"La scuola italiana non educa al massimo istruisce"

Inviata (modificato)

Il fallimento della scuola italiana: Umberto Galimberti

Umberto Galimberti, filosofo, psicologo e saggista, parla a Byoblu della scuola, dell'insegnamento, della socializzazione, dell'esplosione delle diagnosi facili di dislessia e discalculia, dell'essere genitori, dell'influenza del mondo digitale, della socializzazione, dell'essere ragazzi, del rapporto con l'autorità, del dialogo con i figli, di separazione... E il quadro che dipinge è ben riassunto in una delle sue frasi finali: "Speranze non ne ho, perché grande è la degenerazione".

LA DEGENERAZIONE DELLA SCUOLA

https://www.youtube.com/watch?v=exxZOvgzyaw

Modificato da fotonis

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

1 messaggio in questa discussione

Inviata (modificato)

La scuola non offre che nozioni ai ragazzi ed il più bravo è quello che ne sa memorizzare più degli altri e li sa ripetere a mò di pappagallo davanti a tutti, gli altri si annoiano, quelli più intelligenti e più critici e si defilano: con una classe affollata di 30-35 persone hai voglia di fare quello che più ti pare, tanto gli insegnanti sono sotto le telecamere degli smartphone, appena sgarrano sono in agguato i genitori che gli sprangano le reni davanti ai loro alunni e gli fanno chiedere perdono in ginocchio, però quando i loro figli si drogano nei bagni, rompono le ossa ai compagni e stuprano in gruppo le ragazzine non li vedi in giro a chiedere perdono a loro volta pubblicamente per come hanno reso animali i loro figli.

Vabbuò è meglio che stò zitta altrimenti mi accusano di pessimismo cosmico, invece va tutto a gonfie vele e tutti sono felici di essere italiani!

Modificato da fotonis

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora