canone rai
Stop al canone Rai se passa tassa su prostituzione

leggo ora dal sole24 ore quanto segue:

Entro sessanta giorni dall'approvazione della presente legge - si legge nella proposta di modifica - il Ministro dell'interno, di concerto con il Ministro dell'economia e delle finanze, il Ministro della salute, il Ministro del lavoro e delle politiche sociali e il Ministro della giustizia, con proprio decreto stabilisce le modalità finalizzate a regolamentare l'esercizio consentito della prostituzione nelle abitazioni private in edifici ove non sono presenti abitazioni con destinazione d'uso diversa, site in comuni con popolazione superiore a 10.000 abitanti, prevedendo le modalità che garantiscano i dovuti controlli igienico sanitari e stabilendo contemporaneamente nuove misure atte a contrastare il fenomeno della prostituzione in luoghi pubblici o aperti al pubblico

vi allego il link ovviamente.

http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2016-11-18/manovra-lega-stop-canone-rai-tassa-prostituzione-115246.shtml?uuid=ADt6vdxB&refresh_ce=1

che dire, era da tanto che si parlava di prostituzione legale per debellare una grossa fetta del fatturato dello Stato Mafia.

e chiaro che l'entrata di questo nuovo "monopolio di stato" permettera l'entrata di nuove entrate... probabilmente hanno già stimato che l'entrata renderebbe superluo il canone rai (pagamento da cui molti evadono)

del resto la storia ci insegna che la prostutuzione è stata sempre tassata per motivi di stato, pensate a venezia che con le tasse di un anno provenienti dalla prostituzione riusciva a cotruire tre galee :D

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

21 messaggi in questa discussione

Sarebbe un passo significativo ma da sviluppare con progettualità. Ma non credo accadrà per davvero. Svolta epocale a cui l'Italia non è assolutamente pronta.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

neanch'io credo che accadrà mai. siamo un paese bigotto. Vanno tutti a zoc.... ma guai a dirlo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

in Italia non viene mai eliminata una tassa, semplicemente viene cambiato nome. Figuriamoci se tolgono quindi il canone Rai. E poi in un Paese così bigotto secondo voi viene tollerata una tassa sulla prostituzione?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Non vedo che nesso ci possa essere tra le case chiuse e il canone rai... Questa tassa rimarrà in eterno

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, ostiamarelido ha scritto:

magari riaprissero le casa chiuse

eh bei tempi.....

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, ostiamarelido ha scritto:

magari riaprissero le casa chiuse

parole sante fratello!!!!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, pallantani ha scritto:

Non vedo che nesso ci possa essere tra le case chiuse e il canone rai... Questa tassa rimarrà in eterno

ti quoto e condivido al 100%

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Siamo in Italia e in Italia c'è sempre il Vaticano... La vedo difficile...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 minuti fa, pallantani ha scritto:

Siamo in Italia e in Italia c'è sempre il Vaticano... La vedo difficile...

pensa se ci fosse davvero uno young pope al soglio pontificio... sarebbe più divertente

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

è dal 2001 che Davide Caparini sta provando ad abolire il canone Rai....

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Purtropppo siamo il paese degli stupidi: 1) Lo stato pretende che paghiamo una tassa annuale su un servizio pubblico (di scarsa qualità). Non privatizzano il servizio solo per paura di risultare inutili. 2) La prostituzione è un argomento che purtroppo quest'Italia, ancora bigotta, non può affrontare. La Germania fattura 4 miliardi all'anno di tasse proveniente dalla prostituzione legalizzata. Oltre al ritorno economico potremmo combattere il fenomeno del racket: RICORDATE, legalizzando prostituzione e cannabis combatteremmo la Mafia!!!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

Vi sono varie tipi di prost ituz ione. La prima è quella sul lavoro ove certe colleghe "prestanti, anzi che la prestano" ottengono privilegi e vantaggi dai capi. Ferie extra, mansioni alleggerite, retribuzioni maggiorate. La seconda è quella dei certe ragazze (sia sopra che sotto i venti anni) che per avere il maxi cellulare ultimo modello, il vestito o le scarpe firmate, o le vacanze di lusso si noleggiato a giorni ed orari prestabiliti. La terza è quella di certe donne, anzi le mogli, della società bene in alto. Da brave amiche tra loro prendono in affitto (o forse anche comperano) un appartamento e poi ricevono gli utenti (utenti ed altro) ciascuna nella propria stanza. Tipo poli ambulatorio specialistico in stile quasi medicale. La quarta categoria è quella che vedi per strada. … vengo alla tua domanda … è legale … i loro “attributi lavorativi” sono libere di farli provare a chi meglio preferiscono loro. Capitolo a parte quello delle "attività estive" in cui madre e figlia al mare si dedicano alla "servaggina stanziale e migratoria" mentre l'uomo di casa è in città a lavorare.

Le mie pinze, cacciaviti, martelli od altro posso prestarli a Gianni ma non a Paolo. Gratuitamente o a pagamento. Sono fatti miei. Certo che se ne ricavo un utile, alla pari del tassista che presta la propria vettura … dovrebbero avere un registro di cassa e pagare le tasse.  - ciao a presto da d/b.- 

Modificato da dune-buggi
1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il 29/11/2016 in 17:33 , pallantani ha scritto:

Siamo in Italia e in Italia c'è sempre il Vaticano... La vedo difficile...

Guardate che il Vaticano non c'entra, la signora Lina Merlin era una socialista se volete conoscere la storia della legge che porta il suo nome potete leggere qui: https://it.wikipedia.org/wiki/Legge_Merlin 

la domanda che ci dobbiamo porre è questa: la legge è  stata interamente applicata? può essere migliorata? in quali punti?  non è un mistero per nessuno che la schiavitù della quale sono vittime certe donne e che la legge voleva abolire  non è stata abolita, sappiamo tutti delle ragazze che arrivano sui barconi e sappiamo tutti dove vanno a finire..

Il canone tv non c'entra niente, i partiti da sempre usano la televisione di stato come se fosse cosa loro, facendola pagare ovviamente agli Italiani, si sono talmente spartiti la Rai e politicizzato tutto che hanno messo la politica persino nel festival di Sanremo dove sono o dovrebbero essere solo canzonette ... come cantava Edoardo Bennato  https://youtu.be/JBS48R2i6Pw

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il 7/1/2020 in 16:23 , dune-buggi ha scritto:

Vi sono varie tipi di prost ituz ione. La prima è quella sul lavoro ove certe colleghe "prestanti, anzi che la prestano" ottengono privilegi e vantaggi dai capi. Ferie extra, mansioni alleggerite, retribuzioni maggiorate. La seconda è quella dei certe ragazze (sia sopra che sotto i venti anni) che per avere il maxi cellulare ultimo modello, il vestito o le scarpe firmate, o le vacanze di lusso si noleggiato a giorni ed orari prestabiliti. La terza è quella di certe donne, anzi le mogli, della società bene in alto. Da brave amiche tra loro prendono in affitto (o forse anche comperano) un appartamento e poi ricevono gli utenti (utenti ed altro) ciascuna nella propria stanza. Tipo poli ambulatorio specialistico in stile quasi medicale. La quarta categoria è quella che vedi per strada. … vengo alla tua domanda … è legale … i loro “attributi lavorativi” sono libere di farli provare a chi meglio preferiscono loro. Capitolo a parte quello delle "attività estive" in cui madre e figlia al mare si dedicano alla "servaggina stanziale e migratoria" mentre l'uomo di casa è in città a lavorare.

Le mie pinze, cacciaviti, martelli od altro posso prestarli a Gianni ma non a Paolo. Gratuitamente o a pagamento. Sono fatti miei. Certo che se ne ricavo un utile, alla pari del tassista che presta la propria vettura … dovrebbero avere un registro di cassa e pagare le tasse.  - ciao a presto da d/b.- 

Temo che le mig.notte continueranno ad evadere il fisco, denunciando markette ridicole per numero e importo delle prestazioni !!

Unica alternativa, imporre l'uso del bancomat, da infilare nella apposita fessura, che non possa aprirsi senza rilascio di ricevuta ficale.

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ciao CortoMaltese da d/b – tutto giusto sull'uso del bancomat da inserire nella fessura all'inizio del turno. Al termine del gioco dalla medesima fessura uscirebbe anche lo scontrino di cassa. Rimangono da precisare due cose importanti. Primo - lo scontrino di cassa potrà essere posto in detrazione sulle spese sanitarie.?. - Secondo – dove si digita o si inserisce il codice pin/iban.?. … un cordiale saluto e grazie per la partecipazione. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

Il 29/11/2016 in 15:19 , zerograno ha scritto:

leggo ora dal sole24 ore quanto segue:

Entro sessanta giorni dall'approvazione della presente legge - si legge nella proposta di modifica - il Ministro dell'interno, di concerto con il Ministro dell'economia e delle finanze, il Ministro della salute, il Ministro del lavoro e delle politiche sociali e il Ministro della giustizia, con proprio decreto stabilisce le modalità finalizzate a regolamentare l'esercizio consentito della prostituzione nelle abitazioni private in edifici ove non sono presenti abitazioni con destinazione d'uso diversa, site in comuni con popolazione superiore a 10.000 abitanti, prevedendo le modalità che garantiscano i dovuti controlli igienico sanitari e stabilendo contemporaneamente nuove misure atte a contrastare il fenomeno della prostituzione in luoghi pubblici o aperti al pubblico

vi allego il link ovviamente.

http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2016-11-18/manovra-lega-stop-canone-rai-tassa-prostituzione-115246.shtml?uuid=ADt6vdxB&refresh_ce=1

che dire, era da tanto che si parlava di prostituzione legale per debellare una grossa fetta del fatturato dello Stato Mafia.

e chiaro che l'entrata di questo nuovo "monopolio di stato" permettera l'entrata di nuove entrate... probabilmente hanno già stimato che l'entrata renderebbe superluo il canone rai (pagamento da cui molti evadono)

del resto la storia ci insegna che la prostutuzione è stata sempre tassata per motivi di stato, pensate a venezia che con le tasse di un anno provenienti dalla prostituzione riusciva a cotruire tre galee :D

come a dire... una competizione fra putt.a.ne   :ph34r:  xD

Modificato da il.pignonista

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il 16/1/2020 in 08:23 , dune-buggi ha scritto:

Ciao CortoMaltese da d/b – tutto giusto sull'uso del bancomat da inserire nella fessura all'inizio del turno. Al termine del gioco dalla medesima fessura uscirebbe anche lo scontrino di cassa. Rimangono da precisare due cose importanti. Primo - lo scontrino di cassa potrà essere posto in detrazione sulle spese sanitarie.?. - Secondo – dove si digita o si inserisce il codice pin/iban.?. … un cordiale saluto e grazie per la partecipazione. 

Scusi il ritardo......

1) lo scontrino sarà detraibile se la prestazione è fatta dietro ricetta medica;

2) per la digitazione del PIN, faccia lei....anteriore o posteriore....non fa differenza.

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora