MERDe, ALORS....

Inviata (modificato)

Ancora  una  volta  si  dimostra  l'ignoranza  e  ci  si vanta  pure....

Per intenderci, il ministro Asselborn non ha detto che Salvini è un escremento.

“*** alors” è un’espressione francese che potrebbe essere tradotta come “diamine”, oppure “dannazione” o ancora “*** vacca”.

L'immagine può contenere: 1 persona, con sorriso, testo
Fabio Salamida

Caro Ministro dei Tweet o chi per lui, tre piccole precisazioni.

1) in mezzo ai nostri nonni emigrati c’erano tante mele marce... Mafiosi, picciotti di mafiosi, persone senza arte né parte che cercavano fortuna in paesi più ricchi. Poi c’erano tanti onesti lavoratori, come i tanti onesti lavoratori stranieri che oggi vivono in Italia.

2) “*** alors” non vuol dire “merd*”, ma è un’imprecazione che da noi si potrebbe tradurre “diamine” o “dannazione”. Non serve sapere il francese, basta una veloce ricerca su google prima di dare in pasto una scemenza a mandrie di trogloditi che poi ci credono.

3) Nel paradiso fiscale che citi i Pm di Genova stanno cercando i soldi della Lega, quelli che non si trovano più.

P.s.: sui ministri “più normali” eviterei di fare paragoni...

Bacione “capitano” 1f618.png

Modificato da pm610

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

4 messaggi in questa discussione

Alla mia età e dopo due otiti perforanti non ci posso giurare, ma i timpani si sono rigenerati e francamente un "merd" a me parebbe di averlo sentito. Niente di grave, per carità: per chi ha frequentato i Bossi e i Borghezio certe imprecazioni sono note musicali. A proposito di Borghezio, mi pare anche di aver sentito che era uno dei pochi politici presenti ieri alla messa in suffragio per Marchionne, con Renzi e Fassino naturalmente. In ogni caso nel divertente battibecco di ieri io sto con il lussemburghese. Prima di tutto, quando mai avete visto un ministro tedesco o francese abbassarsi a litigare con un ministro del Granducato, o di Malta o del Principato di Monaco? Salvini in Europa, come Renzi e Berlusconi a loro tempo, ma in forme diverse,  tradisce tutto il suo provincialismo. Scherzi della kakistocrazia, cioè della nostra meritocrazia all'incontrario. Siamo l'ottava potenza mondiale ma ci facciamo rappresentare  sul proscenio internazionale da guitti indegni del Burundi. Però bisogna anche dare a Matteo (Salvini) quel che è di Matteo. A differenza dell'altro Matteo, il pivello che si dava arie da navigato statista e discuteva in inglese maccheronico solo con gli Obama e con i big europei, il nostro ministro dell'Interno ha confermato di essere un politico spontaneo, casereccio, privo di snobismo. Discuterebbe di immigrazione e di flat tax pure con il portinaio del Viminale. Detto questo,  è chiaro che, se Salvini avesse avuto educazione e cultura all'altezza del suo ruolo, avrebbe per lo meno convenuto sulla legittimità della tesi del collega e lo avrebbe ringraziato per i tanti emigrati italiani che hanno trovato residenza e lavoro in Lussemburgo. Dove oggi il 34% dei sudditi del Granduca parla correttamente l'italiano (Wiki). Ignoro se nel programma elettorale della Lega ci fossero misure specifiche volte a incrementare il tasso di natalità degli italiani, in effetti sceso a livelli inauditi e preoccupanti. Ma Salvini l'ha fatta fuori dal vaso parlando della natalità degli autoctoni come se fosse una alternativa seria all'immigrazione per coprire sul breve e medio periodo tutte le mansioni che pochi autoctoni, italiani ed europei, oggi gradiscono svolgere. Intanto bisogna attuare misure concrete per stimolare le nascite, e la Lega per ora non le ha nemmeno proposte. Poi le coppie devono (preferibilmente) trovare lavoro, mettere su casa e unirsi in matrimonio. Poi bisogna copulare di buona lena e aspettare. Poi servono 9 mesi di gestazione. Poi 16-18 anni almeno per raggiungere un'età da lavoro, e infine bisogna sperare che tra circa 20-25 anni i nati con il baby boom innescato da Salvini non siano troppo viziati e accettino i lavori umili cui provvedevano gli immigrati. Insomma, è vero che tra un populista degno di questo nome e un tappetaro qualsiasi ci può essere una certa differenza. Ma non nel caso di Salvini e delle sciocchezze che ha detto ieri meritandosi le imprecazioni o le parolacce del collega lussemburghese. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
8 ore fa, pm610 ha scritto:

Ancora  una  volta  si  dimostra  l'ignoranza  e  ci  si vanta  pure....

Per intenderci, il ministro Asselborn non ha detto che Salvini è un escremento.

“*** alors” è un’espressione francese che potrebbe essere tradotta come “diamine”, oppure “dannazione” o ancora “*** vacca”.

L'immagine può contenere: 1 persona, con sorriso, testo
Fabio Salamida

Caro Ministro dei Tweet o chi per lui, tre piccole precisazioni.

1) in mezzo ai nostri nonni emigrati c’erano tante mele marce... Mafiosi, picciotti di mafiosi, persone senza arte né parte che cercavano fortuna in paesi più ricchi. Poi c’erano tanti onesti lavoratori, come i tanti onesti lavoratori stranieri che oggi vivono in Italia.

2) “*** alors” non vuol dire “merd*”, ma è un’imprecazione che da noi si potrebbe tradurre “diamine” o “dannazione”. Non serve sapere il francese, basta una veloce ricerca su google prima di dare in pasto una scemenza a mandrie di trogloditi che poi ci credono.

3) Nel paradiso fiscale che citi i Pm di Genova stanno cercando i soldi della Lega, quelli che non si trovano più.

P.s.: sui ministri “più normali” eviterei di fare paragoni...

Bacione “capitano” 1f618.png

Che Salvini creda che "*** Alors" voglia dire "sei una mer da" ci sta.  A stento parla e scrive in Italiano corretto e corrente, non possiamo chiedergli competenze in lingue straniere diverse dal valbrembano.  Il fatto è che "*** Alors" corrisponde al nostro "Ma che caz.z.o !!". Ed è un'esclamazione, non un"offesa. Qualche giornalista dovrebbe farglielo notare, ma forse sarebbe fatica sprecata se , addirittura , il Cazzaro di Napoli , con l’otite perforante ha sentito tutto distintamente . 

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Lo  dice  anche  il  dizionario  ma  purtroppo  quando   si  diventa fans dei gialloverdi    arrivano ad  ingurgitare  tutto

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora