Fermiamoli ...

Purtroppo con l’avvento dei social , orde di creti.ni , Bufalari e Cazzari , convinti di essere , giornalmente , quando economisti , quando giuristi , quando politologi , ha fatto sì che la politica  sia diventata, semplicemente, squadrismo !! Adesso questo squadrismo , perpetrato da energumeni e potenziali delinquenti e’ rivolto persino verso il Presidente della Repubblica e trova facile sponda nei creti.ni che dicevo pocanzi . Tuttocio’ rischia di travolgere nel gorgo populista, la natura, l'identità, la legittimazione democratiche della stessa istituzione presidenziale. Siamo solo all'inizio, ma già si intravede l'esito di quel che accadrà con la convocazione di una manifestazione senza precedenti "contro" il capo dello Stato, il giorno della Festa della Repubblica, accompagnata da strali dichiaratori nei salotti tv, nei pomeriggi per casalinghe e senza uno straccio di contraddittorio. La sostanza del prossimo futuro è che le forze politiche che hanno proposto il governo mai nato andranno ora in giro come le ronde della moralità pubblica a chiedere a tutti: con chi stai? Con Mattarella il traditore, o con il cambiamento? Con le istituzioni o con i cittadini? Con le élite corrotte o con il popolo? Come se si potesse stare con un traditore, con le sorde istituzioni, o con le élite corrotte.  Ogni giorno, in questo film tetro, ce ne è una. Ieri l'impeachment, una barzelletta dal punto di vista giuridico, diventato però lo strumento per dire che i nuovi detentori della verità e unici interpreti della volontà popolare possono "processare" il presidente, per alto tradimento. Certe metodologie fanno talmente tanta presa sulle menti dei meno fortunati che qua sul forum , un idio ta e Cazzaro di Napoli , si e’ spinto a chiedere le dimissioni di Mattarella colpevole di aver applicato alla perfezione il dettato costituzionale. Purtroppo nulla sarà come prima in questa crisi che compie un salto istituzionale : da crisi politica a crisi di sistema. Ed è già iniziata una campagna elettorale, interpretata come lo scontro tra due concezioni dell'Europa, del modo di concepire la collocazione internazionale del Paese e dunque del ruolo della moneta. Il Quirinale, in questa sorta di conflitto di "civiltà", alimentato dalla retorica nuovista e dalla creazione del nemico, siano essi i banchieri, la Merkel o le plutocrazie, il Quirinale, dicevamo, è diventato il Palazzo d'Inverno da espugnare nel mito della rivoluzione sovranista, perché di quella "civiltà" da superare è il simbolo. E poco importa se Salvini e Di Maio si muovono non d'intesa, ma animati da ragioni tattiche che li portano a colpire, in forma diversa, lo stesso bersaglio. Perché è chiaro che il leader pentastellato che, fino a domenica, ha puntato tutto sulla sua legittimazione, credibilità e affidabilità agli occhi degli osservatori internazionali, usa l'escalation per uscire dalla "trappola" in cui lo ha fatto cadere il leader leghista smentendo clamorosamente l’ebe te di Napoli che lo considerava un abile ed invincibile giocatore .  La sostanza del processo in atto, nutrita e corroborata da una narrazione menzognera su sulle prerogative del Quirinale e su come si sono svolte le consultazioni, dove è stato rifiutata qualunque altre soluzione che non fosse il nome di Paolo Savona, tenuto fermo da Salvini con l'obiettivo di far saltare il tavolo. È un contesto in cui, questo il paradosso , diventa una questione quasi "laterale" ciò che, in condizioni normali, sarebbe stata la questione principale del giorno, ovvero la nascita del governo Cottarelli. Perché, semplicemente, il governo nasce morto, senza maggioranza in Parlamento anzi, in un Parlamento dove serpeggiano dubbi sul sostegno di bandiera anche dentro il Pd, con l'Italia che inizia a bruciare nello spread oltre duecento punti base, perché l'instabilità è tornata ad essere un dato permanente della crisi italiana. Né il Capo dello Stato, in questo contesto, può fare altro per evitare che il paese possa precipitare alle elezioni anticipate, in tempi brevi o brevissimi, mettendo anche in conto, se così vorranno i partiti, un'ordalia elettorale sotto il sole di agosto. Cottarelli si presenterà alle Camere entro dieci giorni dal giuramento e, a quel punto, se i partiti si limiteranno a votare no alla fiducia, non ci saranno alternative allo scioglimento, sempre nel rigoroso rispetto delle istituzioni. Il che significa che anche il voto ad agosto è messo nel conto. La scelta spetta a loro. Per impedirlo, secondo buon senso, spetta a loro trovare un modo e una soluzione in Parlamento: una mozione "tecnica", una "fiducia a tempo", un gioco di astensioni, insomma un modo formale di cui il Quirinale prenderà atto. Certo non si può chiedere a Mattarella di tenere in piedi un governo bocciato per due mesi, mentre i partiti urlano al "golpe" e agli "abusivi" che sono nel palazzo a dispetto della volontà popolare. In questa crisi delle tante prime volte, la prima legislatura mai avviata, un governo mai nato, un conflitto senza precedenti col Quirinale, vanno messe nel conto anche le elezioni immediate, a sessanta giorni dalla bocciatura del governo Cottarelli. Saluti 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

8 messaggi in questa discussione

9 minuti fa, mark222220 ha scritto:

 la prima legislatura mai avviata, un governo mai nato

C'è però un particolare, l'attuale parlamento resterà in carica fino alle prossime elezioni. possono, se lo vogliono,  formare le commissioni, decidere di restare aperti anche in Agosto, non possono fare decreti legge, non possono fermare gli sbarchi che avverranno durante l'estate, (non hanno le chiavi del ministero degli interni) ma se vogliono possono approvare leggi anche contro la volontà del governo tecnico in carica, possono, se lo vogliono far passare leggi come la riduzione vitalizi a gli ex parlamentari, ridurre gli stipendi ai parlamentari, fare alcune delle cose che erano previste nel contratto lega 5stelle; il presidente può comunque rimandare indietro alle camere cose che non gradisce, però rimandare indietro leggi fatte da un parlamento liberamente eletto e approvare norme di un governo eletto solo da lui non farebbe altro che aumentare il distacco fra paese e presidenza delle repubblica; un sondaggio reso noto ieri dalla trasmissione televisiva la7 diceva che il 60% degli intervistati è contrario alla decisione prese da Mattarella

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
6 minuti fa, etrusco1900 ha scritto:

C'è però un particolare, l'attuale parlamento resterà in carica fino alle prossime elezioni. possono, se lo vogliono,  formare le commissioni, decidere di restare aperti anche in Agosto, non possono fare decreti legge, non possono fermare gli sbarchi che avverranno durante l'estate, (non hanno le chiavi del ministero degli interni) ma se vogliono possono approvare leggi anche contro la volontà del governo tecnico in carica, possono, se lo vogliono far passare leggi come la riduzione vitalizi a gli ex parlamentari, ridurre gli stipendi ai parlamentari, fare alcune delle cose che erano previste nel contratto lega 5stelle; il presidente può comunque rimandare indietro alle camere cose che non gradisce, però rimandare indietro leggi fatte da un parlamento liberamente eletto e approvare norme di un governo eletto solo da lui non farebbe altro che aumentare il distacco fra paese e presidenza delle repubblica; un sondaggio reso noto ieri dalla trasmissione televisiva la7 diceva che il 60% degli intervistati è contrario alla decisione prese da Mattarella

A parte le fregnacce che hai detto sulle commissioni e sulle leggi che ne potrebbero scaturire e che ora non ho voglia di contestare , devi stare più attento per non incorrere nella stessa patologia del Cazzaro di Napoli e dare le giuste *** : La decisione di Mattarella e’ stata approvata dal 50% degli Italiani , contrari il 35% , non sa il 15%. Non e’ la prima volta che ti prendo in fallo . Cerca di stare attento senno’ debbo pensare che ci stai marciando ..!! Va bene ??

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
31 minuti fa, mark222220 ha scritto:

La decisione di Mattarella e’ stata approvata dal 50% degli Italiani , contrari il 35% , non sa il 15%. Non e’ la prima volta che ti prendo in fallo . Cerca di stare attento senno’ debbo pensare che ci stai marciando ..!! Va bene ??

Insisti con queste percentuali, probabilmente eri distratto mentre guardavi la trasmissione  sul totale degli intervistati il 40% era favorevole a Mastella il 60% era contrario; poi hanno fatto vedere le opinioni in base ai simpatizzanti dei singoli partiti e le percentuali che tu citi non sono quelle del totale degli Italiani ma le percentuali fra i simpatizzanti PD

per quanto riguarda poi la propaganda e le azioni dimostrative c'è una notizia di questa mattina , quella cioè che molti sindaci in Italia stanno togliendo dagli uffici le foto del presidente appese alle pareti degli uffici,  non so se esista una legge che obblighi a apporre queste foto così come è obbligatoria  l'esposizione della bandiera, però le foto le stanno togliendo; forse il presidente non si aspettava tutta questa opposizione e questa ostilità alle sue decisioni.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

Siccome insisti , mi tocca farti fare la figura del creti.no che non avrei voluto farti fare . Ecco qua :  Su un altro quesito, invece, quello che ha riguardato la scelta di Mattarella di rifiutarsi di firmare la nomina di Paolo Savona a ministro dell’Economia: per il 35 per centola scelta è stata “scorretta e ingiusta“, per il 24 per cento è stata corretta ma sbagliata nella tempistica, mentre per il 26 è stata corretta e giusta. Il 15 non sa . 

Modificato da mark222220

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
7 minuti fa, mark222220 ha scritto:

Siccome insisti , mi tocca farti fare la figura del creti.no che non avrei voluto farti fare . Ecco qua :  Su un altro quesito, invece, quello che ha riguardato la scelta di Mattarella di rifiutarsi di firmare la nomina di Paolo Savona a ministro dell’Economia: per il 35 per centola scelta è stata “scorretta e ingiusta“, per il 24 per cento è stata corretta ma sbagliata nella tempistica, mentre per il 26 è stata corretta e giusta. Il 15 non sa . 

Ah , dimenticavo la prova , ebe te !! 

0667E0BA-69CA-4471-9A28-17990A8A63E8.jpeg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 minuti fa, mark222220 ha scritto:

Ah , dimenticavo la prova , ebe te !! 

0667E0BA-69CA-4471-9A28-17990A8A63E8.jpeg

Questo è uno dei cartelli che  hanno mostrato  sui dati  disaggregati del consenso, i cartelli mostrali tutti compreso quello dove c'è il 40% favorevole e il 60% contrario al presidente Mattarella, poi mostra anche il cartello con le intenzioni di voto, le variazioni rispetto alle rilevazione precedente e le intenzioni di voto per il PD

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
4 minuti fa, etrusco1900 ha scritto:

Questo è uno dei cartelli che  hanno mostrato  sui dati  disaggregati del consenso, i cartelli mostrali tutti compreso quello dove c'è il 40% favorevole e il 60% contrario al presidente Mattarella, poi mostra anche il cartello con le intenzioni di voto, le variazioni rispetto alle rilevazione precedente e le intenzioni di voto per il PD

Allora cambio terminologia : non sei un creti no sei un deficien.te !! Ma che stai a di ?? Ma cosa aggreghi o disaggreghi !! Questa e’ stata la domanda del sondaggio effettuato ed era precisissima e riguardava la scelta di Mattarella . Siccome a differenza tua io sono onesto , il 40 e 60 riguardava il nome di Cottarelli per la formazione del governo . Chiedi scusa o debbo considerarti anche un impostore 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ecco qua . Ebe te  Convinto o insisti nelle idiozie ??

63E8F4BB-D5B2-4FE9-8B05-A7DF8A9D0456.jpeg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora