Capire il Corano di Farid Adly, una lettura molto interessante

Inviata (modificato)

Farid Adly è un giornalista libico, collaboratore di Corriere della Sera, Radio Popolare e il manifesto. Con onestà intellettuale, l’autore apertamente riconosce che si rende perciò necessaria “un’interpretazione riformata, per superare leggi e decreti che oggi non hanno più motivo d’essere, rispetto alla società nomade della penisola arabica di 14 secoli fa”.
Due esempi per tutti: la questione della schiavitù, definita “un tabù per il mondo arabo-islamico”, per essere stata sempre considerata lecita dal punto di vista teologico; e l’oppressione della donna.
Nel Corano vi è un capitolo, intitolato “Le Donne”, dove è scritto: “Gli uomini sono preposti alle donne, a causa della preferenza che Allah concede agli uni rispetto alle altre”. E ancora: “Ammonite quelle di cui temete l’insubordinazione, lasciatele sole nei loro letti, battetele”. Da questa condizione di inferiorità, conseguono una serie di disparità normative e giuridiche, elencate con precisione dall’autore. “La questione del velo assume così un suo valore simbolico di sottomissione della donna”, ragion per cui – conclude Adly - “il Corano è antifemminista”.

http://littacontinua.blogspot.com/2018/06/capire-il-corano-di-farid-adly.html

1528262585265.jpg

Modificato da anniblu

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

2 messaggi in questa discussione

bene qualcuno onesto intellettualmente che lo dice

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il 15/6/2018 in 12:05 , anniblu ha scritto:

Farid Adly è un giornalista libico, collaboratore di Corriere della Sera, Radio Popolare e il manifesto. Con onestà intellettuale, l’autore apertamente riconosce che si rende perciò necessaria “un’interpretazione riformata, per superare leggi e decreti che oggi non hanno più motivo d’essere, rispetto alla società nomade della penisola arabica di 14 secoli fa”.
Due esempi per tutti: la questione della schiavitù, definita “un tabù per il mondo arabo-islamico”, per essere stata sempre considerata lecita dal punto di vista teologico; e l’oppressione della donna.
Nel Corano vi è un capitolo, intitolato “Le Donne”, dove è scritto: “Gli uomini sono preposti alle donne, a causa della preferenza che Allah concede agli uni rispetto alle altre”. E ancora: “Ammonite quelle di cui temete l’insubordinazione, lasciatele sole nei loro letti, battetele”. Da questa condizione di inferiorità, conseguono una serie di disparità normative e giuridiche, elencate con precisione dall’autore. “La questione del velo assume così un suo valore simbolico di sottomissione della donna”, ragion per cui – conclude Adly - “il Corano è antifemminista”.

http://littacontinua.blogspot.com/2018/06/capire-il-corano-di-farid-adly.html

1528262585265.jpg

Hai detto tutto...Collaboratore del Corriere,di radio popolare ecc.Conclusioni?Invece di leggerlo usatelo in altro modo.

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora