aggressione choc a pisa

La festa di laurea finisce nel sangue a Pisa. In due, al termine della serata, si staccano dalla comitiva e camminano fermandosi vicino al cancello della scuola Sant’Anna. Ed è lì che il loro destino si incrocia con quello di tre immigrati nordafricani

Stando ad una prima ricostruzione, gli stranieri iniziano a spintonare gli universitari. Il primo studente cade a terra e lì rimane, pietrificato dalla paura. Il secondo si accascia, ma trova la forze di reagire. In tutta risposta gli aggressori si accaniscono su di lui prendendolo a calci. Calci che lo raggiungono su tutto il corpo e soprattutto alla testa.

Le grida di dolore attirano gli amici che lanciano l’allarme alle forze dell’ordine e al 118, mentre gli extracomunitari svaniscono nel buio dietro alla piazza. Quando i soccorritori arrivano sul posto trovano il 21enne in stato confusionale con le mani sul capo per tamponare il sangue che esce copioso dalla ferita: trauma cranico commotivo.

Ci vorrà molto lavoro per sistemare la città dopo decenni di governo piddino.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

6 messaggi in questa discussione

2 minuti fa, director12 ha scritto:

La festa di laurea finisce nel sangue a Pisa. In due, al termine della serata, si staccano dalla comitiva e camminano fermandosi vicino al cancello della scuola Sant’Anna. Ed è lì che il loro destino si incrocia con quello di tre immigrati nordafricani

Stando ad una prima ricostruzione, gli stranieri iniziano a spintonare gli universitari. Il primo studente cade a terra e lì rimane, pietrificato dalla paura. Il secondo si accascia, ma trova la forze di reagire. In tutta risposta gli aggressori si accaniscono su di lui prendendolo a calci. Calci che lo raggiungono su tutto il corpo e soprattutto alla testa.

Le grida di dolore attirano gli amici che lanciano l’allarme alle forze dell’ordine e al 118, mentre gli extracomunitari svaniscono nel buio dietro alla piazza. Quando i soccorritori arrivano sul posto trovano il 21enne in stato confusionale con le mani sul capo per tamponare il sangue che esce copioso dalla ferita: trauma cranico commotivo.

Ci vorrà molto lavoro per sistemare la città dopo decenni di governo piddino.

AhahHagaha!! Egregio co@lione e’ inutile che cioiaincollezzi per far apparire una notizia al posto di un’altra . I 3 non sono nordafricani. Non erano 3 uomini ma 2 più una donna . Parlavano italiano così come affermato dallo studente . Le indagini sono orientate nel mondo della tossicodipendenza locale .  Dimmi un po’ , ebe te !! Sei così dalla nascita ??  Ahahahaha 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 minuti fa, mark222220 ha scritto:

AhahHagaha!! Egregio co@lione e’ inutile che cioiaincollezzi per far apparire una notizia al posto di un’altra . I 3 non sono nordafricani. Non erano 3 uomini ma 2 più una donna . Parlavano italiano così come affermato dallo studente . Le indagini sono orientate nel mondo della tossicodipendenza locale .  Dimmi un po’ , ebe te !! Sei così dalla nascita ??  Ahahahaha 

dici? ed invece le cronache locali dicono l'esatto contrario:

https://www.lanazione.it/pisa/cronaca/aggressione-piazza-1.4010259

ora dira' che sono dei fascisti...vedrete....

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

e ancora cronaca:

A raccontare l’episodio è proprio lo studente di 21 anni. «Non li avevo mai visti e credo che siano più piccoli di me – dice dal letto numero 3 del modulo C del pronto soccorso di Cisanello, dove è rimasto per buona parte della giornata di ieri in compagnia dei genitori – e probabilmente sono minorenni. L’urlo della ragazza mi ha salvato, perché li ha fatti scappare, lei compresa. È stata un’aggressione senza senso, perché noi stavamo semplicemente camminando nella piazza per poi tornare a casa in macchina. I tre parlavano italiano, ma erano mulatti, forse nordafricani».
http://iltirreno.gelocal.it/pisa/cronaca/2018/07/01/news/aggredito-e-picchiato-dopo-la-festa-di-laurea-1.17020120

ps.amb....lleeeeeee...e hai le stesse caratteristiche degli arbriti e segnalineeee

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Tutto questo da domani non succederà più, il signor director ha ricevuto l' ordine dal suo grande leader di allestire sull'istante squadre di guardie padane in tutta Italia.

Contrordine di un minuto fa kompagni, le squadre padane non si fanno più, altrimenti non possiamo dare la colpa al PD.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
4 ore fa, director12 ha scritto:

e ancora cronaca:

A raccontare l’episodio è proprio lo studente di 21 anni. «Non li avevo mai visti e credo che siano più piccoli di me – dice dal letto numero 3 del modulo C del pronto soccorso di Cisanello, dove è rimasto per buona parte della giornata di ieri in compagnia dei genitori – e probabilmente sono minorenni. L’urlo della ragazza mi ha salvato, perché li ha fatti scappare, lei compresa. È stata un’aggressione senza senso, perché noi stavamo semplicemente camminando nella piazza per poi tornare a casa in macchina. I tre parlavano italiano, ma erano mulatti, forse nordafricani».
http://iltirreno.gelocal.it/pisa/cronaca/2018/07/01/news/aggredito-e-picchiato-dopo-la-festa-di-laurea-1.17020120

ps.amb....lleeeeeee...e hai le stesse caratteristiche degli arbriti e segnalineeee

Ah ecco , parlavano italiano ma erano Nord africani . Ahahaha , avevamo la carta identità in mano ?? La ragazza non ha salvato un bel niente perché la ragazza faceva parte del terzetto . Ha solo urlato “ ora basta “ e non era mulatta ma bianchissima. La squadra mobile indaga sulla nell’ambjente della tossicodipendenza locale , ebe te !!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Evidentemente a Pisa i problemi continuano  http://www.pisatoday.it/cronaca/aggressione-cameriere-bazeel-piazza-garibaldi-pisa-1-luglio-2018.html

fanno questo perché fino ad oggi è stata garantita loro l'impunità e credono di essere padroni del territorio, occorrono azioni concrete, chi fa queste cose va EFFETTIVAMENTE espulso  non importa verso quale destinazione, se nelle carceri Italiane non c'è posto, preso atto quanto ci costa ogni detenuto, possiamo dare quegli stessi soldi a nazioni estere disposte ad ospitarli nelle loro carceri…. faccio una provocazione, se ci fosse un accordo con la Russia e chi commette azioni come quelle avvenute negli ultimi giorni a Pisa sapesse di finire estradato in Siberia, continuerebbe con questi comportamenti?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora