Anche a me questo governo non piace

Inviata (modificato)

Anche a me, come all'amico Monello, questo governo Conte non piace, ma non solo per la presenza ingombrante (e sproporzionata rispetto ai voti) di Salvini. Il quale in concreto, al di là delle considerazioni etiche ed ideologiche (che pure hanno la loro importanza), minaccia di essere un ostacolo a quel riformismo radicale ma razionale, specie in materia di giustizia e di spesa pubblica, di cui l'Italia ha disperato bisogno. Abbiamo bisogno di meno evasione e corruzione, ma il doppiogiochista Salvini resta alleato di un conclamato evasore e corruttore. Abbiamo bisogno di meno disuguaglianza e di più investimenti pubblici, ma la flat tax è un ostacolo ad ambedue le cose. C'è però anche altro che non mi convince. Questo governo è nato male. Il che non vuol dire che debba necessariamente far male o addirittura fare peggio dei governi precedenti. Molti, come Prodi, pensano che non ci fossero alternative, che sia stato una conseguenza triste ma obbligata delle elezioni e della legge elettorale. Ma i matrimoni forzati spesso (anche se per la verità non sempre) finiscono peggio di come sono iniziati. Io do molte colpe anche a Di Maio. Il quale in buona sostanza ha mentito agli elettori e ha tradito, probabilmente con l'avallo di Grillo e Casaleggio, certamente sotto la pressione o la moral suasion di Mattarella, e forse anche per ambizione personale, l'impostazione storica del Movimento. Che era l'intransigenza programmatica, il rifiuto di qualsiasi alleanza politica, di qualsiasi compromesso al ribasso. Per tutta la campagna elettorale Luigi non aveva deviato da questa linea: questo è il nostro programma, questa è la nostra squadra di governo, se non avremo i voti per governare da soli accetteremo l'eventuale appoggio esterno di altre forze, punto. E io l'avevo lodato. Poi, dopo la vittoria, parziale per quanto sensazionale, del 4 marzo, ha cambiato idea e ha cominciato ad aprire forni, a trattare su palazzo Chigi e sui ministeri, infine ha cercato di mescolare il suo programma con quello della Lega, che è come provare a mescolare l'acqua con l'olio. Non ci vuole molto per capire che reddito di cittadinanza e flat tax sono politicamente e tecnicamente incompatibili. Se Di Maio fosse rimasto fermo, inamovibile sulla sua posizione, che non era, ripeto, una posizione velleitaria ma solo coerente con la storia del Movimento, sono sicuro che gli italiani alla fine avrebbero apprezzato. Avrebbero pensato: caspita, questi grillini son gente seria, gente che mantiene la parola e che ci tiene più alle idee che alle poltrone. Ma sono anche quasi sicuro che alla fine qualcuno quell'appoggio esterno glielo avrebbe dato, pur di evitare le elezioni. Ma avete visto cosa è stato capace di combinare Mattarella pur di evitarle? Ha convocato al Quirinale, sia pure in modo indiretto (si vocifera tramite Grillo o lo stesso Conte), proprio quel Di Maio che minacciava di trascinarlo davanti alla Corte Costituzionale per attentato alla Costituzione o addirittura per alto tradimento, lo ha velocemente "perdonato" come se fosse stata una ragazzata e ha suggerito lo spostamento di Savona dall'Economia ad altro ministero per salvare capra e cavoli. Qui Di Maio ha mostrato di nuovo la sua immaturità e la sua incoerenza. Doveva rimanere fermo sull'impeachment, giusto o sbagliato che fosse, e su Savona all'Economia. Secondo me la richiesta di messa in stato d'accusa era forse esagerata e sicuramente irrealistica, anche per motivi di ordine pratico (rischiavamo un caos istituzionale senza precedenti), ma non era infondata. Come ho scritto, e come hanno scritto autorevoli costituzionalisti, Mattarella ha commesso un grave errore, si è spinto al di là, molto al di là dei suoi poteri costituzionali bloccando la nascita di un governo sostenuto dal Parlamento. L'art.92 secondo comma è chiaro, le ambiguità sono artificiose e soggettive: "Il presidente della Repubblica nomina il presidente del Consiglio dei ministri e, su proposta di questo, i ministri". Questo enunciato, in termini logici, è la congiunzione (AND) di due enunciati atomici separati dal connettivo "e" (AND). Orbene il premier "nominato" aveva proposto il nome di un ministro ma il capo dello Stato si è rifiutato di nominarlo, NON lo ha nominato. Dunque, in base alla logica classica (aristotelica), il capo dello Stato ha operato la negazione logica (NOT) del secondo enunciato. Ma poiché una congiunzione è vera se e solo se ambedue i congiunti sono veri, negando quest'ultimo ha negato l'intero secondo comma dell'art.92. In definitiva, abbiamo DIMOSTRATO che Mattarella NON ha applicato, ovvero ha violato, la Costituzione. Mi si dirà che anche Napolitano e altri l'avevano violata opponendosi a una proposta del premier. Non è esattamente così. In quei casi il presidente della Repubblica aveva in sostanza chiesto al premier in pectore di riformulare la sua proposta e questi aveva accettato. In un ambito strettamente politico, come può essere la composizione di un governo, la Costituzione non nega e la prassi giurisprudenziale assicura la facoltà del capo dello Stato di dare consigli, di esercitare una moral suasion, ma non quella di imporre le sue idee al decisore politico. Quindi se la proposta viene ribadita, come era accaduto sul nome di Savona all'Economia, e se viene definitivamente respinta, allora c'è palese violazione della Costituzione. Mattarella è un fine giurista e si è certamente reso conto del grave errore commesso (e non solo delle sue gravi conseguenze) e quindi ha ripiegato, con la  pronta collaborazione Di Maio e Salvini, su una soluzione di compromesso, all'italiana. Con ciò cosa voglio dire? Voglio dire che anche questo governo, che si propone come governo del cambiamento, in fondo nasce anch'esso, come i quattro che l'hanno preceduto, da un discutibile compromesso all'italiana, e con i padri costituenti che si rivoltano almeno un poco nelle tombe. Insomma, non proprio sotto i migliori auspici.

Modificato da fosforo31

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

10 messaggi in questa discussione

Scoperto l'acqua calda? :D

Pensa che a molti altri questo governo non piace proprio per ragioni opposte  xD. Ma mica glielo aveva ordinato il dottore no? 

Comunque volendo si potrebbe sempre rimediare, una rettifica alla legge elettorale, fattibile considerata la maggioranza e a ottobre al voto.

 

No è? paura di perdere qualche seggiolone.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

23 minuti fa, il.pignonista ha scritto:

Scoperto l'acqua calda? :D

Pensa che a molti altri questo governo non piace proprio per ragioni opposte  xD. Ma mica glielo aveva ordinato il dottore no? 

Comunque volendo si potrebbe sempre rimediare, una rettifica alla legge elettorale, fattibile considerata la maggioranza e a ottobre al voto.

 

No è? paura di perdere qualche seggiolone.

La tua è una buona provocazione e una proposta del tutto irrealistica. A questo punto Di Maio e Salvini perderebbero completamente la faccia se si separassero in luna di miele, ed esporrebbero al ridicolo anche il prof. Conte. Salvo clamorosi, improvvisi e titanici scontri tra i due (improbabili anche perché nessuno dei due è un titano), ormai è chiaro che questo governo e questo parlamento sono blindati almeno fino alle Europee del maggio 2019. Il che vuol dire che non si voterà prima dell'autunno 2019 ma più probabilmente non prima della primavera 2020. Anche perché nel contratto di governo e nel discorso di Conte per la fiducia non c'è traccia di una nuova legge elettorale. Insomma avremo come minimo due annetti pieni per litigare nel forum sul governo Conte. 

Buona notte

Modificato da fosforo31

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
5 ore fa, fosforo31 ha scritto:

Anche a me, come all'amico Monello, questo governo Conte non piace, ma non solo per la presenza ingombrante (e sproporzionata rispetto ai voti) di Salvini. Il quale in concreto, al di là delle considerazioni etiche ed ideologiche (che pure hanno la loro importanza), minaccia di essere un ostacolo a quel riformismo radicale ma razionale, specie in materia di giustizia e di spesa pubblica, di cui l'Italia ha disperato bisogno. Abbiamo bisogno di meno evasione e corruzione, ma il doppiogiochista Salvini resta alleato di un conclamato evasore e corruttore. Abbiamo bisogno di meno disuguaglianza e di più investimenti pubblici, ma la flat tax è un ostacolo ad ambedue le cose. C'è però anche altro che non mi convince. Questo governo è nato male. Il che non vuol dire che debba necessariamente far male o addirittura fare peggio dei governi precedenti. Molti, come Prodi, pensano che non ci fossero alternative, che sia stato una conseguenza triste ma obbligata delle elezioni e della legge elettorale. Ma i matrimoni forzati spesso (anche se per la verità non sempre) finiscono peggio di come sono iniziati. Io do molte colpe anche a Di Maio. Il quale in buona sostanza ha mentito agli elettori e ha tradito, probabilmente con l'avallo di Grillo e Casaleggio, certamente sotto la pressione o la moral suasion di Mattarella, e forse anche per ambizione personale, l'impostazione storica del Movimento. Che era l'intransigenza programmatica, il rifiuto di qualsiasi alleanza politica, di qualsiasi compromesso al ribasso. Per tutta la campagna elettorale Luigi non aveva deviato da questa linea: questo è il nostro programma, questa è la nostra squadra di governo, se non avremo i voti per governare da soli accetteremo l'eventuale appoggio esterno di altre forze, punto. E io l'avevo lodato. Poi, dopo la vittoria, parziale per quanto sensazionale, del 4 marzo, ha cambiato idea e ha cominciato ad aprire forni, a trattare su palazzo Chigi e sui ministeri, infine ha cercato di mescolare il suo programma con quello della Lega, che è come provare a mescolare l'acqua con l'olio. Non ci vuole molto per capire che reddito di cittadinanza e flat tax sono politicamente e tecnicamente incompatibili. Se Di Maio fosse rimasto fermo, inamovibile sulla sua posizione, che non era, ripeto, una posizione velleitaria ma solo coerente con la storia del Movimento, sono sicuro che gli italiani alla fine avrebbero apprezzato. Avrebbero pensato: caspita, questi grillini son gente seria, gente che mantiene la parola e che ci tiene più alle idee che alle poltrone. Ma sono anche quasi sicuro che alla fine qualcuno quell'appoggio esterno glielo avrebbe dato, pur di evitare le elezioni. Ma avete visto cosa è stato capace di combinare Mattarella pur di evitarle? Ha convocato al Quirinale, sia pure in modo indiretto (si vocifera tramite Grillo o lo stesso Conte), proprio quel Di Maio che minacciava di trascinarlo davanti alla Corte Costituzionale per attentato alla Costituzione o addirittura per alto tradimento, lo ha velocemente "perdonato" come se fosse stata una ragazzata e ha suggerito lo spostamento di Savona dall'Economia ad altro ministero per salvare capra e cavoli. Qui Di Maio ha mostrato di nuovo la sua immaturità e la sua incoerenza. Doveva rimanere fermo sull'impeachment, giusto o sbagliato che fosse, e su Savona all'Economia. Secondo me la richiesta di messa in stato d'accusa era forse esagerata e sicuramente irrealistica, anche per motivi di ordine pratico (rischiavamo un caos istituzionale senza precedenti), ma non era infondata. Come ho scritto, e come hanno scritto autorevoli costituzionalisti, Mattarella ha commesso un grave errore, si è spinto al di là, molto al di là dei suoi poteri costituzionali bloccando la nascita di un governo sostenuto dal Parlamento. L'art.92 secondo comma è chiaro, le ambiguità sono artificiose e soggettive: "Il presidente della Repubblica nomina il presidente del Consiglio dei ministri e, su proposta di questo, i ministri". Questo enunciato, in termini logici, è la congiunzione (AND) di due enunciati atomici separati dal connettivo "e" (AND). Orbene il premier "nominato" aveva proposto il nome di un ministro ma il capo dello Stato si è rifiutato di nominarlo, NON lo ha nominato. Dunque, in base alla logica classica (aristotelica), il capo dello Stato ha operato la negazione logica (NOT) del secondo enunciato. Ma poiché una congiunzione è vera se e solo se ambedue i congiunti sono veri, negando quest'ultimo ha negato l'intero secondo comma dell'art.92. In definitiva, abbiamo DIMOSTRATO che Mattarella NON ha applicato, ovvero ha violato, la Costituzione. Mi si dirà che anche Napolitano e altri l'avevano violata opponendosi a una proposta del premier. Non è esattamente così. In quei casi il presidente della Repubblica aveva in sostanza chiesto al premier in pectore di riformulare la sua proposta e questi aveva accettato. In un ambito strettamente politico, come può essere la composizione di un governo, la Costituzione non nega e la prassi giurisprudenziale assicura la facoltà del capo dello Stato di dare consigli, di esercitare una moral suasion, ma non quella di imporre le sue idee al decisore politico. Quindi se la proposta viene ribadita, come era accaduto sul nome di Savona all'Economia, e se viene definitivamente respinta, allora c'è palese violazione della Costituzione. Mattarella è un fine giurista e si è certamente reso conto del grave errore commesso (e non solo delle sue gravi conseguenze) e quindi ha ripiegato, con la  pronta collaborazione Di Maio e Salvini, su una soluzione di compromesso, all'italiana. Con ciò cosa voglio dire? Voglio dire che anche questo governo, che si propone come governo del cambiamento, in fondo nasce anch'esso, come i quattro che l'hanno preceduto, da un discutibile compromesso all'italiana, e con i padri costituenti che si rivoltano almeno un poco nelle tombe. Insomma, non proprio sotto i migliori auspici.

Uno legge il titolo del post e rimane basito , sorpreso . Ma come , il Cazzaro osa , addirittura , affermare che questo governo non gli piace ?? Uno frettolosamente apre il post e di rende conto che il Cazzaro ha emesso la solita cazza.ta !! Invece di sviscerare almeno un paio di argomenti per cui questo governo non gli piace , il Bufalaro Partenopeo si limita ad “incolpare “ Luigi (così lo chiama il Cazzaro , nda) di un errato compirtamento fattuale e stop !! Di un errato compirtamento circa gli intendimenti precedenti e su cui aveva richiesto il voto. Se qualcuno si aspetta qualcosa di “politico” può smettere immediatamente di leggere perché , poi , il post prende tutta un’altra piega e da “questo “governo non mi piace “  avrebbe potuto tranquillamente prendere il titolo “ Mattarella non mi piace “. Da qui una lunga serie di cazza te nei confronti del PDR che , secondo la testadikazzo napoletana , avrebbe meritato di essere messo sotto accusa di impeachnent . Seguono , più , ke motivazioni relativa ed i perché di ciò ed i motivi per cui , il “traditore “ Mattarella avrebbe consentito , poi , alla nascita del governo fascio/razzista . Ve ne consiglio una gustosissima che a me pare meritevole di trattamento sanitario obbligatorio per il Cazzaro di Napoli : quella in cui Mattarella si e’ comportato così perché suggeritogli per una forma di equi scambio , da Grillo e da Casaleggio . In sintesi , una cosa del genere : Tu autorizzi la nascita del governo e noi ritiriamo la richiesta di impeachnent . Ahahahahahaha . Certo certo , cari forumisti , ricomponetevi anche voi ed in attesa che i padri costituenti prendano a pedate nel kulo , metaforicamente , il Cazzaro di Napoli , fatelo anche voi . Ne avete ....ne abbiamo tutto il diritto . Un pensiero mi sia consentito di rivolgerlo , umanamente e pietosamente , nei confronti di  Carmine Petruzziello (parrucchiere ) e di Gege’ Esposito (Pizzaiolo ...da asporto ). Saluti 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
27 minuti fa, mark222220 ha scritto:

Uno legge il titolo del post e rimane basito , sorpreso . Ma come , il Cazzaro osa , addirittura , affermare che questo governo non gli piace ?? Uno frettolosamente apre il post e di rende conto che il Cazzaro ha emesso la solita cazza.ta !! Invece di sviscerare almeno un paio di argomenti per cui questo governo non gli piace , il Bufalaro Partenopeo si limita ad “incolpare “ Luigi (così lo chiama il Cazzaro , nda) di un errato compirtamento fattuale e stop !! Di un errato compirtamento circa gli intendimenti precedenti e su cui aveva richiesto il voto. Se qualcuno si aspetta qualcosa di “politico” può smettere immediatamente di leggere perché , poi , il post prende tutta un’altra piega e da “questo “governo non mi piace “  avrebbe potuto tranquillamente prendere il titolo “ Mattarella non mi piace “. Da qui una lunga serie di cazza te nei confronti del PDR che , secondo la testadikazzo napoletana , avrebbe meritato di essere messo sotto accusa di impeachnent . Seguono , più , ke motivazioni relativa ed i perché di ciò ed i motivi per cui , il “traditore “ Mattarella avrebbe consentito , poi , alla nascita del governo fascio/razzista . Ve ne consiglio una gustosissima che a me pare meritevole di trattamento sanitario obbligatorio per il Cazzaro di Napoli : quella in cui Mattarella si e’ comportato così perché suggeritogli per una forma di equi scambio , da Grillo e da Casaleggio . In sintesi , una cosa del genere : Tu autorizzi la nascita del governo e noi ritiriamo la richiesta di impeachnent . Ahahahahahaha . Certo certo , cari forumisti , ricomponetevi anche voi ed in attesa che i padri costituenti prendano a pedate nel kulo , metaforicamente , il Cazzaro di Napoli , fatelo anche voi . Ne avete ....ne abbiamo tutto il diritto . Un pensiero mi sia consentito di rivolgerlo , umanamente e pietosamente , nei confronti di  Carmine Petruzziello (parrucchiere ) e di Gege’ Esposito (Pizzaiolo ...da asporto ). Saluti 

Lo conosco Il pizzaiolo 😂 🤔😎 è figlio di una zocc ..ola che mi 🐑🐷...avo anni fa.. xD..

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
8 minuti fa, wronschi ha scritto:

Lo conosco Il pizzaiolo 😂 🤔😎 è figlio di una zocc ..ola che mi 🐑🐷...avo anni fa.. xD..

allora monello è di sx, fosfy non ha votato 5stelle, uvetta e di dx, ma dice che non ha votato berlusca, non ha votato la MelonA, non è di salvini,  ma che kazz o di gioco state giocando xD a rosico?

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
48 minuti fa, wronschi ha scritto:

Lo conosco Il pizzaiolo 😂 🤔😎 è figlio di una zocc ..ola che mi 🐑🐷...avo anni fa.. xD..

Ahahahaha😂😂😂

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
42 minuti fa, wronschi ha scritto:

allora monello è di sx, fosfy non ha votato 5stelle, uvetta e di dx, ma dice che non ha votato berlusca, non ha votato la MelonA, non è di salvini,  ma che kazz o di gioco state giocando xD a rosico?

 

Io, ero indeciso tra la Mussolini e la Carfagna, gli ho detto: vestitevi da suore, visto che ero ad Arcore dal mio amico Silvio Berlusconi, qualcosa si farà... mentre il mio amico Silvio Berlusconi cercava di farselo....🤔 ... raddrizzare con una dose di attac xD

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 minuti fa, mark222220 ha scritto:

Ahahahaha😂😂😂

Lo conosci pure tu Mark, o conosci solo la.....si quellA li..xD ?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
38 minuti fa, wronschi ha scritto:

Io, ero indeciso tra la Mussolini e la Carfagna, gli ho detto: vestitevi da suore, visto che ero ad Arcore dal mio amico Silvio Berlusconi, qualcosa si farà... mentre il mio amico Silvio Berlusconi cercava di farselo....🤔 ... raddrizzare con una dose di attac xD

La butti sul ridere, ma, a parte la volgarità (l'incivile del forum ti ha contagiato?) la tua reazione beota alla vicenda Mattarella non si discosta molto da quella della maggior parte degli italiani. Che hanno assorbito come se nulla fosse l'ennesimo colpo alla democrazia e alla Costituzione (Massimo Fini ha parlato espressamente di "golpe") accogliendo perfino con soddisfazione l'ennesimo compromesso al ribasso (Savona spostato in un ministero usa e getta) e l'ennesima e italianissima conclusione "a tarallucci e vino" al posto del minacciato e inaudito impeachment. Difficile parlare ai muri, ma ti ribadisco ciò che ho scritto nel post precedente: il presidente Mattarella non ha applicato la Costituzione in un passaggio cruciale della vita democratica, la formazione del governo sostenuto dalla maggioranza del Parlamento. Ha dunque violato la Costituzione, proprio lui che dovrebbe esserne il garante,  ma non è stato chiamato a risponderne. Questa non è una mia opinione, è un FATTO che ho dimostrato in termini logici. Una dimostrazione banale ma inconfutabile, a meno che non usciamo fuori dalla logica (il che, per motivi che qui non posso spiegarti, è molto più difficile e molto più grave che uscire dalla matematica) e allora ex absurdo quodlibet. Proprio come accade nel paese di Pulcinella, dove davvero accade di tutto e dove ci mettiamo (vi mettete) sotto i piedi la logica, figuriamoci se abbiamo (avete) difficoltà a zerbinare gli articoli della Costituzione.

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
54 minuti fa, fosforo31 ha scritto:

La butti sul ridere, ma, a parte la volgarità (l'incivile del forum ti ha contagiato?) la tua reazione beota alla vicenda Mattarella non si discosta molto da quella della maggior parte degli italiani. Che hanno assorbito come se nulla fosse l'ennesimo colpo alla democrazia e alla Costituzione (Massimo Fini ha parlato espressamente di "golpe") accogliendo perfino con soddisfazione l'ennesimo compromesso al ribasso (Savona spostato in un ministero usa e getta) e l'ennesima e italianissima conclusione "a tarallucci e vino" al posto del minacciato e inaudito impeachment. Difficile parlare ai muri, ma ti ribadisco ciò che ho scritto nel post precedente: il presidente Mattarella non ha applicato la Costituzione in un passaggio cruciale della vita democratica, la formazione del governo sostenuto dalla maggioranza del Parlamento. Ha dunque violato la Costituzione, proprio lui che dovrebbe esserne il garante,  ma non è stato chiamato a risponderne. Questa non è una mia opinione, è un FATTO che ho dimostrato in termini logici. Una dimostrazione banale ma inconfutabile, a meno che non usciamo fuori dalla logica (il che, per motivi che qui non posso spiegarti, è molto più difficile e molto più grave che uscire dalla matematica) e allora ex absurdo quodlibet. Proprio come accade nel paese di Pulcinella, dove davvero accade di tutto e dove ci mettiamo (vi mettete) sotto i piedi la logica, figuriamoci se abbiamo (avete) difficoltà a zerbinare gli articoli della Costituzione.

 

 

 

La butto sul ridere perché ci sarà da piangere !

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora