Mark, scusa, ma ci sei o ci fai?

Proprio non ti capisco Mark. Comprendo il tuo imbarazzo e il tuo nervosismo per la crisi drammatica in cui si è cacciato il Pd (o meglio: in cui ce lo ha cacciato Renzi), ma francamente in questi giorni mi sembri in totale confusione. Ora pretendi che io risponda a una serie di domande non da poco, che sono più o meno le questioni politiche sulle quali dibattono da decenni tutti quelli che cercano un'alternativa a sinistra del Pd (o sigle precedenti), su Micromega, sul Manifesto, nella Cgil, etc,. mentre io sono ancora in attesa della TUA risposta alla semplicissima domanda personale che ti avevo posto giorni fa e che evidentemente non hai nemmeno letto perché continui a postare delle pseudo-risposte che con quella domanda non ci azzeccano assolutamente nulla. Ti ripeto: sono assolutamente convinto che tu, come qualsiasi persona sana di mente, oggi ritieni che Renzi abbia sbagliato a personalizzare il referendum. Questo è pacifico, MA LA MIA DOMANDA ERA UN'ALTRA. Te la riformulo a caratteri cubitali in rosso, sperando che riesci a leggerla e che sia la volta buona in cui finalmente ti degni di rispondere:

Quando il tuo leader Renzi, nelle vesti di presidente del Consiglio, andava ripetutamente in tv e sui giornali, e nell'aula del Senato al cospetto dei rappresentanti del popolo sovrano, a dire che, se avesse perso il referendum costituzionale, quello che lui definiva "la madre di tutte le riforme", non solo si sarebbe dimesso da premier ma avrebbe lasciato la politica, e che lo avrebbe fatto per questioni "di serietà e di dignità", e che lui non era assolutamente il tipo di uomo politico disposto a "galleggiare nel pantano" e che avrebbe preferito "fare altro nella vita", e bla bla bla..., dimmi, caro Mark, dimmelo sinceramente,

 tu, prima del referendum, pensavi che Renzi fosse sincero e che avrebbe lasciato la politica in caso di sconfitta, o pensavi che stesse mentendo agli italiani?

In altri termini tu, all'epoca, a quella impegnativa promessa ci credevi o non ci credevi?

Ecchecazzo! Basta rispondere SI' oppure NO. E che ci vuole? Pretendo troppo?  

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

5 messaggi in questa discussione

In fondo ci sono quelle famose domandine a cui non rispondi .....!! 

 

Ahahahaha, allora mi spiego meglio : ti ho dato del " monarchico" perché non vedi niente di strano che si possa diventare Re per successione ereditaria ( Casaleggio  junior , nda). Dopodiché mi dai del fazioso . A me ?? , ahahahaha . Mi dai del fazioso perché "sospetto" che un pluripregiudicato comico ed il proprietario di una srl siano andati a Roma in soccorso della Raggi per dipanare il problema stadio e garantire una maggiore tutela della da te definita "ingenua ma brava" sindaca di Roma ?? Allora togli pure il sospetto , e'andata priorio così !! Dopodiché , vista la tua articolata risposta all'amico PM610, spero non troverai niente di irrispettoso se mi inserisco nella discussione non prima , però, di essermi lasciato andare a qualche decina di secondi di spontanei e corposi  sorrisi . La causa di detto spontaneo moto di ilarità mi giunge spontaneo quando definisci Renzi " uno dei politici più assetati di potere , uno che se non poggia il sedere su 2 poltrone va in crisi di astinenza ".  Ahahahaha, vedi , mi viene da ridere di nuovo . Allora , Renzi aveva  sedere poggiato su 2 sedie . La prima era quella di PDC , la seconda come Segretario del PD . Mi risulta che sia stato talmente assetato di potere che , nonostante non ne avesse nessun obbligo e nessuna legge che gliele togliesse , si è alzato spontaneamente da tutte e 2 smentendoti completamente . Continuo, poi , a sorridere quando accrediti Grillo di non avere mai aspirato a cariche pubbliche . Debbo smentirti : 1) Nel 2008 provo' a candidarsi come segretario del PD . 2) Grillo non può minimamente nemmeno pensare di ottenere una carica pubblica in virtù delle condanne definitive raggiunte che possono definirlo "Pluripregiuducato ".  Tralascio l'argomento delle primarie ed il paragone con quelle che si svolgono in USA . In prima battuta hai le idee non chiarissime ma e' un argomento di secondaria importanza che al momento non mi interessa trattare . Continui poi con una bufala . Quella del vergognoso mercimonio che la candidata del PD avrebbe fatto a Napoli iscrivendo ignari cittadini nelle sue liste . Ma non ti vergogni ?? Puoi citarmi non dico la sentenza di condanna in cui la Valente viene colpita , ma addirittura la data della sua iscrizione nel registro degli indagati ( che non vorrebbe dire niente ) ma almeno il suo rinvio a giudizio ?? Siccome non potrai farlo , ti significo che quelli che spargono bufale e calunnie , nei paesi seri come gli USA , gli mettono al muro non solo i partiti ma anche la legge americana . Quindi vedi di rallegrarti se vivi nel Paese di Pulcinella ed a te questa sorte non ti spetta . Termino ricordandoti che aspetto sempre le tue risposte alle domande che ti ho fatto più volte e che vedo continui a sottrarti . Siccome potrebbe darsi che te le sia dimenticate , Te le sottopongo nuovamente : 1) quale è la sx alla quale ti ispiri 2) Chi sono i referenti politici di riferimento alla tua sx 3) Quale sarebbe il programma e la strategia per poterla imporre 4) chi sono i potenziali alleati per poter raggiungere l'obbiettivo prefissato .  Grazie e saluti . 

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Scusa Wronschi, ma i post di Mark li so leggere benissimo, non c'è bisogno che me li ricopi. Come puoi vedere, la risposta di Mark alla mia semplice domanda non c'è, ma ci sono 4 domande notevolmente più complesse della mia, alle quali risponderò quando ne avrò il tempo. Intanto, già che ci sei, perché non rispondi anche tu alla mia domandina? Torna indietro con la mente a 6-8 mesi fa e dimmi sinceramente:

tu alla famosa promessa di Renzi di lasciare la politica se avesse perso il referendum, all'epoca ci credevi o non ci credevi? Cioè, all'epoca, tu pensavi che Renzi fosse sincero o che stesse mentendo agli italiani?

Grazie

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, fosforo31 ha scritto:

Scusa Wronschi, ma i post di Mark li so leggere benissimo, non c'è bisogno che me li ricopi. Come puoi vedere, la risposta di Mark alla mia semplice domanda non c'è, ma ci sono 4 domande notevolmente più complesse della mia, alle quali risponderò quando ne avrò il tempo. Intanto, già che ci sei, perché non rispondi anche tu alla mia domandina? Torna indietro con la mente a 6-8 mesi fa e dimmi sinceramente:

tu alla famosa promessa di Renzi di lasciare la politica se avesse perso il referendum, all'epoca ci credevi o non ci credevi? Cioè, all'epoca, tu pensavi che Renzi fosse sincero o che stesse mentendo agli italiani?

Grazie

Ma ti da fastidio che Renzi sia ancora in politica, e non ti frga nulla di tutti quelli che ci sono come il delinquente di arcore ?

  • A volte si dice: " mi taglio il ***....se non vinco la partita"  ma e'   un modo di dire...non certo me lo taglierei"  anche perche' mi serve x inchiapp ettare la consorte di direttoinretto :)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ti ringrazio per la risposta Wronschi (mentre Mark continua a tacere) e ti ringrazio anche per le risate involontarie che questa risposta, sia detto senza offesa, mi ha provocato. Quindi un presidente del Consiglio si presenta davanti ai senatori, i rappresentanti del popolo sovrano, e dice che se perde un referendum sulla Costituzione lui lascia la politica e la lascia per una questione di dignità (testuale:"perché credo profondamente in un valore, che è il valore della dignità del proprio impegno nella cosa pubblica") e secondo te questo presidente del Consiglio parlava tanto per parlare? Cioè secondo te parlava come un pinco pallino che al cospetto di quattro tifosi promette: se il Napoli domenica non batte la Juve io mi taglio l'uccello? Ahahahahahaha! Tu fai proprio un esempio calcistico del genere, caro Wronschi, ma io ho il dovere di farti sommessamente notare che un presidente del Consiglio non è un ultrà del Napoli o della Fiorentina, che l'aula del Senato non è il bar dello sport e che un referendum sulla più importante riforma costituzionale proposta dal 1948 a oggi non è una partita di campionato. Ma se per caso tu avessi ragione, cosa che non posso affatto escludere, noi dovremmo logicamente dedurre che abbiamo avuto un premier che ha sbagliato mestiere. Invece di fare il politico e il capo del governo, avrebbe dovuto fare il capotifoso e l'avventore del bar dello sport. Attività a lui assai più congeniali e che sicuramente avrebbe svolto con maggiore dignità.

Saluti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963