BUGIARDI E INCOERENTI ALLA FACCIA DELL' ONESTA

Come una maledizione il nome di Luca Lanzalone torna nel destino del MoVimento 5 Stelle. Oggi sulla graticola finisce il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede, che in Parlamento lo scorso 2 agosto aveva dichiarato di non avere rapporti professionali con l’avvocato poi diventato presidente di ACEA e oggi indagato a Roma dal 2010. Ma, scrive oggi il Tirreno nell’articolo che racconta dell’archiviazione del sindaco di Livorno Filippo Nogarin nella vicenda AAMPS tra gli atti dell’inchiesta c’è anche una email inviata da Bonafede a Nogarin, Lanzalone e all’avvocato Stefano Costantini relativamente a una collaborazione “non occasionale”.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

0 messaggi in questa discussione

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963