pisa.ecco come hanno ridotto il ristoratore

«Mi hanno distrutto il naso – dice il ristoratore mentre attende l’operazione nella camera numero uno del reparto – e lasciato per terra agonizzante. Erano in quattro, tunisini. Sono riuscito a camminare fino al mio locale, pochi metri più in là, dove i miei dipendenti hanno chiamato l’ambulanza».

Non è la prima volta che De Nigris si scaglia contro gli spacciatori del centro storico e la mala-movida. I quattro aggressori – che lui saprebbe riconoscere – sono stati ripresi dalle telecamere di un bed & breakfast della zona e difficilmente potranno sfuggire ai carabinieri, che stanno procedendo nelle indagini. L’imprenditore, nel pestaggio, si è visto anche distruggere e rubare il cellulare. Era l’una e 13 minuti, l’ora del suo ultimo accesso su Whatsapp. Proprio via chat – a mezzanotte e 36 

https://streamable.com/zbz08

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

0 messaggi in questa discussione

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora