Grassi saturi, è vero che fanno male?

Che differenza c'è tra grassi saturi, monoinsaturi e polinsaturi? E perchè i primi fanno male?

So che un consumo eccessivo di grassi saturi provoca l'aumento del colesterolo cattivo e malattie legate al sistema cardiovascolare

Tra i principali alimenti che li contengono figurano carni grasse, insaccati, fritture di ogni tipo, burro, strutto, margarine e qualsiasi altro grasso idrogenato, latte intero, panna, formaggi grassi, frattaglie, uova, insaccati e cibi ad alto indice glicemico, incluse le bevande tipo cola ed i succhi di frutta industriali

Ma qualcuno sa spiegarmi bene la faccenda?

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

8 messaggi in questa discussione

ci sono vari siti internet che lo spiegano

e il problema reale non è la questione grassi saturi ma la questione bilanciamento

i grassi saturi in sè non sono un problema anzi farebbero bene anche al cuore

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

qui c'è praticamente un papiro sulle differenze e sull'approccio all'argomento nel corso degli anni. Se ce la fai a leggerlo, credo ti chiarirà di parecchio le idee. Ti spiegano tutto e, in effetti, come ha detto ozu, i grassi saturi non sono il "male assoluto", anzi.

https://www.nutrizionenaturale.org/i-grassi-e-la-salute/rapporto-la-verità-sui-grassi-saturi/

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

per fare un riassuntino delle lezioni di biologia che si fanno alle scuole superiori e che pseudoscienziati (che magari non hanno uno straccio di competenza) tentano di sravolgere, posso dirti che i grassi sono comporti da una testa e una 2 o 3 code (i cosiddetti triglicerididi cui fa parte il colesterolo). si chiamano poliinsaturi i grassi che hanno 1 sola coda, quindi, passami il termine non proprio corretto, 2 spazi liberi, monoinsaturiquelli con 2 code e saturi quelli con 3 code.

il colesterolo e altri grassi saturi, formano la membrana celluare,insieme a delle protine dette "pom.pa" che permettono lo scambio di sostnze tra le cellule e l'esterno.

la realtà è cheesistono 2 isomeri (molecole con stessa formula chimica ma diversa struttura) di colesterolo,uno utilizzabile e l'atro inutilizzabile, il quale tende a depositarsi nelle vene, ostruendole.

in pratica, quello che bisogna fare è: assumere circa il 50% digrassi saturi, stando attenti al tipo,  possibilmente, e il restante in percentuale tra grassi monoinsaturi e grassi polinsaturi (in quantità minore), i quali possono contrastare il colesterolo libero nel sangue.

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
12 minuti fa, jbarnes ha scritto:

qui c'è praticamente un papiro sulle differenze e sull'approccio all'argomento nel corso degli anni. Se ce la fai a leggerlo, credo ti chiarirà di parecchio le idee. Ti spiegano tutto e, in effetti, come ha detto ozu, i grassi saturi non sono il "male assoluto", anzi.

https://www.nutrizionenaturale.org/i-grassi-e-la-salute/rapporto-la-verità-sui-grassi-saturi/

grazie!!!  articolo veramente esplicativo!

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
36 minuti fa, lala-mustan1 ha scritto:

grazie!!!  articolo veramente esplicativo!

figurati! :)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

ogni volta che mangio il cocco una mia collega mi ricorda come faccia male uno smodato consumo proprio per via di questi grassi

il risultato è che ora mangio pochissimo cocco.
ma credo che abbia ragione.

ho cambiato con l'ananas che invece fa bene.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

non sono in gradi di risponderti mai spiace.... ma di sicuro in internet troverai spiegazioni

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

ma questi sono i tipici discorsi da salutisti che non vanno da nessuna parte. 
io mangio stanto attento a non mangiare troppo zucchero. 
quello si che fa male per i grassi poco fritto e usate olio buono di oliva.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora