Chi ha VINTO e chi ha PERSO

https://www.google.it/url?sa=t&source=web&rct=j&url=http://www.ansa.it/europa/notizie/rubriche/speciali_elezioni2014/2018/06/29/ungheria-vittoria-visegrad-evitate-quote-obbligatorie_bd93c182-144a-4b5d-8686-1d5f905c68a2.html&ved=2ahUKEwickcLdrY_dAhVM-6QKHeT1DcEQFjADegQIBxAB&usg=AOvVaw2XhkX75N-cK1ljNWws0j4Q

E Salvini va ad abbracciare il premier ungherese Orban, ossia COLUI CHE PIÙ DI TUTTI SI È BATTUTO IN EUROPA PER DARLA IN QUEL POSTO ALL'ITALIA.....

Ma bravi, ma  bravi, ma bravi....

Comunque risulta evidente che ORBAN è un SOVRANISTA e SALVINI un PAROLAIO.

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

9 messaggi in questa discussione

40 minuti fa, cortomaltese-*** ha scritto:

https://www.google.it/url?sa=t&source=web&rct=j&url=http://www.ansa.it/europa/notizie/rubriche/speciali_elezioni2014/2018/06/29/ungheria-vittoria-visegrad-evitate-quote-obbligatorie_bd93c182-144a-4b5d-8686-1d5f905c68a2.html&ved=2ahUKEwickcLdrY_dAhVM-6QKHeT1DcEQFjADegQIBxAB&usg=AOvVaw2XhkX75N-cK1ljNWws0j4Q

E Salvini va ad abbracciare il premier ungherese Orban, ossia COLUI CHE PIÙ DI TUTTI SI È BATTUTO IN EUROPA PER DARLA IN QUEL POSTO ALL'ITALIA.....

Ma bravi, ma  bravi, ma bravi....

Comunque risulta evidente che ORBAN è un SOVRANISTA e SALVINI un PAROLAIO.

Perché Paesi euroentusiasti sono diventati euroscettici

Come Paesi che erano tra i più euroentusiasti si siano trasformati rapidamente in euroscettici è un esempio classico dei malfunzionamenti dell’Unione. Non c’entra la crisi economica o la tirchieria di Bruxelles. Polonia e Ungheria in testa, i quattro hanno avuto buone performance anche negli anni più bui della crisi e hanno ricevuto (e ricevono) consistenti trasferimenti dall’Unione (tra il 2010 e il 2014 la sola Polonia ha ricevuto fondi europei destinati a riforme strutturali per 109 miliardi di euro, e Polonia e Ungheria sono i Paesi che della Politica Agricola Comune hanno beneficiato di più in termini assoluti), oltre a sfruttare un costo del lavoro e una dinamica salariale estremamente contenuti.

Il problema, piuttosto, è più sottilmente legato alla sensazione di spossessamento dei processi decisionali a opera della Ue, di appannamento della propria identità culturale e di svuotamento della sovranità nazionale. Questi ultimi sono temi comuni a molti altri Stati-membri, oltre a rappresentare una questione oggettiva, ma la lunga esperienza del giogo sovietico ne esacerba i toni.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
4 minuti fa, shinycage ha scritto:

Perché Paesi euroentusiasti sono diventati euroscettici

Come Paesi che erano tra i più euroentusiasti si siano trasformati rapidamente in euroscettici è un esempio classico dei malfunzionamenti dell’Unione. Non c’entra la crisi economica o la tirchieria di Bruxelles. Polonia e Ungheria in testa, i quattro hanno avuto buone performance anche negli anni più bui della crisi e hanno ricevuto (e ricevono) consistenti trasferimenti dall’Unione (tra il 2010 e il 2014 la sola Polonia ha ricevuto fondi europei destinati a riforme strutturali per 109 miliardi di euro, e Polonia e Ungheria sono i Paesi che della Politica Agricola Comune hanno beneficiato di più in termini assoluti), oltre a sfruttare un costo del lavoro e una dinamica salariale estremamente contenuti.

Il problema, piuttosto, è più sottilmente legato alla sensazione di spossessamento dei processi decisionali a opera della Ue, di appannamento della propria identità culturale e di svuotamento della sovranità nazionale. Questi ultimi sono temi comuni a molti altri Stati-membri, oltre a rappresentare una questione oggettiva, ma la lunga esperienza del giogo sovietico ne esacerba i toni.

Bravo . Da dove lo hai copiaincollato ??

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
4 minuti fa, mark222220 ha scritto:

Bravo . Da dove lo hai copiaincollato ??

Chiedi al bimboscemo, alias PM610. Lui è il riferimento per il paste&copy.

xDxDxD

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

7 minuti fa, shinycage ha scritto:

Chiedi al bimboscemo, alias PM610. Lui è il riferimento per il paste&copy.

xDxDxD

Non e’ vero un caz.z.o !! L’amico Los copiaincolla foto o didascalie . Ma i ragionamenti politici e le opinioni sono le sue perché ha il coraggio e la possibilità di esprimerle . L’ebe te e idio ta  copiaincollatore sei te che di politica ne capisci quanto Malgioglio  di fi.ga . Di tuo ci metti solo i panini e la mer da  . A proposito , chi te lo pulisce il kulet.to dopo i bisognini ?? 

Modificato da mark222220
2 persone è piaciuto questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
39 minuti fa, mark222220 ha scritto:

Non e’ vero un caz.z.o !! L’amico Los copiaincolla foto o didascalie . Ma i ragionamenti politici e le opinioni sono le sue perché ha il coraggio e la possibilità di esprimerle . 

Really?

Stiamo parlando di Padronedelcesso, alias Losochesonoscemotuno e infine PoveroMangiapanini610?

Un turbine di nickname per sfuggire al pernacchio selvaggio e alla perenne correzione su brevi e balbettate frasi che rivaluterebbero l’intelligenza delle spugne.

xDxDxD

BrS

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, shinycage ha scritto:

Perché Paesi euroentusiasti sono diventati euroscettici

Come Paesi che erano tra i più euroentusiasti si siano trasformati rapidamente in euroscettici è un esempio classico dei malfunzionamenti dell’Unione. Non c’entra la crisi economica o la tirchieria di Bruxelles. Polonia e Ungheria in testa, i quattro hanno avuto buone performance anche negli anni più bui della crisi e hanno ricevuto (e ricevono) consistenti trasferimenti dall’Unione (tra il 2010 e il 2014 la sola Polonia ha ricevuto fondi europei destinati a riforme strutturali per 109 miliardi di euro, e Polonia e Ungheria sono i Paesi che della Politica Agricola Comune hanno beneficiato di più in termini assoluti), oltre a sfruttare un costo del lavoro e una dinamica salariale estremamente contenuti.

Il problema, piuttosto, è più sottilmente legato alla sensazione di spossessamento dei processi decisionali a opera della Ue, di appannamento della propria identità culturale e di svuotamento della sovranità nazionale. Questi ultimi sono temi comuni a molti altri Stati-membri, oltre a rappresentare una questione oggettiva, ma la lunga esperienza del giogo sovietico ne esacerba i toni.

Lascia perdere.... Forse che ai tempi del Patto di Varsavia erano Paesi Sovrani ? Sono Paesi dove ad esempio in Repubblica Ceca la destra sovranista governa con il sostegno degli ex comunisti. Miscugli di fanatismo religioso e nazionalismo etnico. Si odiano tra loro ma un negretto sbarcato in Sicilia non sono disposti ad accoglierlo.... Popoli fatti di zingari, che meritavano il dominio sovietico e l'armata rossa....

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

.... Popoli fatti di zingari, che meritavano il dominio sovietico e l'armata rossa....

Uuuuhhhmmmm....

Mi pare che su altro post si parlava anche di fedeltà alla Germania nazista.

Quantomeno dovresti prendere una decisione in merito. Non vorrei che i complotti giudaici/ massonici prendano il sopravvento e tracolliamo verso l’era di Flint.xD

BrS

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
18 minuti fa, shinycage ha scritto:

.... Popoli fatti di zingari, che meritavano il dominio sovietico e l'armata rossa....

Uuuuhhhmmmm....

Mi pare che su altro post si parlava anche di fedeltà alla Germania nazista.

Quantomeno dovresti prendere una decisione in merito. Non vorrei che i complotti giudaici/ massonici prendano il sopravvento e tracolliamo verso l’era di Flint.xD

BrS

19 minuti fa, shinycage ha scritto:

.... Popoli fatti di zingari, che meritavano il dominio sovietico e l'armata rossa....

Uuuuhhhmmmm....

Mi pare che su altro post si parlava anche di fedeltà alla Germania nazista.

Quantomeno dovresti prendere una decisione in merito. Non vorrei che i complotti giudaici/ massonici prendano il sopravvento e tracolliamo verso l’era di Flint.xD

BrS

Due post di diverso argomento. 

Restiamo sui paesi del gruppo di Visegrad.

Nel 2015 Francia, Italia e Germania furono a un passo dal giusto accordo europeo.

La ripartizione obbligatoria e proporzionale degli immigrati tra tutti i paesi europei.

Furono Ungheria, Polonia, Cechia e Slovacchia a far saltare l'accordo.

Governi amici del celoduro Salvini lo hanno dato in c.ulo all'Italia ( e alla Grecia e alla Spagna ).

Puoi mischiare le carte, ma questa è la storia.

Ci hanno detto "...ca.zzi vostri, che state sul Mediterraneo".

Begli amici sovranisti......

2 persone è piaciuto questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, cortomaltese-*** ha scritto:

 

Pienamente  d'accordo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora