Nessun dubbio sul servo Scemenzi

L’attacco dei No Triv: “Confermato il favore ai petrolieri”

Il caos nel Pd risveglia anche l’attenzione di comitati. Tra tutti, ieri, anche il comitato No Triv, promotore del referendum di aprile sulle trivelle per il quale Matteo Renzi e il governo promossero una campagna per il non voto. “Nel corso della direzione del Pd – hanno spiegato – è venuta finalmente a galla la verità, non smentita da Matteo Renzi. La norma oggetto del referendum fu osteggiata per evitare lo smantellamento delle piattaforme petrolifere.

Un bel regalo ai petrolieri. Altro che difesa dei posti di lavoro”. Il riferimento è a un passaggio dell’intervento del governatore della Puglia Michele Emiliano che, parlando dell’esito del referendum e dopo aver raccontato della telefonata ricevuta quella sera stessa con Renzi, gli ricorda come si fosse accorto che l’unica ragione della sopravvivenza di quel quesito era il de-commissioning delle piattaforme, la loro dismissione che sarebbe costata miliardi alle piattaforme. “Tu stesso te ne rendesti conto alla fine”, dice Emiliano rivolgendosi a Renzi. E poi aggiunge: “Che poi può essere anche un ragionamento valido: se quelle aziende sono strategiche, perché gravarle?”

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

5 messaggi in questa discussione

Modestamente, alla stessa logica conclusione del governatore Emiliano era pervenuto anche il sottoscritto quando, nel vecchio forum, parlava degli ingenti costi del decommissioning delle piattaforme petrolifere off-shore (smantellamento e messa in sicurezza del sito ), costi a carico delle compagnie, le quali però, grazie all'enorme favore ricevuto da un governaccio amico (per non dire servo), possono rinviare l'operazione e la relativa spesa lasciando le piattaforme ad arrugginire in mare fino alle calende greche (con tutti i rischi ambientali del caso). Era quello il vero motivo per cui bisognava far fallire il referendum sulle trivelle. Mentre la storiella degli 11.000 posti di lavoro a rischio era una colossale balla del pinocchio che all'epoca stava a palazzo Chigi e che invitava la gente a violare la Costituzione disertando le urne.

http://archivio.forum.virgilio.it/politica-economia/renzi-berlusconi/come-tempi-minzolingua

http://archivio.forum.virgilio.it/politica-economia/renzi-berlusconi/finalmente-sono-stati-contati

Michele Emiliano oggi passa per un falco della minoranza, ma in realtà lui era renziano ed è un gigante buono, troppo buono. Al suo posto, alla direzione nazionale del Pd io mio sarei rivolto al segretario con le seguenti testuali parole:

Caro Matteo, dimettiti subito, hai fatto già troppi danni, al paese e al partito, la tua farsa è durata anche troppo. E scordatelo di ricandidarti al Congresso. Che cosa aspetti a lasciare la politica come hai promesso? Un partito serio che vuole cambiare l'Italia non può essere guidato da un pulcinella che racconta balle, da un ignorante che non conosce la Costituzione (vedasi anche la figuraccia Italicum) e da un maleducato che si rimangia la parola senza neppure chiedere scusa agli italiani.


Sarebbero state considerate parole irrispettose? Niente affatto, sarebbero state parole di verità. Semmai irrispettose furono le parole del patetico Giachetti che diede della facciadiculo a Roberto Speranza. Uno dei più insondabili misteri della vita per me è il seguente: come fanno persone serie e di sinistra come Emiliano e Speranza a stare tuttora nello stesso partito di Renzi e Giachetti? Boh!

Modificato da fosforo31
1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ahahahahaha , ragazzi siete uno spettacolo !! Uno vorrebbe affidare le sorti del Paese a dei bravi ragazzi gestiti a poca distanza dalla Casaleggio & Associati e l'altro che invece lo vorrebbe gestire con le antiche teorie marxiste con rivisitazioni in babà alla crema alla Tsipras ( a proposito Fosforo , non hai ribattuto niente circa l'alleanza di quest'ultimo con la destra greca , nda). Vedervi d'accordo addirittura sulle decomissioning fa un certo effetto e suscita un minimo di ilarita'. Nel frattempo , però , e giuro che sono sincero , mettetevi l'animo in pace e fate una robusta scorta di Maalox Ranidil perche presto , molto presto , ne avrete bisogno . E voi , relegati all'irrilevanza politica ed alla sconfitta politica e permanente , ne farete un robusto uso per lenire i malesseri psicofisici che un nuovo esecutivo guidato dalla più importante risorsa politica italiana vi produrrà . Auguri ( in anticipo) . Saluti. Scusate , torno a sorridere .?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ah , dimenticavo .Emiliano , che sembra essere diventato un tuo beniamino solo perché è contro Renzi, e' solo un miserabile che intanto non si è ancora dimesso dalla Magustratura nonostante che ne divesse sentire almeno l'obbligo morale , ma e' il solito che quando necessitava dei voti dei Renziani per diventare Governatore della Puglia ne tracciava le lodi tutti i giorni . Per quel che ha detto e fatto secondo me c'erano gli estremi per cacciarlo dal partito . Il Caudillo e' più buono e democratico di me e lo accetta come sfidante . Ahahahsjshah , per asfaltarlo....!! 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Beato te che te la ridi, Mark. E che ti distrai tirando in ballo i soliti 5S (l'arma di distrazione di massa di Telerenzi, ex Rai), il solito Tsipras (che, dopo una crisi spaventosa provocata da altri, nel 2017 cederà a noi la maglia nera della crescita europea) e il solito Emiliano, quel galantuomo colpevole di avere aperto gli occhi su Renzi prima di altri e dunque da te declassato a "miserabile". Fossi al tuo posto, io non sarei così allegro e mi preoccuperei per il futuro del tuo partito. Il quale, se non te ne fossi accorto, oggi non se la passa benissimo, anzi potrebbe avere i mesi se non addirittura i giorni contati, almeno come grande partito della sinistra. E il colpevole di questo dramma politico non è certo Emiliano, bensì quel giovane ma già decotto disastro vivente che ancora oggi illude te e pochi altri ingenui contenti di farsi traghettare in una versione leopoldina in formato ridotto della vecchia  Dc, svuotata di ideali e consenso e imbottita di chiacchiere e arroganza verticistica.  

P.S. Ti informo che, dopo il consigliere comunale Salvatore Madonna, un altro piddino è iscritto nel registro degli indagati della Listopoli partenopea: Gennaro Mola, noto dirigente del Pd campano nonché compagno della candidata sindaca Valeria Valente (compagno in senso sentimentale, perché nel Pd renziano i compagni sono in estinzione o in fuga). http://www.ilfattoquotidiano.it/2017/02/15/napoli-candidati-loro-insaputa-indagato-anche-esponente-del-pd-e-compagno-di-valeria-valente/3393896/    Dunque attendo ancora pazientemente le tue scuse.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, fosforo31 ha scritto:

Beato te che te la ridi, Mark. E che ti distrai tirando in ballo i soliti 5S (l'arma di distrazione di massa di Telerenzi, ex Rai), il solito Tsipras (che, dopo una crisi spaventosa provocata da altri, nel 2017 cederà a noi la maglia nera della crescita europea) e il solito Emiliano, quel galantuomo colpevole di avere aperto gli occhi su Renzi prima di altri e dunque da te declassato a "miserabile". Fossi al tuo posto, io non sarei così allegro e mi preoccuperei per il futuro del tuo partito. Il quale, se non te ne fossi accorto, oggi non se la passa benissimo, anzi potrebbe avere i mesi se non addirittura i giorni contati, almeno come grande partito della sinistra. E il colpevole di questo dramma politico non è certo Emiliano, bensì quel giovane ma già decotto disastro vivente che ancora oggi illude te e pochi altri ingenui contenti di farsi traghettare in una versione leopoldina in formato ridotto della vecchia  Dc, svuotata di ideali e consenso e imbottita di chiacchiere e arroganza verticistica.  

P.S. Ti informo che, dopo il consigliere comunale Salvatore Madonna, un altro piddino è iscritto nel registro degli indagati della Listopoli partenopea: Gennaro Mola, noto dirigente del Pd campano nonché compagno della candidata sindaca Valeria Valente (compagno in senso sentimentale, perché nel Pd renziano i compagni sono in estinzione o in fuga). http://www.ilfattoquotidiano.it/2017/02/15/napoli-candidati-loro-insaputa-indagato-anche-esponente-del-pd-e-compagno-di-valeria-valente/3393896/    Dunque attendo ancora pazientemente le tue scuse.

Caro Fosforo , la tua "disonesta'" intellettuale sta arrivando a vette impensabili . Tralascio i commenti sul tuo nuovo idolo Emiliano che appare così solo perché "avversario" di Renzi , tralascio i tuoi " non commenti " su Tsipras del quale te , da elettore di quel movimento , ti indigni perché nel governo Renzi ci sono ben 2 ministri del NCD e non ti indigni , tacendo spudoratamente, che in Grecia , Tsipras , governa organicamente con la destra populista e razzista di Kammaneos, tralascio i tuoi commenti da anti Renziano ed anti PD sulla fine che farà detto partito e mo concentro sul problema avvisi di garanzia sulle liste false di Napoli che , vedo , ti appassionano molto di più di quelle di Palermo e di Bologna dove sono coinvolti ben 14 esponenti del M5S tra cui 3 Parlamentari . Vedi Fosforo , se invece di leggere solo il Fatterello Quotidiano ( 30.000 copie giornaliere e tutta la redazione che occupa militarmente l'ampia gamma dei talkshow televisivi ) sapresti come tutta l'altra stampa tratta l'argomento e non da tifoso innamorato come fai te.  A Mola e' giunto un avviso a comparire , perché ciò e' un atto dovuto dopo le dichiarazioni di Stefano che ha detto , senza peraltro fornire le prove, che i nominativi delle 24 persone inserite nella lista Napoli Vale glieli ha forniti lo stesso Mola . Ora te sai ( o dovresti sapere ) che di fronte ad una accusa del genere deve indagare e per indagare deve emettere un avviso . Se non lo facesse non potrebbe indagare e lascerebbe a Mola lo status di testimone così come era prima delle affermazioni di Stefano che , ti ricordo , le firme le raccoglieva per la lista Napoli Vale e non per il Pd visto che il PD i nominativi inseriti nella propria lista se li faceva certificare da un Notaio. Chiaro ??? Credo , quindi , che anche stavolta rimarrai deluso mentre se invece avrò torto e se Mola dovrà risponderne penalmente, non avrò nessuna difficoltà  a condannare il fatto è chiederti scusa . Mi auguro che anche te farai la solita cosa per i tanti personaggi del PD da te preventivamente condannati a parole e sul FQ e poi scagionati per non aver commesso il fatto ( De Luca in primis , nda).  Saluti 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora