espellerli? si puo fare..alla faccia di qualcuno

 l’espulsione di massa è fattibile e non comporta problemi logistici insormontabili, anzi. Ed economicamente sarebbe un risparmio notevole in spese di accoglienza. E non solo.

In Italia ci sono circa 500-600mila clandestini. Quanto impiegheremmo a rimpatriarli? Beh, utilizzando gli aerei militari da trasporto non troppo tempo.

L’Italia possiede 22 C-130. L’aereo può trasportare comodamente 100 clandestini a botta, con accompagnatori. In teoria, se ci fosse la volontà, ogni viaggio potrebbe trasferire lontano dall’Italia ben 2.200 clandestini. Con un solo viaggio a settimana, un ritmo nemmeno tanto frenetico, si potrebbero espellere più di 114mila clandestini in solo 1 anno: 560mila nel giro di una sola legislatura.

E questo esclusi gli altri aerei civili che il governo potrebbe noleggiare. Il costo per ora di volo si aggira sui 6/7mila euro compresa la manutenzione. Tenendo conto che mediamente parliamo di 10 ore di volo tra andata e ritorno (ad esempio la Nigeria), il costo totale dell’espulsione ogni anno di 114mila clandestini ci costerebbe solo 80 milioni di euro. Una bazzecola rispetto ai 5 miliardi di euro che spendiamo per tenerli in hotel.

capito,egrg.ahah.ahahah e sardegnoli appresso!!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

16 messaggi in questa discussione

1 ora fa, director12 ha scritto:

 l’espulsione di massa è fattibile e non comporta problemi logistici insormontabili, anzi. Ed economicamente sarebbe un risparmio notevole in spese di accoglienza. E non solo.

In Italia ci sono circa 500-600mila clandestini. Quanto impiegheremmo a rimpatriarli? Beh, utilizzando gli aerei militari da trasporto non troppo tempo.

L’Italia possiede 22 C-130. L’aereo può trasportare comodamente 100 clandestini a botta, con accompagnatori. In teoria, se ci fosse la volontà, ogni viaggio potrebbe trasferire lontano dall’Italia ben 2.200 clandestini. Con un solo viaggio a settimana, un ritmo nemmeno tanto frenetico, si potrebbero espellere più di 114mila clandestini in solo 1 anno: 560mila nel giro di una sola legislatura.

E questo esclusi gli altri aerei civili che il governo potrebbe noleggiare. Il costo per ora di volo si aggira sui 6/7mila euro compresa la manutenzione. Tenendo conto che mediamente parliamo di 10 ore di volo tra andata e ritorno (ad esempio la Nigeria), il costo totale dell’espulsione ogni anno di 114mila clandestini ci costerebbe solo 80 milioni di euro. Una bazzecola rispetto ai 5 miliardi di euro che spendiamo per tenerli in hotel.

capito,egrg.ahah.ahahah e sardegnoli appresso!!

Poi, sorvolando il Mar Mediterraneo, dalle parti di Ustica...... Oooops.... Modello DirektorVidelaPinochet.....

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, director12 ha scritto:

 l’espulsione di massa è fattibile e non comporta problemi logistici insormontabili, anzi. Ed economicamente sarebbe un risparmio notevole in spese di accoglienza. E non solo.

In Italia ci sono circa 500-600mila clandestini. Quanto impiegheremmo a rimpatriarli? Beh, utilizzando gli aerei militari da trasporto non troppo tempo.

L’Italia possiede 22 C-130. L’aereo può trasportare comodamente 100 clandestini a botta, con accompagnatori. In teoria, se ci fosse la volontà, ogni viaggio potrebbe trasferire lontano dall’Italia ben 2.200 clandestini. Con un solo viaggio a settimana, un ritmo nemmeno tanto frenetico, si potrebbero espellere più di 114mila clandestini in solo 1 anno: 560mila nel giro di una sola legislatura.

E questo esclusi gli altri aerei civili che il governo potrebbe noleggiare. Il costo per ora di volo si aggira sui 6/7mila euro compresa la manutenzione. Tenendo conto che mediamente parliamo di 10 ore di volo tra andata e ritorno (ad esempio la Nigeria), il costo totale dell’espulsione ogni anno di 114mila clandestini ci costerebbe solo 80 milioni di euro. Una bazzecola rispetto ai 5 miliardi di euro che spendiamo per tenerli in hotel.

capito,egrg.ahah.ahahah e sardegnoli appresso!!

Guardi che tutto questo glielo ho suggerito io proprio un paio di giorni fa signor director, ora non si prenda meriti che non ha. Tra l'altro io le avevo suggerito un metodo ancora più spiccio.

I 5 miliardi vengono dati ad albergatori italiani, signor director, non ai clandestini. Vuol dire che anche lei potrebbe affittare un albergo, accogliere una quarantina di clandestini e vivere alla grande, sempre che il signor Salvini non abbia accorciato i 35 euri/cad.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
8 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

Guardi che tutto questo glielo ho suggerito io proprio un paio di giorni fa signor director, ora non si prenda meriti che non ha. Tra l'altro io le avevo suggerito un metodo ancora più spiccio.

I 5 miliardi vengono dati ad albergatori italiani, signor director, non ai clandestini. Vuol dire che anche lei potrebbe affittare un albergo, accogliere una quarantina di clandestini e vivere alla grande, sempre che il signor Salvini non abbia accorciato i 35 euri/cad.

se l'idea è cosi' banale,perchè non lo avete fatto voi in 6 anni di governi abusivi? come dici?? le cooperative dovevano magmna'?? a...vabbuo'

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 minuti fa, director12 ha scritto:

se l'idea è cosi' banale,perchè non lo avete fatto voi in 6 anni di governi abusivi? come dici?? le cooperative dovevano magmna'?? a...vabbuo'

L'idea non è banale, è geniale, per niente non gliela ho suggerita io.

Quando parla di cooperative crede che siano tutte rosse, signor director? Se lo crede è bene che si aggiorni.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Guardi signor director le riporto il post che ho inviato proprio a lei domenica scorsa alle ore 19,17 e tre secondi,

 

Non so se ha letto il post del signor ildi-vino dove calcolava che per rimpatriare i 600 mila migranti serviranno 15000 mesi.

Se può interessarle signor director, oggi come oggi sono in grado di darle ulteriore comunicazione, del tutto gratuita come sempre, per come esportare dall'Italia i 600 mila clandestini in breve tempo. Questa comunicazione la potrà poi passare al signor Salvini, che le sarà riconoscente per tutta la vita.

Premetto che compiere l'emigrazione dall'Italia di tutti questi delinquenti stupratori, mangiapane a tradimento in breve tempo, serve una buona dose di spregiudicatezza e di coraggio, cose che,  come ho già appurato, lei non possiede ma il suo leader si.

Se permette le vado a spiegare la mia intuizione, anche se per la verità l'ho già espressa in questi giorni, ma alla quale lei non ha dato risposte.

Lei mi insegna signor director che l'esercito italiano possiede 22 aerei cargo C130.

Lei signor director sa che uno di questi aerei è in grado di trasportare 92 paracadutisti armati di tutto punto.

Lei signor director sarà quindi in grado di calcolare facilmente che se non carichiamo su questi aerei troppi bagagli, (che detto tra noi non serviranno), possiamo mediamente trasportare 120 persone, ipotizzando che, avendo fatto la pacchia, possano pesare mediamente tra i 90 a 110 kg cadauna .

Spero di essere stato chiaro fin qui e che lei abbia perfettamente compreso signor director, e allora con il suo permesso proseguo.

Se moltiplico 22 aerei al giorno per 120 persone, significa che in una giornata si possono esportare 2640 persone .

Le sembrano troppe? segua il mio ragionamento e vedrà che non sono troppe.

Se ora  600.000 lo dividiamo per 2640 otterremo 228 giorni circa, che corrispondono a 7 mesi e mezzo circa.

Capisce la genialità signor director? altro che 15000 mesi.

Prevediamo pure qualche guasto all'aereo, prevediamo che qualche clandestino ci faccia perdere tempo, ma l'esportazione totale dei clandestini verso i paesi di origine può sicuramente essere completata nell'arco di un anno. Un anno ripeto, solo un anno.

La soddisfa l'idea signor director?

A questo punto però bisogna mettere in campo quella certa dose di coraggio e spregiudicatezza che contraddistingue il suo leader Salvini e perchè no, parecchi suoi amici leghisti, tranne lei.

Il coraggio serve per volare a luci spente subito dopo il tramonto al buio per almeno 40 miglia sul mare, la spregiudicatezza nel far compiere un tuffo da 300 piedi di quota,  nel mare  nero come la pece,  a tutti i clandestini aviotrasportati, tornare indietro e prepararsi per il giorno dopo.

Credo abbia capito che un tuffo da 300 piedi di altezza  e poi nuotare per 40 miglia non è una passeggiata.

Riesce poi ad immaginare che ovazione avrebbe ottenuto ieri sera il vice premiere, se avesse comunicato (a porte chiuse per i giornalisti naturalmente) ai suoi seguaci in quel di Pinzolo, questa mia geniale intuizione facendola passare per sua?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Allora Sig director, che ne dice della mia proposta?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

A mio parere voi concentrate l'attenzione solo sul rimpatrio degli Africani, dibattendo se sia fisicamente e politicamente  possibile oppure no; la cosa però  va vista anche da una diversa angolazione, ci sono problemi provenienti anche da altre etnie come, tanto per fare un esempio,  in questo caso https://www.quinewspisa.it/pisa-ladri-in-azione-alla-stazione.htm  ho citato un episodio a caso fra le migliaia che quotidianamente leggiamo sui giornali; Voi sapete che in casi come questi in base alle leggi attuali i giudici condannano e rimettono subito in libertà, poiché la nostra costituzione non vuole la punizione ma la rieducazione..allora faccio questa riflessione: l'Inghilterra è una nazione civile oppure no? sapete come venivano educate nei college Inglesi quelle che sarebbero state le future classi dirigenti di quel paese? venivano usate anche delle pene corporali https://it.wikipedia.org/wiki/Punizioni_corporali_nelle_scuole

allora a mio parere se  questa pratica era giusta in Inghilterra per le classi dirigenti non si vede perché non debba esserlo anche in Italia; supponiamo di catturare una ragazzina rom che borseggia, le si spiega che non lo può fare le si spiega perché e si rimette in libertà; supponiamo che la ragazzina sia presa una seconda volta a borseggiare, le si spiega che non lo può fare, le si spiega perché e le diamo una frustata (simbolica), supponiamo che venga nuovamente presa, spiegazioni e due frustate,(non simboliche)  quattro frustate alla volta successiva, otto alla volta successiva... quando si arriva a 100 frustate forse ci ripensa e cessa di borseggiare e lo scopo voluto dalla nostra costituzione, LA RIEDUCAZIONE è raggiunto poi ci sono anche i rimpatri, ma se tutti gli immigrati fossero rieducati a comportarsi bene forse l'urgenza di rimpatriarli e il calcolo degli aerei necessari sarebbe meno impellente.... come dite? che usare le pene corporali non è  attualmente costituzionale?  la costituzione si può sempre modificare, l'importante è che si raggiunga lo scopo voluto dalla  nostra costituzione della rieducazione di chi delinque.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
45 minuti fa, etrusco1900 ha scritto:

A mio parere voi concentrate l'attenzione solo sul rimpatrio degli Africani, dibattendo se sia fisicamente e politicamente  possibile oppure no; la cosa però  va vista anche da una diversa angolazione, ci sono problemi provenienti anche da altre etnie come, tanto per fare un esempio,  in questo caso https://www.quinewspisa.it/pisa-ladri-in-azione-alla-stazione.htm  ho citato un episodio a caso fra le migliaia che quotidianamente leggiamo sui giornali; Voi sapete che in casi come questi in base alle leggi attuali i giudici condannano e rimettono subito in libertà, poiché la nostra costituzione non vuole la punizione ma la rieducazione..allora faccio questa riflessione: l'Inghilterra è una nazione civile oppure no? sapete come venivano educate nei college Inglesi quelle che sarebbero state le future classi dirigenti di quel paese? venivano usate anche delle pene corporali https://it.wikipedia.org/wiki/Punizioni_corporali_nelle_scuole

allora a mio parere se  questa pratica era giusta in Inghilterra per le classi dirigenti non si vede perché non debba esserlo anche in Italia; supponiamo di catturare una ragazzina rom che borseggia, le si spiega che non lo può fare le si spiega perché e si rimette in libertà; supponiamo che la ragazzina sia presa una seconda volta a borseggiare, le si spiega che non lo può fare, le si spiega perché e le diamo una frustata (simbolica), supponiamo che venga nuovamente presa, spiegazioni e due frustate,(non simboliche)  quattro frustate alla volta successiva, otto alla volta successiva... quando si arriva a 100 frustate forse ci ripensa e cessa di borseggiare e lo scopo voluto dalla nostra costituzione, LA RIEDUCAZIONE è raggiunto poi ci sono anche i rimpatri, ma se tutti gli immigrati fossero rieducati a comportarsi bene forse l'urgenza di rimpatriarli e il calcolo degli aerei necessari sarebbe meno impellente.... come dite? che usare le pene corporali non è  attualmente costituzionale?  la costituzione si può sempre modificare, l'importante è che si raggiunga lo scopo voluto dalla  nostra costituzione della rieducazione di chi delinque.

Ma no, perché non osare e proporre metodi più innovativi?

Si potrebbe proporre il tiro alla basetta che crea dolore e non lascia segni. Lo fanno qualche volta le maestre con i bambini biricchini o, nel caso delle bambine, al tiro delle treccine con l'7so di elastici, esclusivamente monouso però,

Oppure, pensandoci bene, si potrebbe si potrebbe ipotizzare anche di costringere la bambina a camminare sui carboni ardenti. Metodo Montessori, altamente educativo e con un vantaggio in prosoettiva: con la necessaria pazienza e con l'assiduo allenamento, la bambina potrebbe avere un futuro e diventare una perfetta fachira (da non trascurare anche perché è risaputo che il metodo Montessori funziona in modo particolare sulle bambine Rom, decisamente più predisposte di tutte le altre).

I modi educativi sarebbero tanti, milioni di milioni, però non trascurerei neanche quello della goccia. Sempre nello stesso punto, mi raccomando, altrimenti poco educativo e pedagogico è. 

Questo se si tratta di una bambina Rom, se invece si tratta di un bambino Rom la soluzione è immediata, definitiva e senza scampo: costringere il bambino a una sfilza interminabile di....p.u.g.n.e.t.t.e. Almeno 4 p.u.g.n.e.t.t.e ogni quarto d'ora, ininterrottamente per 6 ore al di, prima, durante e dopo i pasti, a sfinimento e il bambino non lo farebbe più, naturalmente dopo avergli spiegato per bene che altrI menti rischia seriamente di diventare cieco.

Il tutto, CVD (come volevasi dimostrare) secondo gli ultimi dettami delle teorie educative e pedagogiche e, soprattutto, senza pene corporali.

......Ma se puete? .......

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, ildi_vino ha scritto:

Il tutto, CVD (come volevasi dimostrare) secondo gli ultimi dettami delle teorie educative e pedagogiche e, soprattutto, senza pene corporali.

Si può benissimo continuare a fare quello che si fa adesso, cioè niente con le persone che delinquono libere dopo poche ore, libere di andare in giro a deridere gli agenti ce le hanno arrestate, oppure con le scuole che non danno più  ne le pene corporali ne l'educazione e magari si limitano a dare il sei politico a tutti;   sono precise scelte politiche ed "ideologiche" ;  la nostra costituzione dice  GIUSTAMENTE che chi delinque deve essere rieducato; guardiamo i risultati chi oggi esce dalle carceri è migliore o peggiore di prima? molti sostengono che è peggiore e propongono di abolirle le carceri, ma se le abolisci quale sistema di rieducazione si propone? se una ragazzina rom spinta dai genitori va a borseggiare, per farla smettere cosa concretamente e praticamente proponete?  e uso il termine "concretamente" perché molti  evitano di rispondere e parlano genericamente della società, delle ingiustizie che sono all'origine delle devianze, parlano genericamente di una nuova forma di società più giusta e più umana dove tutti dovrebbero vivere felici e contenti , si nascondono dietro questi ragionamenti  e concretamente non propongono niente 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
18 ore fa, ahaha.ha ha scritto:

L'idea non è banale, è geniale, per niente non gliela ho suggerita io.

Quando parla di cooperative crede che siano tutte rosse, signor director? Se lo crede è bene che si aggiorni.

Ce  ne  sono  parecchie   specialmente  nella  cosidetta   Padania   che  i gestori  ( anche    alberghi  )  si  dicono  celoduri   ma  davanti  alla  pecunia  .... a  proposito   come  va  la  colletta   pre  chiusura   ?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
18 ore fa, cortomaltese-*** ha scritto:

Poi, sorvolando il Mar Mediterraneo, dalle parti di Ustica...... Oooops.... Modello DirektorVidelaPinochet.....

Suggerisco  al  diretoinreto  visto  che  comunque   ce  lo  dobbiamo tenere   di  utilizzare   l'airbus del  presidente  del  consiglio  perchè  ora   checchenedicano  è del  Sig. Conte....  sai  quanti  viaggi   si  risparmia ...  ahahahahah

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

ma   non  diteloadiretoinreto  questo  è  il vice  di salvini non  come  lui...

Ha ragione Giorgetti, Matteo Salvini l’ha sparata grossa sui rimpatri. Ma anche sulla Fornero, sulle accise della benzina, sulle tasse e su tutto ciò che gli ha portato voti in campagna elettorale.
Tecnicamente si chiama prendere per i fondelli i cittadini.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, etrusco1900 ha scritto:

Si può benissimo continuare a fare quello che si fa adesso, cioè niente con le persone che delinquono libere dopo poche ore, libere di andare in giro a deridere gli agenti ce le hanno arrestate, oppure con le scuole che non danno più  ne le pene corporali ne l'educazione e magari si limitano a dare il sei politico a tutti;   sono precise scelte politiche ed "ideologiche" ;  la nostra costituzione dice  GIUSTAMENTE che chi delinque deve essere rieducato; guardiamo i risultati chi oggi esce dalle carceri è migliore o peggiore di prima? molti sostengono che è peggiore e propongono di abolirle le carceri, ma se le abolisci quale sistema di rieducazione si propone? se una ragazzina rom spinta dai genitori va a borseggiare, per farla smettere cosa concretamente e praticamente proponete?  e uso il termine "concretamente" perché molti  evitano di rispondere e parlano genericamente della società, delle ingiustizie che sono all'origine delle devianze, parlano genericamente di una nuova forma di società più giusta e più umana dove tutti dovrebbero vivere felici e contenti , si nascondono dietro questi ragionamenti  e concretamente non propongono niente 

Certo, chi va in carcere deve essere rieducato, questo dice la Costituzione e non ci sono neanche troppi dubbi che, invece, chi esce dal carcere, fatta eccezione per pochi casi sporadici, né esce peggiorato. Giuste tutte le osservazioni riguardanti il fatto che,  tra sconti di pena, lungaggini burocratiche e chi più ne ha più metta, spesso e volentieri le pene risultano solo teoriche.

Però qui bisogna mettersi d'accordo una volta per tutte perché tu, con questi distinguo e queste titubanze che hai esposto e che cozza come massi con la teoria dominante del cappio e della gogna, rischi di essere espulso dal club dei machi e della chiave buttata a mare. Tieni ben presente che tu ondeggi paurosamente tra legalità democratica (come minimo a parole) e pensiero rondista celoduro dominante. E qui bisogna decidersi: o l'uno o l'altro. O si accetta il principio del carcere rieducativo e quindi anche le leggi approvate che guardano in quella direzione anche se talvolta possono risultare perfino eccessive e a prima vista tolleranti oppure si sta dalla parte del carcere duro, puro e spietato,  per la punizione senza possibilità di redenzione (quindi punitivo e basta e mai rieducativo o rieducativo solo se non se ne può fare a meno).

In questo momento il "comune sentire", quello del bar e dello stadio, è sicuramente per questa seconda ipotesi per cui far finta di essere buoni e buonisti con mille distinguo e contraddizioni, serve solo ad alimentare i dubbi e a confermare le certezze. E tu non hai fatto altro che palesato i tanti dubbi e le tante contraddizioni.In queste cose decisi bisogna essere e dire pane al pane e vino al vino.

Tornando poi alle punizioni esemplari da comminate allabambina Rom, tieni presente che quelle che ti ho precedentemente elencato riguardano esclusivamente la bambine e i bambini Rom, al limite ci possiamo aggiungere le bambine e i bambini di colore. 

Esiste invece una punizione universale, che vale per tutti i bambini e tutte le bambine senza distinzione di razza, di censo e di genere, una punizione democratica quindi, non corporale e per niente razzista ed è quella che ti riporto in seguito.

La punizione consiste nel far ripetere 100 volte al giorno, fatta esclusione ovviamente la domenica e le feste comandate, la frase: "io da grande voterò e farò votare il Comandante Uncino in tutti i secoli dei secoli". E questa, secondo me, è la punizione più educativa e pedagogica che possa esistere, migkiore du tutte le altre. Altro che Metodo Montessori. La Montessori ci fa un baffo a noi.

Ps: Mia cugina maestra ha avuto in classe una bambina Rom alla quale ovviamente si era anche affezionata (stiamo parlando di bambina, tanto per capirci).

Un giorno l'ha trovata che chiedeva l'elemosina e le è venuto istintivo darle qualcosa senza che la bambina glielo chiedesse, anche qualcosa in più rispetto a quello che normalmente viene dato in questi casi. Ebbene, la bambina non ha accattato niente, nonostante mia cugina glieli volesse dare a tutti i costi dicendole "no maestra, tu no". E non c'è stato verso, non è assolutamente riuscita a far glieli prendere.

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Il rimpatrio dovrebbe essere a carico dell'Inps e di tutti quelli che hanno fatto in modo di fare

entrare immigrati compreso il Pd//

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

19 minuti fa, robyrossa236 ha scritto:

Il rimpatrio dovrebbe essere a carico dell'Inps e di tutti quelli che hanno fatto in modo di fare

entrare immigrati compreso il Pd//

Anche  quelli  entrati  con  il governo  celoduro   con il  pregiudicato piduista ?   Ops  non  quelli  li hanno regolarizzati  , riops  non tutti  ne  sono  rimasti  fuori  seicentomila ,  che  siano  proprio  quelli  i clandestini ?

 

Modificato da pm610

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, ildi_vino ha scritto:

. O si accetta il principio del carcere rieducativo e quindi anche le leggi approvate che guardano in quella direzione anche se talvolta possono risultare perfino eccessive e a prima vista tolleranti oppure si sta dalla parte del carcere duro, puro e spietato,  per la punizione senza possibilità di redenzione (quindi punitivo e basta e mai rieducativo o rieducativo solo se non se ne può fare a meno).

Penso che si potrebbe guardare a quello che fanno altre nazioni democratiche come noi e più di noi, non si tratta di essere duri, si tratta semplicemente di dare messaggi chiari, "Tu hai sbagliato, ti aiuto a non farlo più"  il messaggio che invece  spesso si da in Italia è "hai sbagliato, ti permetto di farlo di nuovo" e questo avviene o per colpa del legislatore o per colpa di certi giudici che interpretano a modo loro quello che ha scritto il legislatore; leggevo pochi giorni fa di un giudice che ha mandato assolto un extracomunitario spacciatore e lo ha rimesso in libertà perché quello dello spaccio era la sola sua fonte di reddito http://www.ilgiornale.it/news/politica/pusher-rimesso-libert-si-mantiene-spaccio-1569138.html a mio parere sentenze di questo tipo non vanno nella direzione della rieducazione.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora