SALVINI CHI ?

Il RosiconeMi piace

Tanti Italiani credono a Salvini.
Ma chi è Salvini?
Matteo Salvini nasce a Milano nel 1973.
A 12 anni partecipa a Doppio Slalom.
A 20 anni partecipa al Pranzo è Servito.
Sono questi i due maggiori traguardi del ragazzo che, anzichè studiare, preferisce frequentare il CENTRO SOCIALE LEONCAVALLO e fondare i COMUNISTI PADANI.
Non si laureerà mai ma nel 1993 riuscirà a farsi eleggere CONSIGLIERE COMUNALE, risolvendo così anche il problema del lavoro.
Un matrimonio fallito alle spalle e un figlio.
Una convivenza fallita alle spalle e una figlia.
Attualmente con una velina.
Salvini è nella lega dal 1990.
Era nella lega quando la Lega offrì soccorso per salvare dai processi Cosentino e alcuni boss della CAMORRA.
Era nella Lega quando la Lega firmò e sottoscrisse tutte le 37 leggi ad personam del regime di SILVIO. 
Era nella Lega quando la Lega si aggiudicò il triste primato di partito i cui parlamentari detengono il maggior numero di doppi e tripli incarichi.
Era nella Lega quando la Lega piazzò parenti, figli ed amici su comode e molto remunerate poltrone.
Fu lui stesso a dare un lavoro al FRATELLO DI BOSSI sistemandolo come assistente parlamentare al PARLAMENTO EUROPEO. 
Era nella Lega quando i militari libici spararono contro un peschereccio italiano ed il ministro Maroni non fece una piega, salvo qualche giorno dopo, sorseggiare un drink all’ambasciata libica a Roma, alla festa per il 41esimo anniversario della dittatura di GHEDDAFI.
Era nella Lega quando la Lega regolarizzò 200.000 IMMIGRATI.
Salvini c'era sempre.
Zitto, connivente, colluso.
Impegnato a scalare.
Ora è arrivato in cima.
E tanti Italiani credono a Salvini.
Anche al sud.
Nonostante lui cantasse "NAPOLI ***, NAPOLI COLERA!"

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

11 messaggi in questa discussione

11 ore fa, pm610 ha scritto:

Il RosiconeMi piace

Tanti Italiani credono a Salvini.
Ma chi è Salvini?
Matteo Salvini nasce a Milano nel 1973.
A 12 anni partecipa a Doppio Slalom.
A 20 anni partecipa al Pranzo è Servito.
Sono questi i due maggiori traguardi del ragazzo che, anzichè studiare, preferisce frequentare il CENTRO SOCIALE LEONCAVALLO e fondare i COMUNISTI PADANI.
Non si laureerà mai ma nel 1993 riuscirà a farsi eleggere CONSIGLIERE COMUNALE, risolvendo così anche il problema del lavoro.
Un matrimonio fallito alle spalle e un figlio.
Una convivenza fallita alle spalle e una figlia.
Attualmente con una velina.
Salvini è nella lega dal 1990.
Era nella lega quando la Lega offrì soccorso per salvare dai processi Cosentino e alcuni boss della CAMORRA.
Era nella Lega quando la Lega firmò e sottoscrisse tutte le 37 leggi ad personam del regime di SILVIO. 
Era nella Lega quando la Lega si aggiudicò il triste primato di partito i cui parlamentari detengono il maggior numero di doppi e tripli incarichi.
Era nella Lega quando la Lega piazzò parenti, figli ed amici su comode e molto remunerate poltrone.
Fu lui stesso a dare un lavoro al FRATELLO DI BOSSI sistemandolo come assistente parlamentare al PARLAMENTO EUROPEO. 
Era nella Lega quando i militari libici spararono contro un peschereccio italiano ed il ministro Maroni non fece una piega, salvo qualche giorno dopo, sorseggiare un drink all’ambasciata libica a Roma, alla festa per il 41esimo anniversario della dittatura di GHEDDAFI.
Era nella Lega quando la Lega regolarizzò 200.000 IMMIGRATI.
Salvini c'era sempre.
Zitto, connivente, colluso.
Impegnato a scalare.
Ora è arrivato in cima.
E tanti Italiani credono a Salvini.
Anche al sud.
Nonostante lui cantasse "NAPOLI ***, NAPOLI COLERA!"

Aaaaahhh ecco perché lo vota l ' uomo Marcio...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Salvini esprime evidentemente bisogni che sono presenti nella società Italiana e che altri partiti non hanno saputo o VOLUTO riconoscere; se una critica si può fargli è quella di non aver dato seguito, per il momento  con i fatti alle parole, cioè non ci  sono attualmente  aiuti concreti alle famiglie Italiane che desiderano avere figli; una cosa è certa, in Europa si stanno allarmando di fronte a una nazione che per decenni hanno considerato una colonia alla quale impartire ordini e che adesso tenta di risollevare la testa; quello che è successo e che è narrato qui ne è un evidente esempio:  http://www.lanuovabq.it/it/immigrazione-il-boomerang-del-ministro-lussemburghese

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
44 minuti fa, etrusco1900 ha scritto:

Salvini esprime evidentemente bisogni che sono presenti nella società Italiana e che altri partiti non hanno saputo o VOLUTO riconoscere; se una critica si può fargli è quella di non aver dato seguito, per il momento  con i fatti alle parole, cioè non ci  sono attualmente  aiuti concreti alle famiglie Italiane che desiderano avere figli; una cosa è certa, in Europa si stanno allarmando di fronte a una nazione che per decenni hanno considerato una colonia alla quale impartire ordini e che adesso tenta di risollevare la testa; quello che è successo e che è narrato qui ne è un evidente esempio:  http://www.lanuovabq.it/it/immigrazione-il-boomerang-del-ministro-lussemburghese

Più che impartirci ordini, ci prestano soldi....Su 2300 miliardi di euro di debito italiano, circa un terzo è in mani estere. Viktor Orban, quando ha voluto liberarsi di certe tutele (FMI), prima di tutto ha cacciato gli sghei, poi li ha mandati a quel paese..... Ora Salvini ammiratore di Orban, prenda esempio. O taccia.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

2 ore fa, cortomaltese-*** ha scritto:

Più che impartirci ordini, ci prestano soldi....Su 2300 miliardi di euro di debito italiano, circa un terzo è in mani estere. Viktor Orban, quando ha voluto liberarsi di certe tutele (FMI), prima di tutto ha cacciato gli sghei, poi li ha mandati a quel paese..... Ora Salvini ammiratore di Orban, prenda esempio. O taccia.

Hai presente come agiscono gli usurai oppure gli spacciatori di droga? prima per farsi il cliente lo accalappiano con soldi o dosi facili e poi quando è schiavo fanno di lui quello che vogliono… chi è tra i nostri politici  che in passato ha preso la decisione di indebitare l'Italia in modo da renderla schiava di chi ci presta i soldi? hanno fatto un referendum fra la popolazione per decidere questo , oppure nei loro programmi elettorali era detto esplicitamente che volevano indebitare la nazione nei confronti dell'estero e su questo hanno  legittimamente e alla luce del sole raccolto il consenso? oppure hanno fatto questo zitti- zitti senza dare risalto alla cosa e alle conseguenze di queste politiche mettendo poi gli Italiani dopo qualche anno di fronte al fatto compiuto di essere diventati schiavi di chi ci ha prestato i soldi? queste politiche di indebitamento quando e da chi sono state decise?

Modificato da etrusco1900

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
11 minuti fa, etrusco1900 ha scritto:

queste politiche di indebitamento quando e da chi sono state decise?

Navigando in rete ho trovato questo vecchio articolo che parla dell'origine del debito pubblico e del rimpallo delle responsabilità dell'aumento del debito che già a quel tempo esistevano  http://www.avantionline.it/2016/04/craxi-e-il-debito-pubblico-i-fatti-contro-le-bugie/#.W5zv5eRlKM8   probabilmente quello del debito pubblico è un male che viene da lontano e che ci trasciniamo da tanto tempo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

Dato  di fatto  che   con ,    per  nulla, honesti   gialloverdi  il  debito  continua   a  salire   ma  non  erano  quelli   che  il debito lo  azzerravano  ?

Modificato da pm610

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 minuto fa, pm610 ha scritto:

Dato  di fatto  che   con ,    per  nulla, honesti   gialloverdi  il  debito  continua   a  salire   ma  non  erano  quelli   che  il debito lo  azzerravano  ?

Diciamo che prima dell'entrata nell'euro l'Italia pagava tassi altissimi sul suo debito pubblico, poi quando gli interessi sono andati a zero anziché usare i soldi risparmiati per ridurre il debito, visto che il debito non costava nulla lo hanno aumentato ; ricordi i famosi 80 euro di Renzi? evidentemente quei soldi non c'erano, a raccogliere consenso elettorale distribuendo soldi che non ci sono  alle clientele politiche  e pagare questi soldi con il debito pubblico sono bravi tutti;    rimediare a errori che sono iniziati ai tempi di Craxi richiederà sacrifici di decenni, sempre che nel frattempo non vadano al poter partiti che rimpiangono i tempi delle svalutazioni competitive, dell'inflazione e dei tassi a due cifre e del ritorno alla lira perché in giro ci sono anche quelli che rimpiangono i tempi di Craxi, di Andreotti delle svalutazioni competitive  e della lira.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
15 minuti fa, etrusco1900 ha scritto:

Diciamo che prima dell'entrata nell'euro l'Italia pagava tassi altissimi sul suo debito pubblico, poi quando gli interessi sono andati a zero anziché usare i soldi risparmiati per ridurre il debito, visto che il debito non costava nulla lo hanno aumentato ; ricordi i famosi 80 euro di Renzi? evidentemente quei soldi non c'erano, a raccogliere consenso elettorale distribuendo soldi che non ci sono  alle clientele politiche  e pagare questi soldi con il debito pubblico sono bravi tutti;    rimediare a errori che sono iniziati ai tempi di Craxi richiederà sacrifici di decenni, sempre che nel frattempo non vadano al poter partiti che rimpiangono i tempi delle svalutazioni competitive, dell'inflazione e dei tassi a due cifre e del ritorno alla lira perché in giro ci sono anche quelli che rimpiangono i tempi di Craxi, di Andreotti delle svalutazioni competitive  e della lira.

Sai  che  ti  dimentichi  il  berlosco   con  le  sue  dentiere  e le  pensioni a  mille  lire   ...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
15 minuti fa, pm610 ha scritto:

Sai  che  ti  dimentichi  il  berlosco   con  le  sue  dentiere  e le  pensioni a  mille  lire   ...

Ti riferisci a Berlusconi l'amico di Renzi? nelle sue televisioni compaiono spesso personaggi che rimpiangono il ritorno alla lira e alle svalutazioni competitive; da quando i sondaggi di opinione sono implacabili verso di lui ha fatto cambiare la linea editoriale di rete 4 che attualmente è nettamente contraria alla lega e ospita continuamente esponenti PD…. il governo tecnico PD - Berlusconi bocciato dagli elettori  evidentemente gli è rimasto nel cuore…..

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
5 ore fa, etrusco1900 ha scritto:

Ti riferisci a Berlusconi l'amico di Renzi? nelle sue televisioni compaiono spesso personaggi che rimpiangono il ritorno alla lira e alle svalutazioni competitive; da quando i sondaggi di opinione sono implacabili verso di lui ha fatto cambiare la linea editoriale di rete 4 che attualmente è nettamente contraria alla lega e ospita continuamente esponenti PD…. il governo tecnico PD - Berlusconi bocciato dagli elettori  evidentemente gli è rimasto nel cuore…..

No   il capo  del  salvini   sai  quello   che   ha  detto  ok  al governo gialloverde  anche  se  fa  finta   di  contrastarlo...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora