"Suicidio e antidepressivi"//

"Un amica mi ha fatto leggere le controindicazioni

di un antidepressivo a  largo consumo  (pillola molto nota e molto usata)

che stava prendendo per aiutarla a darle la spinta (dopo una separazione dolorosa dal marito)

a reagire positivamente,consigliata dal suo medico.

....Nelle controindicazioni varie,c'è scritto che possono portare al "SUICIDIO"..

ma vi rendete conto?Invece di stare meglio,una persona si va a suicidare??

...cmq,io sarò ignorante in materia di farmaci,ma la cosa non mi piace per niente---

COSA NE PENSATE??

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

2 messaggi in questa discussione

Inviata (modificato)

10 ore fa, robyrossa236 ha scritto:

"Un amica mi ha fatto leggere le controindicazioni

di un antidepressivo a  largo consumo  (pillola molto nota e molto usata)

che stava prendendo per aiutarla a darle la spinta (dopo una separazione dolorosa dal marito)

a reagire positivamente,consigliata dal suo medico.

....Nelle controindicazioni varie,c'è scritto che possono portare al "SUICIDIO"..

ma vi rendete conto?Invece di stare meglio,una persona si va a suicidare??

...cmq,io sarò ignorante in materia di farmaci,ma la cosa non mi piace per niente---

COSA NE PENSATE??

ll tuo post mi dà l'occasione per ricordare ancora una volta l'etimologia della parola farmaco. Deriva dal greco farmakon: veleno. Il peggior modo di affrontare la depressione è andare dal dottore e dal farmacista. Nella migliore delle ipotesi si allevieranno i sintomi ma si cronicizzerà la patologia e si diventerà dipendenti dal farmaco, con i conseguenti effetti collaterali. Abitualmente io consiglio, con una buona percentuale di guarigioni, l'uso combinato degli antidepressivi naturali. Che sono essenzialmente riconducibili a 4 categorie:

1) Cibi e bevande come gli anacardi, la curcuma (ottima nella limonata), il tè verde, l'acido folico (vitamina B9) contenuto nell'insalata verde, nelle uova e nei legumi, il cioccolato e in generale la buona cucina, in particolare quella mediterranea.

2) L'attività fisica. L'ideale sarebbe praticare uno sport (vedi anche il punto 4) ma fa bene anche l'esercizio fisico individuale. Meglio se all'aria aperta e al sole: lunghe passeggiate quotidiane o almeno mezz'ora al giorno di bicicletta (ma anche la cyclette può andare)

3) La buona musica. Naturalmente la scelta dipende dai gusti e su YouTube si trova di tutto. Io consiglio vivamente la musica classica. In particolare raccomando di ascoltare almeno due volte al giorno il celeberrimo Canone in Re maggiore di Johann Pachelbel (nelle sue innumerevoli versioni). Ottimo anche Mozart. Utili anche le buone letture.

4) Coltivare i rapporti umani. Siamo animali sociali: socializzare, interagire con i nostri simili è, di gran lunga, il più potente degli antidepressivi. Chi non ha solide amicizie può iscriversi a un'associazione sportiva o culturale o (meglio ancora) di volontariato. Può andare bene anche la militanza politica ma suggerirei di evitare i partiti governativi tradizionali. Molto scarso, se non controproducente, è l'effetto antidepressivo del computer e dei social media, specie nelle fasi acute della patologia. Il rapporto diretto, fisico, con le persone è insostituibile. Meglio, molto meglio parlare e ascoltare dal vivo che in una chat o su una pagina FB. 

Modificato da fosforo31

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Mà,sarà...ma io d'istinto come gli animali,penso che la depressione sia legata agli ormoni..

e che quando non si fa più se-ss-o ..ci si intristisce e si cade in un circolo vizioso del non amare e 

del non sentirsi amati e di conseguenza finiti //

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora