scorte inutili a spese dei contribuenti

Inviata (modificato)

 

L'italia è il sondo paese al mondo per numero di persone sotto scorta.sono 800 tra cui saviano,kyenge e boldrini.il costo? tra i due e tre milioni annui a spese dei contribuenti. ma a saviano,che vive in un superattico a ney york,che serve la scorta?? e poi ricci come sono,se si sentono in pericolo,saviano se la puo' pagare di tasca sua. sentiamo come la pensa salvini :

 

#Salvini: "Sulla scorta a #Saviano saranno le istituzioni competenti a valutare se corra qualche rischio, anche perché mi pare che passi molto tempo all'estero. Valuteranno come si spendono i soldi degli italiani. Gli mando un bacione".

Modificato da director12
1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

6 messaggi in questa discussione

mi perdoni signor director, come mai il signor salvini non si preoccupa della scorta del signor berlusconi ben più numerosa e costosa?

Anche qui si potrebbe risparmiare. Non crede signor director?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

... con quanto gli ha reso il suo libretto, il Saviano la scorta può pagarsela coi suoi soldi;  x altri fruitori del servizio a spese nostre,  se di colore, é sufficiente tornino nel paese in cui son nati e x ki ama tanto gli extcmt ma, stranamente crede aver bisogno di scorta(?), la soluzione migliore é si trasferiscano nel paese d'origine dei loro amici.

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
29 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

mi perdoni signor director, come mai il signor salvini non si preoccupa della scorta del signor berlusconi ben più numerosa e costosa?

Anche qui si potrebbe risparmiare. Non crede signor director?

spiacente darti una delusione:il cavaliere la scorta SE LA PAGA lui!!! come pure la sua auto blindata.

peccato essere disinformati

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

libero sondaggio:è giusto togliere la scorta a saviano?

 
92%

No

 
8%

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 minuti fa, director12 ha scritto:

libero sondaggio:è giusto togliere la scorta a saviano?

 
92%

No

 
8%

il tipo ha scritto di fatti ke si possono leggere ed ascoltare tutti i giorni sia su quotidiani ke ascolti in TV senza ke nessuno abbia piagnucolato x la paura di farsi male.

del resto, se il suddetto tipo é andato a vivere a NY, cosa teme? ke gli serve la scorta? qualora poi se ne verificasse la necessità, con ke coraggio metterebbe a riskio la vita di altri uomini?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, director12 ha scritto:

spiacente darti una delusione:il cavaliere la scorta SE LA PAGA lui!!! come pure la sua auto blindata.

peccato essere disinformati

http://www.movimento5stelle.it/parlamento/2014/10/al-condannato-berlusconi-la-scorta-la-pagano-ancora-i-cittadini.html

peccato non sapere tutto, signor director

<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<

Da Alfano a Boschi, tutti i personaggi sotto scorta

La lista dei personaggi pubblici italiani con la scorta è ovviamente lunghissima. Di seguito un elenco solo parziale dei nomi più significativi, senza tenere conto della reale necessità della scorta per ognuna delle persone citate. Apriamo con il ministro degli Esteri Angelino Alfano, da anni dotato di protezione visti i ruoli istituzionali ricoperti. Seguono i giornalisti Lirio Abbate, Maurizio Belpietro e Magdi Allam.

Poi, i sindacalisti o ex Luigi Angeletti e Carmelo Barbagallo. Ovviamente c’è Silvio Berlusconi, insieme al meno scontato Pier Luigi Bersani. Chiudono la lettera B tre donne: Rosy Bindy, Laura Boldrini e Maria Elena Boschi.

Da Calabresi a Kyenge

Aprono la lettera C altri due rappresentanti della carta stampata: Mario Calabresi e Rosaria Capacchione. Scortata anche la numero uno Cgil Susanna Camusso. A sorpresa, ci sono anche il renziano Ernesto Carbone, Fabrizio Cicchitto, Khalid Chaouki e Lorenzo Cesa. Protezione prevista anche per il presidente di Libera don Luigi Ciotti. Restando sempre in politica, spiccano i nomi di Rosario Crocetta, Massimo D’Alema, Nunzia De Girolamo. Protetti anche i vertici della comunità ebraica come Noemi e Riccardo Di Segni e Ruth Dureghello. Scorta persino ai membri del Pd Stefano Esposito e Piero Fassino, nonché per il ministro dell’Istruzione Valeria Fedeli. La lista prosegue con Vittorio Feltri, Emanuele Fiano, Elsa Fornero, Piero Grasso, Pietro Ichino e Cecile Kyenge.

Ma sono moltissimi i nomi noti, soprattutto di politici, non citati per motivi di spazio.

Da Enrico Letta a Papa Francesco

Lettera L comprendente, tra gli altri, l’es premier Enrico Letta, Ignazio La Russa e Luca Lotti. Scortato anche il presidente della Lazio Claudio Lotito e altri politici come Roberto Maroni, il presidente Sergio Mattarella, Marco Minniti e persino Gennaro Migliore. Anche l’imprenditore Luca Cordero di Montezemolo e la giornalista Fiamma Nirenstein risultano coperti. Scortati gli ex giovani turchi Matteo Orfini e Andrea Orlando. Lettera P rappresentata ai massimi livelli da Papa Francesco.

Da Raggi a Bruno Vespa

Scorta prevista per il sindaco di Roma Virginia Raggi, in buona compagnia di Matteo Renzi, Gianfranco Rotondi e Maurizio Sacconi. Coperti anche il giornalista Alessandro Sallusti e lo scrittore Roberto Saviano. Ancora politici con la S: Renato Schifani e Deborah Serracchiani. Chiudiamo con Nichi Vendola e Bruno Vespa non prima di avere ricordato che i nomi delle decine di magistrati messi sotto scorta non sono stati neppure citati.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora