togliamo le onorificenze a queste macellaio invece che parlare di fascisti!!

 è bizzarro constatare che, invece, un macellaio del calibro di Josip Broz Tito figuri ancora nell’elenco dei decorati a Cavaliere di Gran Croce dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana.

Non un attestato di benemerenza qualsiasi, ma la massima onorificenza del più altro fra gli ordini al merito. Un riconoscimento che certifica virtù filantropiche, sociali ed umanitarie. Quali di queste sarebbero da ascrivere all’ex presidente jugoslavo e alle sue milizie? Forse lo sterminio di più di 650mila persone? Oppure l’esodo di 350mila italiani? Erano anni in cui questi crimini erano stati sommersi e dimenticati dalla propaganda della sinistra e così, nel 1969, ci pensò il presidente della Repubblica di allora, Giuseppe Saragat, uomo della Resistenza, a decorare Tito in occasione di una visita di Stato.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

9 messaggi in questa discussione

3 ore fa, director12 ha scritto:

 è bizzarro constatare che, invece, un macellaio del calibro di Josip Broz Tito figuri ancora nell’elenco dei decorati a Cavaliere di Gran Croce dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana.

Non un attestato di benemerenza qualsiasi, ma la massima onorificenza del più altro fra gli ordini al merito. Un riconoscimento che certifica virtù filantropiche, sociali ed umanitarie. Quali di queste sarebbero da ascrivere all’ex presidente jugoslavo e alle sue milizie? Forse lo sterminio di più di 650mila persone? Oppure l’esodo di 350mila italiani? Erano anni in cui questi crimini erano stati sommersi e dimenticati dalla propaganda della sinistra e così, nel 1969, ci pensò il presidente della Repubblica di allora, Giuseppe Saragat, uomo della Resistenza, a decorare Tito in occasione di una visita di Stato.

Piveraccio. Sguazzi tra i giornali Fascisti , leggi qualcosa che ti “piace “ e senza sapere un ***, copincolli come un caprone !! quelli che scrivono questi articoli sono gli eredi di quegli italiani brava gente che hanno provocato 1.200.000 morti, 300.000 vittime militari e 900.000 vittime civili nella ex Jugoslavia, le foibe già che si arrampicano su quello , sono una diretta conseguenza dei crimini commessi dai nazifascisti italo tedesco  assieme al fascista croato ante pavelic.  vogliono togliere una medaglia? ma chi se ne frega, la storia ha già tolto per pagare i danni di guerra l'Istria e la Dalmazia, nel trattato di pace di Parigi. Ridicolo sanguinario Tito? la storia ha detto che ha liberato la sua Nazione dall'invasore Nazifascista e non sto a ricordare quello che ha dovuto ritornare alla Francia Grecia, Albania, perdendo i possedimenti di Somalia,Eritrea, Etiopia, il 30 agosto 2008 il tuo ex Governo di Berlusconi firma l'intesa con Ghedafi per l'occupazione coloniale subita, 5 miliardi di euro, fascisti erano e in buona parte sono rimasti. Te compreso , pezzodimmerda !! 

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Bene  ha  fatto ad  insignirlo  di  quella  medaglia.  Ma  oggi  purtroppo  i fascisti  stanno  rialzando  la  testa e  uscendo dalle  fogne   con  questo  sgoverno gialloverde  che   sta  virando velocemente  al  nero.

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Se in Italia abbiamo un "cavaliere" pluri indagato e condannato...hai voglia....e per di più sempre sostenuto dai fasci...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
18 ore fa, mark222220 ha scritto:

Piveraccio. Sguazzi tra i giornali Fascisti , leggi qualcosa che ti “piace “ e senza sapere un ***, copincolli come un caprone !! quelli che scrivono questi articoli sono gli eredi di quegli italiani brava gente che hanno provocato 1.200.000 morti, 300.000 vittime militari e 900.000 vittime civili nella ex Jugoslavia, le foibe già che si arrampicano su quello , sono una diretta conseguenza dei crimini commessi dai nazifascisti italo tedesco  assieme al fascista croato ante pavelic.  vogliono togliere una medaglia? ma chi se ne frega, la storia ha già tolto per pagare i danni di guerra l'Istria e la Dalmazia, nel trattato di pace di Parigi. Ridicolo sanguinario Tito? la storia ha detto che ha liberato la sua Nazione dall'invasore Nazifascista e non sto a ricordare quello che ha dovuto ritornare alla Francia Grecia, Albania, perdendo i possedimenti di Somalia,Eritrea, Etiopia, il 30 agosto 2008 il tuo ex Governo di Berlusconi firma l'intesa con Ghedafi per l'occupazione coloniale subita, 5 miliardi di euro, fascisti erano e in buona parte sono rimasti. Te compreso , pezzodimmerda !! 

vedi,pisano dimer-da,tu vorresti cambiare la storia..ma la storia non è un elastico a tuo piacimento che lo tiri e lo molli a tuo favore.le VOSTRE fobie quelle dei comunisti partigiani,sono state peggio di altre!! VILI assassini,di nostri connazionali!! Taci,tu nato da esperimento biologico andato a male...quanto ti hanno visto,ti hanno messo sulla pala p r buttarti nel WC..ma la levatrice ti ha portato nella ruota delle suore...ECCO LA STORIAS;CHE NON LA COMBI TUI!!

 

Le foibe sono cavità carsiche di origine naturale con un ingresso a strapiombo. È in quelle voragini dell'istria che fra il 1943 e il 1947 sono gettati, vivi e morti, quasi diecimila italiani.

La prima ondata di violenza esplode subito dopo la firma dell'armistizio dell?8 settembre 1943: in Istria e in Dalmazia i partigiani slavi si vendicano contro i fascisti e gli italiani non comunisti. Torturano, massacrano, affamano e poi gettano nelle foibe circa un migliaio di persone. Li considerano 'nemici del popolo?. Ma la violenza aumenta nella primavera del 1945, quando la Jugoslavia occupa Trieste, Gorizia e l'istria. Le truppe del Maresciallo Tito si scatenano contro gli italiani. A cadere dentro le foibe ci sono fascisti, cattolici, liberaldemocratici, socialisti, uomini di chiesa, donne, anziani e bambini. Lo racconta Graziano Udovisi, l'unica vittima del terrore titino che riuscì ad uscire da una foiba. È una carneficina che testimonia l'odio politico-ideologico e la pulizia etnica voluta da Tito per eliminare dalla futura Jugoslavia i non comunisti. La persecuzione prosegue fino alla primavera del 1947, fino a quando, cioè, viene fissato il confine fra l'italia e la Jugoslavia. Ma il dramma degli istriani e dei dalmati non finisce.

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Signor director mi perdoni, se le dessi un pugno sul naso fracassandoglielo, quale sarebbe la sua reazione?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
18 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

Signor director mi perdoni, se le dessi un pugno sul naso fracassandoglielo, quale sarebbe la sua reazione?

stai in tema: sei anche tu uno che vuol cambiare la storia? o mettere l'unto sotto il tappeto,cosi' non si vede?? ma vedi...si sentirebbe la  spuzza

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Sono perfettamente in tema, anche se so che per lei la domanda è incomprensibile.

Lei risponda e poi le spiegherò perché la mia domanda non modificherà una virgola della sua storia.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
8 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

Sono perfettamente in tema, anche se so che per lei la domanda è incomprensibile.

Lei risponda e poi le spiegherò perché la mia domanda non modificherà una virgola della sua storia.

spiacente,ma non sto alle provocazioni.se hai qualcosa di ben definito,parla,o taci pe rsempre

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Non faccia il furbetto signor director, ha capito benissimo dove voglio arrivare. E siccome ha capito, la invito a porre i suoi atti inconsulti, al vaglio della ragione.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963