svizzera come sempre prima degli altri

Il divieto del burqa avanza in Svizzera. Dopo il cantone italiano, Canton Ticino, anche il Canton San Gallo ha infatti messo al bando nei luoghi pubblici il velo islamico.

Quasi il 67% dei residenti del cantone ha votato oggi favore della misura. Nella maggior parte dei Comuni il consenso ha spesso superato la soglia del 70%. La revisione della legge sulle contravvenzioni era stata approvata di misura dal parlamento cantonale a fine 2017, grazie al sostegno dei partiti della destra  e di centro, ma è stata subito combattuta dalle sezioni giovani di Socialisti, Verdi e Verdi liberali che hanno fatto indire un referendum.

Il testo adottato dal legislativo cantonale, che si ispira all’articolo costituzionale già in vigore in Ticino, prevede che chiunque si copra il volto in pubblico sia punibile se “minaccia o mette in pericolo la sicurezza pubblica o la pace sociale o religiosa”.

In Italia esiste già tale legge. Ma molti comuni non la fanno rispettare. Comunque, il problema non è tanto multare chi indossa il burqa, ma che ci sia, tra noi, chi lo indossa.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

0 messaggi in questa discussione

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora