La cultura non paga. Ho finito lettere e ora che faccio?

Sto finendo la tesi in letteratura

e ho già l'ansia

In questo paese, culla della parola, non ci si cava fuori un ragno dal buco

Il mio curriculum fa ridere in molti, i concorsi fanno più ridere del mio curriculum, stage ne farò e ne sto facendo a iosa. A volte ti pagano il biglietto del bus

Ma dico, un laureato in Dante e Manzoni, in questo paese che si fregia in giro per il mondo, attraverso i tronfi politici, della sua cultura come egida della superiorità morale, cosa può fare in Italia che non sia mettersi in coda?

Aiuto!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

16 messaggi in questa discussione

Sono stato anche io nella tua situazione (simile diciamo)

E ho acettato il compromesso...

Correzione di bozze per libri di inutilità rara... Pochi soldi ma soldi

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

La dura vita dell'umanista

Effettivamente l'Italia non è più né un paese per filosofi né per scienziati

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Scusa non te la prendere, ma caspita quando hai scelto lettere non ci hai pensato che prendevi una strada senza sbocchi?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Effettivamente sei giovane

e quindi già dovevi saperlo che saresti finita in mezzo alla strada...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Purtroppo romano e alenemir hanno ragione. Credo tu abbia scelto una strada molto, molto difficile. Con una laurea in lettere al giorno d'oggi che ci fai? Restare nel mondo accademico è un miraggio, andare a insegnare ancora peggio... A livello aziendale onestamente non so come potresti spenderti.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Il problema non credo sia la laurea in sé... quella è carta straccia

ma le capacità personali che tu ti porti dietro... puoi diventare anche presidente del consiglio... 

non ti appigliare allo Stato, altrimenti finisci depressa

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

guarda io ho fatto le professionali, ho imparato un mestiere, quello della parrucchiera eppure anche io balzo da un lavoro all'altro. il problema è l'italia non gli italiani!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

purtroppo un letterato non produce... comunque, io seguirei la strada che ti ha prospettato mark. manderei, già da ora, cv a tutte le case editrici che riesci a rintracciare. ovvio, sarai freelance, ma è un buon inizio.

se posso, perchè hai scelto lettere?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
18 minuti fa, markozelek ha scritto:

Il problema non credo sia la laurea in sé... quella è carta straccia

ma le capacità personali che tu ti porti dietro... puoi diventare anche presidente del consiglio... 

non ti appigliare allo Stato, altrimenti finisci depressa

incredibile ma son d'accordo! Certo che se rimani in fissa con "dottorati" o cose così la vedo dura, ma se allarghi gli orizzonti e hai qualche carta da spendere qualche opportunità puoi trovarla credo.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 minuto fa, ameliadespell ha scritto:

purtroppo un letterato non produce... comunque, io seguirei la strada che ti ha prospettato mark. manderei, già da ora, cv a tutte le case editrici che riesci a rintracciare. ovvio, sarai freelance, ma è un buon inizio.

se posso, perchè hai scelto lettere?

per esperienza fare il freelance è dura. Per tirare su uno pseudo stipendio bisogna correre e tanto! Ma sì, sicuramente è una strada percorribile

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
20 minuti fa, tomriddle72 ha scritto:

per esperienza fare il freelance è dura. Per tirare su uno pseudo stipendio bisogna correre e tanto! Ma sì, sicuramente è una strada percorribile

beh, esistono case editrici, blog, siti internet che pagano, poco, ma pagano... il mio primo lavoro è stato come promoter, addirittura ho fatto il  sandwic umano, quello con i cartelloni pubblicitari (mentre studiavo)... purtroppo, da qualche parte bisogna iniziare.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
38 minuti fa, ameliadespell ha scritto:

purtroppo un letterato non produce... comunque, io seguirei la strada che ti ha prospettato mark. manderei, già da ora, cv a tutte le case editrici che riesci a rintracciare. ovvio, sarai freelance, ma è un buon inizio.

se posso, perchè hai scelto lettere?

amore giovanile verso la lettura

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
In questo momento, stesteph ha scritto:

amore giovanile verso la lettura

capisco, piace anche a me, moltissimo, la lettura, la lettaratura, credo siano imprescindibili, il mio sogno sarebbeavereunadi quelle biblioteche inglesi che si trovano nelle case dei nobili...

Libreria-Con-Scala-01.jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
6 minuti fa, stesteph ha scritto:

che sogno

shhhhhhhhhhhhhh, non me lodire, ho una piccola stanza vuota da arredare,sarebe quella per la figlia del mio compagno quando resta a dormire da noi, ma sto pensando di metterci un comodo divano letto e riempire le altre 3 pareti di librerie. il divano, sarebbe, questo è ovvio,un divano contenitore per non occupare spazio con un armadio!

pensa che, invece, mia madre vorrebbe buttare le 2 librerie di libri che per ora sono rimaste parcheggiate in casa sua.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963