MA PENSATE QUESTO CON POCHI CLICK è DIVENTATO VICEPREMIER

CERTO  LA  MERITOCRAZIA   GRULLESCA  FUNZIONA  cosa  diceva  il Grillo  vi  ho  mandato  in  parlamento a pigliare  soldi  che  non  meritate  o  giù  di  lì... a  proposito  i  Benetton   mi  sembra  che  abbiano  il  30 %   il resto chi  lo  ha  in  mano o  meglio  che  fine   fanno quei  risparmiatori ?  Ah  già  non  sono  le  banche  di  Renzi

PERSINO UN NORMALE ***...

Di Maio non capisce che il problema più urgente non è punire i Benetton, ma ricostruire il ponte, vitale per Genova e per l'economia italiana.

di GIUSEPPE TURANI | 17/08/2018

 

Di Maio si sta rivelando una specie di Attila e una delle persone ignoranti più pericolose fra quelle in circolazione in Italia. Dopo aver spedito nel limbo l’Ilva di Taranto e la Tav, adesso sta tentando il colpo con Genova. Qui la sua unica preoccupazione sembra sia quella di punire i Benetton, revocando alla loro società la concessione a gestire l’autostrada.

Non ha ancora capito, perché è mosso solo da istinti di vendetta e di propaganda, che quel ponte era vitale per l’economia italiana e per il porto di Genova. Senza quel ponte tutto si complica. Soffre la città, soffre il turismo e soprattutto soffrono i traffici che dal porto si diramano in tutto il Nord del paese, dove si produce.

La cosa più urgente, quindi, non è punire i Benetton (per colpe che forse hanno o forse no). Le inchieste sono in corso e alla fine qualche verità verrà a galla.

La cosa più urgente è ricostruire quel ponte. Si deve chiedere alla società Autostrade (che già si è offerta) di ricostruire quel viadotto, magari in ferro, nel giro di 5 mesi, a sue spese naturalmente. Quindi niente revoca, ma avvio delle inchieste e intanto il ponte viene ricostruito, in attesa che la realizzazione della Gronda, contro la quale il Movimento 5 stelle si è battuto come un leone irridendo gli avversari, venga realizzata, sempre a opera di Autostrade.

Questo capirebbe un normale ***: oggi Autostrade è un tassello fondamentale per la rinascita veloce di Genova. E quindi mettiamola al lavoro. Se poi si scoprirà che ha delle responsabilità, pagherà quello che deve pagare. Ma adesso ricostruisca quel ponte e lo facci bene e in fretta, a sue spese.

Questo capirebbe anche un normale ***, ma Di Maio…

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

1 messaggio in questa discussione

Assordante   silenzio

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963