Filosofia dell’anima. Di Matteo Renzi e dei colpevoli del renzismo. Un ritratto, punto e… basta.

Questo sarà l’ultimo post che io dedicherò all’ex Premier del Bel Paese. Matteo Renzi per quel che mi riguarda è stato il peggior PdC che la Repubblica italiana abbia mai avuto e credo che questo statement racconti la mia opinione sul renzismo più di mille altre parole. Specifico chiaramente che nella lista dei migliori di lui è incluso persino quel Benito Mussolini che avrà avuto colpe epocali, prima fra tutte la promulgazione delle immonde leggi razziali, ma che da un punto di vista strettamente politico risultava molto amato e seguito dal suo popolo: dimenticare che il giorno prima della morte del Duce (quello originale), in Italia c’erano 45 milioni di fascisti e il giorno dopo 45 milioni di antifascisti non sarebbe comportarsi onorevolmente e non farebbe bene a nessuno, men che meno alla nostra dignità di popolo capace di prendersi sulle spalle le sue responsabilità, non importa quanto pesanti.

https://rinabrundu.com/2017/02/04/filosofia-dellanima-di-matteo-renzi-e-dei-colpevoli-del-renzismo-un-ritratto-punto-e-basta/

dandelions-609253_960_720.jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

5 messaggi in questa discussione

Fatta eccezione per l'accostamento a Mussolini e Berlusconi (un vergognoso dittatore e un osceno delinquente assolutamente fuori concorso in qualsiasi graduatoria dei peggiori presidenti del Consiglio), mi tocca ancora una volta concordare sulle considerazioni su Renzi e sul renzismo pubblicate in questo sito di Rina Brundu. La quale sembra una nostalgica del fascismo, nondimeno inquadra perfettamente la figura del ducetto di Rignano, nonché "venditore di pentole", e i disastri della sua "immonda epopea", e punta giustamente l'indice contro i suoi turiferari disseminati tra televisioni (Rai), giornali (Corriere) e giornaletti (L'Unità di questi ultimi anni). Purtroppo temo, per la Brundu e per l'Italia, che questo non sarà il suo ultimo articolo su Renzi, "ormai giunto al capolinea", temo che presto o tardi finiremo sciaguratamente per riesumare il pentolaro dopo avere dimenticato o perdonato la sua merce scadente e le sue plateali menzogne. D'altra parte, come avevo facilmente previsto in altra discussione, è bastato che un piddino serio come D'Alema alzasse un po' la voce e mettesse efficacemente a nudo quei disastri per ridurre il ducetto ad assai più miti consigli. E pensare che Max a suo tempo era il primo nella lista del cosiddetto rottamatore. Il quale ora non solo non grida più "elezioni subito!" (per non finire lui rottamato subito), ma confessa al Corriere:

"Col referendum avevo un calcio di rigore ma l'ho tirato malissimo" (ahahaha!), poi ammette:

"Non posso più dettare la linea da solo" (ahahahahahah!!) e addirittura:

"Il prossimo premier potrei non essere io" (ahahahahahahahaha!!!).

Come al solito, essendo un politucolo, Renzi non ha capito nulla. Lui il rigore l'ha tirato al meglio (oltre 200 tra comizi e interventi in tv, mance elettorali à gogo sbilanciando perfino i conti pubblici), ma purtroppo per lui il pallone era sgonfio (leggasi riformaccia scritta con i piedi) e il popolo sovrano per una volta si è messo i guantoni e glielo lo ha parato alla Dino Zoff. Dire poi che il prossimo premier potrebbe essere un altro (bontà sua: si noti l'uso del condizionale da parte del narcisetto) è, per restare nella metafora calcistica, come se Edmondo Fabbri, dopo l'umiliante sconfitta con la Corea che ci buttò fuori dai mondiali del '66, avesse detto ai giornalisti: non posso più dettare la formazione da solo e il prossimo c.t. della nazionale potrei non essere io. Dopo una affermazione del genere il compianto e sfortunato Fabbri l'avrebbero internato d'urgenza, il pentolaro egocentrico e fallimentare di Rignano ce lo abbiamo ancora tra i piedi. Speriamo, speriamo davvero, non per molto ancora.

Modificato da fosforo31

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

accostare il signor Renzi, pur essendo un bugiardo matricolato, con il signor Mussolini, guerrafondaio e promulgatore di immonde leggi razziali, mi sembra del tutto inverosimile.

A questo punto griderei 10, 100, 1000 signor Renzi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
10 ore fa, rosebud2017 ha scritto:

dimenticare che il giorno prima della morte del Duce (quello originale), in Italia c’erano 45 milioni di fascisti e il giorno dopo 45 milioni di antifascisti non sarebbe comportarsi onorevolmente e non farebbe bene a nessuno, men che meno alla nostra dignità di popolo capace di prendersi sulle spalle le sue responsabilità, non importa quanto pesanti.

quindi, trasformarsi, tutti, da fascisti in anticomunisti, in una sola giornata, secondo lei fa parte della dignità di un popolo?

Oppure, questa dignità è stata difesa solo da una parte, magari anche sparuta, del popolo?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Egregio Ahaha.ha, diversamente dal solito questi tuoi post io li trovo, se mi consenti, un po' banali, e la conclusione del primo mi conferma purtroppo nel mio timore: ci sono milioni di connazionali, persone perbene e rispettabilissime come te, ma forse un tantino ingenue, già disposte a perdonare Renzi e a dimenticare i suoi colossali errori (benché ne pagheremo le conseguenze ancora a lungo). Anch'io avevo criticato l'accostamento a Mussolini e a Berlusconi in una ipotetica classifica dei peggiori pdC, e anch'io se fossi chiamato a scegliere tra il duce e il ducetto sceglierei il secondo, così come, se fossi russo, preferirei Putin a Stalin, e se fossi americano Bush jr. a Trump. Ovvio, ma non dirmi che in Italia e nello stesso Pd non ci siano persone molto più capaci, molto più affidabili e politicamente molto più oneste di Matteo Renzi. Converrai con me che dobbiamo assolutamente evitare, per il futuro, di avere a palazzo Chigi un altro "bugiardo matricolato", e io aggiungo un altro incapace come il pentolaro di Rignano o come il suo predecessore di Arcore (il feeling tra i due, che portò al famigerato patto del Nazareno, era tutto fuorché casuale). Quanto a Mussolini, non dimentichiamo che qualcosina di buono e di innovativo per il paese la fece perfino lui, come del resto anche Renzi, vedasi per es. la pur migliorabile legge sulle unioni civili. Siamo persone razionali e non manichee. Diversi storici, ed io con loro, ipotizzano che, senza la mossa suicida dell'entrata in guerra, il duce avrebbe governato per altri decenni, più o meno come il suo collega spagnolo Franco, e oggi saremmo probabilmente ancora una monarchia. Fosse vissuto nel ventennio, Renzi sarebbe stato con tutta probabilità un perfetto fascista, io scommetterei che il duce gli avrebbe affidato il ministero della Propaganda (Minculpop). Non dimentichiamoci che Renzi impose la fiducia sulla legge elettorale, esattamente come fece Mussolini, e che la decantò come la migliore delle leggi possibili, come una legge modello che sarebbe stata copiata da mezza Europa. Naturalmente nessuno l'ha copiata e oggi la Consulta ci dice che era pure incostituzionale (ma un liceale con la media del 6, che avesse letto la Costituzione, l'avrebbe capito fin da subito, come modestamente lo capì il sottoscritto).  

Saluti  

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
23 ore fa, fosforo31 ha scritto:

Egregio Ahaha.ha, diversamente dal solito questi tuoi post io li trovo, se mi consenti, un po' banali, e la conclusione del primo mi conferma purtroppo nel mio timore: ci sono milioni di connazionali, persone perbene e rispettabilissime come te, ma forse un tantino ingenue, già disposte a perdonare Renzi e a dimenticare i suoi colossali errori (benché ne pagheremo le conseguenze ancora a lungo). Anch'io avevo criticato l'accostamento a Mussolini e a Berlusconi in una ipotetica classifica dei peggiori pdC, e anch'io se fossi chiamato a scegliere tra il duce e il ducetto sceglierei il secondo, così come, se fossi russo, preferirei Putin a Stalin, e se fossi americano Bush jr. a Trump. Ovvio, ma non dirmi che in Italia e nello stesso Pd non ci siano persone molto più capaci, molto più affidabili e politicamente molto più oneste di Matteo Renzi. Converrai con me che dobbiamo assolutamente evitare, per il futuro, di avere a palazzo Chigi un altro "bugiardo matricolato", e io aggiungo un altro incapace come il pentolaro di Rignano o come il suo predecessore di Arcore (il feeling tra i due, che portò al famigerato patto del Nazareno, era tutto fuorché casuale). Quanto a Mussolini, non dimentichiamo che qualcosina di buono e di innovativo per il paese la fece perfino lui, come del resto anche Renzi, vedasi per es. la pur migliorabile legge sulle unioni civili. Siamo persone razionali e non manichee. Diversi storici, ed io con loro, ipotizzano che, senza la mossa suicida dell'entrata in guerra, il duce avrebbe governato per altri decenni, più o meno come il suo collega spagnolo Franco, e oggi saremmo probabilmente ancora una monarchia. Fosse vissuto nel ventennio, Renzi sarebbe stato con tutta probabilità un perfetto fascista, io scommetterei che il duce gli avrebbe affidato il ministero della Propaganda (Minculpop). Non dimentichiamoci che Renzi impose la fiducia sulla legge elettorale, esattamente come fece Mussolini, e che la decantò come la migliore delle leggi possibili, come una legge modello che sarebbe stata copiata da mezza Europa. Naturalmente nessuno l'ha copiata e oggi la Consulta ci dice che era pure incostituzionale (ma un liceale con la media del 6, che avesse letto la Costituzione, l'avrebbe capito fin da subito, come modestamente lo capì il sottoscritto).  

Saluti  

Io penso che scrivere certi post , oltre che essere demenziali , sia essere pure vergognosi oltre che irrispettosi verso qualche , ripeto il qualche , milione di militanti del PD . Continua pure nel compito che ti sei prefisso dopo dettatura di Calandrino . Non ti fa molto onore Fosforo e mi dispiace , aggiungo !!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963