FIBRA OTTICA PARADOSSI ITALIANI

25 minuti fa, etrusco1900 ha scritto:

..bisognerebbe.....  fare…non fare…     .  vedi ne io ne te siamo  nella condizione, di fare o non fare, non siamo ne ingegneri ne politici in posizione di comando quindi  non possiamo   FARE,   possiamo  solo esprimere la nostra  opinione personale  coscienti del fatto che nessuno darà seguito a quello che diciamo o pensiamo e a quello che proponiamo, possiamo solo ( sia io che te)  prendere atto che la vicenda viene sfruttata a fini di propaganda politica da tutte le parti in campo sia di governo che di opposizione;  quel ponte aveva un  "peccato originale" che al di la della mancata manutenzione si chiama errore o errori di progettazione  https://notizie.tiscali.it/cronaca/articoli/ponte-morandi-come-un-biscotto/

Non fare il furbo (e qui chiudo). Non ti ho detto che il ponte lo devi fare tu. Ma se voti degli inconcludenti, ti associ alla loro linea. Idem se ti associ a degli insultatori seriali. La realtà la puoi negare con altri, non con me: chi ha sfruttato politicamente il crollo del ponte sono state SOLO le forze di governo. Anzi, per essere più specifico, è stata una sola forza di governo: il M5S.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

45 messaggi in questa discussione

Notizia di questa mattina,  pare che qualche operatore che fornisce internet non con la fibra ma con dei collegamenti radio abbia "giocato sporco ", se si può utilizzare questo termine, https://www.tomshw.it/altro/eolo-nella-bufera-arresti-domiciliari-per-lad-laccusa-e-di-aver-usato-illecitamente-frequenze-fixed-wireless/

e adesso che succede agli abbonati a quel servizio?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
10 ore fa, etrusco1900 ha scritto:

Notizia di questa mattina,  pare che qualche operatore che fornisce internet non con la fibra ma con dei collegamenti radio abbia "giocato sporco ", se si può utilizzare questo termine, https://www.tomshw.it/altro/eolo-nella-bufera-arresti-domiciliari-per-lad-laccusa-e-di-aver-usato-illecitamente-frequenze-fixed-wireless/

e adesso che succede agli abbonati a quel servizio?

La cosa non mi interssa minimamente e qui si parlava di fibra.

Tornando all'argomento iniziale, qualche giorno fa mi hanno portato la "fibra mista" (FTTC) che tu tanto critichi. Mi è stato detto esplicitamente dall'operatrice di Wind con cui ho fatto il contratto, che si trattava di una fibra mista. Tu la puoi chiamare bufala, ma io sono particolarmente soddisfatto, sia per la velocità effettiva (140 Mbit in download e 20 Mbit in upload e nessuna disconnessione). Mi è costata anche meno di quanto mi costava la ADSL (sempre di Wind). Ho solo un contributo di attivazione (una tantum) di 20 Euro e il Modem è compreso e in più me lo posso gestire da solo. Ovviamente sono legato contrattualmente per alcuni anni (credo 3 o 4, non l'ho verificato perché tanto non ho nessuna intenzione di cambiare operatore, visto che sono cliente dal 2006 con piena soddisfazione). Poi, per carità, se si vuole sempre criticare tutto, visto anche quanto è popolare farlo, siamo in democrazia.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Sono contento che tu ti trovi bene con il tuo operatore; suppongo che tu sia uno dei pochi fortunati che abitano dove Wind ha reti proprie  compreso il tratto finale in rame perché spesso questi operatori semplicemente affittano gli apparati dalla telecom-tim che è la proprietaria di tutte le infrastrutture, il lato debole della FTTC è proprio il tratto finale in rame con la necessità di un apparato all'interno dell'armadio stradale che interfaccia la fibra ottica con il rame che arriva all'abitazione del cliente;  ti posto questo https://forum.fibra.click/d/442-onu-interrato  leggi anche i commenti e le domande degli utenti in calce all'articolo, certe volte il  Mini-DSLAM anziché all'interno di un armadio viene messo sotterrato dentro un tombino all'interno di un contenitore di alluminio stagno, ma l'acqua,  l'umido e la corrente elettrica (quella che è nei doppini e quella necessaria per alimentare il Mini dslam)  alla lunga non vanno certamente d'accordo ed è per questo che la fibra fino all'abitazione finale del cliente è certamente più affidabile e da preferire, oltre ovviamente alle velocità massime raggiungibili.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
28 minuti fa, etrusco1900 ha scritto:

Sono contento che tu ti trovi bene con il tuo operatore; suppongo che tu sia uno dei pochi fortunati che abitano dove Wind ha reti proprie  compreso il tratto finale in rame perché spesso questi operatori semplicemente affittano gli apparati dalla telecom-tim che è la proprietaria di tutte le infrastrutture, il lato debole della FTTC è proprio il tratto finale in rame con la necessità di un apparato all'interno dell'armadio stradale che interfaccia la fibra ottica con il rame che arriva all'abitazione del cliente;  ti posto questo https://forum.fibra.click/d/442-onu-interrato  leggi anche i commenti e le domande degli utenti in calce all'articolo, certe volte il  Mini-DSLAM anziché all'interno di un armadio viene messo sotterrato dentro un tombino all'interno di un contenitore di alluminio stagno, ma l'acqua,  l'umido e la corrente elettrica (quella che è nei doppini e quella necessaria per alimentare il Mini dslam)  alla lunga non vanno certamente d'accordo ed è per questo che la fibra fino all'abitazione finale del cliente è certamente più affidabile e da preferire, oltre ovviamente alle velocità massime raggiungibili.

Sono fortunato cliente Wind, ma non devo necessariamente fare pubblicità a Wind. La mia linea ADSL inizialmente funzionava con Fastweb e andava bene anche allora. E credo che sia allora che adesso l'ultimo tratto sia gestito da Telecom (oggi TIM) perché l'apparato ONU (credo si chiami così l'armadio da cui partono i doppini in rame che arrivano alle abitazioni) serve utenti di vari operatori. Non voglio fare pubblicità a nessuno, solo che credo nella buona volontà di chi lavora e invece non credo ai complotti di chi non ha niente da fare. Un bel reddito di cittadinanza e te li levi dai piedi.

Modificato da lupogrigio1953

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, dune-buggi ha scritto:

come si sono evoluti i fatti ...

diciamo che le cose vanno avanti, mentre open fiber eTim  discutono e non si mettono d'accordo su una rete unica nazionale,  telecom adesso TIm inizia a spengere  alcune centrali tradizionali e i cli e n ti allacciati a queste centrali  volenti o nolenti forse  saranno costretti a passare  per la fonia al sistema   VOIP    https://forum.fibra.click/d/4714-dismissione-centrali-in-corso-verifiche-sulle-prime-60

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
27 minuti fa, etrusco1900 ha scritto:

diciamo che le cose vanno avanti, mentre open fiber eTim  discutono e non si mettono d'accordo su una rete unica nazionale,  telecom adesso TIm inizia a spengere  alcune centrali tradizionali e i cli e n ti allacciati a queste centrali  volenti o nolenti forse  saranno costretti a passare  per la fonia al sistema   VOIP    https://forum.fibra.click/d/4714-dismissione-centrali-in-corso-verifiche-sulle-prime-60

 

 

Indipendentemente da come Tim e Open Fiber si metteranno d'accordo, per almeno una decina di anni la linea in rame dall'armadio stradale a casa tua te la dovrai tenere. Solo per case di nuova costruzione sarà prevista la fibra, anziché il doppino in rame, fino a dentro casa. E del resto la tecnologia che prevede fibra+rame ti permette di vedere film di qualità 8K mentre contemporaneaente stai utilizzando la linea telefonica e stai spedendo un file di 20 MB con la posta elettronica. Dici che non ti basta? Allora aumenteranno il ticket sui medicinali per portare la fibra ottica fino a dentro casa tua, magari anche una presa per ogni stanza, bagno compreso perché al signore non piace il rame.

Quanto alla tecnologia Voip (per le chiamate telefoniche). questa è molto migliorata negli anni e oggi ha una qualità uguale a quella tradizionale, benché tecnicamente sarebbe possibile una qualità molto superiore (ma non verrà fatto per non riprogettare da capo l'intero sistema telefonico).

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Scusa Etrusco (l'altro scrittore neppure lo considero) – permetti la mia non conoscenza tecnica, burocratica, amministrativa. Supponiamo di dover collegare via ferrovia il Friuli con la Liguria e il Piemonte con la Puglia. Trovo assurdo che ogni compagnia ferroviaria stenda le proprie rotaie e costruisca le proprie stazioni. Si crea una rete ferroviaria unica e poi sopra ci corrono i treni delle varie compagnie ferroviarie. Ciascuna di esse pagherà il noleggio relativo al proprio traffico. Per analogia – si crea una rete telefonica unica (la rete intesa come supporto, come le rotaie) e poi ciascun fruitore pagherà il noleggio in base al proprio traffico. Mi sembra semplice e logico. - Ciao Etrusco ed a presto da d/b. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, dune-buggi ha scritto:

Scusa Etrusco (l'altro scrittore neppure lo considero) – permetti la mia non conoscenza tecnica, burocratica, amministrativa. Supponiamo di dover collegare via ferrovia il Friuli con la Liguria e il Piemonte con la Puglia. Trovo assurdo che ogni compagnia ferroviaria stenda le proprie rotaie e costruisca le proprie stazioni. Si crea una rete ferroviaria unica e poi sopra ci corrono i treni delle varie compagnie ferroviarie. Ciascuna di esse pagherà il noleggio relativo al proprio traffico. Per analogia – si crea una rete telefonica unica (la rete intesa come supporto, come le rotaie) e poi ciascun fruitore pagherà il noleggio in base al proprio traffico. Mi sembra semplice e logico. - Ciao Etrusco ed a presto da d/b. 

Ti do ragione, occorre però che il proprietario dei binari guadagni esclusivamente affittando i binari allo stesso prezzo alle varie compagnie che sono in possesso dei treni senza fare marciare su quegli stessi binai i propri treni, perché altrimenti il proprietario dei binari si trova in posizione di vantaggio, può decidere gli orari, il costo di noleggio dei binari,  la velocità alla quale devono viaggiare i treni dei concorrenti, può avvantaggiare i propri treni e svantaggiare quelli dei concorrenti, inoltre in mancanza di concorrenti nel possesso dei binari può fare le tariffe di affitto che vuole senza rendere conto a nessuno.

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
5 ore fa, etrusco1900 ha scritto:

Ti do ragione, occorre però che il proprietario dei binari guadagni esclusivamente affittando i binari allo stesso prezzo alle varie compagnie che sono in possesso dei treni senza fare marciare su quegli stessi binai i propri treni, perché altrimenti il proprietario dei binari si trova in posizione di vantaggio, può decidere gli orari, il costo di noleggio dei binari,  la velocità alla quale devono viaggiare i treni dei concorrenti, può avvantaggiare i propri treni e svantaggiare quelli dei concorrenti, inoltre in mancanza di concorrenti nel possesso dei binari può fare le tariffe di affitto che vuole senza rendere conto a nessuno.

Approvo in pieno. Separare la costruzione dei binari dalle gestioni dei treni che ci corrono sopra. Buona serata Etrusco, a presto da d/b ... sempre nel rispetto delle altrui idee, ma questo rispetto da (alcuni) non viene considerato.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Here is a solution to your problem you can get your answer on Angel Trust Family, to provide Non-executive services in the united kingdom your protect your all property, and provide *** to the competence of boards in realizing opportunities and meeting challenges. If you want to more information about this topic you can visit the site. https://theangeltrust.com/services/non-executive-directors/

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il 22/9/2020 in 14:10 , dune-buggi ha scritto:

 

 

Scusa Etrusco (l'altro scrittore neppure lo considero) – permetti la mia non conoscenza tecnica, burocratica, amministrativa. Supponiamo di dover collegare via ferrovia il Friuli con la Liguria e il Piemonte con la Puglia. Trovo assurdo che ogni compagnia ferroviaria stenda le proprie rotaie e costruisca le proprie stazioni. Si crea una rete ferroviaria unica e poi sopra ci corrono i treni delle varie compagnie ferroviarie. Ciascuna di esse pagherà il noleggio relativo al proprio traffico. Per analogia – si crea una rete telefonica unica (la rete intesa come supporto, come le rotaie) e poi ciascun fruitore pagherà il noleggio in base al proprio traffico. Mi sembra semplice e logico. - Ciao Etrusco ed a presto da d/b. 

ringrazio Etrusco per la utile risposta

Ti do ragione, occorre però che il proprietario dei binari guadagni esclusivamente affittando i binari allo stesso prezzo alle varie compagnie che sono in possesso dei treni senza fare marciare su quegli stessi binai i propri treni, perché altrimenti il proprietario dei binari si trova in posizione di vantaggio, può decidere gli orari, il costo di noleggio dei binari,  la velocità alla quale devono viaggiare i treni dei concorrenti, può avvantaggiare i propri treni e svantaggiare quelli dei concorrenti, inoltre in mancanza di concorrenti nel possesso dei binari può fare le tariffe di affitto che vuole senza rendere conto a nessuno.  

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
6 ore fa, dune-buggi ha scritto:

 

Scusa Etrusco (l'altro scrittore neppure lo considero)

 

Credevo che ci fossimo chiariti il 28-01-2021 qui: https://forum.virgilio.it/argomento/108349-la-dignità/

Dove ti scrivevo:

“Certo che si. A me l'unica cosa che non va giù sono le offese, ma per il resto sei libero di fare quello che vuoi, per quanto mi riguarda. Alle offese (sia in entrata che in uscita) preferisco sempre un buon bicchiere di vino (possibilmente rosso), ma anche due”.

E per essere ancora più chiaro, avevo messo anche un like al tuo commento al quale rispondevo, e non era un errore, ma una cosa che ho fatto volutamente.

Ma evidentemente il tuo odio è inestinguibile, proprio non riesci a vivere senza.

La realtà è che hai si degli amici che ti dimostrano affetto, sincero, credo, ma tu non sei amico di nessuno: usi le amicizie solo per combattere i tuoi “nemici”. Io le ho provate tutte, ma per  te sarò sempre un “nemico”, benché io tenda a non avere nemici perché non vivo di odio, anzi, esattamente il contrario, e in più sono consapevole che provare odio fa male al proprio umore e alla propria salute.

Comunque fai come credi, solo ti rinnovo l’invito e la richiesta di evitarmi il più possibile. Grazie

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

cortesemete - chiamate un terapeuta di quelli bravi - anzi il carro attrezzi aci - e portate al deposito il tizio che si crede di essere coinvolto in ogni dove. Abbia il coraggio di riconoscere che il suo risentimento contro di me nasce SOLO da motivi politici (io sono e resto anti renzista / renziano) ma per il resto il tizio che mi critica mi è indifferente esattamente come indifferente lo è la pioggia che bagna il campo quando io sono dentro casa. Da parte mia non lo ho mai offeso, lui verso di me .... le registrazioni dei suoi scritti lo dimostrano. Torno in riva al MIO fiume a raccogliere sassi colorati ... per fortuna l'acqua è bassa e scorre lenta, cadaveri che scendono sicuramente NON ne trovo.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
14 minuti fa, dune-buggi ha scritto:

cortesemete - chiamate un terapeuta di quelli bravi - anzi il carro attrezzi aci - e portate al deposito il tizio che si crede di essere coinvolto in ogni dove. Abbia il coraggio di riconoscere che il suo risentimento contro di me nasce SOLO da motivi politici (io sono e resto anti renzista / renziano) ma per il resto il tizio che mi critica mi è indifferente esattamente come indifferente lo è la pioggia che bagna il campo quando io sono dentro casa. Da parte mia non lo ho mai offeso, lui verso di me .... le registrazioni dei suoi scritti lo dimostrano. Torno in riva al MIO fiume a raccogliere sassi colorati ... per fortuna l'acqua è bassa e scorre lenta, cadaveri che scendono sicuramente NON ne trovo.

La solita tua abitudine di lanciare il sasso e nascondere la mano perché non hai il coraggio di dire le cose in faccia alle persone. Un comportamento che può definirsi vigliacco.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Gentilissimo Collega di Tastiera, Le porgo i miei Dispettosi (mi scusi, Rispettosi) saluti. Tutti noi tastieristi siamo Colleghi di Tastiera, esattamente come tutti i colleghi telefonisti (anche se appartenenti a gestori diversi) sono colleghi di microfono. Da parte mia la tastiera del pc è una cosa, mentre la pastiera napoletana è una altra. Pasqualino il fornaio la fa tutti i venerdì e poi la offre come assaggio ai suoi clienti. Come dicevo, anzi scrivevo, per me il computer è un giocattolo d accendere e spegnere, tipo semaforo ma senza il foto red per chi passa sotto. Quando mi stufo … spengo, tolgo le pile, ripongo il tutto nella scatola. Se altri Colleghi di Tastiera considerano il computer un respiratore etilico … io sono astemio, consideri che un paio di cioccolatini al liquore mi mandano in crisi. Per cui quando scrivo di grappa … lo faccio per prendere per i fondelli. Si goda la vita, ma stia lontano dagli argini dei fiumi, con il muschio sono scivolosi.  

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
56 minuti fa, dune-buggi ha scritto:

Gentilissimo Collega di Tastiera, Le porgo i miei Dispettosi (mi scusi, Rispettosi) saluti. Tutti noi tastieristi siamo Colleghi di Tastiera, esattamente come tutti i colleghi telefonisti (anche se appartenenti a gestori diversi) sono colleghi di microfono. Da parte mia la tastiera del pc è una cosa, mentre la pastiera napoletana è una altra. Pasqualino il fornaio la fa tutti i venerdì e poi la offre come assaggio ai suoi clienti. Come dicevo, anzi scrivevo, per me il computer è un giocattolo d accendere e spegnere, tipo semaforo ma senza il foto red per chi passa sotto. Quando mi stufo … spengo, tolgo le pile, ripongo il tutto nella scatola. Se altri Colleghi di Tastiera considerano il computer un respiratore etilico … io sono astemio, consideri che un paio di cioccolatini al liquore mi mandano in crisi. Per cui quando scrivo di grappa … lo faccio per prendere per i fondelli. Si goda la vita, ma stia lontano dagli argini dei fiumi, con il muschio sono scivolosi.  

Per me invece il rispetto umano è un sentimento che rimane vivo anche quando spengo il computer e tutto ciò che ho detto o scritto rimane valido. Per me dietro a ogni tastiera c'è una persona e tendo a trattare quella persona appunto come una persona e allo stesso modo desidero essere trattato. Del resto lo impongono le regole di questo forum alle quali tutti abbiamo implicitamente aderito con l'iscrizione stessa. Quindi togliti dalla testa che io abbia un qualche odio contro di te perché per mia regola di vita non porto odio contro nessuno. Il sentimento dell'odio è il sentimento degli sfigati e io non ne voglio fare parte. A te la scelta per quanto ti riguarda, io posso decidere solo per me.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Egregio Signor “pippo zero zero uno quattro” era il suo vecchio nome quando scriveva su “ge / nio”. Andiamo a rileggere le sue litigate con gli altri. Lei in varie occasioni se non riesce a far prevalere le proprie idee, parte per la tangente. Quando la invitavo a documentarsi su “milano expo” neppure andava a leggere i miei riferimenti. Anzi affermava che solo i SUOI erano validi. Provi ad essere più sereno. Osservi ciò che fanno gli altri, per quale motivo gli altri sanno scherzare nel rispetto. Con Risata di Montagna e con CortoMaltese ed anche con altri abbiamo scherzato, ci siamo punzecchiati, ma sempre nei limiti. In tutta la rubrica vi sono molti pochi che polemizzano, due, tre, forse quattro. Mi lasci stare e non mi consideri, come io neppure considero lei. Se scrivo ca//ate sono fatti miei. Lei pensi al muschio sugli argini dei fiumi dove l'acqua è profonda, scura, scorre veloce; ed io penso a raccogliere sassi colorati dove l'acqua è bassa, limpida, scorre lenta. Vado a bere un caffè alla MIA salute.  

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, dune-buggi ha scritto:

Egregio Signor “pippo zero zero uno quattro” era il suo vecchio nome quando scriveva su “ge / nio”. Andiamo a rileggere le sue litigate con gli altri. Lei in varie occasioni se non riesce a far prevalere le proprie idee, parte per la tangente. Quando la invitavo a documentarsi su “milano expo” neppure andava a leggere i miei riferimenti. Anzi affermava che solo i SUOI erano validi. Provi ad essere più sereno. Osservi ciò che fanno gli altri, per quale motivo gli altri sanno scherzare nel rispetto. Con Risata di Montagna e con CortoMaltese ed anche con altri abbiamo scherzato, ci siamo punzecchiati, ma sempre nei limiti. In tutta la rubrica vi sono molti pochi che polemizzano, due, tre, forse quattro. Mi lasci stare e non mi consideri, come io neppure considero lei. Se scrivo ca//ate sono fatti miei. Lei pensi al muschio sugli argini dei fiumi dove l'acqua è profonda, scura, scorre veloce; ed io penso a raccogliere sassi colorati dove l'acqua è bassa, limpida, scorre lenta. Vado a bere un caffè alla MIA salute.  

Per il passato, le cose sono andate esattamente come ora, con me che propongo di metterci una pietra sopra e con te che rivanghi il passato (di ora come di allora) senza peraltro trovare niente, perché non c'è. L'unica cosa che potresti trovare sono le discussioni con punti di vista diverse e le reazioni (tue e solo tue, proprio accade adesso).

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963