Accade anche questo ...!!

A Castel del Rio, sull'Appennino bolognese, la professoressa di italiano aveva assegnato un compito:"la bottiglia dei desideri". 
Ogni alunno della classe esprime un desiderio scrivendolo su un foglietto di carta che poi viene inserito su una bottiglia. 
Alla fine i foglietti vengono tutti estratti, letti ad alta voce e ricopiati sul quaderno da tutti i compagni di classe. 
Tra di loro, una ragazzina ha scritto:"Come facciamo a cacciare Salvini?".
L'insegnante chiede di cancellarlo, e già questo di per se è una vergogna. 
Ma andiamo avanti. 
Una compagna di classe lo trascrive ugualmente. 
Quando torna a casa i genitori (delle aquile, nda)  fotografano il compito, lo postano su facebook, ed esplode il finimondo. 
Il "commissario provinciale della Lega", un evidente analfabeta funzionale con altrettanto evidenti problemi cognitivi, scrive un post indignato sostenendo che "una professoressa ha assegnato un compito ai suoi alunni su come fare a cacciare Salvini". 
A questo punto interviene la Borgonzoni, sottosegretaria al Ministero per i Beni e le attività Culturali che si è ventata di non leggere libri da un decennio, che rilancia parlando di "fatto di una gravità inaudita". 
Il post arriva all'attenzione di Capitan Panzone che ci fa il solito post passivo aggressivo (sempre meglio che lavorare, sia mai). 
Ciliegina sulla torta? Il ministro della Pubblica Istruzione che annuncia di aver avviato un'ispezione nella suddetta scuola.  In pratica un consigliere provinciale, un sottosegretario e due ministri si sono mossi per chiedere ed esigere che una bambina di manco 12 anni venga punita per aver espresso il desiderio di voler cacciare Salvini. 

E che gli fate? 
La picchiate? 
Olio di ricino?
La galera? 
Il confino?
Gli revocate la cittadinanza? 

Fate schifo lo posso dire ?? Io intanto lo dico !! 

2 persone è piaciuto questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

14 messaggi in questa discussione

12 minuti fa, mark222220 ha scritto:

A Castel del Rio, sull'Appennino bolognese, la professoressa di italiano aveva assegnato un compito:"la bottiglia dei desideri". 
Ogni alunno della classe esprime un desiderio scrivendolo su un foglietto di carta che poi viene inserito su una bottiglia. 
Alla fine i foglietti vengono tutti estratti, letti ad alta voce e ricopiati sul quaderno da tutti i compagni di classe. 
Tra di loro, una ragazzina ha scritto:"Come facciamo a cacciare Salvini?".
L'insegnante chiede di cancellarlo, e già questo di per se è una vergogna. 
Ma andiamo avanti. 
Una compagna di classe lo trascrive ugualmente. 
Quando torna a casa i genitori (delle aquile, nda)  fotografano il compito, lo postano su facebook, ed esplode il finimondo. 
Il "commissario provinciale della Lega", un evidente analfabeta funzionale con altrettanto evidenti problemi cognitivi, scrive un post indignato sostenendo che "una professoressa ha assegnato un compito ai suoi alunni su come fare a cacciare Salvini". 
A questo punto interviene la Borgonzoni, sottosegretaria al Ministero per i Beni e le attività Culturali che si è ventata di non leggere libri da un decennio, che rilancia parlando di "fatto di una gravità inaudita". 
Il post arriva all'attenzione di Capitan Panzone che ci fa il solito post passivo aggressivo (sempre meglio che lavorare, sia mai). 
Ciliegina sulla torta? Il ministro della Pubblica Istruzione che annuncia di aver avviato un'ispezione nella suddetta scuola.  In pratica un consigliere provinciale, un sottosegretario e due ministri si sono mossi per chiedere ed esigere che una bambina di manco 12 anni venga punita per aver espresso il desiderio di voler cacciare Salvini. 

E che gli fate? 
La picchiate? 
Olio di ricino?
La galera? 
Il confino?
Gli revocate la cittadinanza? 

Fate schifo lo posso dire ?? Io intanto lo dico !! 

Si potrebbe organizzare un dibattito televisivo o uno stream fra Salvini e la bambina. Sarebbe meglio senza moderatore e senza armi, a mani nudo. 

Se poi la bambina fosse anche campionessa di arti marziali sarebbe il massimo.

2 persone è piaciuto questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
8 minuti fa, mark222220 ha scritto:

A Castel del Rio, sull'Appennino bolognese, la professoressa di italiano aveva assegnato un compito:"la bottiglia dei desideri". 
Ogni alunno della classe esprime un desiderio scrivendolo su un foglietto di carta che poi viene inserito su una bottiglia. 
Alla fine i foglietti vengono tutti estratti, letti ad alta voce e ricopiati sul quaderno da tutti i compagni di classe. 
Tra di loro, una ragazzina ha scritto:"Come facciamo a cacciare Salvini?".
L'insegnante chiede di cancellarlo, e già questo di per se è una vergogna. 
Ma andiamo avanti. 
Una compagna di classe lo trascrive ugualmente. 
Quando torna a casa i genitori (delle aquile, nda)  fotografano il compito, lo postano su facebook, ed esplode il finimondo. 
Il "commissario provinciale della Lega", un evidente analfabeta funzionale con altrettanto evidenti problemi cognitivi, scrive un post indignato sostenendo che "una professoressa ha assegnato un compito ai suoi alunni su come fare a cacciare Salvini". 
A questo punto interviene la Borgonzoni, sottosegretaria al Ministero per i Beni e le attività Culturali che si è ventata di non leggere libri da un decennio, che rilancia parlando di "fatto di una gravità inaudita". 
Il post arriva all'attenzione di Capitan Panzone che ci fa il solito post passivo aggressivo (sempre meglio che lavorare, sia mai). 
Ciliegina sulla torta? Il ministro della Pubblica Istruzione che annuncia di aver avviato un'ispezione nella suddetta scuola.  In pratica un consigliere provinciale, un sottosegretario e due ministri si sono mossi per chiedere ed esigere che una bambina di manco 12 anni venga punita per aver espresso il desiderio di voler cacciare Salvini. 

E che gli fate? 
La picchiate? 
Olio di ricino?
La galera? 
Il confino?
Gli revocate la cittadinanza? 

Fate schifo lo posso dire ?? Io intanto lo dico !! 

Pur di attaccare Salvini, ormai non sapete più a cosa attaccarvi.

Il tuo post non merita commenti.

Ovviamente la bambina di 12 anni non ha colpe.

La colpa ce l'hanno i genitori che non avrebbero dovuto postare su facebook...
Questo a casa mia si chiama diffamazione a mezzo internet,
reato perseguibile penalmente.

Per cui gli esponenti della lega hanno fatto benissimo a reagire e ad indignarsi.

Se tu mi diffami, io cosa dovrei fare?
Starmene zitto?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
8 minuti fa, fenarcom ha scritto:

Pur di attaccare Salvini, ormai non sapete più a cosa attaccarvi.

Il tuo post non merita commenti.

Ovviamente la bambina di 12 anni non ha colpe.

La colpa ce l'hanno i genitori che non avrebbero dovuto postare su facebook...
Questo a casa mia si chiama diffamazione a mezzo internet,
reato perseguibile penalmente.

Per cui gli esponenti della lega hanno fatto benissimo a reagire e ad indignarsi.

Se tu mi diffami, io cosa dovrei fare?
Starmene zitto?

Non c'è bisogno di novità per attaccarlo, basta e avanza il suo passato al servizio di PAPY.........

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
23 minuti fa, fenarcom ha scritto:

Pur di attaccare Salvini, ormai non sapete più a cosa attaccarvi.

Il tuo post non merita commenti.

Ovviamente la bambina di 12 anni non ha colpe.

La colpa ce l'hanno i genitori che non avrebbero dovuto postare su facebook...
Questo a casa mia si chiama diffamazione a mezzo internet,
reato perseguibile penalmente.

Per cui gli esponenti della lega hanno fatto benissimo a reagire e ad indignarsi.

Se tu mi diffami, io cosa dovrei fare?
Starmene zitto?

A parte il fatto che a me se commenti o meno può fregarmi di meno , sai leggere ?? Hai letto bene ?? Sei sicuro ?? Sei sicuro che a postarlo su Facebook siamo stati i genitori della bambina ?? Oppure i genitori di un’altra bambina che viaggiano sulla tua lunghezza d’onda ?? 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
15 minuti fa, fenarcom ha scritto:

Pur di attaccare Salvini, ormai non sapete più a cosa attaccarvi.

Il tuo post non merita commenti.

Ovviamente la bambina di 12 anni non ha colpe.

La colpa ce l'hanno i genitori che non avrebbero dovuto postare su facebook...
Questo a casa mia si chiama diffamazione a mezzo internet,
reato perseguibile penalmente.

Per cui gli esponenti della lega hanno fatto benissimo a reagire e ad indignarsi.

Se tu mi diffami, io cosa dovrei fare?
Starmene zitto?

Si potrebbe dire anche il contrario però è cioè che, pur di fare ammuina e fare le vittime, si arriva perfino a sindacare e mettere alla berlina i pensierini di una bambina. 

Ovvio che la bambina avrà sentito quei commenti a casa e si sarà fata una sua idea. Ma è proibito? O non è che per caso ora si vuol fare il contrario di quello che "a parole" si dice e si pretende invece di fare e imporre (una certa) politica a scuola con l'intento di uniformare tutto e tutti al "pensiero dominante"? E magari fin dalle elementari, sostituendo per esempio l'inglese con "la storia del Capitano"?

Un'alternativa seria potrebbe essere anche quella di fare in modo che la bambina sia lasciata libera di esprimere i suoi pensierini, che magari possono essere corretti se scritti in italiano non corretto (ma l"impressione è che il pensierino fosse scritto in perfetto italiano senza inflessioni dialettali riconducibili al linguaggio padano) e....lasciarla giocare in pace come è giusto e sacrosanto per la sua età.

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

Si hai ragione chiedo scusa, non avevo capito bene la notizia.

Comunque che notizia è!
Si parla di aria fritta...

Da quanto capito, la lega pensava fosse una frase dell'insegnante, invece era della bambina.
Fine della storia.

Aria fritta

Modificato da fenarcom
1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Beh  diciamo  che  quando  nel  mirino  ci  sono  i gialloverdi e il celoduro in  primis  apriti  cielo  si scatena  il  finimondo ma  senza  fare   approfondimenti o  verifiche  mentre  se   al loro  posto   sono  altri  bene   va  tutto  bene  anzi  lode  e  merito a  chi lo fa...  siamo  mica    COERENTI .... un vaffff  grullesco  ci sta  tutto  !

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il 27/9/2018 in 14:32 , mark222220 ha scritto:

A Castel del Rio, sull'Appennino bolognese, la professoressa di italiano aveva assegnato un compito:"la bottiglia dei desideri". 
Ogni alunno della classe esprime un desiderio scrivendolo su un foglietto di carta che poi viene inserito su una bottiglia. 
Alla fine i foglietti vengono tutti estratti, letti ad alta voce e ricopiati sul quaderno da tutti i compagni di classe. 
Tra di loro, una ragazzina ha scritto:"Come facciamo a cacciare Salvini?".
L'insegnante chiede di cancellarlo, e già questo di per se è una vergogna. 
Ma andiamo avanti. 
Una compagna di classe lo trascrive ugualmente. 
Quando torna a casa i genitori (delle aquile, nda)  fotografano il compito, lo postano su facebook, ed esplode il finimondo. 
Il "commissario provinciale della Lega", un evidente analfabeta funzionale con altrettanto evidenti problemi cognitivi, scrive un post indignato sostenendo che "una professoressa ha assegnato un compito ai suoi alunni su come fare a cacciare Salvini". 
A questo punto interviene la Borgonzoni, sottosegretaria al Ministero per i Beni e le attività Culturali che si è ventata di non leggere libri da un decennio, che rilancia parlando di "fatto di una gravità inaudita". 
Il post arriva all'attenzione di Capitan Panzone che ci fa il solito post passivo aggressivo (sempre meglio che lavorare, sia mai). 
Ciliegina sulla torta? Il ministro della Pubblica Istruzione che annuncia di aver avviato un'ispezione nella suddetta scuola.  In pratica un consigliere provinciale, un sottosegretario e due ministri si sono mossi per chiedere ed esigere che una bambina di manco 12 anni venga punita per aver espresso il desiderio di voler cacciare Salvini. 

E che gli fate? 
La picchiate? 
Olio di ricino?
La galera? 
Il confino?
Gli revocate la cittadinanza? 

Fate schifo lo posso dire ?? Io intanto lo dico !! 

Dove sta il problema? Quella bambina è una bambina intelligente!  Dovremmo darle un premio e ringraziare i genitori perchè la stabbo crescendo bene. Applausi!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
In questo momento, ariafresca123 ha scritto:

Dove sta il problema? Quella bambina è una bambina intelligente!  Dovremmo darle un premio e ringraziare i genitori perchè la stabbo crescendo bene. Applausi!

stanno non stabbo, scusate

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

la tristezza di tutto sto bailamme é constatare ke il sogno di una ragazzina di 12 anni é cacciare un politico e ciò signifi*ca ke in casa le han già avvelenato l'animo con la politica facendole perdere tutte le cose belle ke dovrebbero essere patrimonio di un'adolescenza spensierata.

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
26 minuti fa, ariafresca123 ha scritto:

Dove sta il problema? Quella bambina è una bambina intelligente!  Dovremmo darle un premio e ringraziare i genitori perchè la stabbo crescendo bene. Applausi!

no, nn é una bambina intelligente, é una bambina usata da ki le toglie i sogni di cui ha diritto una 12enne.

la politica la facciano i genitori ma lascino i figli liberi di viversi una spensierata adolescenza; al partito cui votare penserà al momento giusto x recarsi alle urne col suggerimento di mamma e papà. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il 28/9/2018 in 17:43 , uvabianca111 ha scritto:

no, nn é una bambina intelligente, é una bambina usata da ki le toglie i sogni di cui ha diritto una 12enne.

la politica la facciano i genitori ma lascino i figli liberi di viversi una spensierata adolescenza; al partito cui votare penserà al momento giusto x recarsi alle urne col suggerimento di mamma e papà. 

Non si tratta di votare, per quello c'è tempo. Ma i bambini sono più intelligenti di quello che si pensa, non sono razzisti, e riescono ad essere amici anche con gli immigrati. Merito anche dei genitori che l'hanno educata bene. Speriamo non si sciupi nel crescere.

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, ariafresca123 ha scritto:

Non si tratta di votare, per quello c'è tempo. Ma i bambini sono più intelligenti di quello che si pensa, non sono razzisti, e riescono ad essere amici anche con gli immigrati. Merito anche dei genitori che l'hanno educata bene. Speriamo non si sciupi nel crescere.

educata bene? ovvio tu sia d'accordo: lo scritto della 12enne concorda col tuo pensiero ma nn credo sia farina del suo sacco bensì esca da altre teste ke presto la indirizzeranno pure all'odio verso l'avversario.  nessun sogno adolescenziale ma politica e ciò é veramente triste.  giusta l'amicizia con tutti e sottolineo tutti  con l'augurio, un domani, nn abbia affrontare brutte realtà e giustificarle.

votare c'é tempo? 6 anni volano...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora