Oggi grande giornata

E domani? Se splende il sole e non piove, tutti contenti. 

Se poi dovesse piovere, Vabbè...apriamo gli ombrelli.

Perché il problema e il dilemma sta tutto qui: la grande giornata è oggi o, piuttosto, sarà domani? Ha da passà a nuttata e attendiamo gli eventi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

40 messaggi in questa discussione

23 minuti fa, ildi_vino ha scritto:

E domani? Se splende il sole e non piove, tutti contenti. 

Se poi dovesse piovere, Vabbè...apriamo gli ombrelli.

Perché il problema e il dilemma sta tutto qui: la grande giornata è oggi o, piuttosto, sarà domani? Ha da passà a nuttata e attendiamo gli eventi.

Un piccolo quesito di logica.

Se piove, esco con l'ombrello. 

Qual è la conseguenza logica di questa frase in caso di bel tempo?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Mi pare ovvio. Se splende il sole non serve aprire l'ombrello. Anzi dicono che porta male. Naturalmente l'auspicio è che prosegua il bel tempo perché è meglio una giornata di sole rispetto a una giornata uggiosa. Rimane comunque il fatto che nessuno di noi poveri mortali può decidere sulla bonaccia o meno della giornata se non tutt'al piu limitarsi ad azzardare delle previsioni meteorologiche. Anche perché, non disponendo dei piu adeguati strumenti, il rischio sarebbe di fare previsioni un po sballate.

Personalmente non sono mai stato contrario alle visioni utopiche e neanche alla azioni di rottura per cui preferisco pensare positivo. Anche se la flat Tax e la "pace fiscale", per esempio, mi lasciano un po perplesso. Però non si sa mai, vedremo. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
19 minuti fa, ildi_vino ha scritto:

Mi pare ovvio. Se splende il sole non serve aprire l'ombrello. 

Quindi, se ho ben capito, tu dici che la conseguenza logica della frase 

"Se piove, esco con l'ombrello"

è 

"Se non piove, non esco con l'ombrello".

Confermi?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 minuti fa, fosforo41 ha scritto:

Quindi, se ho ben capito, tu dici che la conseguenza logica della frase 

"Se piove, esco con l'ombrello"

è 

"Se non piove, non esco con l'ombrello".

Confermi?

Si. Nell'eventualità che piova, lo tengo in macchina. Non esco quasi mai con l'ombrello anche perché spero che il tempo si mantenga buono e anche perché, nel mio piccolo, faccio anch'io delle previsioni. Vuol dire che, se mi sbaglio, prendo un po di acqua. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
8 minuti fa, ildi_vino ha scritto:

Si. Nell'eventualità che piova, lo tengo in macchina. Non esco quasi mai con l'ombrello anche perché spero che il tempo si mantenga buono e anche perché, nel mio piccolo, faccio anch'io delle previsioni. Vuol dire che, se mi sbaglio, prendo un po di acqua. 

Rimane però il fatto che non intendevo parlare di conseguenza logica in quanto non ho detto che non porto l'ombrello (tenerlo in macchina vuol dire portarlo) ma che, se fa bel tempo, semplicemente "non apro l'ombrello".

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

1 ora fa, ildi_vino ha scritto:

Rimane però il fatto che non intendevo parlare di conseguenza logica in quanto non ho detto che non porto l'ombrello (tenerlo in macchina vuol dire portarlo) ma che, se fa bel tempo, semplicemente "non apro l'ombrello".

Diciamo che ti sei salvato in corner e te la do per buona. Ma tu esci solo in macchina, mai a piedi? 

Il 99% delle persone pensa che conseguenza logica della proposizione "se piove, esco con l'ombrello" sia "se non piove, non esco con l'ombrello". E sbagliano di grosso. Perché se dico che se piove esco con l'ombrello, ciò non implica affatto che io non possa uscire con l'ombrello anche se non piove (e anche se esco a piedi). La corretta conseguenza logica di "se piove, esco con l'ombrello" è un'altra. È: "Se non esco con l'ombrello, allora non piove". Anzi le due proposizioni sono equivalenti, cioè ciascuna delle due implica l'altra. Più in generale, se dato A è necessario che B, allora dato non B è necessario che non A (mentre non si può dedurre che dato non A sia necessario non B). Questa è l'antica regola della contrapposizione, ben nota agli Stoici (Crisippo) e ad Aristotele. Mentre Platone nei suoi scritti incappa più volte in un errore del tutto analogo a quello citato sopra. Per esempio quando scrive (Menone): "Se la virtù è scienza, può essere insegnata. Se non è scienza, dunque, no". Uno dei tanti motivi, a mio modesto avviso, per ritenere Aristotele nettamente superiore al suo maestro Platone. 

Saluti

 

Modificato da fosforo41

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
6 ore fa, fosforo41 ha scritto:

Il 99% delle persone pensa che conseguenza logica della proposizione "se piove, esco con l'ombrello" sia "se non piove, non esco con l'ombrello". E sbagliano di grosso. Perché se dico che se piove esco con l'ombrello, ciò non implica affatto che io non possa uscire con l'ombrello anche se non piove (e anche se esco a piedi). La corretta conseguenza logica di "se piove, esco con l'ombrello" è un'altra. È: "Se non esco con l'ombrello, allora non piove". Anzi le due proposizioni sono equivalenti, cioè ciascuna delle due implica l'altra. Più in generale, se dato A è necessario che B, allora dato non B è necessario che non A (mentre non si può dedurre che dato non A sia necessario non B). Questa è l'antica regola della contrapposizione, ben nota agli Stoici (Crisippo) e ad Aristotele. Mentre Platone nei suoi scritti incappa più volte in un errore del tutto analogo a quello citato sopra. Per esempio quando scrive (Menone): "Se la virtù è scienza, può essere insegnata. Se non è scienza, dunque, no". Uno dei tanti motivi, a mio modesto avviso, per ritenere Aristotele nettamente superiore al suo maestro Platone.

:$

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, sempre135 ha scritto:

:$

... poiké ti vedo in dubbio,  ombrello tinta unita, scozzese o fantasia?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, sempre135 ha scritto:

:$

Cos'è che non ti è chiaro, egregio Sempre? 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
9 ore fa, fosforo41 ha scritto:

Diciamo che ti sei salvato in corner e te la do per buona. Ma tu esci solo in macchina, mai a piedi? 

Il 99% delle persone pensa che conseguenza logica della proposizione "se piove, esco con l'ombrello" sia "se non piove, non esco con l'ombrello". E sbagliano di grosso. Perché se dico che se piove esco con l'ombrello, ciò non implica affatto che io non possa uscire con l'ombrello anche se non piove (e anche se esco a piedi). La corretta conseguenza logica di "se piove, esco con l'ombrello" è un'altra. È: "Se non esco con l'ombrello, allora non piove". Anzi le due proposizioni sono equivalenti, cioè ciascuna delle due implica l'altra. Più in generale, se dato A è necessario che B, allora dato non B è necessario che non A (mentre non si può dedurre che dato non A sia necessario non B). Questa è l'antica regola della contrapposizione, ben nota agli Stoici (Crisippo) e ad Aristotele. Mentre Platone nei suoi scritti incappa più volte in un errore del tutto analogo a quello citato sopra. Per esempio quando scrive (Menone): "Se la virtù è scienza, può essere insegnata. Se non è scienza, dunque, no". Uno dei tanti motivi, a mio modesto avviso, per ritenere Aristotele nettamente superiore al suo maestro Platone. 

Saluti

 

Questione di abitudini però. Quando esco a piedi prendo l'ombrello solo se ho sentore che piova soprattutto per una questione di comodità e perché spesso e volentieri mi dimentico l'ombrello nei posti più disparati. Inoltre dalle mie parti uno che porta a spasso l'ombrello quando fa bel tempo viene etichettato come "pindacciu" che vuol dire managramo. Se poi addirittura si azzarda ad aprire l'ombrello quando splende il sole, oltre che pindacciu viene considerato anche un po picchiatello. Per cui ripeto che, in genere, uso l'ombrello quando piove o quando ho sentore che possa piovere altrimenti preferisco camminare a mani libere. 

Questo non significa che il tuo ragionamento sia privo di logica. Con una precisazione però: purché si parli di ombrello trasportato e non di ombrello aperto ala bisogna piuttosto che a sproposito. Anche perché continuo a ritenere che, per procedere all'azione meccanica della faticosissima apertura deve essere come minimo una leggera piogerellina. Ogni riferimento a borsa e spread è naturalmente del tutto casuale. Non è una questione di ombrelli insomma. O almeno non del tutto.

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
10 ore fa, fosforo41 ha scritto:

Diciamo che ti sei salvato in corner e te la do per buona. Ma tu esci solo in macchina, mai a piedi? 

Il 99% delle persone pensa che conseguenza logica della proposizione "se piove, esco con l'ombrello" sia "se non piove, non esco con l'ombrello". E sbagliano di grosso. Perché se dico che se piove esco con l'ombrello, ciò non implica affatto che io non possa uscire con l'ombrello anche se non piove (e anche se esco a piedi). La corretta conseguenza logica di "se piove, esco con l'ombrello" è un'altra. È: "Se non esco con l'ombrello, allora non piove". Anzi le due proposizioni sono equivalenti, cioè ciascuna delle due implica l'altra. Più in generale, se dato A è necessario che B, allora dato non B è necessario che non A (mentre non si può dedurre che dato non A sia necessario non B). Questa è l'antica regola della contrapposizione, ben nota agli Stoici (Crisippo) e ad Aristotele. Mentre Platone nei suoi scritti incappa più volte in un errore del tutto analogo a quello citato sopra. Per esempio quando scrive (Menone): "Se la virtù è scienza, può essere insegnata. Se non è scienza, dunque, no". Uno dei tanti motivi, a mio modesto avviso, per ritenere Aristotele nettamente superiore al suo maestro Platone. 

Saluti

 

Simpaticamente:

Posso uscire con l'ombrello anche in una giornata assolata, oppure uscire senza ombrello in un giorno di pioggia.

Nel primo caso se sono fotosensibile, nel secondo se sono distratto.

Nella vita le cose non funzionano come nella logica, fortunatamente.

Altrimenti il contrario di fortunata mente sarebbe sfi-gata dice la verità.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, uvabianca111 ha scritto:

... poiké ti vedo in dubbio,  ombrello tinta unita, scozzese o fantasia?

Trasparente..cosi la vedo cadere.....

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, fosforo41 ha scritto:

Cos'è che non ti è chiaro, egregio Sempre? 

NO...più che non mi sia chiaro....un pò tanto di cappello al groviglio di cose, che mi sembrano perfettamente in linea...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
47 minuti fa, sempre135 ha scritto:

Trasparente..cosi la vedo cadere.....

forse la pioggia oltre ke vederla... si sente.  cmq capperi! trasparente come usa la Regina Elisabetta ...

io ho sperimentato tutti i tipi di parapioggia poiké la mia specialità é... perderli.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Rispondo al Divino e a Cortomaltese. Il mio era un quesito di natura puramente logica. La logica proposizionale (o logica classica) non entra nel merito delle singole proposizioni, cioè nella loro semantica (che in genere viene assunta come un dato, espresso tipicamente da una tabella di verità), ma si occupa di regole sintattiche (per comporre proposizioni complesse a partire da enunciati elementari, o atomici) e soprattutto della corretta deducibilità delle conseguenze dalle premesse (o delle tesi dalle ipotesi). La logica in sostanza è la scienza della deduzione e in quanto tale essa ha un'importanza fondamentale, insieme alla matematica, per tutte le altre scienze.

Nel nostro caso per me non aveva alcuna importanza stabilire se si debba uscire con l'ombrello solo se piove o anche quando minaccia di piovere. Bisognava solo capire cosa si può dedurre dalla frase "se piove, esco con l'ombrello".

Dire "se non piove, non esco con l'ombrello" é assolutamente plausibile sul piano semantico, ma non è correttamente deducibile dalla proposizione precedente.

La deduzione corretta è: "se non esco con l'ombrello, allora non piove". 

Un altro esempio. "Se la sera bevo caffè, poi non dormo bene". Da questo non si può assolutamente dedurre che "se la sera non bevo caffè, poi dormo bene"; ma solo che "se ho dormito bene, la sera non avevo bevuto caffè".

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
5 minuti fa, uvabianca111 ha scritto:

forse la pioggia oltre ke vederla... si sente.  cmq capperi! trasparente come usa la Regina Elisabetta ...

io ho sperimentato tutti i tipi di parapioggia poiké la mia specialità é... perderli.

Se perdi l'ombrello e ti trovi sotto la pioggia non fartene un dramma, magari assaporala un poco, ritengo non faccia male, non molto ma solo un poco, lo reputo un avvicinarsi a quelle cose naturali che fanno parte della nostra vita e che purtroppo siamo cosi "attenti" ad evitare...non troppo, ma un poco dovremmo assaporarla...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

... caspiterina, ke groviglio di pioggia, sole, ombrelli, bagnarole o sudate... e le calzature? sandalini quando piove con annesso pediluvio o scarpe kiuse col sole con annesse bolle nel tallone e scorta cerotti?

inutile arrovelarsi il cervello: a tutti é capitato uscire col sole ergo niente ombrello oppure l'esatto contrario.  animo! due gocce di pioggia o un raggio di sole nn han mai ammazzato nessuno. nel dubbio, rimanere in casa aspettanto notizie meteo certe e confortanti. semplice noo?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 minuti fa, sempre135 ha scritto:

Se perdi l'ombrello e ti trovi sotto la pioggia non fartene un dramma, magari assaporala un poco, ritengo non faccia male, non molto ma solo un poco, lo reputo un avvicinarsi a quelle cose naturali che fanno parte della nostra vita e che purtroppo siamo cosi "attenti" ad evitare...non troppo, ma un poco dovremmo assaporarla...

no, no,  nessun dramma anzi,  alle prime piogge dopo il caldo soffocante, é piacevole andar in giardino e fare la doccia d'acqua piovana.  anzi mi vien sempre da pensare a "la pioggia nel pineto" dando ancor oggi del rompipalle al D'Annunzio ke nn ci diede un taglio facendo la gioia di molte generazioni di studenti. cmq veritiero il diverso suono delle gocce su diversi tipi di foglie.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
16 ore fa, uvabianca111 ha scritto:

é piacevole andar in giardino e fare la doccia d'acqua piovana

Esagerata....>:(

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
4 ore fa, sempre135 ha scritto:

Esagerata....>:(

certam nn mi riferisco al giardino del parco pubblico ma quello di casa. sarà esagerato x te ma nn x me.9_9

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, uvabianca111 ha scritto:

certam nn mi riferisco al giardino del parco pubblico ma quello di casa. sarà esagerato x te ma nn x me.9_9

Guarda che ti sbirciano eh...non vorrai far vedere le tue grazie eh....:x

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
19 ore fa, sempre135 ha scritto:

Guarda che ti sbirciano eh...non vorrai far vedere le tue grazie eh....:x

... beh, son cmq vestita ad ogni modo nessun scandalo sotto la pioggia: muro di cinta perimetrale alto, altre abitazioni distanti quindi...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
23 ore fa, uvabianca111 ha scritto:

certam nn mi riferisco al giardino del parco pubblico ma quello di casa. sarà esagerato x te ma nn x me.9_9

Ma ci vai nuda ? 🤔

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

9 minuti fa, wronschi ha scritto:

Ma ci vai nuda ? 🤔

mai notato ke in estate gli abiti leggeri, sotto la pioggia, si appiccicano addosso?   e poi, prima di commentare leggi anke le mie risposte precedenti

Modificato da uvabianca111

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora