Renzusconi, bocciato sonoramente dagli italiani, si prende il CSM

Inviata (modificato)

Esattamente 4 anni fa un avvocato, deputato del Pd, nonché sottosegretario del governo Renzi, lasciava il suo scranno a Montecitorio per andare ad accomodarsi senza problemi a Palazzo dei Marescialli, sulla poltrona di vicepresidente del Consiglio Superiore della Magistratura. Che di fatto è molto più di un vicepresidente perché la poltrona più alta spetta formalmente al Capo dello Stato ma questi, per ovvi motivi e per prassi istituzionale, non si occupa a tempo pieno dei problemi dei magistrati. Resta da capire come possa occuparsene un avvocato che per per giunta fino al giorno prima era anche un politico attivo, due categorie spesso e volentieri in conflitto con la Magistratura. All'epoca il Pd era il primo partito, almeno in parlamento.

Ebbene, oggi si è ripetuta la stessa scandalosa, vergognosa scena, alla faccia del fondamentale principio costituzionale dell'indipendenza della Magistratura. Un altro avvocato, un altro deputato pidino in carica, lascia il parlamento e va a (vice)presiedere il massimo organo dei magistrati. Quattro anni fa il pidino Legnini fu eletto a larga maggioranza, come nella tradizione del CSM. Che era anche un modo di manifestare l'unità dei magistrati. Questa volta il pidino Ermini è stato eletto sul filo di lana. A quanto si legge, è un fiorentino, un avvocato fedelissimo del Tappetaro che se lo portò prima al consiglio provinciale e ora in parlamento. E pare che sia pure amico personale di un indagato (il padre del Tappetaro). Ed è (vice)presidente del CSM! Roba da matti! È stato eletto con i voti decisivi dei membri non togati berlusconiani e, pare, con i voti di due membri di diritto del Consiglio, i due togati della Cassazione. È appena ovvio che i due massimi rappresentanti del potere giudiziario avrebbero fatto molto meglio, davanti a una scelta così politicamente orientata e combattuta, ad astenersi. Ma si è voluto negare a tutti i costi la (vice)presidenza a un laico proveniente dall'Università e gradito al primo partito del paese. Insomma, Renzusconi, trombato dagli italiani il 4 marzo, si rifà con il CSM. Speriamo almeno che ora il Delinquente la smetta di piangere e di spacciarsi per un perseguitato dai magistrati più clementi del pianeta. Quelli che gli hanno molto generosamente concesso attenuanti generiche e una decina di prescrizioni, e che dopo una condanna definitiva a 4 anni non gli hanno fatto passare nemmeno un giorno al fresco. E non può certo lamentarsi il Pd, da molti dato in via di estinzione ma che ancora una volta esprime con due politici, due suoi ex parlamentari, le due massime cariche del CSM: Napolitano e Legnini 4 anni fa, Mattarella ed Ermini oggi. Due politici dello stesso partito al vertice di un potere in teoria indipendente dalla politica.

Se per caso credete di vivere in un paese serio, aprite subito il frigorifero, prendete una bottiglia di acqua gelata e versatevela in testa.

Modificato da fosforo41

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

25 messaggi in questa discussione

Inviata (modificato)

cIOe'   SE  LA  VICEPRESIDENZA   ANDAVA  AD  UNO  DEI GRILLI  ANDAVA  BENE...  MA  SE  HANNO OCCUPATO TUTTO  L'OCCUPABILE   PURE  NEI  MEMBRI LAICI  DEL  CSM.  L'  arternativa  chi  era  ? Infatti  era  uno dei 5ss e  pertanto non essendo stato eletto  fanno   ca..sino  a  più  non  posso... e pensa  un  pò  proprio e  solo  i grulli

Modificato da pm610
2 persone è piaciuto questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

E  STATO  VOTATO   VOTATO  VOTATO DEMOCRATICAMENTE   o vale   solo  quando  sono  altri  ad essere  eletti... a  proposito  come   va  con  il  presidente  non eletto da  nessuno  ?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
40 minuti fa, fosforo41 ha scritto:

Esattamente 4 anni fa un avvocato, deputato del Pd, nonché sottosegretario del governo Renzi, lasciava il suo scranno a Montecitorio per andare ad accomodarsi senza problemi a Palazzo dei Marescialli, sulla poltrona di vicepresidente del Consiglio Superiore della Magistratura. Che di fatto è molto più di un vicepresidente perché la poltrona più alta spetta formalmente al Capo dello Stato ma questi, per ovvi motivi e per prassi istituzionale, non si occupa a tempo pieno dei problemi dei magistrati. Resta da capire come possa occuparsene un avvocato che per per giunta fino al giorno prima era anche un politico attivo, due categorie spesso e volentieri in conflitto con la Magistratura. All'epoca il Pd era il primo partito, almeno in parlamento.

Ebbene, oggi si è ripetuta la stessa scandalosa, vergognosa scena, alla faccia del fondamentale principio costituzionale dell'indipendenza della Magistratura. Un altro avvocato, un altro deputato pidino in carica, lascia il parlamento e va a (vice)presiedere il massimo organo dei magistrati. Quattro anni fa il pidino Legnini fu eletto a larga maggioranza, come nella tradizione del CSM. Che era anche un modo di manifestare l'unità dei magistrati. Questa volta il pidino Ermini è stato eletto sul filo di lana. A quanto si legge, è un fiorentino, un avvocato fedelissimo del Tappetaro che se lo portò prima al consiglio provinciale e ora in parlamento. E pare che sia pure amico personale di un indagato (il padre del Tappetaro). Ed è (vice)presidente del CSM! Roba da matti! È stato eletto con i voti decisivi dei membri non togati berlusconiani e, pare, con i voti di due membri di diritto del Consiglio, i due togati della Cassazione. È appena ovvio che i due massimi rappresentanti del potere giudiziario avrebbero fatto molto meglio, davanti a una scelta così politicamente orientata e combattuta, ad astenersi. Ma si è voluto negare a tutti i costi la (vice)presidenza a un laico proveniente dall'Università e gradito al primo partito del paese. Insomma, Renzusconi, trombato dagli italiani il 4 marzo, si rifà con il CSM. Speriamo almeno che ora il Delinquente la smetta di piangere e di spacciarsi per un perseguitato dai magistrati più clementi del pianeta. Quelli che gli hanno molto generosamente concesso attenuanti generiche e una decina di prescrizioni, e che dopo una condanna definitiva a 4 anni non gli hanno fatto passare nemmeno un giorno al fresco. E non può certo lamentarsi il Pd, da molti dato in via di estinzione ma che ancora una volta esprime con due politici, due suoi ex parlamentari, le due massime cariche del CSM: Napolitano e Legnini 4 anni fa, Mattarella ed Ermini oggi. Due politici dello stesso partito al vertice di un potere in teoria indipendente dalla politica.

Se per caso credete di vivere in un paese serio, aprite subito il frigorifero, prendete una bottiglia di acqua gelata e versatevela in testa.

Sei solo uno sporco menzognero antropologicamente predisposto alla bugia , alla bufala !! Il 19 luglio 2018 Davide Ermini e’ stato eletto come Membro laico del CSM dal Parlamento. Quindi anche dai tuoi amici grillini e non da Renzi o dal padre di Renzi . In data 25 settembre si e’ dimesso correttamente da Deputato del PD proprio in virtù di quella nomina . E lo ha fatto prima di essere eletto Vice Presidente del Csm visto che e’ stato eletto oggi , 27/9/2018 senza avere nessuna certezza , anzi , di essere eletto !! Ergo : Sei il solito pezzodimmerda dedito all’odio per tuttocio’ che ruguarda il PD . Nel contempo , di nuovo pezzodimmerda , non hai speso una parola , quella si illegittima e frutto dell’inciucio grillo/berlusconiano , di Foa come Presidente della Rai . Sei uno sporco Impostore , non un avversario politico !! Te in frigo mettici una bottiglia di urina e bevine un bicchiere a mattina . A digiuno !! 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

1 ora fa, pm610 ha scritto:

cIOe'   SE  LA  VICEPRESIDENZA   ANDAVA  AD  UNO  DEI GRILLI  ANDAVA  BENE...  MA  SE  HANNO OCCUPATO TUTTO  L'OCCUPABILE   PURE  NEI  MEMBRI LAICI  DEL  CSM.  L'  arternativa  chi  era  ? Infatti  era  uno dei 5ss e  pertanto non essendo stato eletto  fanno   ca..sino  a  più  non  posso... e pensa  un  pò  proprio e  solo  i grulli

Ricapitoliamo. Su 8 membri laici del CSM, eletti dal Parlamento in seduta comune delle due Camere, 3 sono andati al M5s, 2 alla Lega e a FI e uno al Pd. Cosa c'è che non va rispetto ai risultati del 4 marzo e alla distribuzione dei seggi in parlamento? Direi che l'unico che può sentirsi lievemente penalizzato è il Pd che nelle urne è il secondo partito ma il terzo nei seggi complessivi, grazie al brillante Ettore Rosato, con appena 4 seggi in più di FI, 18 meno della Lega e 173 meno del M5s (fonte Wiki). Diciamo che per rispettare un pochino meglio le proporzioni il Pd avrebbe dovuto eleggere 2 membri e uno FI. Probabilmente il Pd e FI (cioè Renzusconi) si sono accordati per dare una poltrona in più a FI che in cambio con i suoi due membri laici avrebbe votato per il pidino Ermini come vicepresidente del Csm (che di fatto è quasi un presidente). Il quale Ermini era l'unico parlamentare tra gli 8 membri laici, ovvero, secondo ogni logica ispirata al principio della separazione dei poteri, cardine delle democrazie moderne, era il meno indicato tra gli otto per diventare vicepresidente. Anche perché il Pd esprimeva già il presidente del Csm (Mattarella). E invece hanno eletto proprio lui, il politico Ermini, dello stesso partito del predecessore Legnini. Il fatto poi che Ermini si sia dimesso da deputato due giorni prima della sua elezione alla vicepresidenza del Csm non significa nulla. Era un atto dovuto. In base all'art. 104 della Costituzione nessun membro del Csm, non solo il vicepresidente, può stare in parlamento. Ermini è stato l'unico a doversi dimettere essendo l'unico parlamentare eletto al Consiglio. Il prof. Donati sarebbe stato una scelta molto migliore. Un non politico, un giurista come il prof. Donati indicato dalla base del M5s, era una scelta di gran lunga più logica: era molto più indicato lui dell'amico dei Renzi (figlio e padre inquisito) a tutelare l'indipendenza dei magistrati italiani. Saluti

Modificato da fosforo41

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
10 ore fa, fosforo41 ha scritto:

Esattamente 4 anni fa un avvocato, deputato del Pd, nonché sottosegretario del governo Renzi, lasciava il suo scranno a Montecitorio per andare ad accomodarsi senza problemi a Palazzo dei Marescialli, sulla poltrona di vicepresidente del Consiglio Superiore della Magistratura. Che di fatto è molto più di un vicepresidente perché la poltrona più alta spetta formalmente al Capo dello Stato ma questi, per ovvi motivi e per prassi istituzionale, non si occupa a tempo pieno dei problemi dei magistrati. Resta da capire come possa occuparsene un avvocato che per per giunta fino al giorno prima era anche un politico attivo, due categorie spesso e volentieri in conflitto con la Magistratura. All'epoca il Pd era il primo partito, almeno in parlamento.

Ebbene, oggi si è ripetuta la stessa scandalosa, vergognosa scena, alla faccia del fondamentale principio costituzionale dell'indipendenza della Magistratura. Un altro avvocato, un altro deputato pidino in carica, lascia il parlamento e va a (vice)presiedere il massimo organo dei magistrati. Quattro anni fa il pidino Legnini fu eletto a larga maggioranza, come nella tradizione del CSM. Che era anche un modo di manifestare l'unità dei magistrati. Questa volta il pidino Ermini è stato eletto sul filo di lana. A quanto si legge, è un fiorentino, un avvocato fedelissimo del Tappetaro che se lo portò prima al consiglio provinciale e ora in parlamento. E pare che sia pure amico personale di un indagato (il padre del Tappetaro). Ed è (vice)presidente del CSM! Roba da matti! È stato eletto con i voti decisivi dei membri non togati berlusconiani e, pare, con i voti di due membri di diritto del Consiglio, i due togati della Cassazione. È appena ovvio che i due massimi rappresentanti del potere giudiziario avrebbero fatto molto meglio, davanti a una scelta così politicamente orientata e combattuta, ad astenersi. Ma si è voluto negare a tutti i costi la (vice)presidenza a un laico proveniente dall'Università e gradito al primo partito del paese. Insomma, Renzusconi, trombato dagli italiani il 4 marzo, si rifà con il CSM. Speriamo almeno che ora il Delinquente la smetta di piangere e di spacciarsi per un perseguitato dai magistrati più clementi del pianeta. Quelli che gli hanno molto generosamente concesso attenuanti generiche e una decina di prescrizioni, e che dopo una condanna definitiva a 4 anni non gli hanno fatto passare nemmeno un giorno al fresco. E non può certo lamentarsi il Pd, da molti dato in via di estinzione ma che ancora una volta esprime con due politici, due suoi ex parlamentari, le due massime cariche del CSM: Napolitano e Legnini 4 anni fa, Mattarella ed Ermini oggi. Due politici dello stesso partito al vertice di un potere in teoria indipendente dalla politica.

Se per caso credete di vivere in un paese serio, aprite subito il frigorifero, prendete una bottiglia di acqua gelata e versatevela in testa.

Similmente ed all'inverso di quanto accaduto in RAI, dove l'inciucio tra M5S e PAPY l'ha vista silente.

O meglio, Lei stesso ha accennato alla minaccia dei 5 stelle di ridurre il tetto pubblicitario Mediaset oggi sovradimensionato se Forza Italia non votava Foa.

Ed ecco che, votato Foa, il tetto pubblicitario di Mediaset miracolosamente si riproporziona da solo.

Sa che le dico? Che ammiro la sua (autentica?) ingenuità nel non riconoscere nel M5S un partito concorrente come gli altri ai mercimoni, inciuci e poltrone.

Suvvia, cessi di fare il finto tonto !!!

Mi risponda, invece, su un autentico atto di squadrismo aziendale targato 5stelle a Roma.

https://www.google.it/url?sa=t&source=web&rct=j&url=https://www.corriere.it/caffe-gramellini/18_settembre_26/onore-dell-atac-micaela-quintavalle-massimo-gramellini-03cbb88c-c0ff-11e8-8c2f-234b69fe8a3d_amp.html&ved=2ahUKEwjAo5aMoN3dAhVKJBoKHdqkBbQQFjABegQIBRAB&usg=AOvVaw3cfti157YQcHK0jjS2Yois&ampcf=1

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
9 ore fa, mark222220 ha scritto:

Sei solo uno sporco menzognero antropologicamente predisposto alla bugia , alla bufala !! Il 19 luglio 2018 Davide Ermini e’ stato eletto come Membro laico del CSM dal Parlamento. Quindi anche dai tuoi amici grillini e non da Renzi o dal padre di Renzi . In data 25 settembre si e’ dimesso correttamente da Deputato del PD proprio in virtù di quella nomina . E lo ha fatto prima di essere eletto Vice Presidente del Csm visto che e’ stato eletto oggi , 27/9/2018 senza avere nessuna certezza , anzi , di essere eletto !! Ergo : Sei il solito pezzodimmerda dedito all’odio per tuttocio’ che ruguarda il PD . Nel contempo , di nuovo pezzodimmerda , non hai speso una parola , quella si illegittima e frutto dell’inciucio grillo/berlusconiano , di Foa come Presidente della Rai . Sei uno sporco Impostore , non un avversario politico !! Te in frigo mettici una bottiglia di urina e bevine un bicchiere a mattina . A digiuno !! 

Ci vai troppo pesante con uno che si limita a fare il finto tonto.....

E Lei, sig. Fosforo, dovrebbe chiarire meglio il suo colore. Infatti esistono il Fosforo Rosso ed il Fosforo Bianco. Credo che Lei appartenga ad un terzo genere: il Fosforo Rapanello, rosso fuori e bianco nel cervello.

nisciunu-eFESSO.jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
9 ore fa, fosforo41 ha scritto:

Ricapitoliamo. Su 8 membri laici del CSM, eletti dal Parlamento in seduta comune delle due Camere, 3 sono andati al M5s, 2 alla Lega e a FI e uno al Pd. Cosa c'è che non va rispetto ai risultati del 4 marzo e alla distribuzione dei seggi in parlamento? Direi che l'unico che può sentirsi lievemente penalizzato è il Pd che nelle urne è il secondo partito ma il terzo nei seggi complessivi, grazie al brillante Ettore Rosato, con appena 4 seggi in più di FI, 18 meno della Lega e 173 meno del M5s (fonte Wiki). Diciamo che per rispettare un pochino meglio le proporzioni il Pd avrebbe dovuto eleggere 2 membri e uno FI. Probabilmente il Pd e FI (cioè Renzusconi) si sono accordati per dare una poltrona in più a FI che in cambio con i suoi due membri laici avrebbe votato per il pidino Ermini come vicepresidente del Csm (che di fatto è quasi un presidente). Il quale Ermini era l'unico parlamentare tra gli 8 membri laici, ovvero, secondo ogni logica ispirata al principio della separazione dei poteri, cardine delle democrazie moderne, era il meno indicato tra gli otto per diventare vicepresidente. Anche perché il Pd esprimeva già il presidente del Csm (Mattarella). E invece hanno eletto proprio lui, il politico Ermini, dello stesso partito del predecessore Legnini. Il fatto poi che Ermini si sia dimesso da deputato due giorni prima della sua elezione alla vicepresidenza del Csm non significa nulla. Era un atto dovuto. In base all'art. 104 della Costituzione nessun membro del Csm, non solo il vicepresidente, può stare in parlamento. Ermini è stato l'unico a doversi dimettere essendo l'unico parlamentare eletto al Consiglio. Il prof. Donati sarebbe stato una scelta molto migliore. Un non politico, un giurista come il prof. Donati indicato dalla base del M5s, era una scelta di gran lunga più logica: era molto più indicato lui dell'amico dei Renzi (figlio e padre inquisito) a tutelare l'indipendenza dei magistrati italiani. Saluti

Egregio Fosfo-rapanello, perché tace sullo squadrismo a 5 stelle dell'Atac a Roma?

https://www.google.it/url?sa=t&source=web&rct=j&url=https://www.corriere.it/caffe-gramellini/18_settembre_26/onore-dell-atac-micaela-quintavalle-massimo-gramellini-03cbb88c-c0ff-11e8-8c2f-234b69fe8a3d_amp.html&ved=2ahUKEwjAo5aMoN3dAhVKJBoKHdqkBbQQFjABegQIBRAB&usg=AOvVaw3cfti157YQcHK0jjS2Yois&ampcf=1

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
47 minuti fa, cortomaltese-*** ha scritto:

Similmente ed all'inverso di quanto accaduto in RAI, dove l'inciucio tra M5S e PAPY l'ha vista silente.

O meglio, Lei stesso ha accennato alla minaccia dei 5 stelle di ridurre il tetto pubblicitario Mediaset oggi sovradimensionato se Forza Italia non votava Foa.

Ed ecco che, votato Foa, il tetto pubblicitario di Mediaset miracolosamente si riproporziona da solo.

Sa che le dico? Che ammiro la sua (autentica?) ingenuità nel non riconoscere nel M5S un partito concorrente come gli altri ai mercimoni, inciuci e poltrone.

Suvvia, cessi di fare il finto tonto !!!

Mi risponda, invece, su un autentico atto di squadrismo aziendale targato 5stelle a Roma.

https://www.google.it/url?sa=t&source=web&rct=j&url=https://www.corriere.it/caffe-gramellini/18_settembre_26/onore-dell-atac-micaela-quintavalle-massimo-gramellini-03cbb88c-c0ff-11e8-8c2f-234b69fe8a3d_amp.html&ved=2ahUKEwjAo5aMoN3dAhVKJBoKHdqkBbQQFjABegQIBRAB&usg=AOvVaw3cfti157YQcHK0jjS2Yois&ampcf=1

Fammi sapere dove hai letto che il piano del sottosegretario Crimi, che ha gettato in ambasce il delinquente e i suoi figli, sia stato abbandonato o riproporzionato dopo la nomina di Foa. È probabile che Salvini si opporrà ma non è detto che i 5s mollino la presa sui privilegi e sui profitti del delinquente.

https://www.ilfattoquotidiano.it/premium/articoli/caro-b-la-pacchia-e-finita-tetti-alla-pubblicita-in-tv/

Sulla vicenda di Roma due considerazioni. Quella dipendente dell'Atac non è stata licenziata dai 5stelle ma dai dirigenti dell'azienda. Purtroppo siamo così abituati e rassegnati a vedere le aziende pubbliche, dalla Rai in giù, sotto il tacco della politica, che non ci capacitiamo di politici che voltano pagina e nominano dirigenti per merito e non per fedeltà o sottomissione e poi li lasciano lavorare in autonomia. Dalla lettera di sospensione si evince che la dipendente aveva gravemente violato le regole aziendali e dunque andava sospesa. Se pensi che ci siano seri problemi di sicurezza nella tua azienda vai a denunciarli ai superiori, ai sindacati, ai vari e appositi ispettorati e organismi di vigilanza indipendenti, ed eventualmente alla procura della Repubblica. Ma ormai siamo così abituati e rassegnati alla TV commerciale e alla TV spazzatura che ci sembra normale andare a fare uno show dalle Iene per parlare di cose molto serie. O magari per screditare oltre il dovuto un'azienda e creare allarmi ingiustificati negli utenti. Nel paese di Pulcinella tutto fa spettacolo (e lo spettacolo, come sanno a Mediaset, fa audience, pubblicità, profitti). Resta da capire per quali motivi la sospensione si sia tramutata in licenziamento. Il giudice valuterà. Ma strumentalizzare politicamente questa vicenda, come fate tu e Gramellini (che non ho mai sentito criticare l'abolizione dell'art.18 sui licenziamenti senza giusta causa) è a dir poco penoso.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

1 ora fa, cortomaltese-*** ha scritto:

Ci vai troppo pesante con uno che si limita a fare il finto tonto.....

E Lei, sig. Fosforo, dovrebbe chiarire meglio il suo colore. Infatti esistono il Fosforo Rosso ed il Fosforo Bianco. Credo che Lei appartenga ad un terzo genere: il Fosforo Rapanello, rosso fuori e bianco nel cervello.

nisciunu-eFESSO.jpg

Egregio Cortomaltese , sono consapevole di andarci pesante . Ma i motivi ci sono . Non essendo una persona che offre cristianamente l’altra guancia quando vengo offeso ed attaccato , non posso dimenticare le parole vergognose e vomitevoli che il Cazzaro ha rivolto ad una comunità intera . Quella del PD . Non posso dimenticare le offese immonde che ha rivolto a gente che avrà pure fatto errori taluni grossolani ma che mai , e ripeto il mai , ha messo a repentaglio la democrazia in questo Paese . Un conto e’ la critica  , anche severa e dura verbalmente un conto e’ un attacco proditorio e giornaliero fatto a colpi di menzogne e cavalcando notizie false solo per pacificare la sua sete di ofio e di rancore . Io non so da quanto tempo frequenti questo forum . Molti forumisti frequentatori da tempo, sanno benissimo quante volte ho “ pregato “ il Cazzaro , in modo educato e civile , ad abbandonare la linea delle offese gratuite ed infamanti con cui si rivolgeva al PD , al suo gruppo dirigente , ai suoi militanti . Per tutta risposta c’e’ stato addirittura un incremento di volgari offese , di insinuazioni vomitevoli , di volgari apprezzamenti verso la comunità  del PD. A me il confronto piace !! Piace la discussione su tutti i vari temi politici . Si discute anche animatamente , si rimane magari sulle proprie posizioni , ma con civiltà, con educazione , con rispetto reciproco . Ma se mi sento dire che il PD e’ un partito di assassini perché con le loro politiche hanno ucciso le persone , che i loro dirigenti sono dei delibquenti dediti al malaffare  ed alla corruzione , che meglio del PD e’ stato pure Berlusconi ed addirittura Mussolini  , che la base del PD e’ composta da decerebrati che hanno perso la ragione per andare dietro ad un “Caudillo” (Renzi ) peggiore di Franco e che continuare a seguirlo significa essere complici di assassini e corruttori , che e’ guidato da un disonesto , insieme a tutta la sua famiglia , allora non ci sto più !! E reagisco!! Reagisco a male parole perché non siamo alle critiche politiche ma di fronte ad un odio viscerale , a rancori personali che niente hanno a che fare con la politica . In più , abbiamo un energumeno pieno di se , tronfio , un “non sa chi sono io “ un tuttologo leguleio dedito al copiaincolla per apparire , per sentirsi appagati da una pseudo cultura totale che “ ruba” dai siti di internet , dedito alla cultura della doppia dove uno stesso episodio , uno stesso comportamento , può essere condannato o assolto e perdonato a seconda di chi lo commette i della appartenenza politica . Mi dispiace , non ci sto !! Se il Cazzaro rientra nei parametri della correttezza sarò il primo a rallegrarmi ed ad agire di conseguenza , sennò nisba . Lotta senza quartiere anche verbale per sputtanarlo davanti a tutti e ricacciarli in gola tutte le offese e le menzogne che sparge sul forum . Buona giornata 

Modificato da mark222220
1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
27 minuti fa, fosforo41 ha scritto:

Fammi sapere dove hai letto che il piano del sottosegretario Crimi, che ha gettato in ambasce il delinquente e i suoi figli, sia stato abbandonato o riproporzionato dopo la nomina di Foa. È probabile che Salvini si opporrà ma non è detto che i 5s mollino la presa sui privilegi e sui profitti del delinquente.

https://www.ilfattoquotidiano.it/premium/articoli/caro-b-la-pacchia-e-finita-tetti-alla-pubblicita-in-tv/

Sulla vicenda di Roma due considerazioni. Quella dipendente dell'Atac non è stata licenziata dai 5stelle ma dai dirigenti dell'azienda. Purtroppo siamo così abituati e rassegnati a vedere le aziende pubbliche, dalla Rai in giù, sotto il tacco della politica, che non ci capacitiamo di politici che voltano pagina e nominano dirigenti per merito e non per fedeltà o sottomissione e poi li lasciano lavorare in autonomia. Dalla lettera di sospensione si evince che la dipendente aveva gravemente violato le regole aziendali e dunque andava sospesa. Se pensi che ci siano seri problemi di sicurezza nella tua azienda vai a denunciarli ai superiori, ai sindacati, ai vari e appositi ispettorati e organismi di vigilanza indipendenti, ed eventualmente alla procura della Repubblica. Ma ormai siamo così abituati e rassegnati alla TV commerciale e alla TV spazzatura che ci sembra normale andare a fare uno show dalle Iene per parlare di cose molto serie. O magari per screditare oltre il dovuto un'azienda e creare allarmi ingiustificati negli utenti. Nel paese di Pulcinella tutto fa spettacolo (e lo spettacolo, come sanno a Mediaset, fa audience, pubblicità, profitti). Resta da capire per quali motivi la sospensione si sia tramutata in licenziamento. Il giudice valuterà. Ma strumentalizzare politicamente questa vicenda, come fate tu e Gramellini (che non ho mai sentito criticare l'abolizione dell'art.18 sui licenziamenti senza giusta causa) è a dir poco penoso.

Fintotontismo. Pensi se un dipendente Autostrade avesse detto in TV che il ponte Morandi era insicuro e fosse perciò stato licenziato....... Che l'ATAC sia aliena dalla politica romana, è una barzelletta da fosforapanello.....Beato lei che crede ancora alle favole. Mi ricorda un mio amico renzianissimo un paio di anni orsono....Suvvia, apra gli occhi !!!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
12 minuti fa, cortomaltese-*** ha scritto:

Fintotontismo. Pensi se un dipendente Autostrade avesse detto in TV che il ponte Morandi era insicuro e fosse perciò stato licenziato....... Che l'ATAC sia aliena dalla politica romana, è una barzelletta da fosforapanello.....Beato lei che crede ancora alle favole. Mi ricorda un mio amico renzianissimo un paio di anni orsono....Suvvia, apra gli occhi !!!

Quanto al piano Crimi:

"NON È NEL CONTRATTO DI GOVERNO" 

Firmato Matteo. (Salvini).

Carissimi 5stelle, i sondaggi sono già chiari: la Lega vi seppellirà.... Siete già il secondo partito, non più primi.

Comanda il Capitano, ogni tanto l'artista si inalbera e punta i piedi, ma il Capitano non molla PAPY.

Oppure Lei crede alle favole ? ?

 

https://www.google.it/url?sa=t&source=web&rct=j&url=https://www.ilfattoquotidiano.it/2018/09/17/vertice-arcore-salvini-lo-rassicura-su-mediaset-b-verso-lok-su-foa-al-vertice-rai-piu-vicina-anche-lintesa-su-regionali/4630483/amp/&ved=2ahUKEwiqlfKhuN3dAhUFWBoKHdRACMMQFjACegQIABAB&usg=AOvVaw3A3WXJK4Sv1pQqJ40_Nd4N&ampcf=1

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ritenere che Papy abbia cambiato idea senza adeguate contropartite che vanno sicuramente anche oltre l'accordo per le Regionali è pura follia. Rimane l'impressione però che, davanti alle parole sensuali e accattivanti del Capitano, parecchi tabù sono caduti e sono destinati a cadere. Fra questi due in particolare: l'assicurazione che le alleanze non si avevano da fare con nessuno e per nessuna ragione al mondo e il fatto che fare accordi con Papy o stare alle sue strategie e furbiziè non fosse cosa buona e giusta e fonte di salvezza.

Col primo tabù si ottenne il risultato di affossare Bersani per pochi voti e contemporaneamente di aprire praterie a Renzi è tirargli la volata. 

Con la caduta del secondo tabù....se lo dice il Capitano, forse neanche Papy è un tabù così tabù come sembra.

E intanto per le Regionali in Sardegna, fino a poco tempo fa ero ultraconvinto che il M5s avrebbe vinto a mani basse, Ora invece non ne sono più così convinto,

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Per quanto poi riguarda la Rai, tutto si potrà dire meno che Salvini sia stato emarginato. Direi tutt'altro e il discorso vale anche per Di Maio (la non partecipazione è stata una scelta). Adesso si dice che cambierà tutto. Va bene. Ma in che senso? Nel senso che gli altri avranno la stessa visibilità di Salvini o il contrario?

Perché, se così fosse (il contrario), diciamo che non andrebbe tanto bene.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
52 minuti fa, cortomaltese-*** ha scritto:

Fintotontismo. Pensi se un dipendente Autostrade avesse detto in TV che il ponte Morandi era insicuro e fosse perciò stato licenziato....... Che l'ATAC sia aliena dalla politica romana, è una barzelletta da fosforapanello.....Beato lei che crede ancora alle favole. Mi ricorda un mio amico renzianissimo un paio di anni orsono....Suvvia, apra gli occhi !!!

Quindi e a pensarci bene se la dipendente ATAC è stata deliberatamente fatta fuori per un calcolo politico spietato dei grillini, chissà cosa è veramente successo al povero Ignazio Marino. 😀

https://www.google.it/amp/s/www.ilfattoquotidiano.it/2015/10/30/ignazio-marino-la-democrazia-si-e-ridotta-ad-eletti-che-ratificano-dal-notaio-scelte-altrui/2174872/amp/

BrS

Buon rosicamento Somari

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

3 ore fa, cortomaltese-*** ha scritto:

Fintotontismo. Pensi se un dipendente Autostrade avesse detto in TV che il ponte Morandi era insicuro e fosse perciò stato licenziato....... Che l'ATAC sia aliena dalla politica romana, è una barzelletta da fosforapanello.....Beato lei che crede ancora alle favole. Mi ricorda un mio amico renzianissimo un paio di anni orsono....Suvvia, apra gli occhi !!!

E ridalli con la TV. Devi essere un teledipendente, uno schiavo del telecomando, uno dei milioni di italiani cui la TV spazzatura  ha lavato il cervello. Se ti rubano l'auto tu vai a denunciare il furto dalle Iene, se scoppia una tubazione dell'acqua tu non chiami l'Acquedotto, ma il Tg4. E se abiti a Roma, il Tg4 ti manda subito una troupe che non ti aggiusta il tubo ma in compenso mostra al paese e al mondo una cascata d'acqua e le inefficienze della giunta Raggi. Ho fatto una breve ricerca in rete, ho scoperto decine di casi di bus in fiamme durante il servizio a Milano, ripeto a Milano. Ne ha mai sentito parlare nei tg o dalle Iene? 58 bus in fiamme a Roma in due anni secondo l'Espresso, su un parco di oltre 2000 mezzi significa poco più di un bus che prende fuoco ogni 20 anni. Una media quasi fisiologica per un autobus, e a Roma ce ne sono di più vecchi di 20 anni. E le cause talora potrebbero essere di natura dolosa. La Raggi sta ripianando non un buco ma una voragine nei conti del Comune lasciata dalle precedenti amministrazioni, allegre e colluse con le mafie locali, non si può pretendere che rinnovi l'intero parco autobus e che assuma personale onesto ed efficiente all'Atac licenziando le migliaia di raccomandati assunti in passato. I 5 stelle saranno anche ingenui, saranno anche dilettanti, però almeno ci provano cambiare qualcosa, ma si scontrano contro il muro della conservazione e contro quelli come te che, consapevoli o meno, furbi interessati o ingenui lavati nel cervello, ne fanno parte.

La faziosità fa perdere il senso della misura. Paragonare il crollo del viadotto di Genova ai grippaggi di vecchi motori di vecchi bus romani (o di altre città) è a dir poco demenziale. Il radiatore della Fiat 850 di mio padre, parcheggiata su una ripida salita, andava in ebollizione quasi tutte le mattine, quando la buonanima ci accompagnava a scuola. E noi tutti a spingere e a riposizionare la vettura in discesa per ripartire. Molto fumo e molto sudore ma non si fece mai male nessuno, a parte qualche scottatura. Sui bus in fiamme a Roma (e a Milano) non è morto nessuno, a Genova sono morte 43 persone, ed è andata bene perché potevano morirne 400, o forse 4000 se cedevano piloni sopra le case. Sarebbe stato il nostro 11 settembre. C'erano state innumerevoli segna-lazioni di pericolo, di problemi strutturali gravi, di rischio grave. Il progettista ing. Riccardo Morandi nel 1981, ripeto nel 1981, scriveva: "Gli stralli del pilone 9 (quello crollato il mese scorso, nda) hanno infrazioni trasversali che ne pregiudicano stabilità e sicurezza". Il gestore pubblico, lo Stato, tra il 1982 e il 1999 spendeva in media l'equivalente di 1,3 milioni di euro l'anno in manutenzione. Con la privatizzazione la spesa crollò a 23.000 euro l'anno, molto meno cioè dei pedaggi incassati in un solo giorno da Benetton&C. con i pedaggi dei veicoli in transito sul ponte. Nel 2015 e 2016 il senatore genovese di Sc Maurizio Rossi presentò in Senato due allarmanti interrogazioni parlamentari al ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Delrio (Pd) sulla sicurezza del viadotto Morandi. Non ottenne nessuna risposta. Povero, ingenuo senatore Rossi: non doveva rivolgersi ufficialmente al ministro competente nell'aula del Senato, doveva andare dalle Iene.

http://www.affaritaliani.it/politica/genova-delrio-sapeva-non-ha-agito-555779.html

Saluti

PS. Se è vero quanto riportato sopra, in qualsiasi paese serio l'ex ministro Delrio sarebbe già dietro robuste sbarre, o quanto meno sarebbe già fuori, per sempre, dalla politica e dalle istituzioni. Nel paese di Pulcinella è capogruppo del Pd alla Camera dei Deputati. 

Modificato da fosforo41
1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

3 ore fa, fosforo41 ha scritto:

E ridalli con la TV. Devi essere un teledipendente, uno schiavo del telecomando, uno dei milioni di italiani cui la TV spazzatura  ha lavato il cervello. Se ti rubano l'auto tu vai a denunciare il furto dalle Iene, se scoppia una tubazione dell'acqua tu non chiami l'Acquedotto, ma il Tg4. E se abiti a Roma, il Tg4 ti manda subito una troupe che non ti aggiusta il tubo ma in compenso mostra al paese e al mondo una cascata d'acqua e le inefficienze della giunta Raggi. Ho fatto una breve ricerca in rete, ho scoperto decine di casi di bus in fiamme durante il servizio a Milano, ripeto a Milano. Ne ha mai sentito parlare nei tg o dalle Iene? 58 bus in fiamme a Roma in due anni secondo l'Espresso, su un parco di oltre 2000 mezzi significa poco più di un bus che prende fuoco ogni 20 anni. Una media quasi fisiologica per un autobus, e a Roma ce ne sono di più vecchi di 20 anni. E le cause talora potrebbero essere di natura dolosa. La Raggi sta ripianando non un buco ma una voragine nei conti del Comune lasciata dalle precedenti amministrazioni, allegre e colluse con le mafie locali, non si può pretendere che rinnovi l'intero parco autobus e che assuma personale onesto ed efficiente all'Atac licenziando le migliaia di raccomandati assunti in passato. I 5 stelle saranno anche ingenui, saranno anche dilettanti, però almeno ci provano cambiare qualcosa, ma si scontrano contro il muro della conservazione e contro quelli come te che, consapevoli o meno, furbi interessati o ingenui lavati nel cervello, ne fanno parte.

La faziosità fa perdere il senso della misura. Paragonare il crollo del viadotto di Genova ai grippaggi di vecchi motori di vecchi bus romani (o di altre città) è a dir poco demenziale. Il radiatore della Fiat 850 di mio padre, parcheggiata su una ripida salita, andava in ebollizione quasi tutte le mattine, quando la buonanima ci accompagnava a scuola. E noi tutti a spingere e a riposizionare la vettura in discesa per ripartire. Molto fumo e molto sudore ma non si fece mai male nessuno, a parte qualche scottatura. Sui bus in fiamme a Roma (e a Milano) non è morto nessuno, a Genova sono morte 43 persone, ed è andata bene perché potevano morirne 400, o forse 4000 se cedevano piloni sopra le case. Sarebbe stato il nostro 11 settembre. C'erano state innumerevoli segna-lazioni di pericolo, di problemi strutturali gravi, di rischio grave. Il progettista ing. Riccardo Morandi nel 1981, ripeto nel 1981, scriveva: "Gli stralli del pilone 9 (quello crollato il mese scorso, nda) hanno infrazioni trasversali che ne pregiudicano stabilità e sicurezza". Il gestore pubblico, lo Stato, tra il 1982 e il 1999 spendeva in media l'equivalente di 1,3 milioni di euro l'anno in manutenzione. Con la privatizzazione la spesa crollò a 23.000 euro l'anno, molto meno cioè dei pedaggi incassati in un solo giorno da Benetton&C. con i pedaggi dei veicoli in transito sul ponte. Nel 2015 e 2016 il senatore genovese di Sc Maurizio Rossi presentò in Senato due allarmanti interrogazioni parlamentari al ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Delrio (Pd) sulla sicurezza del viadotto Morandi. Non ottenne nessuna risposta. Povero, ingenuo senatore Rossi: non doveva rivolgersi ufficialmente al ministro competente nell'aula del Senato, doveva andare dalle Iene.

http://www.affaritaliani.it/politica/genova-delrio-sapeva-non-ha-agito-555779.html

Saluti

PS. Se è vero quanto riportato sopra, in qualsiasi paese serio l'ex ministro Delrio sarebbe già dietro robuste sbarre, o quanto meno sarebbe già fuori, per sempre, dalla politica e dalle istituzioni. Nel paese di Pulcinella è capogruppo del Pd alla Camera dei Deputati. 

Fantastico intorbidator di acque limpide.

La sindacalista licenziata ha pubblicamente denunciato le inefficienze aziendali nella manutenzione dei mezzi ATAC.

E come può fare una sindacalista il suo mestiere, di tutela del personale, se non ricorrendo alla pubblica opinione ? 

È la rappresaglia ATAC che è degna di un padrone delle ferriere !!

È il consapevole silenzio dei 5 stelle di fronte ad un sopruso.

Ma già, mi tocca darle atto, egregio Fosforo, della corresponsabilità di chi ha abolito l'art.18 che avrebbe tutelato la lavoratrice sindacalista.

Ma Lei mi spiega come mai non è stato reintrodotto col decreto Di Maio? Anzi votando contro la mozione LEU ?

PS: ponte Morandi. Oggi sul giornale di Genova, Secolo XIX, ci sono i seguenti pareri sul decreto:

-presidente Regione Liguria,  sindaco di Genova, Presidente Confindustria, Segretario CGIL, presidente autotrasportatori portuali, rappresentante comitato sfollati.

Tutti critici e insoddisfatti. Tutti per ostilità al Governo? Tutti pregiudizi ?

Vogliamo scommettere un caffè? Salvini non vuole far fuori Autostrade, e Toninelli inghiottirà il rospo, perché bisogna fare in fretta.

Per l'ennesima volta si vedrà che il Capitano si è fritto i grilli......

 

Modificato da cortomaltese-im

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
5 ore fa, shinycage ha scritto:

Quindi e a pensarci bene se la dipendente ATAC è stata deliberatamente fatta fuori per un calcolo politico spietato dei grillini, chissà cosa è veramente successo al povero Ignazio Marino. 😀

https://www.google.it/amp/s/www.ilfattoquotidiano.it/2015/10/30/ignazio-marino-la-democrazia-si-e-ridotta-ad-eletti-che-ratificano-dal-notaio-scelte-altrui/2174872/amp/

BrS

Buon rosicamento Somari

Il sindaco per caso fu fatto fuori da qualcuno che disse : "Ignazio stai sereno....".

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

E  ti  credo  che  contestano loro  gli  DisHonesti  volevano  uno  superpartes   come  tutti  i posti  che  hanno  diviso e occupato  con  la  lega  ivi  compreso l'inciucio  con  il pregiudicato  piduista   per  il  Presidente   della Rai.... ma  tant'è ... ormai   possono fare  dire  agire   come  vogliono...  vuoi mettere  a  confronto  con  quello di Rignano... ahahahah  purtroppo  si  sono rivelati  quello  che  sono   ovvero  di  molto  peggio e in  sovracarico  sono  anche  degli  incapaci.

M5S  E  LEGA No Grazie

I grillini, nel nome dell'indipendenza della magistratura, volevano Alberto Maria Benedetti, avvocato della schiatta genovese, di fede Beppe Grillo.

safe_image.php?d=AQDYjeXJg1rQYCan&w=540&

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
23 ore fa, cortomaltese-*** ha scritto:

Il sindaco per caso fu fatto fuori da qualcuno che disse : "Ignazio stai sereno....".

Quello del “stai sereno” era rivolto ad un altro alleato di partito e PdC Comunque la  presunta sindacalista può far ricorso al giudice del lavoro, appellandosi allo statuto dei lavoratori e precisamente all’articolo 28.

Se fosse dimostrata la condotta antisindacale, la lavoratrice e RSU potrebbe essere reintegrata al suo posto.

BrS

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
21 minuti fa, shinycage ha scritto:

Quello del “stai sereno” era rivolto ad un altro alleato di partito e PdC Comunque la  presunta sindacalista può far ricorso al giudice del lavoro, appellandosi allo statuto dei lavoratori e precisamente all’articolo 28.

Se fosse dimostrata la condotta antisindacale, la lavoratrice e RSU potrebbe essere reintegrata al suo posto.

BrS

 

 

Sapevo che la battuta era stata rivolta a Enrico Letta. L'errore era volontario. In fondo al povero Marino sindaco per caso fecero una battuta analoga: "vai avanti te, che a noi ce vien da ridere".

Il PD renziano aveva scientemente deciso di amputarsi la gamba sinistra, chiamandola " rottamazione".

Tutto quanto non fosse allineato e coperto col giglio magico andava estirpato.

Così ancor oggi si vantano dell'obbrobrio chiamato Jobs act.

Quanto a Manuela Quintavalle è vero. Potrà ricorrere (ancora) alla Magistratura. Fino a quando ? 

Politica permettendo.....

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
52 minuti fa, cortomaltese-*** ha scritto:

Sapevo che la battuta era stata rivolta a Enrico Letta. L'errore era volontario. In fondo al povero Marino sindaco per caso fecero una battuta analoga: "vai avanti te, che a noi ce vien da ridere".

Il PD renziano aveva scientemente deciso di amputarsi la gamba sinistra, chiamandola " rottamazione".

Tutto quanto non fosse allineato e coperto col giglio magico andava estirpato.

Così ancor oggi si vantano dell'obbrobrio chiamato Jobs act.

Quanto a Manuela Quintavalle è vero. Potrà ricorrere (ancora) alla Magistratura. Fino a quando ? 

Politica permettendo.....

 

Cambiando tessera e adottando quella dismessa da Ermini. 😄

Non avevi finito di gridare all”inciucio di Foa che nel CSM è arrivato un certo David con l’ausilio psiconanizzato.

Attenzione a quando si sputa. Dev’essere fatto in maniera tale che risulti una parabola, altrimenti potrebbe esserci un rientro. 😂

 

BrS

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
32 minuti fa, shinycage ha scritto:

Cambiando tessera e adottando quella dismessa da Ermini. 😄

Non avevi finito di gridare all”inciucio di Foa che nel CSM è arrivato un certo David con l’ausilio psiconanizzato.

Attenzione a quando si sputa. Dev’essere fatto in maniera tale che risulti una parabola, altrimenti potrebbe esserci un rientro. 😂

 

BrS

 

 

Strano cecato . Credevo che lo psiconanizzato avesse inciuciato per Foa mentre per Davide avessero votato le toghe . L’ombrello per il rinculo l’hai aperto ?? 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

4 ore fa, mark222220 ha scritto:

Strano cecato . Credevo che lo psiconanizzato avesse inciuciato per Foa mentre per Davide avessero votato le toghe . L’ombrello per il rinculo l’hai aperto ?? 

https://www.google.it/amp/www.ilsussidiario.net/mobile/Politica/2018/9/28/POLITICA-e-TOGHE-Ermini-Pd-al-Csm-patto-Renzi-Berlusconi-con-l-ok-del-Colle-/841346/AMP/

In realtà l’ombrello dovrai portarlo per David alla manifestazione prossima del Partito Dementi. 

 

Probabilmente gli servirà per ripararsi dagli sputi.

😄😂😂😂

BrS 

Buon rosicamento Somaro

Modificato da shinycage

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora