Fuma che diventi grande

.00                                 
 Calabria, sequestro cannabis per 36 Mln
 Le Fiamme Gialle della compagnia di    
 Melito Porto Salvo (RC) con l'ausilio  
 di elicotteri della sezione aerea della
 GdF di Lamezia Terme (Cz) hanno indivi-
 duato e sequestrato due piantagioni di 
 cannabis nei comuni di Roccaforte del  
 Greco (Rc) e Bovalino (Rc).            

 Le piante, quasi 7.000, erano in ottime
 condizioni vegetative e dalle inflore- 
 scenze si sarebbero potuti ricavare    
 circa 4.500 chilogrammi di marijuana.  
 Immesso sul mercato, lo stupefacente   
 avrebbe fruttato alla criminalità orga-
 nizzata circa 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

14 messaggi in questa discussione

In una nazione dove ci sono partiti politici, *** di opinione, ex sessantottini ormai sessantenni, che vorrebbero fare leggi per la liberalizzazione, cosa vuoi sperare?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, etrusco1900 ha scritto:

In una nazione dove ci sono partiti politici, *** di opinione, ex sessantottini ormai sessantenni, che vorrebbero fare leggi per la liberalizzazione, cosa vuoi sperare?

Prima di scrivere corbellerie (è una tua abitudine), informati:

https://it.wikipedia.org/wiki/Proibizionismo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, lupogrigio1953 ha scritto:

Prima di scrivere corbellerie (è una tua abitudine), informati:

https://it.wikipedia.org/wiki/Proibizionismo

Guarda che io non sto parlando del proibizionismo degli Stati Uniti, sto parlando dell'Italia dei sessantottini che volevano le droghe libere e di quei parlamentari Italiani che hanno ripetutamente fatto proposte di legge per la liberalizzazione delle droghe; se poi vogliamo parlare degli Stati Uniti guarda che quando hanno liberalizzato il consumo degli alcolici lo hanno fatto solo per i maggiorenni, perché per i minorenni il "proibizionismo" negli Stati Uniti esiste ancora e questo è forse il motivo per il quale molti studenti americani quando vengono in Italia si ubriacano, fanno cioè da noi quello che non è loro permesso in patria. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
13 minuti fa, etrusco1900 ha scritto:

Guarda che io non sto parlando del proibizionismo degli Stati Uniti, sto parlando dell'Italia dei sessantottini che volevano le droghe libere e di quei parlamentari Italiani che hanno ripetutamente fatto proposte di legge per la liberalizzazione delle droghe; se poi vogliamo parlare degli Stati Uniti guarda che quando hanno liberalizzato il consumo degli alcolici lo hanno fatto solo per i maggiorenni, perché per i minorenni il "proibizionismo" negli Stati Uniti esiste ancora e questo è forse il motivo per il quale molti studenti americani quando vengono in Italia si ubriacano, fanno cioè da noi quello che non è loro permesso in patria. 

Ma che c'entrano i minorenni. Il proibizionismo arricchisce in maniera smisurata chi vende droghe. Continuando la tua lettura su wikipedia (che evidentemente non hai fatto) a un certo punto trovi: "Migliaia di affiliati a bande criminali correlate al mercato nero dell'alcol videro andare in fumo, da un giorno all'altro, un business da miliardi di dollari".

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

se una cosa fa male alla salute fa male sia se è venduta illegalmente sia se è venduta legalmente , non cambia nulla; anziché pensare a legalizzare le droghe bisognerebbe educare la popolazione a non fumare le normali sigarette (quelle che semplicemente fanno venire il cancro) a non bere  (quanti incidenti stradali sono provocati da persone che hanno bevuto) tu citando wikipedia parli  delle bande criminali che videro andare in fumo i loro guadagni; guarda che ci fu semplicemente una sostituzione di quelli che guadagnavano, quante aziende americane iniziarono a fare lucrosi affari dalla vendita legittima degli alcolici, senza pensare ai milioni di dollari che legalmente guadagnano anche oggi le aziende americane che vendono sigarette (le normali sigarette di tabacco che semplicemente fanno venire il cancro) un vecchio proverbio Toscano dice: "cambiano i suonatori ma la musica è la stessa) cessarono di guadagnare i "picciotti" ma le mafie vere, quelle che investono in borsa continuarono e aumentarono i loro guadagni vendendo legalmente  e alla luce del sole quello che prima facevano vendere ai "picciotti " in modo clandestino; non è che gli americani dopo la liberalizzazione sono diventati astemi, hanno semplicemente continuato a bere come prima e più di prima e se una cosa fa male alla salute  lo stato la deve contrastare e non agevolare,  questo vale per l'alcol, per il fumo di tabacco e per le droghe 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, etrusco1900 ha scritto:

se una cosa fa male alla salute fa male sia se è venduta illegalmente sia se è venduta legalmente , non cambia nulla; anziché pensare a legalizzare le droghe bisognerebbe educare la popolazione a non fumare le normali sigarette (quelle che semplicemente fanno venire il cancro) a non bere  (quanti incidenti stradali sono provocati da persone che hanno bevuto) tu citando wikipedia parli  delle bande criminali che videro andare in fumo i loro guadagni; guarda che ci fu semplicemente una sostituzione di quelli che guadagnavano, quante aziende americane iniziarono a fare lucrosi affari dalla vendita legittima degli alcolici, senza pensare ai milioni di dollari che legalmente guadagnano anche oggi le aziende americane che vendono sigarette (le normali sigarette di tabacco che semplicemente fanno venire il cancro) un vecchio proverbio Toscano dice: "cambiano i suonatori ma la musica è la stessa) cessarono di guadagnare i "picciotti" ma le mafie vere, quelle che investono in borsa continuarono e aumentarono i loro guadagni vendendo legalmente  e alla luce del sole quello che prima facevano vendere ai "picciotti " in modo clandestino; non è che gli americani dopo la liberalizzazione sono diventati astemi, hanno semplicemente continuato a bere come prima e più di prima e se una cosa fa male alla salute  lo stato la deve contrastare e non agevolare,  questo vale per l'alcol, per il fumo di tabacco e per le droghe 

Non so se non vuoi capire oppure non ci arrivi. Per te è indifferente se a vendere il vino è un produttore che opera legalmente oppure è un malavitoso che spara alla gente. Io bevo il vino come fanno milioni di persone, ne bevo la giusta quantità. Altri bevono in modo smodato mettendo a repentaglio la propria vita. Ma almeno nessuno spara per vendere il vino.

Ma comunque non ho intenzione di continuare a parlare con te, sei di una grettezza unica.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
17 minuti fa, lupogrigio1953 ha scritto:

Non so se non vuoi capire oppure non ci arrivi. Per te è indifferente se a vendere il vino è un produttore che opera legalmente oppure è un malavitoso che spara alla gente. Io bevo il vino come fanno milioni di persone, ne bevo la giusta quantità. Altri bevono in modo smodato mettendo a repentaglio la propria vita. Ma almeno nessuno spara per vendere il vino.

Ma comunque non ho intenzione di continuare a parlare con te, sei di una grettezza unica.

Visto che non vuoi parlare con me terminiamo qui; una sola considerazione: se anziché vendere  del banale vino   si vende un veleno , sia  che lo venda un privato in modo clandestino, sia  che lo venda un privato in modo lecito , sia  che lo venda lo  stato non cambia molto, veleno era, veleno rimane; per quanto riguarda il malavitoso che spara alla gente non è che si toglie di mezzo facendo in vece sua la vendita del veleno, si toglie di mezzo mettendolo in galera.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
16 minuti fa, etrusco1900 ha scritto:

Visto che non vuoi parlare con me terminiamo qui; una sola considerazione: se anziché vendere  del banale vino   si vende un veleno , sia  che lo venda un privato in modo clandestino, sia  che lo venda un privato in modo lecito , sia  che lo venda lo  stato non cambia molto, veleno era, veleno rimane; per quanto riguarda il malavitoso che spara alla gente non è che si toglie di mezzo facendo in vece sua la vendita del veleno, si toglie di mezzo mettendolo in galera.

Te l'ho detto che sei di una grettezza unica: la droga oggi la trovi come e quando vuoi. Se e quando la liberalizzeranno, le persone sensate continueranno a non consumarla. Le altre continueranno a farne uso. Esattamente come è per il vino e i liquori e le sigarette. L'unico argine, con o senza il proibizionismo, sono le campagne di informazione.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, lupogrigio1953 ha scritto:

la droga oggi la trovi come e quando vuoi

Se questo avviene è perché è mancata la volontà politica di combattere il fenomeno, anzi c'è stata la volontà politica di depenalizzarla e di lasciar correre; se quando viene preso uno spacciatore anziché rimetterlo in libertà il giorno dopo, come avviene adesso ,fosse messo in galera e buttata via la chiave, dopo qualche tempo la droga non la troveresti più

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, etrusco1900 ha scritto:

Se questo avviene è perché è mancata la volontà politica di combattere il fenomeno, anzi c'è stata la volontà politica di depenalizzarla e di lasciar correre; se quando viene preso uno spacciatore anziché rimetterlo in libertà il giorno dopo, come avviene adesso ,fosse messo in galera e buttata via la chiave, dopo qualche tempo la droga non la troveresti più

Vabbè, adesso ci sono i tuoi amici, quelli che hai votato tu, al governo. Vallo a dire a loro di arrestare tutti (o buona parte) i trafficanti di droga. Ok?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
20 minuti fa, lupogrigio1953 ha scritto:

E' inutile che lo dici a me.

Non lo dico a te ma a tutto coloro che per ragioni "ideologiche" sono contrari a qualsiasi riforma della magistratura

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
4 minuti fa, etrusco1900 ha scritto:

Non lo dico a te ma a tutto coloro che per ragioni "ideologiche" sono contrari a qualsiasi riforma della magistratura

Non ci senti o fai finta di essere sordo? Quelli che erano "contrari a qualsiasi riforma della magistratura" ora non sono più al governo, ma ci sono quelli che hai votato tu. Dillo a loro.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora