è giustocostringere i figli a seguire le proprie orme professionali?

conosco tanti miei coetanei insoddisfatti, che magari mollano un lavoro che non amano, mache i loro genitori li hanno costretti a intraprendere.

poi c'è anche il problema delle capacità, non tutti abbiamo l'attitudine per le stesse materie, quindi, il figlio di un avvocato, può essere un incapace, come il figlio di un operaio può diventare un grande neurochirurgo.

premesso questo, io trovo un atto egoistico costringere un figlio a seguire una strada che non ama. capisco spingerlo a scegliere un lavoro dignitoso, a farsi una cultura, ma il resto mi sembra aberrante. anche perchè, alla fine, farà un biancio della sua vita e si troverà con un pugno dimosche in mano. e allora a che pro? voi genitori, spingete i figli dove volete o li lasciate seguire le loro inclinazioni? e voi che non avete figli, se ne aveste, come vi comportereste?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

5 messaggi in questa discussione

Lo trovo demenziale... ma in una società in crisi quasi obbligata come scelta

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Io non ho figli ma credo sia essenziale dai 17/18  anni in poi (diciamo dopo la tempesta adolescenziale) lasciare che decidano quel che vogliono fare della propria vita,

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

conosco un botto di gente insoddisfatta che proietta sui figli desideri che non ha inseguito con la stessa diplomazia con cui hitler trattava i suoi sottoposti. La stessa! Terrificante 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, ameliadespell ha scritto:

conosco tanti miei coetanei insoddisfatti, che magari mollano un lavoro che non amano, mache i loro genitori li hanno costretti a intraprendere.

poi c'è anche il problema delle capacità, non tutti abbiamo l'attitudine per le stesse materie, quindi, il figlio di un avvocato, può essere un incapace, come il figlio di un operaio può diventare un grande neurochirurgo.

premesso questo, io trovo un atto egoistico costringere un figlio a seguire una strada che non ama. capisco spingerlo a scegliere un lavoro dignitoso, a farsi una cultura, ma il resto mi sembra aberrante. anche perchè, alla fine, farà un biancio della sua vita e si troverà con un pugno dimosche in mano. e allora a che pro? voi genitori, spingete i figli dove volete o li lasciate seguire le loro inclinazioni? e voi che non avete figli, se ne aveste, come vi comportereste?

pensate che a me qualcuno abbia mai chiesto cosa vuoi fare de grande? Assolutamente no, ma erano altri tempi, l'imperativo era aiutare a tirare le carretta in qualsiasi modo. Io non ho figli ma al di la di una qualsiasi necessità economica famigliare lascerei un figlio libero di prendere le proprie decisioni, ma cercherei anche di renderlo responsabile delle scelte

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
22 minuti fa, refusi ha scritto:

pensate che a me qualcuno abbia mai chiesto cosa vuoi fare de grande? Assolutamente no, ma erano altri tempi, l'imperativo era aiutare a tirare le carretta in qualsiasi modo. Io non ho figli ma al di la di una qualsiasi necessità economica famigliare lascerei un figlio libero di prendere le proprie decisioni, ma cercherei anche di renderlo responsabile delle scelte

era un po' diverso ref, servivano tutte le braccia disponibili anche solo per mettere insieme il pranzo con la cena.

comunque condivido,ifigli vanno resi responsabili di quello che fanno.

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963