bisogna far presto

Bisogna porre rimedio immediatamente a questa mostruosa invasione di ne.gri e di mussulmani indesiderati che ci mangiano il pane a tradimento.

Già avevo consigliato al signor director e al suo leader di bombardare, mitragliare e affondare tutto ciò che si muove lungo le coste, del mediterraneo in generale, ma dell'Italia e della Libia in particolare.

Oggi, dopo lunga riflessione, sono giunto alla conclusione che bisogna por mano prima possibile ai rimpatrii, quei rimpatrii tanto promessi e mai iniziati dal signor ministro Salvini , degli extracomunitari che continuano a gozzovigliare, ad andare in piscina a sporcare l'acqua con il loro sudore maleodorante, a farsi selfi e ad importunare le nostre donne.

Ebbene, basta buonismi: la lunga riflessione mi ha fatto capire che i rimpatrii sono costosissimi e richiedono tempi altrettanto lunghissimi, ma l'inventiva di noi Italiani in generale e mia in particolare è additata da tutto il mondo, dunque per questo motivo vi svelerò un sistema che accorcia costi e tempi in modo rilevante. Non ci sarà bisogno di ricercare da dove provengano, non ci sarà bisogno di prendere accordi con i loro governanti e soprattutto non ci srà bisogno di accompagnarli fino davanti alla porta di casa.

Abbiamo la fortuna di abitare in uno stivale e lo stivale è circondato su tre lati dal mare, un bel mare azzurro che tutti ci invidiano e nel quale tutti amano tuffarsi e farsi una bella nuotata.

Abbiamo anche parecchi aerei cargo militari attualmente sottoutilizzati, li carichiamo di extracomunitari indesiderati promettendo loro una gita culturale per conoscere l'Italia non solo dal mare, non solo da terra, ma anche dall'alto dove gli occhi possono spaziare sulla nostra meravigliosa ed ospitale penisola.

A venti miglia dalla costa, verso il tramonto, attorno ai 300 piedi di altezza cominciamo a fiondarli in mare.

Verranno accolti dalle ombre della notte e dall'oscurità delle profondità marine e chi s'è visto s'è visto.

Qualcuno dirà che non è farina del mio sacco ma è un sistema usato tempo fa in Argentina, embè rispoderò io, è un sistema che in Argentina ha funzionato, funzionerà anche qui.

Se non siete d'accordo siete solo dei buonisti che alimentano in loro false speranze di un futuro migliore tra noi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

2 messaggi in questa discussione

10 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

Bisogna porre rimedio immediatamente a questa mostruosa invasione di ne.gri e di mussulmani indesiderati che ci mangiano il pane a tradimento.

Già avevo consigliato al signor director e al suo leader di bombardare, mitragliare e affondare tutto ciò che si muove lungo le coste, del mediterraneo in generale, ma dell'Italia e della Libia in particolare.

Oggi, dopo lunga riflessione, sono giunto alla conclusione che bisogna por mano prima possibile ai rimpatrii, quei rimpatrii tanto promessi e mai iniziati dal signor ministro Salvini , degli extracomunitari che continuano a gozzovigliare, ad andare in piscina a sporcare l'acqua con il loro sudore maleodorante, a farsi selfi e ad importunare le nostre donne.

Ebbene, basta buonismi: la lunga riflessione mi ha fatto capire che i rimpatrii sono costosissimi e richiedono tempi altrettanto lunghissimi, ma l'inventiva di noi Italiani in generale e mia in particolare è additata da tutto il mondo, dunque per questo motivo vi svelerò un sistema che accorcia costi e tempi in modo rilevante. Non ci sarà bisogno di ricercare da dove provengano, non ci sarà bisogno di prendere accordi con i loro governanti e soprattutto non ci srà bisogno di accompagnarli fino davanti alla porta di casa.

Abbiamo la fortuna di abitare in uno stivale e lo stivale è circondato su tre lati dal mare, un bel mare azzurro che tutti ci invidiano e nel quale tutti amano tuffarsi e farsi una bella nuotata.

Abbiamo anche parecchi aerei cargo militari attualmente sottoutilizzati, li carichiamo di extracomunitari indesiderati promettendo loro una gita culturale per conoscere l'Italia non solo dal mare, non solo da terra, ma anche dall'alto dove gli occhi possono spaziare sulla nostra meravigliosa ed ospitale penisola.

A venti miglia dalla costa, verso il tramonto, attorno ai 300 piedi di altezza cominciamo a fiondarli in mare.

Verranno accolti dalle ombre della notte e dall'oscurità delle profondità marine e chi s'è visto s'è visto.

Qualcuno dirà che non è farina del mio sacco ma è un sistema usato tempo fa in Argentina, embè rispoderò io, è un sistema che in Argentina ha funzionato, funzionerà anche qui.

Se non siete d'accordo siete solo dei buonisti che alimentano in loro false speranze di un futuro migliore tra noi.

GUARDI CHE HA DETTO COSE BUONE , MOLTE LE CONDIVIDO.

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

ne ero sicuro, specialmente sul metodo Argentino.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora