Dilemma ansioso.

Ansia di prestazione o ansia di balcone? Qualcuno parla di ansia di balcone alla Benito e altri di ansia di balcone alla Fantozzi.

Sicuramente di ansia di prestazione trattasi perché il Capitano cominciava a essere un po troppo ingombrante e qualcosa bisognava pur fare soprattutto in vista di quelle maledette elezioni purtroppo troppo vicine nel tempo.

In quanto alla tipologia della balconata, direi più alla Fantozzi che alla Benito, con una seria e non formale giustificazione dovuta alla giovane età e alla conseguente mancanza di esperienza nella vita reale e vissuta,

Anche perché oltre alla tipologia della balconata che può anche lasciare il tempo che trova, forse necessità una verifica della tipologia di vittoria ancora tutta da verificare.

Si dice spesso "datti all'ippica" in senso quasi sempre canzonatorio eppur tuttavia nell'ippica vale 6na regola ferrea che mai nessuno é riuscito a banalizzare e con la quale bisogna sempre fare i fonti ed è che "i cavalli si vedono all'arrivo". Per cui viene da pensare che forse sarebbe stata cosa buona e giusta rimandare i festeggiamenti a traguardo superato e certificato piuttosto che alla partenza.

Ma tant'è. È anche vero che nel nuoto, nei 100 e nei 200 metri conta moltissimo anche la partenza è che spesso le vittorie sono legate proprio a quell'attimo infinitesimale sempre però che, con la foga e l'ansia di prestazione,  non si incorra invece in false partenze.

Col rischio no trascurabile, a quel punto, o delle squaliche o delle rimonta eccezionali. 

Qui si rischia, ad esempio, che l'unico atleta abilitato a dire "io tutto quello che potevo fare ho almeno cercato di farlo anche se non ci sono tiuscito" sia Tria. 

Per cui...attenzione alla linea del traguardo è ai sorpassi sul al fotofinish. 

I sorpassi al fotofinish sono ovviamente anche quelli che lasciano maggiormente l'amaro in bocca e attenzione al fatto che questa volta potrebbe risultarne coinvolto e per la prima volta contagiato anche il a Capitano. 

Se il valorosissiimo seppure un po sfortunato e forse anche non adeguatamente allenato atleta Tria, dovesse dopo tante traversie, arrivare in un giorno lontano a rimontare e tagliare per primo il traguardo, a quel punto non ci sarebbero immigrati che tengono.

Anche perché questa volta si parla di sghei e, davanti agli sghei non ci sono immigrati, barconi e balconi che tengano: alla fine il cavallo vincente sfreccia sempre e inesorabilmente.

io auguro a Di Maio di festeggiare ma sinceramente non lo avrei fatto ora. Mi riferisco a Di Maio perché il Capitano mica è s,ce,mo e se ne è guardato bene di affacciarsi. Queste cose per il Capitano sono "cose serie e non certo folcloristiche e dovute all'impulsività per cui, se si fanno, si fanno seriamente. Altrimenti....meglio niente, meglio niente.

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

0 messaggi in questa discussione

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963