Giornalismo italiano metaforico – Delle occhiaie e della stanchezza di Travaglio e dei sondaggi politici farlocchi.

Stasera l’ospite speciale del DiMartedì (La7) condotto da un Giovanni Floris in chiara astinenza dagli ascolti che gli procurava Maurizio Crozza, è stato un Marco Travaglio che, suo malgrado, ha dovuto tenere il palcoscenico, la scena per più di un’ora, finanche mentre la sua prima pagina veniva preparata per andare in stampa. A dirla tutta il direttore de Il Fatto Quotidiano si è presentato già stanco: due grandi occhiaie gli adornavano il sembiante, mentre il viso era chiazzato di rosso qui e là.

https://rinabrundu.com/2017/01/31/giornalismo-italiano-metaforico-delle-occhiaie-e-della-stanchezza-di-travaglio-e-dei-sondaggi-politici-farlocchi/

2travaglio_675.jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

4 messaggi in questa discussione

È estremamente faticoso fare l' uomo contro tutti.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Bé, il resto dell'articolo mi sembra lusinghiero per il grande Travaglio, che a me ieri è parso in ottima forma. Fossi al posto di Urbano Cairo, non ci penserei due volte a proporgli un programma tutto suo in prima serata. L'ideale sarebbe una striscetta di approfondimento quotidiana di 5-10 minuti subito dopo il tg dell'ottimo Mentana. Nel solco del "Fatto" dell'indimenticabile Enzo Biagi, premiato come il miglior programma della storia della Rai (ma chiuso per ordine del delinquente di Arcore). Anche se per Marco le cose più importanti restano la direzione del suo giornale e il costante impegno civile, in difesa della Costituzione, della verità e della giustizia, espletato tramite articoli, libri, conferenze e spettacoli in giro per l'Italia e a contatto diretto con il pubblico. Non finiremo mai di ringraziarlo per come ha difeso la Costituzione durante la campagna referendaria: una battaglia straordinaria contro la riformaccia Boschi e contro tutto il resto della stampa schierata per il Sì. Chi appare un po' logoro ultimamente - e mi spiace dirlo perché anche lui è un grande giornalista (televisivo) - è Michele Santoro.  

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, fosforo31 ha scritto:

Bé, il resto dell'articolo mi sembra lusinghiero per il grande Travaglio, che a me ieri è parso in ottima forma. Fossi al posto di Urbano Cairo, non ci penserei due volte a proporgli un programma tutto suo in prima serata. L'ideale sarebbe una striscetta di approfondimento quotidiana di 5-10 minuti subito dopo il tg dell'ottimo Mentana. Nel solco del "Fatto" dell'indimenticabile Enzo Biagi, premiato come il miglior programma della storia della Rai (ma chiuso per ordine del delinquente di Arcore). Anche se per Marco le cose più importanti restano la direzione del suo giornale e il costante impegno civile, in difesa della Costituzione, della verità e della giustizia, espletato tramite articoli, libri, conferenze e spettacoli in giro per l'Italia e a contatto diretto con il pubblico. Non finiremo mai di ringraziarlo per come ha difeso la Costituzione durante la campagna referendaria: una battaglia straordinaria contro la riformaccia Boschi e contro tutto il resto della stampa schierata per il Sì. Chi appare un po' logoro ultimamente - e mi spiace dirlo perché anche lui è un grande giornalista (televisivo) - è Michele Santoro.  

Chiedo scusa , ma si sta parlando di Travaglio Travaglio ?? Intendo dire  Calandrino Travaglio !! E' lui ?? Proprio lui ?? Quel giornalista del FQ (30.000 copie giornaliere , nda) che ha un curriculum come giornalista della sx estrema che ha scritto per i seguenti giornali di sx quali il Giornale , il Borghese , la Padania , l'Indipendente e la Voce ? Quel giornalaio che piace alla sx estrema e che ha pubblicamente affermato di essere un liberale di destra e che ha pure votato per la Lega ??  Si parla proprio di quel Travaglio li ?? Quel Travaglio che ha una particolare predisposizione per mandare ipso facto in galera solo per un avviso di garanzia ( eccetto per quelli del M5S, nda) gente , preferibilmente del PD e che poi , una volta assolti dalla Magistratura , si "dimentica" di fare le scuse , mentre e' uno strenuo difensore di gente che in galera , poi ci e' andato veramente ?? Non ci credete ?? Ultimamente si è speso per personaggini niente male che attualmente abitano in lussuosi resort e che vestono con abiti a strisce che richiamano la divisa della Juventus : Raffaele Marra , Fabrizio Corona e Massimo Cia cimino . Tutta gente perbene sul cui onore Calandrino Travaglio giurava e rigiurava. Sento che qualcuno lo vorrebbe candidare per una strisciolina giornaliera alla 7 ( bontà sua , non ad una rete pubblica , NSA). Ma vah !! Non basta ancora l'occupazione militare della TV di questo giornalaio che non si capisce per quale ragione , essendo direttore di un giornale da 30.000 copie al giorno , appare  con presenze fisse 2/3 volte la settimana ed impone agli altri aiuto giornalai del FQ 30.000 copie giornaliere , quali Padellaro , Scanzi e Gomez altrettanta occupazione militare in tutti gli altri talkshow disponibili su reti pubbliche e private . Fossi un direttore di una testata importante chiederei perché così tanta disparità . Concludo rimanendo in attesa di capire perché Santoro ultimamente appare logoro . Sarà mica perché si è schierato per il Si al referendum ?? Nessuno mi dirà che è proprio per quello , ma io ci giurerei , invece che a qualcuno appare logoro solo per quello .  Saluti 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, fosforo31 ha scritto:

Bé, il resto dell'articolo mi sembra lusinghiero per il grande Travaglio, che a me ieri è parso in ottima forma. Fossi al posto di Urbano Cairo, non ci penserei due volte a proporgli un programma tutto suo in prima serata. L'ideale sarebbe una striscetta di approfondimento quotidiana di 5-10 minuti subito dopo il tg dell'ottimo Mentana. Nel solco del "Fatto" dell'indimenticabile Enzo Biagi, premiato come il miglior programma della storia della Rai (ma chiuso per ordine del delinquente di Arcore). Anche se per Marco le cose più importanti restano la direzione del suo giornale e il costante impegno civile, in difesa della Costituzione, della verità e della giustizia, espletato tramite articoli, libri, conferenze e spettacoli in giro per l'Italia e a contatto diretto con il pubblico. Non finiremo mai di ringraziarlo per come ha difeso la Costituzione durante la campagna referendaria: una battaglia straordinaria contro la riformaccia Boschi e contro tutto il resto della stampa schierata per il Sì. Chi appare un po' logoro ultimamente - e mi spiace dirlo perché anche lui è un grande giornalista (televisivo) - è Michele Santoro.  

tutto un programma in mano a Travaglio??? vi prego no!!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora