STRANO MA NESSUNO DICE NULLA EPPURE E' PEGGIO DELL'AIRBUS...

Per  accontentare  l'egocentrismo e  l'arroganza  del celoduro alla  ricerca  di  qualche  voto e  non  certo  per  il  benessere  degli  Italiani  guardate   dove  ha  preso  i  fondi  per  fare  la  lotta  agli  ambulanti  di  spiaggia, poi  i  risultati fanno davvero  ridere... sequestrati   un po di   salvagenti ,  qualche  indumento  ma  di certo  non  valgono   quella   spesa  ma  tutti   zitti   ma  tutto  bene...

"Il Il ministero dell’Interno ha stanziato 2 milioni e 500mila euro (provenienti dal Fondo unico di giustizia) a favore di 54 comuni costieri a vocazione turistica (di cui 16 al sud) che hanno presentato progetti idonei per contrastare l’abusivismo commerciale e per realizzare campagne di sensibilizzazione da predisporre tra il primo agosto e il 15 settembre." (da PTINEWS - Lara Tomasetta)
Certo che una simile importante operazione di contrasto alla criminalità organizzata meritava un dispendio di capitali di questa entità.
Viene da chiedersi se non avrebbero potuto essere utilizzati in modo migliore. 
#MamAfrica Maria

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

5 messaggi in questa discussione

Scommetto che quella roba gliel'hanno tirata sulle gambe per rallentare l'inseguimento e se ne sono andati con la roba meno ingombrante

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Mi rendo conto che deve essere difficile andare in vacanza per alcuni.

Ma questo non toglie che per le migliaia di vacanzieri che affollano le nostre coste, alla ricerca di relax e refrigerio, non traggano benefici da questa iniziativa svolta per allentare la morsa dei vucumprà.

Non volenti e anche dolenti, ma cari signori questa iniziativa è stata un piccolo successo.

La costa marchigiana e le 16 bandiere blu ringraziano sentitamente.

 

BrS

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, shinycage ha scritto:

Mi rendo conto che deve essere difficile andare in vacanza per alcuni.

Ma questo non toglie che per le migliaia di vacanzieri che affollano le nostre coste, alla ricerca di relax e refrigerio, non traggano benefici da questa iniziativa svolta per allentare la morsa dei vucumprà.

Non volenti e anche dolenti, ma cari signori questa iniziativa è stata un piccolo successo.

La costa marchigiana e le 16 bandiere blu ringraziano sentitamente.

 

BrS

 

I commercianti , i ristoratori , i proprietari degli stabilimenti balneari della costa marchigiana sentiranente ringraziano le forze dell’ordine che in ottemperanza dei ridicolo Decreto permette di sequestrare 10 tamburelli , 6 salvagente e 12 biglie giornaliere invece di controllare i suddetti esercizi commerciali che possono impunemente continuare a non emettere scontrini fiscali sottraendo alle casse dello Stato milioni di euro per ogni stagione balneare . 

E0850F29-1336-4AAB-9C03-4810A7FA871A.jpeg

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
35 minuti fa, mark222220 ha scritto:

I commercianti , i ristoratori , i proprietari degli stabilimenti balneari della costa marchigiana sentiranente ringraziano le forze dell’ordine che in ottemperanza dei ridicolo Decreto permette di sequestrare 10 tamburelli , 6 salvagente e 12 biglie giornaliere invece di controllare i suddetti esercizi commerciali che possono impunemente continuare a non emettere scontrini fiscali sottraendo alle casse dello Stato milioni di euro per ogni stagione balneare . 

E0850F29-1336-4AAB-9C03-4810A7FA871A.jpeg

Perchè non ringraziare il PartitoDemmerda anche per questo?

DATI AGGHIACCIANTI DIVULGATI OGGI: IN ITALIA DA GENNAIO A MARZO SONO FALLITE O HANNO CHIUSO 221 AZIENDE OGNI GIORNO

mercoledì 17 maggio 2017

C'è perfino chi riesce a sostenere che siano dati "positivi", ma i numeri sono invece agghiaccianti. Nei primi tre mesi del 2017 proseguono le chiusure aziendali, cioè i fallimenti e le chiusure volontarie o per concordato preventivo.

Complessivamente, in Italia, sono  ben 19.000 (diciannovemila!)  le imprese che hanno lasciato il mercato (fallite o chiuse) cancellando decine di migliaia di posti di lavoro fra gennaio e marzo 2017.

Si tratta di più di 211 (duecentounidici!) chiusure al giorno, qualcosa come più di otto (otto!) aziende che ogni ora del giorno e della notte, sabati e domeniche inclusi, chiudono i battenti in Italia.

Vero è che sarebbero il 5% in meno rispetto allo stesso periodo del 2016, toccando così il livello più basso dal 2009, ma arrivano dopo sette anni di recessione e quindi sono dati molto più gravi, perchè dopo tanta crisi ci si poteva aspettare che le aziende che sono sopravvissute potessero continuare a lavorare. E invece continua la strage.

I dati fin qua scritti sono ufficiali, sono Sono i principali risultati emersi dall'Osservatorio su fallimenti, procedure e chiusure di imprese relativo al primo trimestre 2017, diffusi oggi da Cerved, gruppo leader in Italia nell'analisi del rischio di credito e nella gestione dei crediti deteriorati.

Marco Nespolo, amministratore delegato di Cerved, commenta: "La diminuzione di nuovi default, che secondo le nostre attese proseguirà anche nei prossimi trimestri, è un fattore cruciale per favorire lo smaltimento dello stock di NPL (crediti marci erogati dalle banche alle imprese - ndr) e la ripresa del credito alle Piccole e Medie Imprese".

Sono 3 mila le imprese che hanno aperto una procedura fallimentare nei primi tre mesi del 2017, una riduzione del 17% rispetto a quanto rilevato nello stesso periodo del 2016. La diminuzione ha coinvolto tutte le diverse tipologie di impresa anche se le riduzioni risultano più marcate fra le società di persone (-27,4%) e fra le società di capitale (-17,6%) rispetto alle imprese organizzate in altre forme giuridiche (-4,3%). A livello settoriale, il calo è generalizzato ma la tendenza risulta particolarmente marcata nell'industria (-22% rispetto allo stesso periodo del 2016), seguita dalle costruzioni (-18%) e dai servizi (-17%). Su un orizzonte di più lungo periodo, il settore costruzioni e servizi evidenziano ancora un importante gap (rispettivamente del +89% e +78% fallimenti e chiusure). Anche questi dati sono forniti dal Cerved, oggi.

 

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Spot  elettorali,  ma  purtroppo  dovrebbe  governare e  non  si governa  con  Instagram o FB

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963