Medico aggredito in villa. Non comprerò mai una pistola.

Il Dottor.  Martelli, in merito alla sicurezza di vivere in quella località e di lasciare la villetta dice " È la nostra casa, l'abbiamo costruita su misura per nostro figlio disabile senza barriere architattoniche. Cercherò di renderla un po più sicura".

E sull'idea di comprare una pistola è certo: "Io la pistola non me la compro. Averla significa essere disposti a usarla e un cittadino normale non lo è. É lo stato che deve difenderci"

 

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

6 messaggi in questa discussione

2 minuti fa, ildi_vino ha scritto:

Il Dottor.  Martelli, in merito alla sicurezza di vivere in quella località e di lasciare la villetta dice " È la nostra casa, l'abbiamo costruita su misura per nostro figlio disabile senza barriere architattoniche. Cercherò di renderla un po più sicura".

E sull'idea di comprare una pistola è certo: "Io la pistola non me la compro. Averla significa essere disposti a usarla e un cittadino normale non lo è. É lo stato che deve difenderci"

 

Il sottoscritto possiede una discreta e nutrita armeria a casa, fatta di armi vecchie e nuove. Solo armi “lunghe” che sono perlopiù da caccia, da tiro sportivo e ricreativo. Neanche una pistola che sia una. Non amo particolarmente l’arma corta, mi sembra infida, aggressiva anche se terribilmente efficace. Troppo facile portarsela appresso e occultarla, ancora di più lasciarla sopra/dentro il comodino pronta per l’uso. 

Meglio l’antifurto rappresentato dal miglior amico dell’uomo affiancato  da quello elettronico. 

Lo stato deve difenderci anche nel non lasciare in giro certa gentaglia, ributtata fuori grazie alle leggi permissive.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

E' medico...se gli spara..dopo gli tocca pure curarli.....................................mah!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

ke il derubato spari o nn spari, sarà sempre lui a soccombere:  o al delinquente con furto o pestaggio o dallo stato con, se c'é arma, eccesso legittima difesa.  x questa nobile ragione i delinquenti di tutte le takke, nostrani, extcmtari o comunit/est  preferiscono "lavorare" qui. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il 24/9/2018 in 11:57 , ildi_vino ha scritto:

Il Dottor.  Martelli, in merito alla sicurezza di vivere in quella località e di lasciare la villetta dice " È la nostra casa, l'abbiamo costruita su misura per nostro figlio disabile senza barriere architattoniche. Cercherò di renderla un po più sicura".

E sull'idea di comprare una pistola è certo: "Io la pistola non me la compro. Averla significa essere disposti a usarla e un cittadino normale non lo è. É lo stato che deve difenderci"

 

Una persona degna di tale nome, che rifiuta di scendere al livello di quei porci che lo hanno aggredito, e sicuramente dà più fastidio a quei poveretti che pensano che l'unica soluzione siano le armi..riceveranno anche loro la stecca dai fabbricanti?...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

io nn farò mai entrare in casa mia armi xò nn mi sento di condannare ki, aggredito nella tranquillità della sua casa, si difende ma verrà accusato da parte della magistratura (é già accaduto) x ecceso legittima difesa e, beffa delle beffe, pure condannato ad indennizzare il delinquente.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora