Caro PartitoDisonesto. Ritenta ancora!

12 messaggi in questa discussione

2 ore fa, shinycage ha scritto:

Ahahahah, io non rosico per niente ebete cecato . Ora li rimetteremo nel milleproroghe e passerà giustamente perché e' da idioti come il m5s rinunciare ad un incasso minimo di 200 milioni di euro solo con la pubblicità contro una garanzia e non una spesa di 97 milioni . Meno male che c'è il PD altro che riprovaci ancora . Voi state tranquilli non solo non riprovate , voi non provate nemmeno . Solo no !! No da ebeti e webeti . Ahahahaha 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Una domanda, Mark. Se la Ryder Cup è la miniera d'oro che descrivi, che bisogno c'era di stanziare 60 milioni di denaro pubblico (fondi cash al Coni) per organizzarla, più altri 97 milioni a garanzia degli organizzatori verso gli sponsor? Oltre tutto la competizione si svolgerà su un lussuoso campo privato. Il quale, immagino, sarà ristrutturato alla grande con i soldi dei contribuenti. Ne beneficeranno la famiglia Biagiotti (i proprietari) e gli altri vip che lo utilizzeranno prima e dopo i tre giorni di gara della Ryder Cup del 2022. Tu mi dirai che a noi italiani piace fare le cose in grande, specie quando paga Pantalone. Vero, infatti sappiamo già che quella di Roma 2022 sarà l'edizione più costosa di sempre (per es. molto più di quella prevista in Francia nel 2018) ed è per l'appunto a suon di cifre a molti zeri che Roma, o meglio l'accoppiata Malagò-Chimenti, è riuscita a farsela assegnare superando la concorrenza. Ma sappiamo anche che noi italiani siamo i più bravi al mondo nell'arte di sforare il budget iniziale, specie quando garantisce Pantalone. Sappiamo, infine, che i due suddetti personaggi sono due noti megalomani. Il primo, presidente del Coni, si gonfiava perfino la media sul libretto universitario (truccando gli esami e assegnandosi dei bei 30), mentre il secondo, già presidente della Lazio negli anni '80 e già candidato alla presidenza del Coni, a 77 anni è stato riconfermato per la quinta volta alla presidenza di Federgolf nonostante il suo "lieve" conflitto di interessi (è stato infatti riconfermato, con lauto stipendio, anche alla presidenza di Coni Servizi s.p.a.). La megalomania del presidente padrone del golf italiano è confermata dalle sue stime della ricaduta economica della Ryder Cup romana, che, secondo Chimenti, genererà un indotto di 600-800 milioni. Forse Chimenti confonde la Ryder Cup con le Olimpiadi (che durano 17 giorni e non 3) e dimentica che il golf in Italia interessa 4 gatti. Sono pronto a scommettere fin d'ora che tra i 50.000 spettatori molto ottimisticamente previsti per ciascuno dei tre giorni di gara (ma dove li metteranno a sedere, sul prato?) gli italiani entreranno per lo più con biglietto omaggio (sempre a carico di Pantalone, ovviamente). Confidiamo sugli stranieri, ma la Ryder Cup non ha il richiamo dell'Anno Santo (e non dura un anno ma tre giorni) e l'ultimo Anno Santo è stato un mezzo flop. Di solito in questo tipo di manifestazioni sportive l'introito di gran lunga maggiore viene dai diritti tv. Per la Ryder Cup il senatore del Pd Esposito prevede un gettito di 40 milioni. In definitiva, anche le ultime stime che si leggono in Rete, e che si aggirano sui 150-200 milioni di ricaduta economica complessiva, a me sembrano molto ma molto ottimistiche. Niente paura: in ogni caso paga (e garantisce) Pantalone. Il quale, anche in tempi di austerity, allarga i cordoni della borsa per il golf dei vip e dei benestanti, ma li stringe per lo sport di periferia: appena 100 milioni in tre anni stanziati dal governo Renzi per ristrutturare 180 fatiscenti impianti sportivi della Penisola, a fronte di un fabbisogno di oltre 1 miliardo.

Saluti

http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/11/18/ryder-cup-soldi-pubblici-campo-privato-e-poca-trasparenza-le-10-domande-del-fatto-a-cui-federgolf-non-vuol-rispondere/3202210/

http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/11/05/ryder-cup-di-golf-a-roma-i-60-milioni-cash-nascosti-dal-governo-nella-manovra/3169083/

http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/10/29/legge-di-bilancio-governo-stanzia-97-milioni-a-garanzia-della-ryder-cup-di-golf-tutti-gli-interessi-e-i-vip-in-ballo/3129188/

 

 

2 persone è piaciuto questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, fosforo31 ha scritto:

Una domanda, Mark. Se la Ryder Cup è la miniera d'oro che descrivi, che bisogno c'era di stanziare 60 milioni di denaro pubblico (fondi cash al Coni) per organizzarla, più altri 97 milioni a garanzia degli organizzatori verso gli sponsor? Oltre tutto la competizione si svolgerà su un lussuoso campo privato. Il quale, immagino, sarà ristrutturato alla grande con i soldi dei contribuenti. Ne beneficeranno la famiglia Biagiotti (i proprietari) e gli altri vip che lo utilizzeranno prima e dopo i tre giorni di gara della Ryder Cup del 2022. Tu mi dirai che a noi italiani piace fare le cose in grande, specie quando paga Pantalone. Vero, infatti sappiamo già che quella di Roma 2022 sarà l'edizione più costosa di sempre (per es. molto più di quella prevista in Francia nel 2018) ed è per l'appunto a suon di cifre a molti zeri che Roma, o meglio l'accoppiata Malagò-Chimenti, è riuscita a farsela assegnare superando la concorrenza. Ma sappiamo anche che noi italiani siamo i più bravi al mondo nell'arte di sforare il budget iniziale, specie quando garantisce Pantalone. Sappiamo, infine, che i due suddetti personaggi sono due noti megalomani. Il primo, presidente del Coni, si gonfiava perfino la media sul libretto universitario (truccando gli esami e assegnandosi dei bei 30), mentre il secondo, già presidente della Lazio negli anni '80 e già candidato alla presidenza del Coni, a 77 anni è stato riconfermato per la quinta volta alla presidenza di Federgolf nonostante il suo "lieve" conflitto di interessi (è stato infatti riconfermato, con lauto stipendio, anche alla presidenza di Coni Servizi s.p.a.). La megalomania del presidente padrone del golf italiano è confermata dalle sue stime della ricaduta economica della Ryder Cup romana, che, secondo Chimenti, genererà un indotto di 600-800 milioni. Forse Chimenti confonde la Ryder Cup con le Olimpiadi (che durano 17 giorni e non 3) e dimentica che il golf in Italia interessa 4 gatti. Sono pronto a scommettere fin d'ora che tra i 50.000 spettatori molto ottimisticamente previsti per ciascuno dei tre giorni di gara (ma dove li metteranno a sedere, sul prato?) gli italiani entreranno per lo più con biglietto omaggio (sempre a carico di Pantalone, ovviamente). Confidiamo sugli stranieri, ma la Ryder Cup non ha il richiamo dell'Anno Santo (e non dura un anno ma tre giorni) e l'ultimo Anno Santo è stato un mezzo flop. Di solito in questo tipo di manifestazioni sportive l'introito di gran lunga maggiore viene dai diritti tv. Per la Ryder Cup il senatore del Pd Esposito prevede un gettito di 40 milioni. In definitiva, anche le ultime stime che si leggono in Rete, e che si aggirano sui 150-200 milioni di ricaduta economica complessiva, a me sembrano molto ma molto ottimistiche. Niente paura: in ogni caso paga (e garantisce) Pantalone. Il quale, anche in tempi di austerity, allarga i cordoni della borsa per il golf dei vip e dei benestanti, ma li stringe per lo sport di periferia: appena 100 milioni in tre anni stanziati dal governo Renzi per ristrutturare 180 fatiscenti impianti sportivi della Penisola, a fronte di un fabbisogno di oltre 1 miliardo.

Saluti

http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/11/18/ryder-cup-soldi-pubblici-campo-privato-e-poca-trasparenza-le-10-domande-del-fatto-a-cui-federgolf-non-vuol-rispondere/3202210/

http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/11/05/ryder-cup-di-golf-a-roma-i-60-milioni-cash-nascosti-dal-governo-nella-manovra/3169083/

http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/10/29/legge-di-bilancio-governo-stanzia-97-milioni-a-garanzia-della-ryder-cup-di-golf-tutti-gli-interessi-e-i-vip-in-ballo/3129188/

 

 

Oggi il presidente del Senato Pietro Grasso ha dichiarato inammissibile l’emendamento approvato ieri in commissione Finanze che prevede una fideiussione di 97 milioni di euro per la Ryder Cup di golf in programma a Roma nel 2022. Le opposizioni gridano vittoria, ma lo stop non è sul contenuto dell’emendamento, ma sul fatto che nulla c’entra con la tutela del risparmio che è l’argomento del provvedimento. L’errore, come in molti hanno sottolineato, è stato quello d’inserire l’emendamento nel provvedimento “Salva risparmio”.

Da mesi è in atto una campagna di comunicazione delle opposizioni, in particolar modo del M5s, contro la Ryder Cup assegnata per la prima volta al nostro Paese. Questa antica competizione sportiva che dal 1927 vede sfidarsi le selezioni di Gran Bretagna (dal 1979 l’intera Europa) e Stati Uniti a cadenza biennale è poco conosciuta nel nostro Paese. In pochi sanno che la Ryder Cup è la terza competizione sportiva più seguita al mondo seconda solo ad Olimpiadi e Mondiali di calcio. L’evento attira mediamente 300mila appassionati provenienti da più di 60 nazioni e viene trasmesso in diretta da oltre 50 emittenti in 200 paesi con 600 milioni di telespettatori.

Una bella occasione per l’Italia e in particolar modo per Roma che vedrebbe un deciso incremento di turisti nel periodo della competizione. Dunque un ritorno economico per il nostro Paese, ma anche un bel ritorno d’immagine. Il golf, dal 2016 sport olimpico, è in grande crescita anche in Italia. Ancora è considerato uno sport per le classi medio-alte, ma con sempre più persone che si avvicinano. La Ryder sarebbe dunque anche un grande spot per uno sport che si gioca all’aria aperta e che genera un discreto turismo – i giocatori di golf sono sempre alla ricerca di nuovi percorsi su cui cimentarsi -.

Impatti economici della Ryder Cup

Veniamo però ai numeri: nel 2014 oltre 250.000 fan provenienti da 96 paesi hanno visitato Gleneagles in Scozia per assistere alla Ryder Cup, per un’edizione che ha portato circa 100 milioni di sterline di entrate dirette alla località scozzese. Così come nel 2012 al Medinah Country Club di Chicago, dove la Ryder Cup ha generato all’economia locale di Chicago entrate per circa 130 milioni di sterline.

KPMG Advisory ha elaborato ad aprile 2016 una stima degli impatti diretti ed indiretti derivanti dall’organizzazione della Ryder Cup 2022 e degli eventi connessi fino al 2027, complessivamente pari a poco meno di 488 milioni di euro, 210 dai soli impatti indiretti, di cui circa 126 milioni derivanti dall’incremento della domanda interna e circa 83,9 per l’incremento del gettito fiscale e un incremento dell’occupazione di 4.850 unità. È stata inoltre elaborata una stima sugli impatti indotti derivanti dall’organizzazione dell’evento, calcolata sulla base di due differenti scenari di sviluppo del numero di giocatori in Italia (scenario base, pari a 130mila golfisti target al 2027, e scenario best, pari a 180mila golfisti target al 2027). Per lo sviluppo del movimento golfistico in Italia la stima impatti è compresa tra 471,3 milioni di euro (scenario base) e più di un miliardo (scenario best); per lo sviluppo del turismo straniero del golf in Italia si va invece dai 450,6 milioni dello scenario base al miliardo e 10 milioni di quello best. Interessante è proprio l’analisi legata all’aumento dei flussi turistici: secondo studi di settore, a livello mondiale sono stati 40 i miliardi di dollari spesi nel 2015 per viaggi di golf ripartiti in queste differenti voci di spesa: il 30% per l’alloggio, il 10% per il volo, il 25% per cibo e bevande, il 10% per gli spostamenti interni, il 5% per i divertimenti, il 5% per shopping e regali ed appunto il 15% per i green fee golfistici e per il noleggio dei golf carts. Il golf è infatti, e pochi lo sanno, lo sport più giocato al mondo, con 65 milioni di praticanti ufficiali (7,4 milioni in Europa). Indubbio ipotizzare un avanzamento importante nel gradimento dell’altrettanto finora poco conosciuta offerta di campi italiana.

A cosa serve la fideiussione di 97 milioni

Come spiega il presidente della Federgolf, Franco Chimenti, “i 97 milioni di euro garantiti riguardavano intanto i 12 anni di impegni presi sino al 2028 che significava che la somma si sarebbe suddivisa in 8 milioni annui. Sarebbero stati una garanzia per pagamenti futuri, ma le fonti sarebbero state costituite dai molti sponsor con cui abbiamo già contatti, che ci permetteranno di assolvere facilmente gli impegni assunti con gli inglesi. Le garanzie del governo pertanto significano soltanto una certezza per i nostri interlocutori e non certamente per noi che contiamo sulla sicurezza di rapporti che ci consentono di procedere tranquillamente sulla strada che abbiamo intrapreso”.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Niente da fare Mark: ormai sei completamente andato e, credimi, mi dispiace molto. Brutta, bruttissima malattia la faziosità, le cui vittime restano per lo più ignare. Non riesci più nemmeno a proporre una critica o un ragionamento frutto della tua testa. Di tuo c'è solo l'insulto gratuito ("bufalaro") che mi indirizzi in altra discussione e che respingo al mittente. Se credi alle bufale colossali scritte in quanto hai copiaincollato, allora puoi credere tutto, perfino che Valeria Valente sia una degna allieva del grande e compianto Maurizio Valenzi. A proposito, i tg di Telerenzi (ex Rai) tacciono ma c'è un consigliere comunale del Pd ufficialmente indagato nell'inchiesta "Listopoli": attendo le tue scuse, sperando che conservi almeno un minimo di memoria e di educazione.

Mi limito a spendere due parole sulla bufala più colossale: il golf sarebbe lo sport "più giocato al mondo". Chi ha scritto questa panzana non solo non conosce lo sport e le statistiche, ma è in difficoltà anche con l'italiano, perché lo sport non si gioca, semmai si pratica. Il golf sarebbe lo sport più praticato al mondo? Roba da matti! Se un governo a guida Pd avesse deciso di finanziare con 60 milioni (più 97 milioni di garanzia) un torneo internazionale di boccette, questo servo sciocco avrebbe scritto che le boccette sono lo sport più "giocato" al mondo. Ma diciamo, per pietà cristiana, che potrebbe aver fatto confusione con il cricket, sport di squadra diffusissimo nei paesi dell'ex impero britannico e che nella sola India ha decine di milioni di praticanti. Ma ovviamente, come tutti sanno (eccetto i faziosi e i servi sciocchi), gli sport (di gran lunga) più praticati al mondo sono le due discipline olimpiche per eccellenza, il nuoto e l'atletica leggera, e i più popolari sport di squadra: calcio, volley e basket.

Come puoi leggere qui http://www.intrage.it/SaluteEPrevenzione/giocare_a_golf_perche_fa_bene_e_quanto_costa

la quota associativa a un circolo con campo di golf regolamentare (a 18 o più buche) parte da un minimo di 1500 euro l'anno. Per un circolo promozionale bastano 500 euro (più il costo di ogni ingresso, mediamente 10 euro, più un gettone per le palline) ma hai a disposizione appena tre buche e allora tanto vale giocare a boccette. L'attrezzatura costa tra i 300 e i 2000 euro (parliamo ovviamente di un set per principianti), mentre le lezioni da un maestro qualificato costano tra i 30 e i 60 euro l'ora. Con questi costi e con la povertà che c'è nel mondo, mi spieghi, caro Mark, come fa il golf a essere lo sport più praticato al mondo? Forse l'unico paese dove il golf può (o poteva) realmente considerarsi uno sport popolare sono gli USA, nazione ricca e dotata di ampi spazi, ma proprio lì il golf è in profonda crisi, come puoi leggere in questo articolo dal titolo eloquente: La morte del golf  http://www.mensjournal.com/magazine/the-death-of-golf-20150625

E allora, per tenerlo in vita, torna utile anche la gentile collaborazione del governo e dei contribuenti italiani. Ulteriori eloquenti cifre puoi leggerle qui: http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2014-05-24/nell-america-golf-e-crisi-vocazioni-110459.shtml?uuid=ABmLZoKB

Ti informo, infine, che tra quelli che tu chiami bufalari o idioti ce ne sono (di questo passo temo non per molto ancora) anche nel Pd:  da Pietro Grasso ai senatori Federico Fornaro, Maria Cecilia Guerra e Lucrezia Ricchiuti, che in una nota congiunta hanno ringraziato il presidente del Senato per la sua decisione.

Saluti

Modificato da fosforo31
1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
13 ore fa, fosforo31 ha scritto:

Niente da fare Mark: ormai sei completamente andato e, credimi, mi dispiace molto. Brutta, bruttissima malattia la faziosità, le cui vittime restano per lo più ignare. Non riesci più nemmeno a proporre una critica o un ragionamento frutto della tua testa. Di tuo c'è solo l'insulto gratuito ("bufalaro") che mi indirizzi in altra discussione e che respingo al mittente. Se credi alle bufale colossali scritte in quanto hai copiaincollato, allora puoi credere tutto, perfino che Valeria Valente sia una degna allieva del grande e compianto Maurizio Valenzi. A proposito, i tg di Telerenzi (ex Rai) tacciono ma c'è un consigliere comunale del Pd ufficialmente indagato nell'inchiesta "Listopoli": attendo le tue scuse, sperando che conservi almeno un minimo di memoria e di educazione.

Mi limito a spendere due parole sulla bufala più colossale: il golf sarebbe lo sport "più giocato al mondo". Chi ha scritto questa panzana non solo non conosce lo sport e le statistiche, ma è in difficoltà anche con l'italiano, perché lo sport non si gioca, semmai si pratica. Il golf sarebbe lo sport più praticato al mondo? Roba da matti! Se un governo a guida Pd avesse deciso di finanziare con 60 milioni (più 97 milioni di garanzia) un torneo internazionale di boccette, questo servo sciocco avrebbe scritto che le boccette sono lo sport più "giocato" al mondo. Ma diciamo, per pietà cristiana, che potrebbe aver fatto confusione con il cricket, sport di squadra diffusissimo nei paesi dell'ex impero britannico e che nella sola India ha decine di milioni di praticanti. Ma ovviamente, come tutti sanno (eccetto i faziosi e i servi sciocchi), gli sport (di gran lunga) più praticati al mondo sono le due discipline olimpiche per eccellenza, il nuoto e l'atletica leggera, e i più popolari sport di squadra: calcio, volley e basket.

Come puoi leggere qui http://www.intrage.it/SaluteEPrevenzione/giocare_a_golf_perche_fa_bene_e_quanto_costa

la quota associativa a un circolo con campo di golf regolamentare (a 18 o più buche) parte da un minimo di 1500 euro l'anno. Per un circolo promozionale bastano 500 euro (più il costo di ogni ingresso, mediamente 10 euro, più un gettone per le palline) ma hai a disposizione appena tre buche e allora tanto vale giocare a boccette. L'attrezzatura costa tra i 300 e i 2000 euro (parliamo ovviamente di un set per principianti), mentre le lezioni da un maestro qualificato costano tra i 30 e i 60 euro l'ora. Con questi costi e con la povertà che c'è nel mondo, mi spieghi, caro Mark, come fa il golf a essere lo sport più praticato al mondo? Forse l'unico paese dove il golf può (o poteva) realmente considerarsi uno sport popolare sono gli USA, nazione ricca e dotata di ampi spazi, ma proprio lì il golf è in profonda crisi, come puoi leggere in questo articolo dal titolo eloquente: La morte del golf  http://www.mensjournal.com/magazine/the-death-of-golf-20150625

E allora, per tenerlo in vita, torna utile anche la gentile collaborazione del governo e dei contribuenti italiani. Ulteriori eloquenti cifre puoi leggerle qui: http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2014-05-24/nell-america-golf-e-crisi-vocazioni-110459.shtml?uuid=ABmLZoKB

Ti informo, infine, che tra quelli che tu chiami bufalari o idioti ce ne sono (di questo passo temo non per molto ancora) anche nel Pd:  da Pietro Grasso ai senatori Federico Fornaro, Maria Cecilia Guerra e Lucrezia Ricchiuti, che in una nota congiunta hanno ringraziato il presidente del Senato per la sua decisione.

Saluti

Se fossi come il tuo nuovo "amico e compagno " Shinycaghetta dovrei dirti che debbo necessaunariamente " mazzolarti". Non lo faccio per rispetto di una amicizia in essere fino a che sei rimasto nell'alveo di una critica  dura ed aspra ma nei limiti della correttezza . Poi hai "sbracato" in nome e per conto di Calandrino Travaglio ed hai esagerato . Allora , invece di mazzolarti , userò il termine ...ti correggo !! Partiamo dal primo elemento , quello dove chiedi le scuse perché secondo te la Valente avrebbe beneficiato di iscrizione nella sua lista di beneficiatopersone immesse a sua insaputa . Bene !! Ti rammento che la Valente , se non lo sai informati, ha fatto certificare gli iscritti nella sua lista addirittura da un notaio . Ecco perché non posso , ancora , farti le scuse , anzi aspetto io le tua dopo aver fatto passare la Valente come una Grillebete qualsiasi di Palermo o di Bologna . Passiamo alla seconda tua contestazione : quella dove gli sport si praticano e non si giocano . Ma vah , sai che non lo sapevo ?? Purtroppo ho abusato della tua presunta conoscenza e non ho valutato la tua pronta rincorsa per fiondarti su qualche blog alla ricerca di un " qualcosa" che potesse smentirmi . Ed allora sono costretto a mazzola...ops a correggerti e specificarti meglio che se e' vero come è vero che gli sport si praticano , esistono anche sport che si giocano . Ed il Golf e' uno di quelli . Gli sport che si giocano sono tutti quelli che si praticano in campi di gara non definiti e/o predefiniti , come possono essere campi di calcio , basket , tennis , nuoto etc etc. Ogni campo da Golf e' diverso da un altro per percorsi , strutture di verde , eventuali corsi d'acqua , punti sabbiosi etc etc . L'unica regola in comune e' cheil green abbia lo stesso numero di buche .  Passiamo al abbiaterzo punto : quello dove ti meravigli che il Golf sia lo sport più " giocato " al mondo . Beh , a questo ti rispondo con un link . Quello ***  ( Protiviti - Federgolf). Aprilo !! Ti accorgerai che il Golf e' lo sport più " giocato " al mondo con 70 milioni di giocatori con più di 30 negli USA e quasi 10 in Europa . 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Finalmente, Mark, uno scritto di tuo pugno e non un copiaincolla dall'Unità e simili. E' già qualcosa, anche se il contenuto è molto deludente. Non hai ancora risposto alla mia semplice domanda, te la ripeto. Se la Ryder Cup ha il cospicuo ritorno economico che descrivono i vari Chimenti, Malagò etc., gli ingenti ricavi sui biglietti, sui diritti televisivi, sulla pubblicità etc., e considerato che gli organizzatori non devono nemmeno sobbarcarsi il montepremi, essendo l'unico torneo di golf dove i più forti professionisti giocano solo per la gloria, allora che bisogno c'era di finanziarla con 60 milioni di soldi pubblici (fondi cash al Coni, una cui buona parte andrà a ristrutturare il campo privato della famiglia Biagiotti) più 97 milioni di garanzia a copertura di non si sa quali rischi?

Un'altra domanda. Da cosa deduci che io sarei "amico e compagno" di Shinycage? Forse dal fatto che, come lui, attacco il Pd? Dovresti  prima di tutto sapere che io non attacco il Pd, io attacco Renzi e il Pd renziano, e li attacco sempre a ragion veduta, pensando con la mia testa e non certo per pregiudizio, né su input di Travaglio o di altri. La tua bislacca tesi purtroppo mi conferma una cosa: tu valuti l'amicizia in base alla comunanza dell'orientamento politico, non dei valori delle persone. Tu riesci a essere amico solo di chi la pensa politicamente come te, e se io attacco il Pd renziano, come Shinycage, allora per te io sono amico di Shinycage. Lasciamelo dire, Mark: evidentemente non hai idea di cosa sia l'amicizia, la vera amicizia. Tra i miei migliori amici ci sono alcuni berlusconiani o ex berlusconiani, con i quali mi sono accapigliato più volte sulla politica, ma senza mai mettere in discussione l'amicizia, che è ben altra cosa. Di Shinycage è estremamente improbabile che potrei diventare amico, anche se in politica e in economia la pensasse esattamente come me, perché lo considero tuttora un alter ego di docgalileo, solo leggermente meno maleducato, meno volgare e presuntuoso. ,

Sullo scandalo "Listopoli" tu ritieni di non dovermi delle scuse. Riporto quanto avevi scritto pochi giorni fa:

Invece di discorrere tanto ed accusare il PD di aver commesso un reato ( perché di reato si tratta , NSA) devi fare un nome , solo uno, di dirigenti del PD napoletano che hanno messo in lista persone a loro insaputa e per questo indagati . Quando lo farai ti chiederò scusa sennò chiedi scusa te per " l'involontario " errore in cui sei incorso. 

Benissimo, il consigliere comunale del Pd Salvatore Madonna risulta ufficialmente indagato per violazione della legge elettorale. Secondo Repubblica, il Madonna avrebbe vistato le firme di tutti i nove candidati "a loro insaputa" di Napoli Vale:

http://napoli.repubblica.it/cronaca/2017/02/07/news/candidati_a_loro_insaputa_indagato_madonna-157801322/?refresh_ce

Dunque, attendo ancora le tue scuse. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Insisti poi sulla panzana del golf che, secondo l'Unità e secondo la Federgolf (come chiedere all'acquaiolo se la sua acqua è fresca) sarebbe lo sport più "giocato" mondo. Intanto mi sorprende che un toscano di buona cultura incorra in un simile errore lessicale. In italiano si gioca una partita, un torneo, un match, come pure si gioca la palla, la pallina o la boccia (usi transitivi del verbo giocare), ma non si gioca uno sport, bensì si gioca "a uno sport", es. si gioca a tennis, a golf, a bocce (e si può giocare a bocce  in spiaggia e su qualsiasi terreno non troppo accidentato), etc. (uso intransitivo). Lo Zingarelli maggiore, ed. 2016, sottolinea come necessaria la preposizione "a". E la mia indimenticata professoressa di italiano delle medie avrebbe certo segnato in rosso frasi come io gioco il tennis oppure io gioco il golf  (per non parlare di io gioco il nuoto o io gioco la boxe). Non posso escludere che siano dei toscanismi poco eleganti, ma non sottilizziamohttp://www.treccani.it/vocabolario/giocare/ 

Quello che è certo è che sostenere che il golf sia lo sport più praticato al mondo è una farneticazione degna del peggior docgalileo. Come ti ho già spiegato, il mondo è semplicemente troppo povero per permettersi una diffusione di massa del golf. Troppo povero economicamente, ma anche troppo povero di spazi. Un campo di calcio regolamentare occupa circa 0,7 ettari; un campo di tennis, incluse le aree oltre le linee laterali e di fondocampo, circa 0,07 ettari;  mentre un normale campo di golf a 18 buche occupa mediamente un'area di circa 50 ettari. E sono ettari sottratti alle colture e al pascolo. Un paese ricco come il Regno Unito può permettersi di importare dall'estero più della metà del suo fabbisogno alimentare e di riservare grandi aree agli appassionati del golf. Per es. la contea del Surrey, grande una volta e mezza la provincia di Napoli, ha circa 4500 ettari, cioè quasi il 3% della sua superficie, occupati da campi da golf. Una cosa impensabile per un paese del Terzo Mondo, ma anche per un paese come l'Italia. Solo in pochi fortunati  paesi, molto ricchi e immensi come USA e Australia, il golf può essere uno sport di massa, come da noi il calcio o il tennis tavolo in Cina dove è lo sport nazionale. Ma, come ho scritto nel precedente post, negli USA il golf è in grave crisi di popolarità e ha perso 5 milioni di praticanti in 10 anni, scesi da 30 a 25 milioni:

http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2014-05-24/nell-america-golf-e-crisi-vocazioni-110459.shtml?uuid=ABmLZoKB)

In questa lista mondiale di Wiki, il golf risulta classificato come "sport nazionale" in un solo paese al mondo, la Scozia, e tra gli "sport più popolari" solo in Scozia e in Inghilterra (ma dopo rugby, calcio e tennis), mentre in paesi come USA, Australia, Sudafrica e pochi altri il golf è presente nella categoria degli "altri sport importanti": https://it.wikipedia.org/wiki/Sport_nazionale 

Stai pur certo, Mark, che negli USA il golf, anche prima che andasse in crisi, non ha mai raggiunto la popolarità del baseball e del football americano, e che nessun torneo di golf può competere per audience televisiva con la finale delle World Series o del Superbowl. In ogni caso, senza nemmeno tirare in ballo gli sport più popolari e più diffusi su scala globale (nuoto, atletica, calcio, volley, basket), basta pensare che il citato tennis tavolo (o ping pong), popolarissimo in Cina, vanta alcune centinaia di milioni di praticanti. In Italia i praticanti *** si stimano in oltre 1 milione (tra i quali il sottoscritto). Stai pur certo che se la Rai trasmettesse in diretta un grande  torneo internazionale di tennis tavolo (dopo adeguata promozione dell'evento), cosa che a mia memoria non ha mai fatto, questo supererebbe l'audience di qualsiasi Ryder Cup. Anche perché, sul piano dello spettacolo puro, tra l'avvincente tennis tavolo e il soporifero golf dei damerini alla Briatore non c'è proprio paragone. Goditi a tutto schermo questo doppio femminile:

 

Saluti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Insisti ? Giocato ....!! 

Qual è lo sport più giocato e amato del mondo dopo il calcio? In cosa sono fortissimi i cinesi? E chi ha più fan tra basket e pallavolo? Numeri e curiosità dal mondo dello sport.

con_h_3.01552902.900x600.jpg
 
void.gif void.gif void.gif
 
< 1/12 > :GOLF. Il sito Sporteology gli attribuisce 390 milioni di fan tra Usa, Europa e Canada, ma il golf è anche uno degli sport più amati in Corea e Giappone. 
È uno sport da club dove i giocatori cercano di mandare la palla in una serie di buche disposte su un percorso, con il minor numero di colpi possibile, usando una mazza (da golf).| UPI PHOTO / EYEVINE/CONTRASTO

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Vedi Fosforo, ti sfugge un particolare fondamentale che nemmeno io mi sarei aspettato da te : Il Golf e' uno sport individuale quindi quando fai il paragone con gli sport di squadra sei fuoristrada . Nel calcio 2 squadre portano 22 giocatori , il basket 10, la pallavolo 12. Ergo , se non fai la proporzione prendi le cantonate . 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ohibò, Mark, ma stavamo contando i fan o i praticanti cioè i "giocatori"? E secondo te il nuoto e l'atletica leggera, sport individuali a parte le staffette (ma anche nel golf ci sono competizioni a squadre, un esempio è proprio la Ryder Cup) avrebbero meno praticanti del golf? Se poi contiamo i fan, il che è anche giusto perché qui ci interessano i potenziali telespettatori, sappi che i fan del calcio non sono 390 milioni, sono miliardi. Se fai una ricerca in Rete scopri che l'evento sportivo più visto al mondo è la finale del campionato mondiale di calcio, con oltre 1 miliardo di telespettatori collegati in diretta nelle ultime edizioni, ma una audience molto prossima a questa cifra hanno anche la finale del campionato mondiale di cricket (sport popolarissimo in Asia) e la cerimonia di apertura dei Giochi Olimpici estivi. Poco al di sotto del miliardo sono la finale dei 100 m piani alle Olimpiadi (con Usain Bolt) e la finale della UEFA Champions League. Ti allego infine la lista dei 50 eventi sportivi più visti negli USA nel 2016:

http://www.si.com/extra-mustard/photo/2016/07/15/50-most-watched-sporting-events-2016-so-far

Gli USA sono senza alcun dubbio il paese dove il golf ha più fan e più praticanti, ma per trovare un torneo di golf devi scendere fino al 29simo posto in classifica, dietro eventi di football americano, baseball, basket e perfino uno di ippica.

Saluti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 minuti fa, fosforo31 ha scritto:

Ohibò, Mark, ma stavamo contando i fan o i praticanti cioè i "giocatori"? E secondo te il nuoto e l'atletica leggera, sport individuali a parte le staffette (ma anche nel golf ci sono competizioni a squadre, un esempio è proprio la Ryder Cup) avrebbero meno praticanti del golf? Se poi contiamo i fan, il che è anche giusto perché qui ci interessano i potenziali telespettatori, sappi che i fan del calcio non sono 390 milioni, sono miliardi. Se fai una ricerca in Rete scopri che l'evento sportivo più visto al mondo è la finale del campionato mondiale di calcio, con oltre 1 miliardo di telespettatori collegati in diretta nelle ultime edizioni, ma una audience molto prossima a questa cifra hanno anche la finale del campionato mondiale di cricket (sport popolarissimo in Asia) e la cerimonia di apertura dei Giochi Olimpici estivi. Poco al di sotto del miliardo sono la finale dei 100 m piani alle Olimpiadi (con Usain Bolt) e la finale della UEFA Champions League. Ti allego infine la lista dei 50 eventi sportivi più visti negli USA nel 2016:

http://www.si.com/extra-mustard/photo/2016/07/15/50-most-watched-sporting-events-2016-so-far

Gli USA sono senza alcun dubbio il paese dove il golf ha più fan e più praticanti, ma per trovare un torneo di golf devi scendere fino al 29simo posto in classifica, dietro eventi di football americano, baseball, basket e perfino uno di ippica.

Saluti

Vedo che è dura !! Non è difficile ammettere che le cantonate si prendono nel voler considerare il FQ la Bibbia . Per determinare gli indici di popolarità di uno sport ci sono molti parametri tra cui certamente anche il numero dei tesserati e dei praticanti . Ma non solo !! E' questo che ti sfugge . Presto ti farò la lista degli indici però iniziano chiederti perché i giocatori più pagati tra tutti gli sport siamo i giocatori di Golf, perche il Golf ha i più alti monte premi , perché la pubblicità riversa sul Golf grandissime cifre e perché i grandi network televisivi hanno , con il Golf , grandi share. Magari pensaci mentre fai una partitino di tennis da tavolo al Bar Peppiniello . 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Errare humanum, perseverare...

Nella classifica dei 100 sportivi più pagati al mondo nel 2016 al primo posto c'è il famoso golfista del Real Madrid, Cristiano Ronaldo, al secondo posto il famoso golfista del Barcellona, Lionel Messi. Terzo è il cestista Lebron James, quarto Roger Federer. Lo sport più rappresentato è il baseball, con 26 tra i primi 100 sportivi più pagati:

http://www.forbes.com/athletes/list/#tab:overall

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963