PD, IL PARTITO IBERNATO

Inviata (modificato)

Come scrivevo ieri in un'altra mia discussione, con il discorso dell'ex segretario, che Coniglioni, pardon Gentiloni, ha sommessamente definito "imbarazzante" (ma non ha avuto il coraggio di dirlo dal palco), un discorso che ad altri commentatori e al sottoscritto è parso "minaccioso e "tirannico", e con la finta promozione di Martina a segretario (non più reggente ma sempre provvisorio), l'Assemblea nazionale del Pd ha avuto almeno il merito di chiarire il senso delle tragicomiche scelte seguite alla disfatta elettorale del 4 marzo. Le finte e ipocrite dimissioni (postdatate) di Renzi e la trovata del "segretario reggente" (figura assolutamente non contemplata dallo Statuto) servivano solo a "ibernare" lo sconfitto, cioè il Matteo perdente, in attesa di tempi migliori per scongelarlo ma senza mai mettere in dubbio il suo ruolo di padrone di fatto del partito. Quei tempi migliori non sono venuti, anzi le cose per il Pd sono andate di male in peggio con sonore e ripetute batoste nelle varie elezioni regionali e comunali. E allora, non potendo scongelare l'ex caudillo (per ragioni di minima decenza), hanno preferito "ibernare" l'intero partito. Questo in buona sostanza è l'esito dell'Assemblea di ieri, correttamente rilevato da Claudio Tito su Repubblica. Da anni non acquisto più Repubblica in edicola, causa il suo appiattimento o la sua indulgenza su Renzi (con le eccezioni di qualche maldipancia di Giannini e del fondatore Scalfari che a editoriali alterni lo paragona al pifferaio di Hamelin o lo invoca come salvatore della patria). Però mi fa piacere notare una quasi perfetta concordanza dell'analisi di Tito con quella del sottoscritto:

PD, IL PARTITO IBERNATO. L'ASSEMBLEA DEM HA MOSTRATO I SEGNI DI UN OTTUNDIMENTO COMPLESSIVO. IL PD NON SA COSA DIRE AI SUOI SOSTENITORI

(o a quei pochi che gli restano, aggiungo io). 

https://rep.repubblica.it/pwa/commento/2018/07/07/news/pd_il_partito_ibernato-201173351/?ref=RHPPLF-BH-I0-C8-P5-S1.8-T2

 

Modificato da fosforo41

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

6 messaggi in questa discussione

Inviata (modificato)

 Ancora    non  sarebbe  il  caso   che  incominciassi a  interessarti   di   quelli   che   dovrebbero  governare  e  che  stanno facendo danni  e  sparando  caxxate   di  molto  peggio   di  quello   che  tu addebiti   al  piddi e a  Renzi ,  Per  non  parlare   dello  strazio  che  stanno facendo  della  Costituzione   e  dei  magistrati   comportandosi  ben  peggio  del  pregiudicato  piduista..     Ma  no a  te  non interessa è  evidente    ma    forse  non te ne  sei  accorto   il  PIDDI   non  c'é    e  tu  stai  sparando  al  nulla...   già   non   puoi  certo  ora  darti  la  zappa  sui  piedi   criticando  come   dovresti  i  tuoi  beniamini   incapaci e  inconcludenti    . Già  per  te   sono  solo degli  ingemui   

Modificato da pm610

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

1 ora fa, pm610 ha scritto:

 Ancora    non  sarebbe  il  caso   che  incominciassi a  interessarti   di   quelli   che   dovrebbero  governare  e  che  stanno facendo danni  e  sparando  caxxate   di  molto  peggio   di  quello   che  tu addebiti   al  piddi e a  Renzi ,  Per  non  parlare   dello  strazio  che  stanno facendo  della  Costituzione   e  dei  magistrati   comportandosi  ben  peggio  del  pregiudicato  piduista..     Ma  no a  te  non interessa è  evidente    ma    forse  non te ne  sei  accorto   il  PIDDI   non  c'é    e  tu  stai  sparando  al  nulla...   già   non   puoi  certo  ora  darti  la  zappa  sui  piedi   criticando  come   dovresti  i  tuoi  beniamini   incapaci e  inconcludenti    . Già  per  te   sono  solo degli  ingemui   

Se io fossi filogovernativo, passerei il tempo a elogiare le (poche) cose fatte finora dal governo Conte, come fa direttoretto. Ma è dal 6 marzo che vado scrivendo che bisognava tornare alle urne, che Di Maio e Salvini dovevano limitarsi a una breve alleanza di scopo per rifare la legge elettorale e che da un governo gialloverde di legislatura io mi aspetto poco di buono, anche se non proprio le vergogne e i disastri che ci propinò a suo tempo e che ci avrebbe ancora propinato il centrodestra, o peggio il Renzusconi. Finora hanno operato solo su due fronti: immigrazione e lavoro, mentre, come ho scritto, le priorità a mio avviso dovevano essere la giustizia e la lotta alla corruzione. Con una impostazione dettata da Salvini e chiaramente di destra sul primo fronte, e  chiaramente di sinistra sul secondo con il cd. decreto Dignità di Di Maio. Mi sono espresso su ambedue. Ho scritto che chiudendo i porti a navi che trasportano naufraghi e non solo profughi o migranti economici (perché in sostanza tali sono i migranti alla deriva su un gommone sovraccarico) stiamo violando platealmente il diritto internazionale e rischiamo figuracce planetarie e pesanti sanzioni. Ma è anche vero che questo andazzo delle Ong straniere che si spingevano fin quasi in acque libiche per traghettare migranti nei porti più vicini (cioè italiani, quelli maltesi erano chiusi da sempre) con la scusa di salvare naufraghi, andava in qualche modo contrastato. Salvini lo ha fatto in modo troppo drastico e disumano, ma soprattutto illegale, però la colpa non è solo sua, é di tutti i paesi europei ai quali il suddetto andazzo non dispiaceva e che non hanno fatto nulla di concreto per contrastarlo. Ed è anche dei nostri sciagurati governi che firmarono gli accordi di Dublino e che barattarono gli sbarchi con quel minimo di flessibilità che gli serviva per elargire bonus e mance elettorali. E che dicevano di andare in Europa a battere i pugni sul tavolo ma poi rientravano sistematicamente con le pive nel sacco. Al contrario, il presidente Conte e Salvini i pugni sul tavolo devono averli battuti sul serio, visto che Malta, Spagna e Francia hanno cominciato a ospitare migranti provenienti dalla Libia e che la Germania ha rischiato addirittura la crisi di governo. Insomma: l'Europa sui migranti si era spesso comportata da "brigante", approfittando della nostra pochezza, ma ha trovato nello xenofobo quanto pragmatico e spregiudicato Salvini il classico "brigante e mezzo". Sul decreto Dignità ho espresso un parere analogo a quello, per esempio, di Maurizio Landini: si poteva far meglio, ma è un passo avanti e un cambio di rotta verso sinistra sul fronte dei diritti e delle tutele dei lavoratori. La misura di contrasto alle delocalizzazioni industriali la trovo poi sacrosanta. Oggi si scomoda pure Berlusconi per attaccare il decreto "comunista", e questo è un altro punto a favore del provvedimento. Che sicuramente non piace al delinquente ma è probabile che egli miri soprattutto a incrinare l'asse Salvini-Di Maio. Prima o poi il governo dovrà occuparsi di giustizia, informazione, televisione, e il piduista ha già gli incubi notturni. Mi sono espresso anche sull'ordinanza della Cassazione per la confisca dei beni della Lega. Le proteste di Salvini contro la Magistratura sono campate in aria, inammissibili, intollerabili, specie in considerazione della carica che ricopre. Al posto di Mattarella io avrei seccamente respinto la sua richiesta di colloquio e non capisco cosa aspettino le opposizioni per presentare una mozione di sfiducia al ministro dell'Interno. É probabile che Mattarella non voglia gettare olio sul fuoco. In questa assurda polemica Salvini mostra tutto il suo lato berlusconiano. Il delinquente e i sondaggi presto potrebbero convincerlo a mollare i 5s per tornare alle urne, anche prima delle Europee. Sarebbe un grande rischio per il paese, nondimeno io accetterei la sfida. É chiaro ormai, visto lo stato in cui versa il Pd, che l'unico, anzi l'ultimo argine a Salvini e al suo populismo di destra, vieppiù pericoloso da quando è anche populismo di governo, è proprio il suo attuale alleato. Prima o poi (al più tardi nel 2023 ma è molto improbabile che questa legislatura vada a scadenza naturale) ci sarà la resa dei conti e l'Italia onesta, solidale e di sinistra (includerei anche la componente cattolica che non può certo accettare la xenofobia leghista) dovrà compattarsi intorno al M5s. E io spero che il candidato premier sia Di Battista, nel quale Salvini troverebbe pane per i suoi denti. 

In tutto questo, perché continuo a non dare tregua nei miei post a Renzi e al Pd? Per due motivi molto semplici e più volte ricordati. Primo, perché sono di sinistra e vorrei rivedere un grande partito di sinistra, se necessario anche alleato con i 5stelle, ma non certo il vergognoso e disastroso partito renziano degli ultimi anni (peraltro, come scrivi anche tu, ormai in via di estinzione), e non saprei che farmene di Macron, figuriamoci di una sua imitazione. Ma un grande partito di sinistra, ormai pure i sassi l'hanno capito, sarà impensabile finché il tappetaro resta nel Pd. Secondo, perché Renzi ha mentito al popolo sovrano dopo averlo condizionato e ricattato in modo inaudito in un referendum sulla Costituzione. Quando lo fece, scrissi un post per dire che non l'avrei dimenticato. E, come vedi, non lo dimentico.

Saluti

Modificato da fosforo41

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
44 minuti fa, fosforo41 ha scritto:

Se io fossi filogovernativo, passerei il tempo a elogiare le (poche) cose fatte finora dal governo Conte, come fa direttoretto. Ma è dal 6 marzo che vado scrivendo che bisognava tornare alle urne, che Di Maio e Salvini dovevano limitarsi a una breve alleanza di scopo per rifare la legge elettorale e che da un governo gialloverde di legislatura io mi aspetto poco di buono, anche se non proprio le vergogne e i disastri che ci propinò a suo tempo e che ci avrebbe ancora propinato il centrodestra, o peggio il Renzusconi. Finora hanno operato solo su due fronti: immigrazione e lavoro, mentre, come ho scritto, le priorità a mio avviso dovevano essere la giustizia e la lotta alla corruzione. Con una impostazione dettata da Salvini e chiaramente di destra sul primo fronte, e  chiaramente di sinistra sul secondo con il cd. decreto Dignità di Di Maio. Mi sono espresso su ambedue. Ho scritto che chiudendo i porti a navi che trasportano naufraghi e non solo profughi o migranti economici (perché in sostanza tali sono i migranti alla deriva su un gommone sovraccarico) stiamo violando platealmente il diritto internazionale e rischiamo figuracce planetarie e pesanti sanzioni. Ma è anche vero che questo andazzo delle Ong straniere che si spingevano fin quasi in acque libiche per traghettare migranti nei porti più vicini (cioè italiani, quelli maltesi erano chiusi da sempre) con la scusa di salvare naufraghi, andava in qualche modo contrastato. Salvini lo ha fatto in modo troppo drastico e disumano, ma soprattutto illegale, però la colpa non è solo sua, é di tutti i paesi europei ai quali il suddetto andazzo non dispiaceva e che non hanno fatto nulla di concreto per contrastarlo. Ed è anche dei nostri sciagurati governi che firmarono gli accordi di Dublino e che barattarono gli sbarchi con quel minimo di flessibilità che gli serviva per elargire bonus e mance elettorali. E che dicevano di andare in Europa a battere i pugni sul tavolo ma poi rientravano sistematicamente con le pive nel sacco. Al contrario, il presidente Conte e Salvini i pugni sul tavolo devono averli battuti sul serio, visto che Malta, Spagna e Francia hanno cominciato a ospitare migranti provenienti dalla Libia e che la Germania ha rischiato addirittura la crisi di governo. Insomma: l'Europa sui migranti si era spesso comportata da "brigante", approfittando della nostra pochezza, ma ha trovato nello xenofobo quanto pragmatico e spregiudicato Salvini il classico "brigante e mezzo". Sul decreto Dignità ho espresso un parere analogo a quello, per esempio, di Maurizio Landini: si poteva far meglio, ma è un passo avanti e un cambio di rotta verso sinistra sul fronte dei diritti e delle tutele dei lavoratori. La misura di contrasto alle delocalizzazioni industriali la trovo poi sacrosanta. Oggi si scomoda pure Berlusconi per attaccare il decreto "comunista", e questo è un altro punto a favore del provvedimento. Che sicuramente non piace al delinquente ma è probabile che egli miri soprattutto a incrinare l'asse Salvini-Di Maio. Prima o poi il governo dovrà occuparsi di giustizia, informazione, televisione, e il piduista ha già gli incubi notturni. Mi sono espresso anche sull'ordinanza della Cassazione per la confisca dei beni della Lega. Le proteste di Salvini contro la Magistratura sono campate in aria, inammissibili, intollerabili, specie in considerazione della carica che ricopre. Al posto di Mattarella io avrei seccamente respinto la sua richiesta di colloquio e non capisco cosa aspettino le opposizioni per presentare una mozione di sfiducia al ministro dell'Interno. É probabile che Mattarella non voglia gettare olio sul fuoco. In questa assurda polemica Salvini mostra tutto il suo lato berlusconiano. Il delinquente e i sondaggi presto potrebbero convincerlo a mollare i 5s per tornare alle urne, anche prima delle Europee. Sarebbe un grande rischio per il paese, nondimeno io accetterei la sfida. É chiaro ormai, visto lo stato in cui versa il Pd, che l'unico, anzi l'ultimo argine a Salvini e al suo populismo di destra, vieppiù pericoloso da quando è anche populismo di governo, è proprio il suo attuale alleato. Prima o poi (al più tardi nel 2023 ma è molto improbabile che questa legislatura vada a scadenza naturale) ci sarà la resa dei conti e l'Italia onesta, solidale e di sinistra (includerei anche la componente cattolica che non può certo accettare la xenofobia leghista) dovrà compattarsi intorno al M5s. E io spero che il candidato premier sia Di Battista, nel quale Salvini troverebbe pane per i suoi denti. 

In tutto questo, perché continuo a non dare tregua nei miei post a Renzi e al Pd? Per due motivi molto semplici e più volte ricordati. Primo, perché sono di sinistra e vorrei rivedere un grande partito di sinistra, se necessario anche alleato con i 5stelle, ma non certo il vergognoso e disastroso partito renziano degli ultimi anni (peraltro, come scrivi anche tu, ormai in via di estinzione), e non saprei che farmene di Macron, figuriamoci di una sua imitazione. Ma un grande partito di sinistra, ormai pure i sassi l'hanno capito, sarà impensabile finché il tappetaro resta nel Pd. Secondo, perché Renzi ha mentito al popolo sovrano dopo averlo condizionato e ricattato in modo inaudito in un referendum sulla Costituzione. Quando lo fece, scrissi un post per dire che non l'avrei dimenticato. E, come vedi, non lo dimentico.

Saluti

Sei un orribile idio ta . Un post enciclopedico per dire il nulla . Solo un tentativo di mascherare le tue pulsioni grilline e dare una parvenza di giustificazione a questo immondo governo e dare contro all’unico partito veramente democratico e di sx che c’è in Italia . Imbecil le allo stato puro !! 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

1 ora fa, fosforo41 ha scritto:

Se io fossi filogovernativo, passerei il tempo a elogiare le (poche) cose fatte finora dal governo Conte, come fa direttoretto. Ma è dal 6 marzo che vado scrivendo che bisognava tornare alle urne, che Di Maio e Salvini dovevano limitarsi a una breve alleanza di scopo per rifare la legge elettorale e che da un governo gialloverde di legislatura io mi aspetto poco di buono, anche se non proprio le vergogne e i disastri che ci propinò a suo tempo e che ci avrebbe ancora propinato il centrodestra, o peggio il Renzusconi. Finora hanno operato solo su due fronti: immigrazione e lavoro, mentre, come ho scritto, le priorità a mio avviso dovevano essere la giustizia e la lotta alla corruzione. Con una impostazione dettata da Salvini e chiaramente di destra sul primo fronte, e  chiaramente di sinistra sul secondo con il cd. decreto Dignità di Di Maio. Mi sono espresso su ambedue. Ho scritto che chiudendo i porti a navi che trasportano naufraghi e non solo profughi o migranti economici (perché in sostanza tali sono i migranti alla deriva su un gommone sovraccarico) stiamo violando platealmente il diritto internazionale e rischiamo figuracce planetarie e pesanti sanzioni. Ma è anche vero che questo andazzo delle Ong straniere che si spingevano fin quasi in acque libiche per traghettare migranti nei porti più vicini (cioè italiani, quelli maltesi erano chiusi da sempre) con la scusa di salvare naufraghi, andava in qualche modo contrastato. Salvini lo ha fatto in modo troppo drastico e disumano, ma soprattutto illegale, però la colpa non è solo sua, é di tutti i paesi europei ai quali il suddetto andazzo non dispiaceva e che non hanno fatto nulla di concreto per contrastarlo. Ed è anche dei nostri sciagurati governi che firmarono gli accordi di Dublino e che barattarono gli sbarchi con quel minimo di flessibilità che gli serviva per elargire bonus e mance elettorali. E che dicevano di andare in Europa a battere i pugni sul tavolo ma poi rientravano sistematicamente con le pive nel sacco. Al contrario, il presidente Conte e Salvini i pugni sul tavolo devono averli battuti sul serio, visto che Malta, Spagna e Francia hanno cominciato a ospitare migranti provenienti dalla Libia e che la Germania ha rischiato addirittura la crisi di governo. Insomma: l'Europa sui migranti si era spesso comportata da "brigante", approfittando della nostra pochezza, ma ha trovato nello xenofobo quanto pragmatico e spregiudicato Salvini il classico "brigante e mezzo". Sul decreto Dignità ho espresso un parere analogo a quello, per esempio, di Maurizio Landini: si poteva far meglio, ma è un passo avanti e un cambio di rotta verso sinistra sul fronte dei diritti e delle tutele dei lavoratori. La misura di contrasto alle delocalizzazioni industriali la trovo poi sacrosanta. Oggi si scomoda pure Berlusconi per attaccare il decreto "comunista", e questo è un altro punto a favore del provvedimento. Che sicuramente non piace al delinquente ma è probabile che egli miri soprattutto a incrinare l'asse Salvini-Di Maio. Prima o poi il governo dovrà occuparsi di giustizia, informazione, televisione, e il piduista ha già gli incubi notturni. Mi sono espresso anche sull'ordinanza della Cassazione per la confisca dei beni della Lega. Le proteste di Salvini contro la Magistratura sono campate in aria, inammissibili, intollerabili, specie in considerazione della carica che ricopre. Al posto di Mattarella io avrei seccamente respinto la sua richiesta di colloquio e non capisco cosa aspettino le opposizioni per presentare una mozione di sfiducia al ministro dell'Interno. É probabile che Mattarella non voglia gettare olio sul fuoco. In questa assurda polemica Salvini mostra tutto il suo lato berlusconiano. Il delinquente e i sondaggi presto potrebbero convincerlo a mollare i 5s per tornare alle urne, anche prima delle Europee. Sarebbe un grande rischio per il paese, nondimeno io accetterei la sfida. É chiaro ormai, visto lo stato in cui versa il Pd, che l'unico, anzi l'ultimo argine a Salvini e al suo populismo di destra, vieppiù pericoloso da quando è anche populismo di governo, è proprio il suo attuale alleato. Prima o poi (al più tardi nel 2023 ma è molto improbabile che questa legislatura vada a scadenza naturale) ci sarà la resa dei conti e l'Italia onesta, solidale e di sinistra (includerei anche la componente cattolica che non può certo accettare la xenofobia leghista) dovrà compattarsi intorno al M5s. E io spero che il candidato premier sia Di Battista, nel quale Salvini troverebbe pane per i suoi denti. 

In tutto questo, perché continuo a non dare tregua nei miei post a Renzi e al Pd? Per due motivi molto semplici e più volte ricordati. Primo, perché sono di sinistra e vorrei rivedere un grande partito di sinistra, se necessario anche alleato con i 5stelle, ma non certo il vergognoso e disastroso partito renziano degli ultimi anni (peraltro, come scrivi anche tu, ormai in via di estinzione), e non saprei che farmene di Macron, figuriamoci di una sua imitazione. Ma un grande partito di sinistra, ormai pure i sassi l'hanno capito, sarà impensabile finché il tappetaro resta nel Pd. Secondo, perché Renzi ha mentito al popolo sovrano dopo averlo condizionato e ricattato in modo inaudito in un referendum sulla Costituzione. Quando lo fece, scrissi un post per dire che non l'avrei dimenticato. E, come vedi, non lo dimentico.

Saluti


Come  già  scritto  non  leggo   i  tuoi  prolissi post  mi  basta  leggere  le  prime  righe  per  capire    che  tu   non  solo  sei  filo  governativo  ma    sei  il  peggio   che  possa   capitare  d'incontrare perchè  non  sei  nemmeno  in  grado   di  capire  quello  che  tu  sia  veramente.  Un  dato  comunque è  evidente   a  te  basta   poter  scrivere   contro  il  PIDDI e  Renzi a  prescindere ,  se  i  tuoi  beniamini  si  comportano  o fanno peggio , e  lo s tanno facendo , per  te   è  indifferente e  lo  abbiamo  capito  ormai  tutti.   In  quanto  a  scrivere     su  quanto  di  buono   avrebbe  fatto  questo   sgoverno     di  cui  Conte  è non pervenuto,  potresti  incominciare ad  elencare  il nulla  perchè  questo  è  il  risultato  ad  oggi.

Modificato da pm610

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
17 minuti fa, pm610 ha scritto:


Come  già  scritto  non  leggo   i  tuoi  prolissi post  mi  basta  leggere  le  prime  righe  per  capire    che  tu   non  solo  sei  filo  governativo  ma    sei  il  peggio   che  possa   capitare  d'incontrare perchè  non  sei  nemmeno  in  grado   di  capire  quello  che  tu  sia  veramente.  Un  dato  comunque è  evidente   a  te  basta   poter  scrivere   contro  il  PIDDI e  Renzi a  prescindere ,  se  i  tuoi  beniamini  si  comportano  o fanno peggio , e  lo s tanno facendo , per  te   è  indifferente e  lo  abbiamo  capito  ormai  tutti.   In  quanto  a  scrivere     su  quanto  di  buono   avrebbe  fatto  questo   sgoverno     di  cui  Conte  è non pervenuto,  potresti  incominciare ad  elencare  il nulla  perchè  questo  è  il  risultato  ad  oggi.

I 5s non sono i miei beniamini, altrimenti li avrei votati almeno una volta, sono un movimento formato per lo più da brave persone che provano a cambiare, con molti errori e difficoltà, una vecchia politica che francamente ha stancato, che ha abusato e continua ad abusare della pazienza degli italiani onesti. I miei giudizi sul governo li ho dati nella parte del post che non hai letto. Dove ho pure motivato in modo molto sintetico le ragioni delle mie aspre ma proporzionate critiche a questo Pd tuttora prono a un egoarca arrogante. Secondo te è come "sparare sul nulla". Sono d'accordo ed è questa la ragione di fondo della mia rabbia. Hanno azzerato l'eredità storica della sinistra per sostituirla con il nulla. Cioè con la mera sete di potere e poltrone. Il caso Pittella è emblematico. Saluti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Come   volevasi   dimostrare   il   solito  mantra    grullesco  e  il  PIDDI  ma  al  governo  ci  sono  i tuoi  beniamini...  che  stanno facendo  NULLA  anzi  no  peggio  fanno   più  danni  di  quelli che  tu   critichi  ma  tant'è...   avanti  così   quelli   come te consegnano  l'  Italia   per  un  trentennio  alla   becera  destra ...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora