Bisogna impegnarci tutti

Il problema è serio e non è da prendere sottogamba. Assistiamo alla scomparsa di un povero gruzzoletto e nessuno si mobilita per ritrovarlo. 

Eppure si tratta di un gruzzoletto piccolino, abituato a stare in casa, scappato senza dire niente ai genitori oppure, ancora peggio, rapito da chi sa chi, magari dalla anonima Sequestri o da qualche banda criminale specializzata nel mercato degli organi (smi).

Chissà dove sarà adesso il povero gruzzoletto. Chissà se starà bene, se sarà trattato con tutte le cure come qualsiasi altro minore, chissà se sarà libero oppure nascosto in cantuccio, affranto e piangente. Potrebbe anche essere stato sequestrato da una banda di Rom, magari utilizzato per chiedere l'elemosina ai passanti e magari qualcuno di noi, ignaro, si è commosso per la sua triste storia e gli ha anche donato amorevolmente qualche monetina per prendersi il caffè e la sfoglia al cioccolato.

Se poi si trovasse all'estero potrebbe essere perfino più drammatico perché ci sarebbe da tenere in considerazione anche il problema della lingua.

Brutta storia veramente. Speriamo che almeno abbia trovato persone buone e sensibili che non gli facciano mancare niente perché altrimenti si rischia di ritrovarlo solo quando si sarà fatto grande, dopo aver passato sulla propria pelle una miriade di avventure e disavventure e di non riconoscerlo neppure. Oppure di riconoscerlo quando, seppure a fatica, anche lui avrà messo famiglia e si presenterà con i nipotini e le nipotini. 

Ripeto. Lasciamo da parte egoismi e tatticismi e mobilitimoci in massa per ritrovarlo al più presto possibile, ancora con la sua intatta innocenza o, al limite, almeno con la sua fresca fanciullezza in modo che non sia costretto, nel frattempo, a fare  azioni di Bassa Lega.

ps: altrimenti, in alternativa, utilizziamo i social e facciamo come di solito fa il Capitano. Mandiamogli un bacino o.... un bacione.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

2 messaggi in questa discussione

Gruzzoletto  ?  Ma  non  è  che  sia  diventato  un  clandestino ?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

C'è poco da scherzare su queste cose purtroppo. Non si può lasciare tutto sulle spalle delle forze dell'ordine, che fanno quello che possono.

Sarebbe opportuno fare come si fa in questi casi drammatici: prendere a cuore la cosa è battere in lungo e in largo i territori, usare i cani e cercare dappertutto,  senza trascurare valli e montagne, gridando a squarciagola "piccolo gruzzoletto dove sei? Rispondi" e facendo in modo di non creargli traumi, usando tutta la tenerezza possibile.

Quando penso ai genitori e ai parenti poi mi viene un magone terribile e non riesco a trattenere le lacrime. Brutta storia veramente.

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963