MAGISTRATURA AD OROLOGERIA ?

Il disco rotto  che  pensavamo  di  aver  dimenticato,  lo  usavano  ai tempi  del   berlosco poi  è stato  accantonato mai  usato  dai tanto  denigrati  piddini,   ora  torna     si accusa  la  magistratura  di essere  politicizzata , di essere  rossa,  di essere ad  orologeria  che  se  la  piglia  solo perché  fanno politica   ma  purtroppo è  evidente   anche  a  chi  non  capisce  niente   che   possono  esser  violate   regole  e comportamenti da  questo   cosidetto  ministro  solo degli  struzzi  possono dire  che   è tutto nella  norma ...chissà  perchè quando  per   un  articolo  di  un  giornaletto  era  un  altro  ad  essere  preso  in  mezzo  li stessi  che  oggi  si scagliano  contro i magistrati li  incitavano e  davano  già  per  condannato  chi poi  risultò calunniato  e  coinvolto con  falsità. Cosa  che  non  si  può  dire    dell'oggi.

L'immagine può contenere: 1 persona, testo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

4 messaggi in questa discussione

Ma non sarà l’indagine a intaccare il ministro dell’interno e non è una buona idea costruire sull’indagine in corso l’opposizione politica: gli ultimi decenni in Italia hanno dimostrato che l’attività della magistratura nei confronti di qualche leader politico rende agevole la rappresentazione del martire colpito dai poteri forti e in questo schema il leader della Lega sa muoversi con abilità.

Ciò che conta ora è sottolineare l'enorme fallimento politico (l'ennesimo) di un ministro dell'interno che sulla pelle di qualche disperato ha tentato di ricattare l'Europa (incapace evidentemente di intavolare un trattativa politica) e ne è uscito fragorosamente scornato

A proposito  si   nasconderà dietro  l'immunità e il tribunale  dei  ministri  di certo  farà  archiviare  il tutto  sia  mai..

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

https://www.facebook.com/notes/giorgio-trevisan/matteo-salvini-indagato-indagati-anche-il-capo-e-il-vice-dipartimento-per-le-lib/10216626279958747/

Chi ha avuto il disgusto di sentire in diretta l’affannosa e maramaldesca autodifesa del leghista Matteo Salvini (era a presenziare un festa legaiola a Trento in qualità di capo della Lega) ha capito che siamo all’olio di ricino!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ed  ora  gigetto  o  bibitaro incoerente e  borioso  difende  il suo  socio   già  non è  come    alfano... ahahahah  demenza  grullesca...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

L'immagine può contenere: 6 persone, persone che sorridono, testo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora