briatore e gente del sud

Reddito minimo, Briatore: "Al Sud la gente non vuole lavorare"

 

Briatore: "Per me è una follia perchè paghi la gente che sta sul divano. Sul divano ci sono già gratis, poi addirittura li paghi. Prenderanno il divano a due piazze"

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

8 messaggi in questa discussione

19 minuti fa, director12 ha scritto:

ottimo briatore,come sempre

Quindi dovremo dedurre che tu Kompagno sei del Sud visto che furbescamente hai capito da tanto che il lavoro è talmente faticoso e laborioso che è meglio lasciarlo fare a chi ci è portato.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
13 minuti fa, ildi_vino ha scritto:

Quindi dovremo dedurre che tu Kompagno sei del Sud visto che furbescamente hai capito da tanto che il lavoro è talmente faticoso e laborioso che è meglio lasciarlo fare a chi ci è portato.

ah ah ah..dalle nostre parti lo stato non elargisce soldi a gogo (leggi cassa del mezzogiorno)...ma ce li guadagnamo lavorando onestamente!! i falsi li lasciamo dalle tue parti.....ummmm non so se......

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 minuti fa, director12 ha scritto:

ah ah ah..dalle nostre parti lo stato non elargisce soldi a gogo (leggi cassa del mezzogiorno)...ma ce li guadagnamo lavorando onestamente!! i falsi li lasciamo dalle tue parti.....ummmm non so se......

Comunque un po hai anche ragione. In effetti, se 6no non è portato per il lavoro e non lo esegue come dovrebbe, fa meglio a non lavorare. Come minimo non fa danni agli altri. Su questo concordo con te. Se non sei portato per queste cose fai bene a riposarti.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
10 minuti fa, ildi_vino ha scritto:

Comunque un po hai anche ragione. In effetti, se 6no non è portato per il lavoro e non lo esegue come dovrebbe, fa meglio a non lavorare. Come minimo non fa danni agli altri. Su questo concordo con te. Se non sei portato per queste cose fai bene a riposarti.

tu parli come u n dipendente dello stato....il classico timbratore di badge per andare  a leggere il giornale..o fare la spesa.no,non sono cose per me.sorry 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, director12 ha scritto:

ottimo briatore,come sempre

Si, ex latitante amnistiato......

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 minuti fa, cortomaltese-*** ha scritto:

Si, ex latitante amnistiato......

Comunicato stampa N° 733 del 30/04/2010

(AVN) – Venezia, 30 aprile 2010
"Gli operai tedeschi pagheranno la pensione di quelli greci. Così come veneti, lombardi ed emiliani lavorano di più, e da sempre, per sostenere la spesa pubblica delle regioni meridionali: il Paese, senza il federalismo, non può permettersi che una Regione fallisca. Senza le riforme necessarie, senza il federalismo fiscale, gli sprechi campani o calabresi continueremo a pagarli noi. Ed è invece giunto il momento che ciascuno si assuma le proprie responsabilità davanti ai cittadini, come continua a dire il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano". 
Lo afferma il presidente della Regione Veneto Luca Zaia. 
"Ogni anno – prosegue - almeno 50 miliardi di euro partono da Veneto, Lombardia, Piemonte ed Emilia Romagna – le regioni più virtuose - diretti al Sud Italia. Si tratta dell'85% del totale dei trasferimenti Nord – Sud. Il Veneto, da solo, spende annualmente non meno di dieci miliardi di euro per coprire i disavanzi nei bilanci delle regioni del Mezzogiorno. Risorse che, con il federalismo, potranno essere destinate a migliorare la vita dei veneti e di tutti coloro che responsabilmente, attraverso il loro lavoro, pretendono servizi pubblici adeguati". 
"Il tasso di spreco medio – che al Nord resta sotto il 15% - cresce al Sud e nelle Isole fino ad arrivare al 50% in Sicilia, Calabria, Basilicata e Sardegna. E il divario fra Nord e Sud riguarda solo la produzione – cioè il lavoro – e non invece i consumi o i tenori di vita. Tutto ciò - continua Zaia – è inaccettabile e rende improcrastinabili le riforme per le quali gli elettori hanno premiato il centrodestra alle ultime elezioni regionali. Continuare a pagare certa malagestione della cosa pubblica nel Mezzogiorno è ingiusto e intollerabile per il Nord e – lo specifico per i detrattori a ore alterne della Lega e del federalismo – un'ipoteca grave per lo sviluppo del Sud del Paese. La Grecia ci sta impartendo in queste ore una lezione che abbiamo il dovere di imparare".

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963