La madre ringrazia la Guardia di Finanza. E' così tragico se un figlio si fa una canna?

Qualche giorno fa un ragazzo di 16 anni si è suicidato perché beccato con 10 grammi di hashish, fatto che mi ha lasciato molto perplesso...

Poi ieri ho letto che in chiesa la madre, durante i funerali, ha ringraziato la Guardia di Finanza "per avere ascoltato un urlo di disperazione di una madre che non poteva accettare di avere suo figlio perdersi ed ha provato con ogni mezzo di combattere la guerra contro la dipendenza". E le Fiamme Gialle hanno confermato: ci hanno attivato i genitori.

http://www.corriere.it/cronache/17_febbraio_15/lavagna-funerali-sedicenne-hashish-madre-appello-61582bba-f398-11e6-a927-98376e914970.shtml

Ora, io dico, scopri che tuo figlio - come del resto molti dei suoi coetanei - si fa qualche canna, magari la situazione gli è pure sfuggita di mano, ma tu genitore anziché denunciarlo, non avresti fatto meglio a parlargli? E' così grave farsi qualche canna a 16 anni??

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

17 messaggi in questa discussione

dal mio punto di vista no, qualche canna non è una tragedia, ma c'è in atto una tale politica del terrore, che genitori ignoranti fanno di questi danni.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

io non riesco proprio a capire come un genitore si faccia spaventare a tal punto da chiamare le guardie...

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Che disastro ha fatto la madre

Unica responsabile di tutto!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Io credo che il problema fosse familiare, non ti ammazzi per 10 grammi di hashish... a parer mio.... 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Non è tragico che un figlio si faccia una canna ma ho troppo rispetto per il ruolo (difficilissimo) genitoriale per giudicare una vicenda tanto drammatica.

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

credo che il problema sia l'emulazione di santa Rita.
ovvero "Dio uccidi i miei figli, così non potranno peccare con un atto di omicidio e vendetta"
Dio ovviamente ascolto, 3 morti e lei è santa.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

No non è tragico farsi una canna, il tragico è che si sia buttato per una canna.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, ameliadespell ha scritto:

dal mio punto di vista no, qualche canna non è una tragedia, ma c'è in atto una tale politica del terrore, che genitori ignoranti fanno di questi danni.

non darei la colpa ai genitori, e non si tratta di tolleranza o meno, ma di fragilità personale, in passato qualcuno si era suicidato per colpa del nonnismo, che è sempre esistito nelle caserme ma che  sino agli anni novanta non aveva causato nessuna vittima.  La colpa? A chi attrinbuirla? A questi tempi e a questa società che crea individui disadattati capaci solo di uniformarsi a un modello di massa e privi di personalità, , incapaci di reagire se presi singolarmente, forti e prepotenti in gruppo. Carnefici  o vittime a seconda dei casi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
8 minuti fa, refusi ha scritto:

No non è tragico farsi una canna, il tragico è che si sia buttato per una canna.

appunto!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
In questo momento, refusi ha scritto:

non darei la colpa ai genitori, e non si tratta di tolleranza o meno, ma di fragilità personale, in passato qualcuno si era suicidato per colpa del nonnismo, che è sempre esistito nelle caserme ma che  sino agli anni novanta non aveva causato nessuna vittima.  La colpa? A chi attrinbuirla? A questi tempi e a questa società che crea individui disadattati capaci solo di uniformarsi a un modello di massa e privi di personalità, , incapaci di reagire se presi singolarmente, forti e prepotenti in gruppo. Carnefici  o vittime a seconda dei casi.

non do la colpa ai genitori, in realtà, ma alla disinformazione, unita ad una predisposizione caratteriale.

sono state varie concause:genitori disinformati a causa digiornalisti incompetenti ed attenti allo scoop più che ad una vera informazione, il busisness della "lotta alle droghe" che invece di aiutare crea terrorismo psicologico, la società, la fragilità del ragazzo, insomma, un po' un gruppo di concause.

un fatto è certo, se la madre non avesse chiamato la finanza, quel ragazzo sarebbe stato ancora vivo.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Farsi una canna ogni tanto da giovane non è mai stata una tragedia. L'importante è sempre non eccedere. Da questo a portare al suicidio ce ne passa!!!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
4 minuti fa, ameliadespell ha scritto:

non do la colpa ai genitori, in realtà, ma alla disinformazione, unita ad una predisposizione caratteriale.

sono state varie concause:genitori disinformati a causa digiornalisti incompetenti ed attenti allo scoop più che ad una vera informazione, il busisness della "lotta alle droghe" che invece di aiutare crea terrorismo psicologico, la società, la fragilità del ragazzo, insomma, un po' un gruppo di concause.

un fatto è certo, se la madre non avesse chiamato la finanza, quel ragazzo sarebbe stato ancora vivo.

considerando quanta gente si fa e quanta si impasticca e abusa dell'alcon al giorno d'oggi, direi che il business della lotta alla droghe si trovi decisamente in perdita.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
4 minuti fa, refusi ha scritto:

considerando quanta gente si fa e quanta si impasticca e abusa dell'alcon al giorno d'oggi, direi che il business della lotta alla droghe si trovi decisamente in perdita.

"ni", il busisness non vuole risolvere il problema, ma ottenere soldi. hai mai notato quanti banchetti di "sedicenti comunità" prima fra tutte "i lauri" vedi per strada, sempre pronti a spillare soldi?

se i drogati cessassero di esistere loro come guadagnerebbero?

il busisnessnon centr nulla con la lotta alla droga, è solo facciata.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
6 minuti fa, ameliadespell ha scritto:

"ni", il busisness non vuole risolvere il problema, ma ottenere soldi. hai mai notato quanti banchetti di "sedicenti comunità" prima fra tutte "i lauri" vedi per strada, sempre pronti a spillare soldi?

se i drogati cessassero di esistere loro come guadagnerebbero?

il busisnessnon centr nulla con la lotta alla droga, è solo facciata.

 

 

 

beh di quelli ce ne sono per la droga, per l'aids e per tante altre cose ancora, ma quello è al di la della vera lotta alla droga, quelle sono solo le furbate delle associazioni che soprevvivono appunto con il sistema delle offerte, lo so che solo il 10% di quanto raccolto arriva a destinazione, il resto serve a riempire le capaci tasche dei cosidetti "volontari" io mi diverto sempre un sacco quando li incontro, ormai mi conosconio e mi evitano. Riguardeio al resto io sono all'antica e sono decisamente contrario all'uso di droghe. Si ,o so, maa cosa vuoi che sia una canna? Già cosa vuoi che sia una canna, ma quanti sono nelle condizioni o hanno la capacita di fermarsi alla canna?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

sì, ovvio, infatti non ho parlato di lotta alla droga, ma di busisness... ma sono quelli che circuiscono le persone disinformate.

la canna non provoca assuefazione,è normalissimo fermarsi lì,anche questa è disinformazione. tanto più che la campagna contro la cannbis fu tutta un'invenzione della fda (food and drugs administration) statunitense alla fine del proibizionismo. se leggi bene, glieffetti attribuiti alla cannabis,sono identici a quelli dell'*** di alcool.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Vi vogliono far credere che fumare una canna è normale, che faticare a parlarsi è normale, che andare sempre oltre è normale. Qualcuno vuol soffocarvi" ha detto la donna ai ragazzi presenti al funerale. "Diventate protagonisti della vostra vita e cercate lo straordinario. Straordinario è mettere giù il cellulare e parlarvi occhi negli occhi. Invece di mandarvi faccine su whatsapp, straordinario è avere il coraggio di dire alla ragazza sei bella invece di nascondersi dietro a frasi preconfezionate".

Questa donna parla ai giovani, lo sà benissimo che fermare il business della droga è impossibile.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Secondo me ha detto un sacco di idiozie

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963