Tosco New:rubano anche il salvadanaio dei bambini

Sono entrati in un'abitazione di via Poccetti, a Firenze, e hanno rubato anche i soldi dal salvadanaio dei bimbi, dove erano custoditi circa 50 euro. I ladri, un coppia di coniugi romeni e un parente loro connazionale, sono stati arrestati dalla polizia, avvisata dai proprietari che avevano ricevuto un sms di allarme inviato dal sistema antifurto. I ladri sono stati sorpresi ieri sera intorno alle 19 dal fratello del proprietario, andato a controllare dopo che i familiari avevano ricevuto l'allerta. Vistisi scoperti, sono fuggiti a piedi, ma lui è riuscito a inseguirli e a indicare i loro spostamento alla polizia, che li ha bloccati e arrestati. Poco prima erano entrati nella casa forzando una porta finestra. Una volta dentro avevano rubato alcuni gioielli, 160 euro in contanti trovati in un cassetto, e avevano rotto il salvadanaio nella stanza dei bambini, portando via le monete all'interno, circa 50 euro.

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

9 messaggi in questa discussione

ormai siamo diventati il WC del mondo, sai quanto gliene frega a sto marciume.....

dall'est o da paesi extracomunitari vengono appositam in ItaGlia x commettere ogni genere di porkerie tanto sanno ke la faranno franca o x leggi a maglia larga o magistratura pro qualsiasi marmaglia straniera: ci derubano, nn vanno in galera e se difendiamo le ns case, siamo NOI ad andar nei guai.

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
11 minuti fa, uvabianca111 ha scritto:

ormai siamo diventati il WC del mondo, sai quanto gliene frega a sto marciume.....

dall'est o da paesi extracomunitari vengono appositam in ItaGlia x commettere ogni genere di porkerie tanto sanno ke la faranno franca o x leggi a maglia larga o magistratura pro qualsiasi marmaglia straniera: ci derubano, nn vanno in galera e se difendiamo le ns case, siamo NOI ad andar nei guai.

sono gli amici di una certa frangia politica.....gentaglia,come loro.

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
15 minuti fa, director12 ha scritto:

sono gli amici di una certa frangia politica.....gentaglia,come loro.

Scusatemi eh ...!! Ma non lo avete ancora capito che i Rumeni sono comunitari ?? No, eh ?? Ahahahaha , che trogloditi 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
59 minuti fa, mark525 ha scritto:

Scusatemi eh ...!! Ma non lo avete ancora capito che i Rumeni sono comunitari ?? No, eh ?? Ahahahaha , che trogloditi 

ah certo..leggi che diceva un tuo  MITO nel 2007:

L’allargamento a Est della Ue era stato il cavallo di battaglia della Commissione europea da lui presieduta. L’ultima parte del suo mandato, incentrato su «stabilità, sicurezza nell’Unione allargata e crescita durevole», oggi mostra tutte le crepe, visto l’euroscetticismo crescente legato alla bocciatura della Costituzione Ue da parte di Paesi fondatori come Francia e Olanda, l’emergenza criminalità esplosa molto prima dei drammatici fatti di Roma e l’allarme crescita economica delle organizzazioni internazionali. Nonostante tutto, il Professore non ha mai fatto mistero di considerarsi il padre adottivo della Romania europea. Tanto da festeggiare nella capitale romena, all’inizio di quest’anno, il debutto di Bucarest nell’Europa a 27. «Oggi la Romania - diceva il premier lo scorso gennaio in un messaggio trasmesso dalla tv locale - è tornata nella grande famiglia alla quale ha sempre appartenuto e dalla quale era rimasta per troppo tempo lontana ».

Durante il messaggio Prodi aveva anche sottolineato come «in solo sette anni - (l’avvio dei negoziati con la Commissione europea è avvenuto nel 1999, ndr)- le istituzioni e il popolo romeno hanno saputo guardare lontano, con spirito di sacrificio, perseguendo l’obiettivo dell’appartenenza al progetto europeo ». Durante la sua visita *** del 16 gennaio scorso, Prodi ribadiva il suo entusiasmo, senza curarsi dell’allarme criminalità lanciato dal centrodestra in quei giorni: «La gente ha paura dell’allargamento, ma è proprio quello il sentimento da abbattere». Anzi, secondo il premier «dopo la Bulgaria e la Romania, l’Unione Europea si deve estendere anche ai Balcani e a sud: «Vorrei nella Ue anche la Croazia, la Macedonia, la Serbia e l’Albania». In fondo, gongolava il Professore, «Romania e Bulgaria si sono preparate a fondo, hanno lavorato a fondo e quindi io non ho paura di questo allargamento». L’emergenza sicurezza? Un dettaglio, per un Prodi ai limiti della commozione: «Stiamo lavorando con le autorità romene perché i problemi della sicurezza, della giustizia e della criminalità vengano regolati con forza e cooperazione».

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
8 minuti fa, director12 ha scritto:

ah certo..leggi che diceva un tuo  MITO nel 2007:

L’allargamento a Est della Ue era stato il cavallo di battaglia della Commissione europea da lui presieduta. L’ultima parte del suo mandato, incentrato su «stabilità, sicurezza nell’Unione allargata e crescita durevole», oggi mostra tutte le crepe, visto l’euroscetticismo crescente legato alla bocciatura della Costituzione Ue da parte di Paesi fondatori come Francia e Olanda, l’emergenza criminalità esplosa molto prima dei drammatici fatti di Roma e l’allarme crescita economica delle organizzazioni internazionali. Nonostante tutto, il Professore non ha mai fatto mistero di considerarsi il padre adottivo della Romania europea. Tanto da festeggiare nella capitale romena, all’inizio di quest’anno, il debutto di Bucarest nell’Europa a 27. «Oggi la Romania - diceva il premier lo scorso gennaio in un messaggio trasmesso dalla tv locale - è tornata nella grande famiglia alla quale ha sempre appartenuto e dalla quale era rimasta per troppo tempo lontana ».

Durante il messaggio Prodi aveva anche sottolineato come «in solo sette anni - (l’avvio dei negoziati con la Commissione europea è avvenuto nel 1999, ndr)- le istituzioni e il popolo romeno hanno saputo guardare lontano, con spirito di sacrificio, perseguendo l’obiettivo dell’appartenenza al progetto europeo ». Durante la sua visita *** del 16 gennaio scorso, Prodi ribadiva il suo entusiasmo, senza curarsi dell’allarme criminalità lanciato dal centrodestra in quei giorni: «La gente ha paura dell’allargamento, ma è proprio quello il sentimento da abbattere». Anzi, secondo il premier «dopo la Bulgaria e la Romania, l’Unione Europea si deve estendere anche ai Balcani e a sud: «Vorrei nella Ue anche la Croazia, la Macedonia, la Serbia e l’Albania». In fondo, gongolava il Professore, «Romania e Bulgaria si sono preparate a fondo, hanno lavorato a fondo e quindi io non ho paura di questo allargamento». L’emergenza sicurezza? Un dettaglio, per un Prodi ai limiti della commozione: «Stiamo lavorando con le autorità romene perché i problemi della sicurezza, della giustizia e della criminalità vengano regolati con forza e cooperazione».

Ahahahaha, ma perché vuoi fare sempre figure di me.r.da ?
Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi è in visita in Romania. Dopo aver incontrato a Bucarest il premier Adrian Nastase e il presidente Ion Iliescu, Berlusconi ha assicurato che l' Italia sostiene la candidatura della Romania per l' ingresso nella Nato e nell' Unione Europea. «Credo che l' espansione dell' Ue nei Paesi dell' Est, compresa la Romania, sia non solo positiva, ma un dovere morale. L' Europa si deve riunificare, e portare insieme tutte le persone che condividono i nostri stessi valori». Berlusconi ha anche espresso il proprio appoggio per l' ingresso della Romania nella Nato: «Solo con questo tipo di difesa - ha detto - l' Occidente sarà in grado di garantirsi la sicurezza e la pace, e di garantirla agli altri».

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 minuto fa, mark525 ha scritto:

Ahahahaha, ma perché vuoi fare sempre figure di me.r.da ?
Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi è in visita in Romania. Dopo aver incontrato a Bucarest il premier Adrian Nastase e il presidente Ion Iliescu, Berlusconi ha assicurato che l' Italia sostiene la candidatura della Romania per l' ingresso nella Nato e nell' Unione Europea. «Credo che l' espansione dell' Ue nei Paesi dell' Est, compresa la Romania, sia non solo positiva, ma un dovere morale. L' Europa si deve riunificare, e portare insieme tutte le persone che condividono i nostri stessi valori». Berlusconi ha anche espresso il proprio appoggio per l' ingresso della Romania nella Nato: «Solo con questo tipo di difesa - ha detto - l' Occidente sarà in grado di garantirsi la sicurezza e la pace, e di garantirla agli altri».

e certo....la dx deve sempre accomodare quello che la sinistra ha sfatto..e che doveva dire il cavaliere,dopo che il pseudo professore aveva gia' scritto tutto???? mark,mettiti a dieta..che sei un panzone come wronschi

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 minuti fa, director12 ha scritto:

e certo....la dx deve sempre accomodare quello che la sinistra ha sfatto..e che doveva dire il cavaliere,dopo che il pseudo professore aveva gia' scritto tutto???? mark,mettiti a dieta..che sei un panzone come wronschi

Ahahahahah , e' l'opposto , ebete 

 
UE: BERLUSCONI AUSPICA INGRESSO ROMANIA ENTRO 2004 
''UN TRAGUARDO CHE PUO' DARE GRANDE SPINTA A RIFORME''

 

Roma, 18 dic. (Adnkronos) - Il governo italiano sosterra' la Romania per il suo ingresso nell'Unione europea e si augura che questo ''traguardo'' possa essere raggiunto entro il 2004. Lo ha assicurato il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi al termine dell'incontro a palazzo Chigi con il presidente della Romania, Ion Iliescu. ''Ho voluto esprimere i miei auguri piu' sinceri e affettuosi, anche da parte di tutto il governo, al presidente Iliescu -ha detto il premier- affinche' la Romania possa entrare entro il 2004 nell'Unione europea. Credo che questo traguardo possa dare una grande spinta a quelle riforme che ancora sono in corso sia per quanto riguarda l'economia, la burocrazia e l'ordinamento giuridico del suo Paese''.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 minuto fa, mark525 ha scritto:

Ahahahahah , e' l'opposto , ebete 

 
UE: BERLUSCONI AUSPICA INGRESSO ROMANIA ENTRO 2004 
''UN TRAGUARDO CHE PUO' DARE GRANDE SPINTA A RIFORME''

 

Roma, 18 dic. (Adnkronos) - Il governo italiano sosterra' la Romania per il suo ingresso nell'Unione europea e si augura che questo ''traguardo'' possa essere raggiunto entro il 2004. Lo ha assicurato il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi al termine dell'incontro a palazzo Chigi con il presidente della Romania, Ion Iliescu. ''Ho voluto esprimere i miei auguri piu' sinceri e affettuosi, anche da parte di tutto il governo, al presidente Iliescu -ha detto il premier- affinche' la Romania possa entrare entro il 2004 nell'Unione europea. Credo che questo traguardo possa dare una grande spinta a quelle riforme che ancora sono in corso sia per quanto riguarda l'economia, la burocrazia e l'ordinamento giuridico del suo Paese''.

afessacchi8!! l'articolo dell'uliveto è data 2007!!!!!!

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, mark525 ha scritto:

Scusatemi eh ...!! Ma non lo avete ancora capito che i Rumeni sono comunitari ?? No, eh ?? Ahahahaha , che trogloditi 

infatti ho specificato "dall'EST (ergo intendendo comunitari dell'est e nn era necessario spiegare di + poiké tutti l'avrebbero inteso) o da paesi extracomunitari " e da ciò si evince ke nn sei l'unico ad averlo capito.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963