Caso più unico che raro

Una nave militare Italiana col suo carico di persone e con tutto l'equipaggio tenuta in ostaggio dall'Italia. 

A questo punto l'Italia dovrebbe entrare in guerra contro se stessa per liberarla.

Lotta incertissima, chissà chi la spunterà: potrebbe prevalere l'Italia però, se andasse male, potrebbe anche non prevalere e a quel punto potrebbe spuntarla invece l'Italia. Oppure potrebbe capitare il caso che l'Italia soccomba e, a quel punto la nave militare potrebbe anche finire nelle mani dell'Italia. 

Situazione veramente terribile e pericolosissima. Speriamo di cavarcela o almeno che ci aiuti l'Europa. L'Europa? No no, l'Europa assolutamente no,  tutt'al più l'Ungheria, la Polonia o l'Austria. Nessun altro però altrimenti ci arrabbismo.

 

2 persone è piaciuto questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

2 messaggi in questa discussione

Inviata (modificato)

Una situazione a dir poco imbarazzante. È vero che Salvini tiene di più alla sua immagine di bullo che all'immagine del Paese, ma è un politico navigato e ritengo che non sarebbe entrato in questo vicolo cieco se non fosse stato certo che almeno 5 o 6 Stati dell'UE sarebbero intervenuti come la volta scorsa a dividersi con noi i migranti della Diciotti. Ma questa è per l'appunto la prima domanda da porsi: perché ora nessuno interviene? La risposta più ovvia è che la Diciotti è una nave italiana, per giunta militare, e non una ONG. Però, se non erro, l'altra volta i migranti erano molti di più, questa volta basterebbe un piccolissimo aiutino. E allora azzardo un'altra spiegazione. L'Europa potrebbe avere deciso di isolare il governo italiano per una questione sopravvenuta ultimamente e che non ha nulla a che vedere con l'immigrazione ma che per i poteri forti internazionali è al momento più preoccupante: la questione Autostrade con la minaccia della nazionalizzazione. Va ricordato che i Benetton hanno interessi, fabbriche, quote azionarie in mezza Europa, anzi in mezzo mondo, inoltre la nazionalizzazione di Autostrade costituirebbe un precedente pericoloso per i mercati e per il modello neoliberista dominante: se funzionasse potrebbero seguire altre nazionalizzazioni in Italia e altri paesi potrebbero seguirci. Un altro caso critico vede coinvolto un gruppo perfino più grosso, Arcelor Mittal, in relazione alla gara per l'Ilva. Di Maio è giovane ma non privo di fiuto politico e potrebbe avere fiutato una sorta di complotto strisciante contro il governo Conte. Ciò spiegherebbe la sua mossa di contrattacco. Un ultimatum all'Europa: o risolviamo una volta per tutte la questione della ripartizione dei migranti o blocchiamo il contributo italiano all'UE (20 miliardi). Una mossa politica in sé plausibile, direi anzi coraggiosa e motivata, perché questa cosa che i migranti che partono dalla Libia debbano sbarcare tutti in Italia è vero che ce la siamo cercata noi (con i disastrosi e sottomessi governi precedenti) ma è una vistosa ingiustizia. Purtroppo è del tutto sbagliato il tempo. Bisognava prima risolvere l'incresciosa vicenda di Catania. Dopodiché si poteva dire a testa alta all'Europa: ancora una volta ci avete lasciati soli e ce la siamo sbrigata da soli, ma non si ripeterà più altrimenti vi tagliamo i fondi. Ora invece l'ultimatum di Di Maio suona come la mossa della disperazione. Gli europei sanno che intorno alla nave Diciotti c'è un'Italia spaccata, un governo indebolito. Inoltre l'ultimatum cambia ulteriormente lo status di quei 150 poveracci. Erano stati imbarcati come naufraghi, Salvini, di testa sua, li ha degradati a irregolari, Di Maio li degrada a ostaggi. Merce di scambio nella trattativa con l'Europa. Non ci facciamo una bella figura. Sono esseri umani, la politica non può mettersi sotto i piedi le regole di civiltà. Ora intervenga il capo dello Stato, che è anche il capo delle forze armate, e ordini al comandante della Diciotti di sbarcare con tutto l'equipaggio e con tutti i naufraghi vergognosamente stipati a bordo. Poi Salvini protesterà, ma la figuraccia non gliela toglierà nessuno.

Modificato da fosforo41

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
6 ore fa, fosforo41 ha scritto:

Una situazione a dir poco imbarazzante. È vero che Salvini tiene di più alla sua immagine di bullo che all'immagine del Paese, ma è un politico navigato e ritengo che non sarebbe entrato in questo vicolo cieco se non fosse stato certo che almeno 5 o 6 Stati dell'UE sarebbero intervenuti come la volta scorsa a dividersi con noi i migranti della Diciotti. Ma questa è per l'appunto la prima domanda da porsi: perché ora nessuno interviene? La risposta più ovvia è che la Diciotti è una nave italiana, per giunta militare, e non una ONG. Però, se non erro, l'altra volta i migranti erano molti di più, questa volta basterebbe un piccolissimo aiutino. E allora azzardo un'altra spiegazione. L'Europa potrebbe avere deciso di isolare il governo italiano per una questione sopravvenuta ultimamente e che non ha nulla a che vedere con l'immigrazione ma che per i poteri forti internazionali è al momento più preoccupante: la questione Autostrade con la minaccia della nazionalizzazione. Va ricordato che i Benetton hanno interessi, fabbriche, quote azionarie in mezza Europa, anzi in mezzo mondo, inoltre la nazionalizzazione di Autostrade costituirebbe un precedente pericoloso per i mercati e per il modello neoliberista dominante: se funzionasse potrebbero seguire altre nazionalizzazioni in Italia e altri paesi potrebbero seguirci. Un altro caso critico vede coinvolto un gruppo perfino più grosso, Arcelor Mittal, in relazione alla gara per l'Ilva. Di Maio è giovane ma non privo di fiuto politico e potrebbe avere fiutato una sorta di complotto strisciante contro il governo Conte. Ciò spiegherebbe la sua mossa di contrattacco. Un ultimatum all'Europa: o risolviamo una volta per tutte la questione della ripartizione dei migranti o blocchiamo il contributo italiano all'UE (20 miliardi). Una mossa politica in sé plausibile, direi anzi coraggiosa e motivata, perché questa cosa che i migranti che partono dalla Libia debbano sbarcare tutti in Italia è vero che ce la siamo cercata noi (con i disastrosi e sottomessi governi precedenti) ma è una vistosa ingiustizia. Purtroppo è del tutto sbagliato il tempo. Bisognava prima risolvere l'incresciosa vicenda di Catania. Dopodiché si poteva dire a testa alta all'Europa: ancora una volta ci avete lasciati soli e ce la siamo sbrigata da soli, ma non si ripeterà più altrimenti vi tagliamo i fondi. Ora invece l'ultimatum di Di Maio suona come la mossa della disperazione. Gli europei sanno che intorno alla nave Diciotti c'è un'Italia spaccata, un governo indebolito. Inoltre l'ultimatum cambia ulteriormente lo status di quei 150 poveracci. Erano stati imbarcati come naufraghi, Salvini, di testa sua, li ha degradati a irregolari, Di Maio li degrada a ostaggi. Merce di scambio nella trattativa con l'Europa. Non ci facciamo una bella figura. Sono esseri umani, la politica non può mettersi sotto i piedi le regole di civiltà. Ora intervenga il capo dello Stato, che è anche il capo delle forze armate, e ordini al comandante della Diciotti di sbarcare con tutto l'equipaggio e con tutti i naufraghi vergognosamente stipati a bordo. Poi Salvini protesterà, ma la figuraccia non gliela toglierà nessuno.

Cazzaro , te non sei tenuto a fare congetture peraltro sostenute solo dalla tua naturale insipienza . Te sei tenuto a dare un giudizio sul problema dopo aver analizzato l’episodio . E l’episodio dice che un governo di pericolosi raccattati ed inetti tiene in ostaggio una nave della Marina militare italiana e non fa scendere e soccorrere oltre 150 persone oltre ad i membri dell’equipaggio . Ed una persona seria oltre che onesta , ed ecco allora perché te non lo fai , dovrebbe indignarsi e scagliarsi contro questo governo di mer da e non applicare la teoria del fascista Travaglio che divide il governo in una parte buona ( quella del M5S) e in una parte cattiva ( quella della Lega ). No, Cazzaro !! Il governo e’ uno !! Solo uno !! Troppo facile idio ta , ragionare come fai te !! E se tu comunque non te ne fossi ancora accorto , dal M5S nessuna critica degna di nota a Salvini. Di Maio , impareggiabile incompetente e più comico di Toto’ sta dando una copertura totale al ministro dell'interno, a costo di abbondanare il presidente della Camera Fico ed i suoi sparuti seguaci.  Per i Cinque Stelle l'alleanza con la Lega è senza via d'uscita. Sulla Diciotti, la maggioranza sta andando contro la legge, va fermata per impedirgli di infangare il nome dell'Italia e per ristabilire un principio di umanità. E non ho capito perché ancora non ti sei indignato Egregio pezzodimmerda allo stato purissimo !! 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora