Secondo Boeri le pensioni affossano i giovani e avvantaggiano i soliti noti. Perché paghiamo sempre noi?

Ieri Boeri ha detto tante "belle" cose sulla manovra e sulle pensioni. In soldoni se la pagheranno i soliti poveracci. Non è una novità, il problema sta a monte. Se vengono usati i contributi di noi che lavoriamo per pagare quelli che sono in pensione, ovvio che quando saremo in pensione noi (ammesso che ci arriviamo) a mantenerci saranno i giovani. E' un circolo vizioso. Non credo se ne possa uscire. A meno di scelte altamente impopolari...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

8 messaggi in questa discussione

Stiamo pagando tanti errori, ma anche fatti a cui credo sia impossibile porre rimedio. Tipo se mia nonna negli anni Sessanta ha pagato tutti i suoi contributi, quelli oggi non valgono praticamente nulla. L'inflazione ha fatto il suo, la conversione "allegra" da lira a euro ha dato il colpo finale. Mi sa che hai ragione, non so come se ne possa uscire

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
43 minuti fa, piccolina907 ha scritto:

Boeri mi pare sul pezzo... via d'uscita? il grande boh

ma prima o poi a questo boh si dovrà pur trovare una risposta, o rimandiamo in eterno?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Non disperate, cari forumisti. La via maestra è indicata dal noto perito agrario (queste sono le competenze che dispone il PD) e ministro del Lavoro e delle politiche sociali.

Giuliano Poletti vi augura un lungo e proficuo ( meglio se per sempre) soggiorno lavorativo all'estero.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
5 minuti fa, tomriddle72 ha scritto:

ma prima o poi a questo boh si dovrà pur trovare una risposta, o rimandiamo in eterno?

No, perché rimandare. però sinceramente la soluzione chi la può garantire se non la politica?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
14 minuti fa, shinycage ha scritto:

Non disperate, cari forumisti. La via maestra è indicata dal noto perito agrario (queste sono le competenze che dispone il PD) e ministro del Lavoro e delle politiche sociali.

Giuliano Poletti vi augura un lungo e proficuo ( meglio se per sempre) soggiorno lavorativo all'estero.

siamo a cavallo!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

mi piacerebbe sapere come funziona il sistema contributivo all'estero... tutto il mondo è paese?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

1) Tempo fa dicevamo: "la pensione ce la siamo pagata con tutti i contributi versati".

2) Poi qualche Solone ha detto: "Non è vero, la vostra pensione la stanno pagando le generazioni più giovani delle vostre".

Il primo caso fa pensare che le cose, in Italia, andavano alla grande.

Il secondo caso fa pensare che qualche cosa si è inceppato: i contributi versati non sono più sufficienti per erogare le pensioni maturate, bisogna ricorrere ai contributi versati di chi sta lavorando per pagare i vecchi pensionati, che invece di trapassare si danno alla bella vita.

Succede poi che i giovani non trovano lavoro, e quei pochi che stanno lavorando vedono volatilizzare i loro contributi in favore di quelli che sono già in pensione. Per loro non ci sarà pensione, perchè i loro contributi sono stati usati per tappare i buchi e perchè i giovani continuano a "gozzovigliare".

Nel frattempo, i vecchi pensionati, con la loro lauta rendita, aiutano i figli a mandare avanti la famiglia e aiutano i nipoti con la mancetta settimanale.

Qualcuno mi sa dire che colpa ne hanno i lavoratori?

I soliti Soloni dicono che abbiamo vissuto al di sopra delle nostre possibilità.

Cosa intendono dire? Che dovevamo morire di fame?

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963