Ha ragione Serena Williams o l'arbitro?

3 messaggi in questa discussione

in base a quello che ho sentito da Serena con le mie orecchie penso che abbia ragione l'arbitro.

Non importa se il Regolamento é discutibile (lo cambiassero, ma fino ad allora ci si deve attenere) e/o il coach abbia mandato un messaggio senza che Serena lo abbia richiesto (il coach é parte integrante dell'atleta per la responsabilità oggettiva, anche questa comunque assai discutibile ma vigente).

 

Risibile poi urlare che l'arbitro si sia comportato così solo perché lei é una donna. E per 2 motivi:

1) é una donna anche Naomi Osaka

2) é una cosa indimostrabile, quindi dilla a casa o al coach o, al limite, in conferenza stampa, no mentre giochi

 

Tra l'altro qualcuno che non la tifa particolarmente potrebbe obiettare, sbagliando, che lei quale n. 1 incontrastato e vincitrice di 23 Slam, che sia stata in qualche occasione favorita nei riguardi di altre avversarie meno brave e celebri.

 

Serena, prendi il porta monete e paga sta sanzione. E scusati con la Osaka, vincitrice con pieno merito ma offuscata da questa intemperanza veramente fuori luogo.

 

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

... tipico di tali elementi ke alla prima sconfitta rivelano quello ke son veramente...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

Ha ragione l'arbitro tutta la vita. In uno sport serio non puoi dare del "ladro" all'arbitro senza conseguenze serie. Serena ha piagnucolato come una bambinona viziata, ma solo perché stava già perdendo in modo abbastanza chiaro e non certo per colpa dell'arbitro. Ha voluto crearsi un alibi, una giustificazione della sconfitta. A mio avviso Serena andrebbe squalificata per almeno un mese. È vero però che nei tornei ATP c'è maggiore tolleranza da parte degli arbitri sulle intemperanze verbali dei giocatori. Ma questo è un difetto, da correggere, del circuito maschile. Voglio dire un'altra cosa sulla Williams. Non mi è mai piaciuta come tennista, il suo strapotere fisico me la rende antipatica. Sono quasi contento che abbia finalmente imboccato il viale del  tramonto. Spesso i suoi match potrebbero essere paragonati a incontri di boxe senza storia tra un peso massimo e un peso medio. Francamente, considerato anche il fisico longilineo di Venus, la muscolatura di Serena mi è sempre parsa un po' sospetta. La splendida vittoria di Roberta Vinci nella semifinale del 2015 la paragonerei a quella di Davide contro Golia. Il lento ma inesorabile declino di Serena iniziò proprio quel giorno.

Modificato da fosforo41

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora