dovevano fare lavori socialmente utili gratis,ma non hanno tempo

“I migranti hanno tempo per fare festa, ma non per fare i lavori socialmente utili che avevano promesso”.

il sindaco di Corte Maggiore (Piacenza), dopo aver visto su Facebook un video in cui le operatrici del Cas (Centro di Accoglienza Sociale) intrattenevano tra balli, musica e brindisi i richiedenti asilo ospiti della Coop.

La Cefal (la Coop che gestisce il centro piacentino a spese dei contribuenti) lo scorso 26 marzo aveva sottoscritto un “patto di volontariato” con il Comune per far fare ai fancazzisti lavori socialmente utili. Lavori che i fancazzisti hanno ovviamente rifiutato “per mancanza di tempo”. Devono infatti ballare e intrattenersi con le ‘operatrici’ del centro.

Per alcuni sono iniziati contratti di lavoro a chiamata di tipo agricolo, il che sarebbe anche illegale, e anche se, spiegano gli affaristi interessati, “tu ne assumi otto per sperare di averne due che vengono a lavorare perché quelli motivati sono pochi”.

Il sindaco: “Ricevo continue *** di azioni degradanti, urinano nei giardini pubblici e condominiali, la sera escono a tarda ora in bicicletta percorrendo le strade provinciali senza nessun dispositivo di illuminazione o giubbotti catarifrangenti. Mi risulta che nella struttura ci dovrebbe essere un tutor di giorno e di notte ma non credo ci sia”. Ma ci sono le ‘operatrici’ ballerine.

“Nella struttura c’è un clima di grande demoralizzazione al limite della depressione”, spiega la psicologa della Coop. “La festa – spiega – è nata dal desiderio di risollevare l’umore dei ragazzi stremati dalla lunga attesa della protezione internazionale e dall’aver trovato, fino ad ora, solo lavori stagionali”.

Sono depressi. E loro, le ‘operatrici’, li tirano su.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

7 messaggi in questa discussione

e bè...no!! dopo anni di torture,con i carboni ardenti nei testi-coli...giri di ruota con arpioni...gabbie messe all'ingresso delle mure di cinta....dopo aver patito la fame e digiuni...hanno diritto a scatenarsi nei balli?? se abbiamo il beneplacido di ahah.ah,di mark,nonchè losio quando si ink....con wronschi,allora va bene

Ma scusate...dove sono i segni delle torture? e se hanno patito la fame perchè sono cosi' pasciutti??la magliette griffate sono strette...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

ha ragione signor director, ha ragione da vendere.

Se non hanno segni visibili sul corpo non sono stati torturati.

Torturiamoli io e lei signor director, così faremo emergere un pò di verità nei loro confronti.

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, ahaha.ha ha scritto:

ha ragione signor director, ha ragione da vendere.

Se non hanno segni visibili sul corpo non sono stati torturati.

Torturiamoli io e lei signor director, così faremo emergere un pò di verità nei loro confronti.

 

bè..che te lagni..la chiesa l'ha fatta per qualche secolo..e nessuno ha avuto nulla da ridire.non l osapevi??

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
17 ore fa, director12 ha scritto:

e bè...no!! dopo anni di torture,con i carboni ardenti nei testi-coli...giri di ruota con arpioni...gabbie messe all'ingresso delle mure di cinta....dopo aver patito la fame e digiuni...hanno diritto a scatenarsi nei balli?? se abbiamo il beneplacido di ahah.ah,di mark,nonchè losio quando si ink....con wronschi,allora va bene

Ma scusate...dove sono i segni delle torture? e se hanno patito la fame perchè sono cosi' pasciutti??la magliette griffate sono strette...

 

17 ore fa, director12 ha scritto:

“I migranti hanno tempo per fare festa, ma non per fare i lavori socialmente utili che avevano promesso”.

il sindaco di Corte Maggiore (Piacenza), dopo aver visto su Facebook un video in cui le operatrici del Cas (Centro di Accoglienza Sociale) intrattenevano tra balli, musica e brindisi i richiedenti asilo ospiti della Coop.

La Cefal (la Coop che gestisce il centro piacentino a spese dei contribuenti) lo scorso 26 marzo aveva sottoscritto un “patto di volontariato” con il Comune per far fare ai fancazzisti lavori socialmente utili. Lavori che i fancazzisti hanno ovviamente rifiutato “per mancanza di tempo”. Devono infatti ballare e intrattenersi con le ‘operatrici’ del centro.

Per alcuni sono iniziati contratti di lavoro a chiamata di tipo agricolo, il che sarebbe anche illegale, e anche se, spiegano gli affaristi interessati, “tu ne assumi otto per sperare di averne due che vengono a lavorare perché quelli motivati sono pochi”.

Il sindaco: “Ricevo continue *** di azioni degradanti, urinano nei giardini pubblici e condominiali, la sera escono a tarda ora in bicicletta percorrendo le strade provinciali senza nessun dispositivo di illuminazione o giubbotti catarifrangenti. Mi risulta che nella struttura ci dovrebbe essere un tutor di giorno e di notte ma non credo ci sia”. Ma ci sono le ‘operatrici’ ballerine.

“Nella struttura c’è un clima di grande demoralizzazione al limite della depressione”, spiega la psicologa della Coop. “La festa – spiega – è nata dal desiderio di risollevare l’umore dei ragazzi stremati dalla lunga attesa della protezione internazionale e dall’aver trovato, fino ad ora, solo lavori stagionali”.

Sono depressi. E loro, le ‘operatrici’, li tirano su.

OH !! LAVORARE E' FATICA , CERCHI DI COMPRENDERLI !!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
22 ore fa, director12 ha scritto:

bè..che te lagni..la chiesa l'ha fatta per qualche secolo..e nessuno ha avuto nulla da ridire.non l osapevi??

non sono io a lagnarmi, ma lei signor director

Comunque se lo ha fatto la chiesa possiamo farlo anche noi, magari *** da frati della santa inquisizione.

Che ne dice signor director, mi sembra che quando le propongo delle decisioni drastiche lei sia sempre titubante. Mi sbaglio?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, ahaha.ha ha scritto:

non sono io a lagnarmi, ma lei signor director

Comunque se lo ha fatto la chiesa possiamo farlo anche noi, magari *** da frati della santa inquisizione.

Che ne dice signor director, mi sembra che quando le propongo delle decisioni drastiche lei sia sempre titubante. Mi sbaglio?

la faccia da inquisitore ce l'hai...il taglio dei capelli,pure?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, director12 ha scritto:

la faccia da inquisitore ce l'hai...il taglio dei capelli,pure?

Ecco vede?

Si fre-gano da solo. Fa vedere che non solo è titubante, ma addirittura le manca il coraggio per arrivare alle decisioni drastiche.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963