apertura domenicale
APERTURA DOMENICALE CHE NE PENSATE?

Dopo che nel paese, sui forum e sulla stampa si è molto dibattuto sulle aperture Domenicali adesso arriva in parlamento una proposta di legge in merito http://www.repubblica.it/economia/2018/09/06/news/chiusure_domenicali_arriva_la_proposta_di_legg_targata_lega-205752653/

se da un lato c'è la necessità per chi durante la settimana non ha materialmente il tempo per fare la spesa di usufruire della Domenica per gli acquisti, dall'altro c'è il diritto per i commessi di negozi e supermercati di stare con le proprie famiglie nell'unico giorno dove tutti dai figli che non hanno scuola ,alla moglie che in quel giorno non lavora dove tutti - dicevo- possono stare assieme a casa.

I sindacati  dei commercianti sono divisi sull'argomento, evidentemente ci sono interessi contrapposti;  mi chiedo: visto che lo stato ha bisogno di soldi, di molti soldi, non sarebbe più semplice mettere una tassa sule aperture Domenicali?  lo stato incasserebbe soldi e  tutti sarebbero liberi di scegliere, di giudicare caso per caso se è più conveniente pagare la tassa Domenicale e restare aperti oppure chiudere; magari si potrebbe parlare di una turnazione  in modo che ogni Domenica ci fossero dei supermercati aperti a rotazione, in modo di garantire il servizio per gli acquirenti e rispettare i diritti di chi in quei supermercati ci lavora

che ne pensate?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

5 messaggi in questa discussione

... vero ke rifiutare un lavoro, al giorno d'oggi, sia un lusso ma ki accetta un impiego in attività operanti anke la domenica sa già come sarà scandita la sua vita in futuro ergo, da subito, é libero d'accettare o no. 

sempre esistite categorie di lavoratori impegnati domenike e feste comandate e x loro il problema tempo/famiglia nn se l'é mai posto nessuno, anzi, ki promuove la kiusura festiva forse sarebbero il primo ad indignarsi se, in caso di bisogno in clinica/ospedale nn trovasse disponibili infermieri e medici. stessa solfa x il pranzetto al ristorante. volendo tutelare il lavoratore, rendere obbligatorio il pagamento straordinario delle ore festive. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
19 minuti fa, uvabianca111 ha scritto:

ki accetta un impiego in attività operanti anke la domenica sa già come sarà scandita la sua vita in futuro

Il problema è più complesso di quanto possa apparire, le organizzazioni che rappresentano la grande distribuzione   sono favorevoli all'apertura, i piccoli negozi o perlomeno la stragrande maggioranza hanno problemi  a stare aperti  7 giorni su sette, ogni posto di lavoro  in più nella grande distribuzione ne distrugge perlomeno il doppio nei piccoli negozi, forse lo stato potrebbe disincentivare le aperture mettendo una tassa sulle aperture festive, tassa  che, visto come stanno messe le finanze pubbliche, potrebbe anche far comodo al bilancio dello stato

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il 7/9/2018 in 08:48 , etrusco1900 ha scritto:

mettere una tassa sule aperture Domenicali?

Da questo Gov. è impossibile....uno sono figliocci di chi è espatriato ancora prima in Svizzera, gli altri lo sono di chi dice che chi guadagna di più non è giusto paghi di più...per cui...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
22 ore fa, etrusco1900 ha scritto:

Il problema è più complesso di quanto possa apparire, le organizzazioni che rappresentano la grande distribuzione   sono favorevoli all'apertura, i piccoli negozi o perlomeno la stragrande maggioranza hanno problemi  a stare aperti  7 giorni su sette, ogni posto di lavoro  in più nella grande distribuzione ne distrugge perlomeno il doppio nei piccoli negozi, forse lo stato potrebbe disincentivare le aperture mettendo una tassa sulle aperture festive, tassa  che, visto come stanno messe le finanze pubbliche, potrebbe anche far comodo al bilancio dello stato

etrusco, vero quando affermi: il grande é favorevole, il piccolo, no; il grande occupa commessi ke, in caso di kiusure festive, terrebbe ugualmente o altra disoccupaz?  giusta pure la tassa sulle aperture festive ma il problema é sempre lo stesso: il grande può pagare, il piccolo idem?  conseguenza: ki paga apre ed il piccolo kiude quindi, la concorrenza sleale ci sarebbe ugualmente.

in conclusione qualsiasi decisione presa e differente dall'attuale scontenterebbe tutti: il grande con meno vendite e personale a casa in lieto simposio famigliare ma portaf + vuoto;  il cliente rinuncerebbe all'acquisto fatto con calma e, dulcis in fundo, nn piacerebbe  manco al piccolo xké, vero festività in famiglia ma, a fine mese e conti fatti, vendite in calo.

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963