona condotta, Erika uscì di prigione un anno dopo. Oggi Omar ha 35 anni, ha un figlio, una moglie e lavora come barista. Erika di anni ne ha 34, aveva trovato lavoro in un negozio di musica che poi è stato chiuso. In diverse interviste rilasciate negli ultimi anni si è lamentata di non riuscire a trovare lavoro a causa del suo oscuro passato. La ragazza, durante i suoi anni di reclusione, è riuscita anche a laurearsi, con 110 e lode, in Lettere moderne scrivendo una tesi su «Socrate e la ricerca della verità negli scritti platonici». Ha sempre addossato le colpe dei delitti della madre e del suo fratellino al suo fidanzato di allora, Omar...
E meno male che ha fatto una tesi sulla ricerca della verità...
La Franzoni invece condannata a 16 anni per l'omicidio avvenuto nel 2002 di suo figlio, Samuele. Dopo sei anni trascorsi in carcere, alla donna sono stati concessi gli arresti domiciliari nel 2014. Le è permesso di uscire di casa per quattro ore al giorno per fare la spesa e svolgere le sue attività quotidiane. Non vive più a Cogne, ma è sempre con suo marito Stefano che non l'ha mai abbandonata, il suo primogenito 24enne e il bimbo nato l'anno successivo la morte di Samuele. Una perizia psichiatrica ha indicato che non c'è il rischio che possa uccidere ancora.
E speriamo che abbiano ragione...

Qui le altre storie

https://www.leggo.it/italia/cronache/franzoni_erika_seconda_vita_condannati-4039236.html

Immagine correlata

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

2 messaggi in questa discussione

... tre elementi ke dovrebbero stare in galera ma, a quanto pare ammazzare genitori, figli e fratellini nn é un reato così grave...

cmq tutti tranquilli: x la fanciulla il papà disse ke nn l'avrebbe mai abbandonata, l'altra, ammazzato uno, ne fa un altro; lui ha trovato la cuccagna. ergo di ke lamentarsi?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Poveri.....forse in galera soffrivano troppo.....

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963